Vivere Verde: un blog dedicato alle soluzioni ecologiche: casa, persona, animali, giardino, salute, benessere, cucina vegana e vegetariana, alimentazione

25 novembre 2008

Candeggina e Ingiallimento dei Tessuti


Evitate di usare la candeggina per sbiancare i tessuti,perché oltre ad essere un prodotto molto inquinante, ingiallisce e rovina le fibre dei tessuti che a lungo andare invecchiano e perdono forma.


L'ingiallimento accade perché i residui di candeggina rimangono intrappolati nel tessuto (specialmente quando usiamo l'ammorbidente) e questi, al contato con la luce, o con l'aria, reagiscono e ingialliscono e invecchiano il tessuto. Per questo molte volte le tovaglie, calzini e camicie riposte dentro all'armadio col tempo sono molto gialle.

Cercate di usare l'acqua ossigenata o uno sbiancante all'ossigeno attivo a base di percarbonato per sbiancare i tessuti.

Se invece la macchia è molto difficile, come quelle lasciate da altri tessuti (colori che migrano), e dovete proprio usare la candeggina, per primo non la mischiate con nessun altro prodotto, nemmeno col detersivo in polvere, perché la sua azione sbiancante diminuisce, basta acqua fredda e poca candeggina (non c'è bisogno di esagerare). E poi, per bloccare l'effetto ingiallimento, immergete il tessuto in acqua e aceto (1:1) per almeno 15 minuti e poi lavatelo normalmente in lavatrice. L'aceto neutralizza la candeggina.

Chiaramente quest'operazione è efficace ma se fatta ogni tanto, perchè quando i tessuti sono a contatto con la candeggina, le fibre iniziano ad indebolirsi, l'aceto inizierà logicamente a rompere questo processo dal momento in cui entrerà in contatto con il tessuto.

Se  i tessuti sono già ingialliti, la candeggina è proprio da dimenticare, o altrimenti la situazione peggiorerà. Invece immergete i tessuti in una bacinella con acqua calda, sbiancante a base di ossigeno attivo (percarbonato) oppure acqua ossigenata ad alto volume (da 40V in su) e sapone di marsiglia sciolto nell'acqua. Basta lasciare il tessuto in ammollo per 1 giornata ed è fatta, poi basta lavarlo in lavatrice con poco detersivo. Se il tessuto è delicato, come la seta, mettetela in acqua tiepida e succo di limone o acqua ossigenata. In ogni caso coprite la bacinella con della pellicola plastica per intrappolare l'ossigeno.

Soluzione anti ingiallimento forte:

QUI


149 commenti:

mayda ha detto...

come faccio a regolarmi sulle proporzioni nell'uso dell'acqua ossiggenata a 40V o a 130V?
per esempio all'interno della lavatrice o in ammollo in un tot litri di acqua?

Vivere Verde ha detto...

ciao mayda, grazie per la visita...

allora:

lavatrice: per 5 kg di bucato 1 cucchiaio di acqua ossigenata, indipendente del volume, però se il bucato è molto sporco o ci sono molti vestiti pesanti si può raddoppiare la quantità.

ammollo: per 5l d'acqua: 2 cucchiai da 230 o 3 da 40V.

Anonimo ha detto...

scusate, ma senza fare intrugli chimici basta usare i prodotti in commercio con il nome 'candeggina delicata' non sono altro che prodotti contenenti periossido di idrogeno, insomma basta sostituire la vecchia candeggina con questo tipo di prodotti che non contengono cloro
ciao ciao

Vivere Verde ha detto...

scusate, ma senza fare intrugli chimici basta usare i prodotti in commercio con il nome 'candeggina delicata' non sono altro che prodotti contenenti periossido di idrogeno, insomma basta sostituire la vecchia candeggina con questo tipo di prodotti che non contengono cloro
ciao ciao

il perché degli "intrugli chimici":

la candeggina delicata in commercio molte volte non è fatta soltanto con lo perossido di idrogeno, ma anche con dei tensoattivi e altri agenti inquinanti, e magari la quantità di acqua ossigenata non è così alta per sbiancare a dovere i capi, tanto che per i tessuti molto ingialliti i prodotti in commercio spesso non risolvono il problema.

Il percarbonato o l'acqua ossigenata sono dei normalissimi prodotti non inquinanti che garantisco un ottimo risultato.

Poi chimico per chimico, anche le candeggine dette delicate sono dei preparati chimici, e quindi non vedo perché non dare preferenza a altri prodotti, anche perchè non ci vuole tanto per aggiungere dell'acqua ossigenata alla bacinella..

ministryofsound_dj ha detto...

Ciao Vivere Verde, leggendo il tuo post mi si è riaccesa una speranza per le mie povere scarpe bianche(una settimana di vita) che mia mamma ha ingiallito involontariamente con la candeggina.
Cosa si può fare per farle tornare binache o almeno un colore che ci assomigli?
leggevo di sostanze che sbiancano...dove posso reperirle?
grazie in anticipo spero possa aiutarmi:-)

Bogs

Vivere Verde ha detto...

Allora Bogs, come sono scarpe, normalmente l'operazione è ancora più facile.

per primo per neutralizzare i residui di candeggina che ancora possono esserci sul tua scarpa immergila in acqua e aceto, circa mezzo bicchiere in 2 litri d'acqua.

Poi falla asciugare un pochino.

Per il candeggio:

Avrai bisogno di: soda solvay (supermercato), acqua ossigenata da 40V (negozio di cosmetici), sapone di marsiglia, pellicola di plastica trasparente.

Prendi una spugna, metti un po' d'acqua ossigenata e soda solvay (tipo 1 cucchiaio di acqua ossigenata e 1 cucchiaino di soda) Passa su tutta la superficie della scarpa, Avvolgila in una pellicola di plastica (così l'ossigeno non se ne va via) e mettila sotto sole (se c'è), aspetta 30 minuti e poi lava la scarpa a mano con sapone di marsiglia (usa una spugna morbida).

Poi basta aspettare l'asciugatura.

Un altro rimedio per candeggiare sarebbe strofinare la scarpa con limone e sale fino e metterla sotto sole (avvolta nella pellicola), però secondo me è meglio usare dell'acqua ossigenata.

Se non trovi la soda solvay puoi usare bicarbonato, però la soda è più potente.

ministryofsound_dj ha detto...

grazie 1000!! appena riesco provo e ti dico:-)
un saluto

Ago ha detto...

Ciao Vivere Verde!
Ti ho trovata per caso e...ho un problemone:
giusto ieri ho smacchiato con candeggina, una camicia di lino bianca con delle macchiettine di nero di seppia. Le macchie sono andate via, ma adesso al loro posto c'è tutto un alone giallino chiaro...è terribile!
Non so come fare a risolvere...secondo te, c'è qualche speranza?
Un bacione e grazie per tutti questi consigli, me li leggerò tutti!
Ago :-D

Vivere Verde ha detto...

ciao Ago, purtroppo la candeggina non è in grado di cancellare vari tipi di macchie organiche come sugo, nero di seppia ecc, però una soluzione, anzi 3. Sceglie una di loro:

Applicare il succo di 1 limone e sale fino sulla macchia, mettere il capo sotto il sole e lavare il giorno seguente;

Versare dell'acqua ossigenata da 40v (quella cosmetica) sulla macchia, mettere il capo in una busta e metterla sotto il sole;

Mettere il capo in acqua bollente e percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo) e chiudere la bacinella con una pellicola.

Dopo aver usato una di queste soluzioni, lavare il capo in lavatrice a 40 gradi.

fabi ha detto...

ciao,quale tipo di alcol si deve usare per le vrie applicazioni?quello comune rosa o quello a 70/90 gradi?perche' non lo trovo mai specificato.grazie

Vivere Verde ha detto...

ciao fabi, innanzitutto grazie per la vista. Guarda l'alcol è sempre quello rosa che si trova in tutti i super, comunque c'è chi preferisce usare l'alcol a 90 bianco (quello per liquore) o l'alcol bianco che si compra in farmacia, perché non hanno odore, però diciamo che costano di più, e poi l'odore dell'alcol rosa poi sparisce, a me personalmente non mi d fastidio.

Anonimo ha detto...

Buongiorno! L'altro giorno ho macchiato con della marmellata di lampone i miei pantaloncini di jeans bianchi,cosi ho pensato 'bene' di mettere delle gocce di caneggina delicata per tessuti sulle macchie,ho lasciato agire del tempo e poi ho risciacquato alla carlona...ebbene ho pensato ancora meglio di mettere poi i pantaloncini in una bacinella assieme ad altra candeggina perchè ero ossessionata dal fatto che la macchia rossa si vedesse ancora...e ora una macchia enorme giallognola! prima di cadere nella disperazione per i miei poveri pantaloncini ho letto i tuoi suggerimenti..potresti dirmi cosa posso fare con questi derelitti?sono anche nuovi.. Grazie in anticipo,
Giulia.

Vivere Verde ha detto...

Ciao Giulia :)

guarda, per primo metti i tuoi pantaloni in una pentola con acqua, limone e sale grosso. Accendi il fuoco fai bollire l'acqua con i pantaloni dentro. Dopo 15 minuti dalla bollitura spegni il fuoco, lascia la pentola chiusa e il giorno dopo metti i pantaloni in lavatrice con 3 cucchiai di percarbonato o 100 ml di acqua ossigenata da 40V e detersivo. Aceto al posto dell'ammorbidente.

Un altro rimedio che potrebbe essere utile sarebbe inzuppare bene le macchie con acqua ossigenata da 40V, chiudere il pantalone in una busta (fai un nodo), e metterla sotto sole per 1 giornata, poi lavaggio con detersivo e aceto come ammorbidente.

Maddalena ha detto...

Aiuto! Ho usato la cosiddetta "candeggina delicata" pura (l'etichetta dice che contiene tensioattivi e sbiancante a base di ossigeno) per smacchiare la parte bianca di una maglietta con piu' colori (base bianca con stampe rosse, nere e blu). Ho immerso subito la maglietta in acqua fredda, e nelle zone bianche sono comparse immediatamente macchie gialle!
C'e' qualche rimedio che mi possa permettere ancora di salvarla?
Grazie

Vivere Verde ha detto...

ciao maddalena, guarda come la stampa del vestito è un po' colorata, io te suggerirei di immergere il vestito nel succo di limone caldo e salato.

Si tagliano i limoni a fette (1 limone per litro d'acqua) che poi vanno messi nell'acqua con sale (1 cucchiaio di sale grosso p litro d'acqua). Dopo la bollitura spegni il fuoco e immerge il vestito nella pentola.

Il giorno dopo lavalo in lavatrice.

Oppure potesti strofinare bene il vestito con sapone di marsiglia e metterlo sotto sole per 1 giornata, oppure bagnare le macchia con acqua ossigenata da 40V, chiudere il vestito in una busta trasparente, lasciarla sotto sole e lavare il giorno dopo, però per le macchie di ingiallimenti, normalmente il primo metodo normalmente si mostra più efficace.

Ale ha detto...

Ciao Vivere Verde!
In primis, complimenti per il Blog che ho appena scoperto e che sono certo mi tornera' utile in tante altre occasioni.

Quando dici che per le macchi resistenti bisogna proprio usare (poca) candeggina, quanto tempo il capo deve essere lasciato in ammollo?

Grazie mille,

A

Vivere Verde ha detto...

ciao Ale :)

guarda la candeggina va veramente evitata perché è brava a rovinare e ingiallire la roba, l'unica macchia che magari si dovrebbe usare per forza un po' di candeggina in acqua fredda sono le macchia di colore provenienti da altri tessuti... e comunque basta lasciare il tessuto in ammollo per 1 ora, per il resto lascia perdere la candeggina al cloro e usa altri sbiancanti più dolci anche per l'ambiente, come il percarbonato, l'acqua ossigenata e il limone con sale.

Chiara ha detto...

Ciao a tutti! Di solito evito di usare schifezze chimiche per lavare ma visto che non sono a casa mia, per sbiancare il vestito di lino bianco macchiato di frutta, l'ho messo a mollo in varecchina e sapone sotto consiglio della suocera, poi l'ho OVVIAMENTE steso al sole. Ora ho un vestito striato bianco e giallo....ora lei me l'ha rimesso in lavatrice dopo vari strofinamenti col sapone di marsiglia, ma dibito che uscirà di nuovo bianco come prima....Nel caso in cui dovesse riuscire fuori di nuovo giallastro, come posso fare?

Vivere Verde ha detto...

ciao Chiara, guarda, se per caso il tessuto sarà ancora ingiallito mettilo in acqua bollente (porta una pentola con acqua a fuoco vivace), quando l'acqua inizierà a bollire metti 2 limoni affettati con tutta la buccia e sale grosso.

Spegni la pentola, metti il vestito e copri la pentola. Poi il giorno dopo mettila in lavatrice e lavala a 40 o 50 gradi. per risultati ancora piu ottimali, insieme al detersivo aggiungi anche 2 cucchiai di percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo) o 3 cucchiai di acqua ossigenata da 40V. Però normalmente il limone risolve la situazione.

1 limoni e 2 cucchiai di sale per ogni litro d'acqua

Anonimo ha detto...

Ciao Vivere Verde,
spero che hai qualche parola di conforto anche per me..ho appena scoperto la mia canoottierina preferita macchiata un pò ovunque di candeggina..logicamente non si sa chi è stato..ma a me dispiace tantissimo perchè è di seta e l'ho pagata un bel pò...ho letto del succo di limone con il sale..ho fatto quest'intruglio e ce l'ho strofinata un pò tutta perchè era impossibile lavare solo le macchie..la maglietta l'ho lasciata nella bacinella e l'ho coperta con la pellicola e l'ho messa sotto il sole..ho fatto bene?
domani la devo lavare normalmente? come me la devo aspettare?
spero di leggere presto una tua risposta.
Tissie

Vivere Verde ha detto...

ciao cara, lavala oggi con detersivo delicato e acqua ossigenata 40V se la hai a casa, se no usa solo il detersivo 40 gradi ciclo della lana e delicati.

Un altro rimedio sarebbe metterla in una soluzione 50% di acqua tiepida e 50% di latte, più 1 bicchiere di alcol rosa. Tutta la giornata in ammollo e lavaggio in lavatrice con detersivo e acqua ossigenata a 40 gradi.

Oppure bagnala bene con acqua ossigenata da 40V, mettila in una busta trasparente, chiudila e mettila sotto sole per 1 giornata e poi lavatrice.

Il limone, anche se magari non la sbiancherà, almeno ha neutralizzato l'azione della candeggina e quello è un bene, quindi se poi avrai bisogno di fare un altro candeggio, puoi provarci queste altre soluzioni ok?

A presto

Vivere Verde ha detto...

ciao cara, lavala oggi con detersivo delicato e acqua ossigenata 40V se la hai a casa, se no usa solo il detersivo 40 gradi ciclo della lana e delicati.

Un altro rimedio sarebbe metterla in una soluzione 50% di acqua tiepida e 50% di latte, più 1 bicchiere di alcol rosa. Tutta la giornata in ammollo e lavaggio in lavatrice con detersivo e acqua ossigenata a 40 gradi.

Oppure bagnala bene con acqua ossigenata da 40V, mettila in una busta trasparente, chiudila e mettila sotto sole per 1 giornata e poi lavatrice.

Il limone, anche se magari non la sbiancherà, almeno ha neutralizzato l'azione della candeggina e quello è un bene, quindi se poi avrai bisogno di fare un altro candeggio, puoi provarci queste altre soluzioni ok?

A presto

Anonimo ha detto...

buona sera, ho appena comperato un golfino di seta, l'ho lavato con detersivo delicato e ace gentile e poi un pò di ammorbidente perchè era macchiato. l'ho steso all'ombra e me lo sono ritrovato con striscie gialle come posso rimediare?
Spero di riuscire a recuperarlo,ringrazio infinitamente per l'aiuto GIANNA

Vivere Verde ha detto...

ciao Gianna, prova a mettere il golfino in ammollo in acqua molto calda, succo di limone e sale.

1 limone e 2 cucchiai di sale grosso per litro d'acqua
chiudi la pentola

il giorno dopo strofina il golfino con sapone di marsiglia (il panetto da bucato), lascialo li per 15 minuti e quindi risciacqualo o a mano o in lavatrice con acqua fredda o a 30 o 40 gradi.

Anonimo ha detto...

ciao vivere verde o bisogno del tuo aiuto o dei lenzuoli tutti ingialliti dal tempo dentro il cassetto li vorrei curarli e consevarli belle bianchi giovanna..

Vivere Verde ha detto...

ciao Gio, guarda tempo fa' ho messo questo post:

http://vivereverde.blogspot.com/search?q=corredo

vedi un po' se è quello che fa' per te...

:)

jennifer ha detto...

Purtroppo un pò di settimane fa ne ho combinata una delle mie. Un bel vestito fatto divari colori nero, marroni e bianco lavandolo si è stinto di nero sul bianco e io quindi non conoscendo bene ancora l tuo sito, ho messo un pò di candeggina sul bianco ma è diventata rossa!! Poi cercando aiuto su internet ho conosciuto il tuo blog e mettendo acqua ossigenata e limone e sapone di marsiglia ma macchia è sparita!!!

Solo che credo la candeggina , ancje se ho fatto estremamente attenzione ha schiarito a chiazze le parti del nero e del marrone . L'ho messo a mollo in acqua aceto e sale ma se macchie più chiare sono comparse . Che cosa posso provare?? GRazie per i tuoi consigli .

Vivere Verde ha detto...

ciao jennifer, guarda purtroppo per le macchie di candeggina non c'è niente da fare, perchè non è una macchia ma una decolorazione, insomma: il colore non è stato coperto ma semplicemente non esiste più.

Comunque per colorare soltanto quelle parti mcchiate mgari si può ristaurare usando dei colori per tessuto. Non si tratta in questo casi delle coloreria, ma di tubetti di colore per tessuto che vendono nei negozi di belle arti, vanno applicate con un pennello e si asciugano in fretta. Nel caso tuo un tubetto di nero e una tonalità di marrone (ci sono varie, scegli una che si avvicini al colore del vestito)

Unknown ha detto...

Ciao ho da chiedere anche io un consiglio. Ho lavato la camicia di lino bianca con altre cose colorate sperando che quattro fogli acchiappacolore avrebbero evitato danni. E invece mi ritrovo una camicia leggerissimamente rosa. L'ho ladciata ammollo un ora in acqua tiepida e candeggina (poca) e la situazione è migliorata ma ancora non perfetta. Cosa mi consigli di fare?

Vivere Verde ha detto...

Prendi una pentola, riempila con acqua il quanto basta per immergere la camicia, aggiungi il succo di 3 limoni+le bucce tagliate, aggiungi anche 4 cucchiai di sale grosso. Prendi la camicia, inumidicela bene e strofinala con abbondante sapone di marsiglia (il classico panetto da bucato). 1 ora di ammollo.

Quindi accendi il fuoco porta la pentola ad ebollizione. Quindi spegni il fuoco, aggiungi 1 bicchiere di alcol rosa, e quindi immergi la camicia ancora insaponeta. Lavala il giorno seguente con detersivo per bucato+1 cucchiaio di percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo) oppure 2 cucchiai di acqua ossigenata da 40V, oppure 1/4 bicchiere di candeggina delicata

Isaetta ha detto...

Ciao, sono arrivata qui in cerca di una soluzione ad un casino che ho appena combinato.. Maglietta di cotone bianca con una piccola stampa nera, usata per andare in spiaggia, sporca di crema solare. L'avevo passata col sapone di marsiglia, poi messa in lavatrice a 60°, non era venuta. L'ho messa in candeggina per una mezz'oretta (è una maglietta che mio marito mette sempre per andare in spiaggia, la sporca ogni volta con la crema, l'ho messa mille volte in candeggina ed è sempre venuta perfetta). Adesso è striata di giallo e di rosso. Da dove sbuca il rosso???? Ti prego, dimmi che si riesce a recuperare, è la sua maglietta preferita... Grazie infinite!

Vivere Verde ha detto...

Beh, magari la maglietta è diventata tifosa della Roma... gialla e rossa... niente di grave

comunque io farei cosi: per primo prendi una pentola, riempila con acqua i.q.b per coprire la maglietta, quindi aggiungi 2 limoni tagliati a pezzettini con tutta la buccia e 3 cucchiai di sale grosso. Quindi portala a fiamma media e spegnila quando passati 5 minuti dall'ebollizione. Il tessuto va immerso in quest'acqua e la pentola chiusa. 1 giornata di ammollo e quindi lavaggio in lavatrice con poco detersivo per bucato+1 cucchiaio di percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo) o 1/2 tappo di candeggina delicata a 50 o 60 gradi.

Isaetta ha detto...

E' tornata bianca!!!!!!!!!! Appena tirata fuori dalla lavatrice, bianca bianchissima! Grazie!!!

Vivere Verde ha detto...

Ottimo Isaetta, sono contenta :)

sciara ha detto...

Salve,

sono abbastanza disperata per un guaio, anzi due guai che ho combinato oggi. Tra un mese e mezzo circa mi sposo e due delle stoffe che ho acquistato per l'abito da sposa e che dovrò consegnare alla sarta lunedì le ho rovinate... spero in maniera reversibile.

1) La seta bianca per la parte esterna dell'abito l'ho messa nella candeggina per rendere quel bianco più simile al bianco degli altri tessuti... ma come immaginerai, è diventata gialla, anzi giallissima, una specie di oro scuro! Una vera schifezza!

2) Il misto lino/cotone per la base del vestito invece, per seguire un consiglio di un'amica, l'ho lavato in lavatrice con l'azolo bleu 2000 (oltremare). Ma la stoffa non è diventata più bianca, in realtà è diventata azzurrina.

Se fosse un altro periodo dell'anno andrei immediatamente a comparare altri 5 metri di quelle stoffe, ma siamo in pieno agosto e le mercerie sono tutte chiuse per ferie dalle mie parti. Hai qualche miracolo da consigliare per evitare che la sarta mi uccida visto che si aspetta che lunedì io le consegni tutte le stoffe?

Inoltre, trattandosi di grandi metraggi, ti chiederei di indicarmi soluzioni (sempre che ce ne siano) dove non sia necessario strofinare.

Spero davvero che tu riesca ad aiutarmi ad arrivare all'altare viva (la sarta è una tipa mooooooolto tosta) e vestita di bianco!

Ma, comunque vada, grazie lo stesso...
Daniela

Melanie ha detto...

Ciao!!!
Complimenti per il blog!!!
Spero puoi aiutarmi! Ho lasciato stupidamente un bikini a righe bianche e nere,bagnato di acqua di mare per diversi giorni e l ho trovato pieno di macchie gialle e macchioline blu! L ho messo nel latte e le macchie gialle sono magicamente scomparse, dopodichè con la candeggina ho provato a sbiancare quelle blu, ma si sono formati degli aloni gialli!!!!!
Ora ho provato a strofinare sapone di marsiglia e sale, ma niente ancora!
Aiutami, cosa mi consigli?????
grazie millleeeee

Melanie ha detto...

Ciao!!!
Complimenti per il blog!!!
Spero puoi aiutarmi! Ho lasciato stupidamente un bikini a righe bianche e nere,bagnato di acqua di mare per diversi giorni e l ho trovato pieno di macchie gialle e macchioline blu! L ho messo nel latte e le macchie gialle sono magicamente scomparse, dopodichè con la candeggina ho provato a sbiancare quelle blu, ma si sono formati degli aloni gialli!!!!!
Ora ho provato a strofinare sapone di marsiglia e sale, ma niente ancora!
Aiutami, cosa mi consigli?????
grazie millleeeee

FrancescaVe ha detto...

Ciao.. Un consiglio: al ritorno dalla piscina ho dei costumi (uno bianco e uno a fantasie chiare) ingialliti dal cloro. Come posso fare? Non mi è mai successo, probabilmente è dovute alle massicce dosi di cloro della piscina!

Vivere Verde ha detto...

ciao Ciara, purtroppo t'ho potuto rispondere soltanto oggi e non so se posso ancora esserti d'aiuto, comunque per la seta io la immergerei in una bacinella con succo di limone abbastanza concentrato+sale.
Passo Passo:

a) Per ogni litro d'acqua metti 2 limoni tagliati a pezzettini+2 cucchiai di sale grosso e porta quindi la pentola a fiamma alta. Spegni il fuoco e immergi in tessuto nella pentola per 1 giornata.
b) Risciacquare e quindi tamponare tutto il tessuto con della candeggina delicata e quindi mettilo in una busta e chiudila. Un'ora dopo risciacqua bene il tessuto.

Per l'altro tessuto segui gli stessi passi ma non va messo in ammollo assieme alla seta.

Vivere Verde ha detto...

Francesca e Melanie:

prendete i vostri bikini e metteteli in ammollo in una soluzione calda e concentrata di succo di limone e sale.

Ricetta:

2 litri d'acqua
2 limoni
2 cucchiai di sale grosso
1/2 bicchiere di alcol rosa
1 cucchiaio di detersivo per piatti a mano

Prendete una pentola con acqua e i limoni tagliati a cubetti e portatela a fiamma alta. Spegnete la fiamma aggiungete il sale, il detersivo e l'alcol. Immergete il bikini, chiudete la pentola e lavate i bikini il giorno dopo a mano con sapone di marsiglia.

Vivere Verde ha detto...

Francesca e Melanie:

prendete i vostri bikini e metteteli in ammollo in una soluzione calda e concentrata di succo di limone e sale.

Ricetta:

2 litri d'acqua
2 limoni
2 cucchiai di sale grosso
1/2 bicchiere di alcol rosa
1 cucchiaio di detersivo per piatti a mano

Prendete una pentola con acqua e i limoni tagliati a cubetti e portatela a fiamma alta. Spegnete la fiamma aggiungete il sale, il detersivo e l'alcol. Immergete il bikini, chiudete la pentola e lavate i bikini il giorno dopo a mano con sapone di marsiglia.

Stefano Bernardni ha detto...

Buongiorno vivere verde,
volevo chiederti se hai la soluzione per il mio problema:
stavo togliendo la muffa dal muro di casa con una spugna imbevuta di varechina e qualche goccia è finita purtroppo sulle scarpe da ginnastica blu nuove nuove.
Quello che ti chiedevo era se c'era una soluzione per questo problema anche se ho probabilmente scarse speranze.
Confido su di te.
Ciao e grazie.
Stefano

Vivere Verde ha detto...

ciao stefano, guarda purtroppo la macchia di candeggina non è una macchia ma un'ossidazione, insomma il colore che c'era è stato strappato via.... quindi se la parte macchiata è in tessuto si potrebbe usare la coloreria italiana però quella macchia sarà sempre più chiara

Stefano Bernardni ha detto...

Ok, grazie comunque della risposta.
Ciao Stefano

Michelle Paolone ha detto...

Ciao ..ho fatto un piccolo guaio..ho lavato il camice con cui faccio tirocinio in lavatrice con delle lenzuola e si è tinto di rosa, come posso rimediare? È 100% cotone aiutoooooooo

Vivere Verde ha detto...

ciao Michelle, guarda se parli di camice bianco prova a metterlo in ammollo in acqua bollente con succo di limone, alcol e zucchero (1 cucchiaio di zucchero, 4 cucchiai di alcol rosa e succo di 1 limone per litro d'acqua), quindi lavatrice con detersivo+2 cucchiai di sbiancante all'ossigeno attivo (percarbonato) o 3 cucchiai di acqua ossigenata da 40V da acquistare nei negozi di cosmetici o per parrucchieri oppure 1 bicchierino da caffè di candeggina delicata (però la candeggina delicata è meno concentrata in ossigeno)lavaggio a 50 gradi. Vedi come vieni, purtroppo a volte il colore è troppo tenace quindi non si può prevedere se andrà via o meno.

Se non funziona allora dovrai lasciarlo in ammollo in acqua e varechina varechina (inquinante ma almeno non dovrai buttare il camice e le misure sono 1 bicchierino da caffè di varechina per litro d'acqua) e appena vedrai che il colore è sparito metti il camice in lavatrice con 1/2 bicchiere di aceto bianco che servirà per neutralizzare l'azione della candeggina che sfibra e ingiallisce e quindi lavatrice con sbiancante all'ossigeno (uno di quelli che ho menzionato) e detersivo a 50 gradi

Se il camice è verde o azzurro beh, prova il metodo dello zucchero, perché con la varechina marchierebbe il verde....

barbara ha detto...

Ciao, innanzitutto complimenti per il blog :)
Ho fatto una stupidata....ho lavato il mio giubbottino in piuma d'oca in lavatrice con un po' di candeggina gentile...dopo l'asciugatura il collo ne è venuto fuori GIALLO ...orrore....
Ora...leggendo il tuo blog o letto tanti utili consigli ma nn so se sono applicabili ai tessuti "tecnici" dei giubbini...in quanto non tollerano lavaggi alle alte temperature....quindi chiedo a te...come posso fare per salvare il collo del mio giubbotto?
Grazie in anticipo ed ancora complimenti per l'ottimo lavoro

Vivere Verde ha detto...

ciao Barbara, grazie 1000

allora... avrai bisogno del succo di 2 limoni filtrato, quindi sciogli nel succo 1 cucchiaino di sale fino da cucina. Quindi tampona il collo con il succo inumidendolo bene. 1 ora di posa quindi risciacqua bene con un panno umido. Tampona il collo un'altra volta adesso con della candeggina delicata (all'ossigeno e NO varechina), quindi 30 minuti di posa e risciacquo con panno umido.

cik ha detto...

Ciao vivere verde come tutti qui ho avuto un piccolo inconveniente con il mio bucato, ho lavato il mio nuovissimo vestito nero a righe bianche a mano in acqua fredda ma mio malgrado il nero ha stinto sulle righe bianche e non so perché in misura maggiore nella parte bassa :( help me

Vivere Verde ha detto...

ciao cik, la difficoltà sta nel fatto del quanto sia resistente sto colore nero che è andato a finire sulle righe bianche. Non è detto che il risultato sia garantito purtroppo. Comunque ti consiglierei questo: per primo ti consiglio di trattare per prima il retro del vestito e poi l'altro verso. Quindi aprilo su un tavolo mettendoci un asciugamano all'interno del vestito per proteggere il lato che non riceverà il trattamento e quindi tampona le strisce bianche con una miscela di succo di limone e acqua ossigenata cremosa da 40 volumi. quindi cospargere di zucchero. Ammollo per una giornata e quindi immergere il vestito in acqua molto salata per risciacquare e quindi velocemente in acqua fredda.

cik ha detto...

Grazie mille per la celerità della risposta :) provo immediatamente e speriamo bene :)

valentina ha detto...

ciao,
ho un vestito a stampa colorata blu rossa e bianca, pur avendolo lavato a 30 gradi a mano come scritto nell'etichetta il vestito ha perso colore blu e le parti bianche si sono macchiate di blu..come posso fare per smacchiare le parti bianche senza rovinare tutto il vestito?
grazie mille
Valentina

Vivere Verde ha detto...

ciao valentina, leggi la mia risposta a cik è proprio una delle ultime risposte

SOFIA Orlandi ha detto...

Ciao. Che bel Blog! Domanda:ho una maglietta rossa con collo bianco che ovviamente era diventato rosso. Ho messo l ace gentile ed al sole è diventato giallo. Come fare? Grazie mille

Vivere Verde ha detto...

ciao, prova a lasciare lasciare la maglietta in ammollo in acqua bollente i.q.b per coprirla completamente con succo di 2 limoni, 1 manciata di sale grosso, 1/4 di bicchiere di aceto. Lasciare in ammollo per 1 giornata in pentola chiusa.

quindi lavaggio a mano con sapone di marsiglia o in lavatrice.

Clarissa Maggiore ha detto...

Ciao vivere verde ho una maglietta tutta bianca puro cotone che credo l'abbiano messa in lavatrice con tutti gli altri capi colorati, l'ho ritrovata ingialliTa e con delle macchie celesti sotto le maniche. Ho provato a lasciarla a bagno con la candeggina le macchie celesti sono andate vIa ma è rimasta praticamente gialla. Posso seguire il tuo consiglio di far bollire acqua limone e sale e poi lasciarla un giorno immersa o devo fare qualcos'altro visto che è completamente ingiallita e tutta di cotone?! Help me era nuova!!! :'(

Clarissa Maggiore ha detto...

Ps. Posso evitare di memetterla dopo il lavatrice!? C'è un altro metodo?! È molto fine e già tutti questi lavaggi la stanno rovinando si è riempita di "pallini" come se fosse vecchissima e stralavata! Grazie mille in anticipo

Vivere Verde ha detto...

ciao, prova a fare l'ammollo con il limone, però in questo caso non so se il giallo andrà via al 100% visto che il giallo non è stato prodotto dal tempo, dalla luce o dalla varechina ma da altri colori. Quindi se non andrà bene prova a bollire il tessuto in acqua, 1 pezzetto di sapone di marsiglia e 4 cucchiai di zucchero.

Per non lavare in lavatrice puoi lavarla a mano usando del solo sapone di marsiglia.

Se non va bene nulla prova a usare il decolorante della coloreria italiana.

annamaria flagiello ha detto...

ciao vivere verde ho lavato un abito 100% viscosa nero con fiori bianchi e gialli e il nero ha stinto sul bianco,l'ho portato anche in tintoria ma la situazione non è cambiata,c'è qualcosa che ancora potrei fare???
grazie in anticipo

Vivere Verde ha detto...

ciao anna, guarda, in questo caso dovrai fare un lavoro di restauro vero e proprio quindi va fatto quando avrai tempo e pazienza.

Quindi stende il vestito su un tavolo e metti un asciugamano bianco dentro al vestito quindi un rettangolo di cartone in mezzo al vestito e sopra l'asciugamano per separare fronte dal retro (molto importante per non macchiare la parte che non verrà trattata in un primo momento).

Avrai bisogno di lasciare vicino a te un bicchiere con varechina (è inquinante lo so ma in questo caso non c'è altro rimedio ed è meglio di buttare il vestito)e un bicchiere con aceto bianco. Avrai bisogno anche di 2 pennellini (tipo quelli per artisti).

Prima di tutto anche se ho consigliato la varechina puoi provare lo stesso processo che descriverò con dell'acqua ossigenata da 40 volumi che puoi trovare nei negozi di cosmetici e profumerie. Il vantaggio è che l'acqua ossigenata non macchia la parte nera se andrà a finirci sopra ed è più facile lavorare appunto con l'ossigeno. L'unico problema è che non sempre riesce a levare le macchie di colore ma chissà in questo caso.

Quindi metti il cartone all'interno del vestito esteso, immergi il pennellino nel bicchiere con la varechina, asciuga leggermente l'eccesso nel foglio di carta assorbente o panno e passa solo nella zona bianca dove è colato il colore nero. Il pennello deve essere quasi asciutto altrimenti la candeggina si espanderà e andrà fino alla parte nera cosa che non vogliamo. Però se succede prendi velocemente l'altro pennello pulito immergilo nell'aceto e quindi bagna la parte macchiata con varechina con un bel po' di aceto poiché questo blocca l'azione della varechina (però l'intervento deve essere tempestivo) e quindi risciacquare e iniziare da capo.

Nel caso dell'acqua ossigenata il pennello verrà immerso nell'acqua ossigenata e non nella varechina. Come l'acqua ossigenata è cremosa e non crea problemi al nero del vestito puoi abbondare un pochino di più.
Fai una prova su 2 fiori lascia in ammollo per 30 minuti e vedi se l'acqua ossigenata è efficace, se cosi non fosse allora dovrai usare la varechina.

Quando avrai finito il fronte, e i fiori saranno nuovamente bianchi immergi il vestito in una soluzione di acqua, aceto e sale grosso (1/2 bicchiere di aceto e 5 cucchiai di sale grosso per ogni 2 litri d'acqua). 15 minuti di ammollo quindi risciacqualo. Per lavarlo ulteriormente immergilo in una bacinella con acqua, sale grosso (1 cucchiaio) e poco detersivo per piatti a mano. 2 minuti e risciacqualo in acqua corrente senza strofinarlo.

Asciugatura e stessa lavorazione per il retro.

Magari per facilitare il lavoro puoi usare una candeggina densa (ci sono alcune sul mercato), perché non essendo liquida tende a restare sulla zona che stai trattando invece de espandersi fino alla regione dove inizia il nero del vestito.

è un lavoraccio quindi come t'ho detto prima va fatto quando avrai tempo e pazienza

importantissimo: non dimenticarti di mettere un cartone bello spesso (magari tagliato da una vecchia scatola) per fare con che la varechina non vada a finire sull'altra parte del vestito macchiandolo definitivamente. Se non trovi un cartone dovrai mettere degli asciugamani bianchi piegati in mezzo al vestito (uno esteso e altri piegati sopra quello steso).

annamaria flagiello ha detto...

Scusami ancora ma data la mia ignoranza in materia volevo chiederti se l'ossidante in crema va bene ugualmente,in profumeria ho trovato solo quello.
Grazie mille

Vivere Verde ha detto...

ciao Anna, purtroppo non so il quanto sia concentrato in ossigeno quest'ossidante (più concentrato meglio è) però può andare bene perché comunque contiene l'acqua ossigenata quindi si dai provaci con questo.

Orsetta ha detto...

Ciao ragazze, mi è successa una cosa terribile oggi....ho lavato con candeggina una casacca di pura seta bianca ed è diventata gialla!!! Ho provato a metterla in acqua con uno sbiancante in polvere all'ossigeno attivi ma niente, è rimAsta identica! Come posso fare? Vi prego di dirmi se c'è un modo di riportarla bianca oppure devo rassegnarmi ad aver buttato 269 euro così! :(

Vivere Verde ha detto...

ciao cara, segui i consigli di questo post:

http://vivereverde.blogspot.it/2013/09/soluzione-sbiancantecandeggiante.html#more

TRANNE il passo numero 5 perché la seta la lavata a mano, quindi ignora il passo 5 e lava il capo a mano con sapone di marsiglia.

Un altro modo per sbiancare la lana è lasciarla in ammollo nel latte e succo di limone, però il metodo consigliato in quell'altro post è più efficace

logozzo raffaele ha detto...

ciao vivere verde,lavoro in una lavanderia industriale,abbiamo lavatrici da 100kg x tutta l estate abbiamo lavato con acqua ossiggenata,ora da quando stiamo lavando con ipoclorito,x togliere meglio macchie piu profonde,dopo l asciugatura al contatto con il sole,e non solo,diventa gialla mentre la parte che resta coperta resta bianca,stò parlando di telo bagno,asciugamono viso,bidet,tappetini,lenzuola e federe...aiutami..grazie mille

Vivere Verde ha detto...

ciao Raffaele, quest'ingiallimento è un effetto diciamo "naturale" ovvero la normale reazione del cloro con la luce solare.

Se volete continuare ad usare l'ipoclorito vi consiglierei di usare una sostanza acida nel risciacquo finale per neutralizzare il cloro e quindi "bloccare" l'effetto dell'ingiallimento.

Potete fare un risciacquo finale con una di queste soluzioni:

aceto bianco o aceto di mele

una soluzione fatta con alcol bianco e succo di limone (500 ml di alcol per 2 limoni) comunque è possibile trovare del succo concentrato nei supermercati.

Un'altra soluzione sarebbe non usare l'ipoclorito ma il percarbonato di sodio (sbiancante all'ossigeno attivo in polvere) con l'aggiunta di sale grosso. Il percarbonato è molto efficace per togliere le macchie più insistenti dai vestiti bianchi ed è anche un disinfettante. Anche il sale è efficace per smacchiare. Per ogni 5 chili di bucato le misure sono: 2 cucchiai di percarbonato e 1 di sale grosso tutto quanto insieme al detersivo

Come nel caso vostro le lavatrice sono industriali credo che magari la seconda soluzione, cioè l'uso del percarbonato al posto dell'ipoclorito sia più semplice.

Vivere Verde ha detto...

X RAFFAELE

Mi sono dimenticata: un prodotto molto importante che può esservi di aiuto visto che avete una lavanderia sarebbe l'acido citrico.

Quest praticamente prenderebbe il posto del limone della formula che t'ho scritto precedentemente ma senza bisogno di aggiungere l'alcol e può essere anche usato al posto dell'ammorbidente.

Si fa cosi, in 1 litro dia acqua demineralizzata si mettono 200 gr di acido citrico. Per il bucato sono 100 ml per ogni 5 kg di bucato.

Dove lo puoi acquistare: vivai, negozi per agricoltori, negozi di additivi chimici e internet

Mary ha detto...

Ciao, cercando una soluzione al mio problema ho trovato il vs sito. Provo a dirti il mio problema.
Ho lasciato un pantalone celeste chiaro con un altro colorato sul rosso sul davanzale della finestra ovviamente aperta. È arrivata la pioggia e i due pantaloni si sono inumiditi e così il pantalone celeste in alcuni punti ha preso il colore dell'altro e quindi ha delle macchie qua e la color rosa.. HO già provato a tenerlo in ammollo con aceto e acqua calda ma niente le macchie ci sono. Sapreste indicarmi altri rimedi. Mille grazie. Il pantalone è in cotone.

Vivere Verde ha detto...

ciao Mary, guarda non è semplice, tutto dipenderà dalla tenacia del colore rosa che tu vuoi eliminare.

Un consiglio che ti potrei dare è quello di mettere in pantalone in ammollo in una pentola con acqua bollente i.q.b per coprire il pantalone. Quindi aggiungere 2 cucchiai di zucchero bianco, 1 pezzetto di sapone di marsiglia, 2 cucchiai di bicarbonato. Queste quantità sono per 1 litro d'acqua.
Ammollo: 1 giornata
Quindi lavare in lavatrice a 50 gradi con sbiancante all'ossigeno attivo (percarbonato) o candeggina delicata. Il percarbonato è più portentoso.

ale ha detto...

ciao V.V. sono a chiederti come togliere delle macchie gialle/marroni , credo un ingiallimento dovuto al tempo, da un abito da sposa degli anni 70, di tulle (o organza, sinceramente non so distinguerle) di colore bianco con piccoli fiorellino azzurri che è stato incartato in carta velina e chiuso in una scatola per almeno 30 anni... come posso fare?
Ho letto in ogni dove ma ho paura di rovinarlo o di fissare le macchie (ammesso che possano essere tolte dopo così tanto tempo), invece di farle andar via. Puoi aiutarmi?

Vivere Verde ha detto...

ciao Ale, guarda... una soluzione c'è ed è questa: mettere il capo in ammollo in acqua molto calda con pezzi di limone, e sale grosso, ammollo per una giornata e quindi lavaggio con sapone di marsiglia o detersivo delicato e acqua ossigenata 40 volumi e asciugare all'aria e all'ombra

Comunque il problema è che trattandosi di un abito da sposa credo che sia bello grosso e quindi avrai bisogno di una bacinella molto capiente per metterlo in ammollo.

Comunque se ci riesci secondo me sarebbe ideale usare almeno 5 limoni e 250 gr di sale grosso e acqua i.q.b per coprire il vestito.

Se questa soluzione è molto difficile magari sarebbe il caso di portarlo in tintoria...

Comunque se t'interessa esiste un post che parla del lavaggio degli abito da sposa:

http://vivereverde.blogspot.it/2013/02/lavaggio-e-conservazione-del-vestito-da.html

ale ha detto...

Grazie per la risposta. Avevo letto il post che mi consigli ma nel mio caso ci sono macchie vecchie non riesco a capire se sono macchie appunto date dal tempo o altro. Ho un paio di domande ancora: il vestito lo devo mettere a mollo in acqua con pezzi di limone, non con limone filtrato? e il sale, deve essere sciolto con l'acqua calda e limone prima? Per il volume del vestito non è un problema, non è vaporoso, né ingombrante, casomai è molto lungo. Ho fatto delle foto così mi puoi dare un occhiata, se non ti dispiace. sono qui:
http://imgur.com/a/hl0ZX

Vivere Verde ha detto...

ciao, un bel vestito, io immaginavo tutt'altro, tipo un vestito un po' "da principessa".

comunque guarda i limoni posso essere messi a pezzi poiché la buccia aiuta a sbiancare. Il sale va messo nell'acqua bollente quando avrai spento il fuoco ma non bisogna scioglierlo, lascialo fare da solo :)

Se non hai un pentolone capiente abbastanza per metterci il vestito puoi metterlo in un secchio con la soluzione.

L'acqua dell'ammollo nonostante sia giallastra comunque sbianca il vestito, certo dopo dovrai lavarlo con sapone o detersivo liquido per delicati+ acqua ossigenata o candeggina delicata. Comunque il capo va lasciato insaponato per 30 minuti prima di venire risciacquato. Poi va fatto asciugare all'ombra.

Se rimangono macchie vuol dire che non erano derivate dal tempo ma da sostanze organiche, quindi potrai trattare la macchia con sapone di marsiglia e lasciare in ammollo per 1 giornata,. quindi risciacquo.

Ivana Abruscio ha detto...

Ciao V.V. ho lavato in lavatrice una maglia bianca dietro e sulle maniche e avanti con un disegno colorato.La parte bianca è diventata di un verdino orrendo con delle macchie chiare sul marrone...come posso fare per farla tornare bianca???? :( inoltre dietro è in cotone mentre avanti e le maniche sono di poliestere...help me!!!grazie!!!

Vivere Verde ha detto...

ciao Ivana, metti un pezzo di cartone tra il fronte e il retro della maglietta, quindi strofina la parte bianca con abbondante sapone di marsiglia e quindi spruzzaci della candeggina delicata (attenta non varechina ma candeggina delicata), mettila in una busta di plastica capiente, chiudila e lasciala in ammollo per due giorni. quindi lavala a mano. Il risultato finale dipenderà dalla resistenza del colore che ha macchiato la parte bianca....

se le macchie persistono prova a strofinarle con limone e zucchero e lasciare in ammollo per 1 giornata e lavala con sapone di marsiglia.

Se non funziona guarda la risposta che ho dato al commento di annamaria flagiello li sopra

Lilla ha detto...

Buonasera, ho appena tolto una camicia bianca dalla candeggina...completamente gialla! Avendo però le iniziali sul polsino,l'avevo lasciato fuori dal candeggio è quello è rimasto bianco...
C'è un rimedio che salva camicia e iniziali blu?!
Grazie mille x l'attenzione.
Silvia

Vivere Verde ha detto...

Lilla,

Salve, si la candeggina ingiallisce i capi bianchi perché appena il vestito viene a contatto con la luce e con l'aria avviane una reazione con il cloro (che in realtà è giallo) e quindi il tessuto ingiallisce e con il tempo invecchia fino a rompersi perché la candeggina è corrosiva.

Comunque la soluzione per te è questa qui

soluzione per panni ingialliti

Sonia Micale ha detto...

Buona sera,ho fatto un pasticcio con le scarpe di tela bianche di mia figlia, ieri sera le ho lavate e messe fuori,questa mattina le ho proprio dimenticate e si sono ingiallite con il sole.
Come posso fare per rimediare?
Grazie in anticipo..
Sonia.

Vivere Verde ha detto...

ciao Sonia, strofina le scarpe con succo di limone e sale fino da cucina. lasciare in ammollo (posa) per 1 giornata e il giorno dopo risciacquare molto bene. Se il giallo non esce ripeti l'operazione (limone+sale) e quindi lavale a mano con sapone di marsiglia e candeggina delicata o in lavatrice con detersivo e sbiancante all'ossigeno attivo a 40 gradi e senza centrifuga

Sonia Micale ha detto...

Ciao scusami ancora ma non ho capito bene,devo metterle ammollo all'acqua o lasciarle così per un giorno?
Grazie ancora
Sonia

Vivere Verde ha detto...

ciao Sonia allora in pratica dovrai premere qualche limone, magari 4 o 5 e quindi aggiungerci del sale al succo di limone filtrato e quindi mettici un po' di succo con sale su una spugna da cucina e usala per strofinare delicatamente la scarpa bagnandola bene con il succo, se necessario dovrai utilizzare più limoni+sale. Finita l'operazione lasciale in un angolo e il giorno dopo risciacquale bene per toglierci il succo di limone.

Quindi potrai anche lasciarce asciugare per vedere se si sono sbiancate poiché di solito la sola miscela di succo di limone+sale sbianca e cancella l'ingiallimento, se il colore ti soddisfa è tutto a posto se non potrai metterle in lavatrice e lavarle con detersivo per il bucato o sapone di marsiglia+sbiancante all'ossigeno attivo

Se hai ancora dei dubbi scrivimi

Lisa Ribechini ha detto...

Ciao. Ho bisogno di un aiuto. Ho appena lavato le converse bianche con delle altre scarpe, ma nonostante l'acchiappacolore hanno assunto un colore grigio-verde. come posso fare?

Vivere Verde ha detto...

è una macchia difficile da togliere, comunque prova a strofinarle con abbondante sapone di marsiglia e quindi bagnale con candeggina delicata. Quindi mettile in una busta di plastica scura chiudi la busta e lasciala sotto il sole per 24 ore. Lavare in lavatrice con detersivo+percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo+1/2 bicchiere di alcol rosa o bianco.

Vanessa Parascandolo ha detto...

Ciaoooo ho combinato un disastro x togliere delle macchie di gelato al cioccoato da una maglia bianca ho usato omino bianco candeggina delicata ed ecco il pastroccio dopo avere sciaqcuata evidentemente nn bn e messa ad asciugare è diventata tt giall.....cm posso recuperare il suo bianco originale????

Vivere Verde ha detto...

ciao Vanessa segui le istruzioni scritte qui:

Vai a pagina 2

Ka ha detto...

Ciao, ho letto i commenti precedenti, ma non so quale dei metodi proposti sia più adatto alla mia situazione. Ho lavato un paio di scarpette da tennis di tela bianca con disegni rossi e verdi. La tela bianca era molto ingiallita. La parte verde ha stinto su quella bianca e quella bianca è rimasta ingiallita. Ho usato sia lo sgrassatore universale, sia il bicarbonato e le ho lavate sia a mano, sia in lavatrice, ma non ho ottenuto grandi risultati. Temo che usando uno sbiancante potrei far stingere ancora le parti colorate o far sciogliere la colla. Che cosa posso fare?

Vivere Verde ha detto...

E' una macchia un po' imprevedibile perché se il colore verde è molto tenace potrà essere quasi impossibile toglierlo. Prova a tamponare la zona bianca con abbondante acqua ossigenata da 40V usando un batuffolo di cottone e chiudila in una busta scura per 1 giornata. Quindi prepara una crema con zucchero e acqua ossigenata e strofina la zona bianca della scarpa e lascia in ammollo per 1 ora, lavala a mano e vedi come viene. Ripetere se necessario

Il metodo ideale (se fosse un tessuto) sarebbe l'ammollo diretto in acqua molto calda, sbiancante all'ossigeno e molto zucchero però cosi facendo ho paura che la colla non resista....

Lisa ha detto...

Ciao!! Ho un'emergenza e spero tanto tu possa aiutarmi! Ho lavato a 30 gradi un vestito a fasce bianche e nere e il bianco è diventato grigio. Come posso rimediare?? Grazie mille in anticipo!

Vivere Verde ha detto...

ciao Lisa, leggi il mio commento di risposta ad Anna Flagiello che sta un pochettino su perché secondo me sarebbe soluzione anche per te :)

Vivere Verde ha detto...

ciao Lisa, leggi il mio commento di risposta ad Anna Flagiello che sta un pochettino su perché secondo me sarebbe soluzione anche per te :)

Daniela Pappadà ha detto...

Erroreee! Ho lavato a mano vestito in viscosa da lavare a secco. Il nero ha "stinto" nel bianco. é come se fosse sbavato...come posso fare? Potrei inviarti una foto?
Grazie mille!

Daniela

Vivere Verde ha detto...

Ciao Daniela, se vuoi inviarmi una foto è meglio, inviala alla mail ilblogvivereverde@yahoo.it e come oggetto scrivi "foto del vestito nero" cosi so di cosa e di chi si tratta ok?

Cristina ha detto...

Ciao ho lavato in lavatrice due paia di scarpe bianche da ginnastica di tela solo con detersivo e ammorbidente e fatte asciugare dentro casa, e si sono formati aloni gialli che fare? Grazie in anticipo dell aiuto. Buona giornata da Cristina.

Vivere Verde ha detto...

ciao cristina prova a strofinare le scarpe con abbondante succo di limone (prendi un limone, taglialo a metà e quindi strofina la scarpa), quando sarà abbastanza bagnata cospargila con sale fino cercando di farlo incorporare con il succo di limone, lasciare in ammollo per 1 giornata e il giorno dopo lavare con sapone di marsiglia+ acqua ossigenata da 40 volumi o candeggina delicata (non varechina ma candeggina delicata all'ossigeno), oppure in lavatrice con solo percarbonato o candeggina delicata. Asciugare all'ombra.

yaya ha detto...

ciao,ho combinato un disastro e ho bisogno d'aiuto!
mi hanno prestato un tutù per il saggio di mia figlia e lei ci ha lasciato una bella macchia, credo di sudore. io l'ho portato subito in lavanderia ma non sono riusciti a toglierlo. La signora mi ha suggerito di provare con la candeggina e io ho avuto la sciagurata idea di lasciarlo in ammollo per tutta la notte. Il tessuto sintetico ha completamente assorbito la candeggina e adesso mi ritrovo con un tutù metà bianco e metà giallo....ho qualche possibilità di recuperarlo???
aiutamiiiiiiii!

yaya

Vivere Verde ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Vivere Verde ha detto...

la signora della lavanderia t'ha consigliato davvero male yaya!! Se t'avessi consigliato la candeggina delicata ad esempio sarebbe stato meglio.

Comunque cara vedi un po' se questa soluzione può fare al caso tuo:

prendi una pentola capiente e riempila con acqua, aggiungi del succo di limone + le bucce (1 limone per litro d'acqua), fai bollire l'acqua, quindi spegni la fiamma, aggiungi una manciata di sale grosso e immergi il tutù. Ammollo per 1 intera giornata.

Il giorno dopo lavalo in lavatrice usando un ciclo delicato o un ciclo veloce con la centrifuga al minimo aggiungendo 1 cucchiaio di sbiancante all'ossigeno attivo (quelli in polvere) al detersivo.
percarbonato

Riempire la vaschetta dell'ammorbidente con solo aceto bianco o di mele e scegliere la temperatura massima adatta al tessuto.

Asciugare all'ombra.

yaya ha detto...

Grazie per avermi risposto così prontamente. avrei alcuni chiarimenti da chiederti. devo togliere le bucce prima di immergere il tutù? Inoltre poichè il tutù è fatto di tessuto sintetico con annesso tulle devo attendere che l'acqua si raffreddi un po'? Posso lavarlo a mano? scusa l'insistenza ma non vorrei combinare disastri peggiori data la mia incapacità.

ancora mille grazie

yaya

Vivere Verde ha detto...

ciao yaya tranquilla, guarda le bucce lasciale perché sono fondmentali per il candeggio, puoi aspettare che l'acqua si raffreddi un po' non c'è problema, non dico tiepida ma calda abbastanza da non poter immergere le mani.

Puoi lavare a mano in questo modo: toglilo dal limone, sciacqualo, insaponalo con abbondante sapone di marsiglia e candeggina delicata, lasciare in posa per circa 20 minuti, lavare bene, immergere in acqua e aceto bianco (per eliminare ogni residuo di detersivo che possa contribuire all'ingiallimento, risciacquare, appendere all'ombra.

Combina quai ha detto...

Ciao tutti,ho un disperato bisogno di un consiglio😿😿😿😿😿ho fatto (nn so come )le camicie di mio marito da bianche a gialle..aiutatemi a riparare il danno sennò dovrei portarle da la suocera 🙀🙀🙀🙀🙀🙀🙀!!!!

Vivere Verde ha detto...

ciao, segui il passo passo descritto qui (anche se parla di corredo serve per qualunque tipo di tessuto)

sbiancare

e vedrai che la camicia verrà bianchissima

Combina quai ha detto...

Fatto,adesso spero che Dio e tutti i santi delle camicie bianche sentiranno le mie preghiere����vi dirò domani il risultato,incrociamo le ditta.
P.S.GraZie per il consiglio Vivere Verde.

Vivere Verde ha detto...

hshshs, aspettiamo bene dai!! Lasciamo la suocera come l'ultimissima opzione XD

Combina quai ha detto...

Ciao V.V ho fatto e sono venute bianche,solo che una mi è rimasta i polsi e il collo giallo,come potrei togliere il giallo😔😔😔e la sua camicia preferita tra tutte quelle bianche 🙈🙈🙈

Vivere Verde ha detto...

ciao!! Ma giusto quella preferita :)))

di scrivo e metodi diversi, se uno non va bene prova gli altri

a) Strofinare con la metà di un limone e sale fino da cucina quindi tamponare acqua ossigenata da 40 volumi (quella per colpi di sole) oppure con candeggina delicata (NON varechina. L'acqua ossigenata 40 volumi è più concentrata. In ogni modo ti conviene usare i guanti perché l'acqua ossigenata e la candeggina delicata irritano la pelle. Mettere la camicia in una busta scura e lasciare in ammollo per 2 giorni. Lavare a mano con sapone di marsiglia oppure strofinare collo e polsini con abbondante sapone e risciacquare in lavatrice

b) Mettere la camicia in ammollo in acqua bollente i.q.b per coprire la camicia+2 cucchiai di sbiancante all'ossigeno attivo (quelli in polvere tipo vanish ma di una qualunque marca). 1 giornata di ammollo on secchio chiuso con un'asciugamano o pellicola e quindi risciacquo in lavatrice o a mano

c) Cospargere con bicarbonato collo e polsino previamente bagnati e quindi strofinare con abbondante sapone di marsiglia e lasciare sposto al sole per 1 giornata, quindi lavatrice a 50 gradi con sbiancante all'ossigeno attivo.

Ricordate che non sono 3 passaggi ma 3 ricette diverse, quindi se non va bene la prima prova la seconda e cosi successivamente

Lorena ha detto...

Ciao, grazie del tuo blog, è molto utile!!! Volevo chiederti come riparare un danno.. Ho una polo di cotone rossa con colletto bianco a riche nere, nel lavaggio il rosso ha stinto e il colletto ed intorno ai bottoncini è diventato rosa...come posso fare??? Grazie ancora!!!!

Vivere Verde ha detto...

ciao Lorena, guarda se il colletto fosse completamente bianco ti avrei proposto uno sbiancamento, però essendo anche nero allora dovrai provare ad asportare il rosa. Il risultato dipenderà da quanto sia tenace il colore "parassita".

Come prima soluzione ti consiglierei di insaponare il colletto inumidito con abbondante sapone di marsiglia fino a formare una patina di sapone, e quindi appendi la maglietta al sole per 1 giornata, quindi risciacquare tamponare con candeggina delicata, posa per 1 ora e lavare.

Se non va bene soluzione 2:

riempi una pentola con acqua i.q.b. per coprire la maglietta, metti la maglia in ammollo in acqua calda ma non bollente, 1 manciata di zucchero per 1 pentola con acqua e detersivo per piatti a mano.

Ammollo a pentola chiusa per 1 giornata e quindi lavaggio in lavatrice con 1 manciata di sale grosso e 1 cucchiaio di percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo)

Rachele ha detto...

Ciao Ania, ieri sera ho macchiato una camicia di seta bianca con la candeggina ed ho subito messo in pratica il metodo da te suggerito. Ora la camicia è in ammollo nella pentola, controllando le macchie di candeggina sono ancora presenti e le bucce del limone hanno creato altri aloni gialli...è normale??
Grazie...

Vivere Verde ha detto...

ciao Rachele è normale!! Quando laverai la camicia con percarbonato o acqua ossigenata o candeggina delicata vedrai che diventerà bianco.

Cristina ha detto...

Ciao Ania, ho rovinato una tovaglia bianca smacchiandola con sbiancanti all'ossigeno attivo e poi stendendola al sole poiché si sono creati gli odiosi aloni gialli. Ho poi usato bicarbonato, candeggina, sapone di marsiglia, ammollo con aceto, candeggina delicata, ma senza nessun risultato. Ora ho letto il consiglio di sale e limone e volevo sapere se fa al mio caso. Aiutami poiché la tovaglia é per me molto importante é in cotone e pizzi molto grande ed é un caro ricordo. Grazie in anticipo. Cristina

Carolina Rossi ha detto...

Ciao Vivere Verde qualche giorno fa sono andata in piscina con un bellissimo costume bianco e la sera quando sono tornata a casa il costume si era ingiallito a causa del cloro. Che consigli mi dai per far tornare il mio costume bianco come prima?

Vivere Verde ha detto...

ciao Cristina si però direi che come si tratta di una macchia soltanto direi puoi provare il metodo semplice cioè che magari basterebbe strofinare la macchia con la metà di un limone+sale fino fino a copriela bene. Quindi piegala in modo che la zona trattata possa restare verso l'interno. Lasciare in posa per 1 o 2 giorni e quindi lavare in lavatrice a 40 o 50 gradi con percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo e sapone di marsiglia (risciacquare il limone+sale, strofinare con sapone, aspettare alcuni minuti o ore e quindi lavatrice+percarbonato)

Se non basta allora prova il metodo completo con tanto di ammollo

Serena ha detto...

Ciao! scusa il disturbo, ho letto parecchi dei commenti precedenti ma non sono sicura che facciano al caso mio per cui ho pensato di spiegarti direttamente il mio problema. in lavatrice mi hanno stinto i calzini e ora una maglia a cui tengo moltissimo ha delle orrende macchie rosa. non è delicata, è di cotone, ma ha una stampa (fatta fare apposta da degli amici, ci tengo parecchio) e non oso metterla in ammollo con la candeggina per paura che si scolorisca. purtroppo le istruzioni non aiutano in questo senso, dicono sempre e solo "provare su un angolo nascosto" ma in questo caso non ce ne sono! se devo rovinare la stampa preferisco tenermi le macchie, ma vorrei tanto riuscire a rimediare. ho visto che in altri casi hai consigliato parecchi prodotti diversi, ma vorrei chiederti, se è possibile, una soluzione che non implichi l'uso di alcool o percarborato o simili, perchè dovrei comprarli apposta... anche il limone in realtà,dato che non ce l'ho in casa, ma almeno è un po' più semplice da riciclare! l'ideale sarebbe la candeggina dato che ce l'ho, ma non vorrei far danni...

Vivere Verde ha detto...

ciao Serena, purtroppo senza ingredienti specifici sinceramente è un po' difficile, prova a lasciare la maglietta in ammollo in acqua bollente, un po' di detersivo per il bucato (quello che avrai a casa) e 2 o 3 cucchiai di zucchero bianco. Ammollo per 1 giornata e lavaggio a mano o in lavatrice con solo sale grosso.

Chiara Zavattaro ha detto...

Ciao,
Ho letto quasi tutti i commenti a questo post per trovare la soluzione al mio problema ma sono un po' confusa..
Provo ad esporti il danno che ho fatto al mio kimono (o karategi) fatto di un cotone molto molto spesso: lavato diverse volte in lavatrice con un po di candeggina adesso è giallo e la stoffa mi sembra anche un po indurita.. Come posso risolvere il problema? Grazie mille in anticipo!
Chiara

Vivere Verde ha detto...

ciao chiara, nella parte finale del testo c'è scritto soluzione anti ingiallimento forte clicca QUI, clicca e verrai riportata ad una pagina dove troverai una soluzione con passo passo che prevede l'uso del limone

fai tutto quanto e per i prossimi lavaggi invece di usare la varechina usa lo sbiancante all'ossigeno attivo. la varechina non sbianca (questo è un effetto temporaneo) ingiallisce i tessuti e rovina le fibre perché è anche un po' corrosiva.

Per lavare i capi bianchi usa solo detersivo (fai da te o acquistato) oppure sapone + sbiancante e aceto bianco come ammorbidente o un ammorbidente biologico. Lavaggio a 50 gradi

Se non sai cosa siano gli sbiancanti all'ossigeno vai sulla nostra GUIDA AL PERCARBONATO posizionata sulla tua desta scorrendo la pagina verso il basso

Olga Di Bella ha detto...

Ciao Vivere Verde,
ho letto QUASI tutti i commenti ma poi sono veramente tanti e ho desistito..
Ho una felpa bianca con una stampa colorata davanti e il cappuccio interno anch'esso colorato.
Dopo un paio di lavaggi è diventata ingrigita e un pò giallina....come posso farla diventare di nuovo di quel bianco smagliante che me ne ha fatto innamorare?
Grazie

Vivere Verde ha detto...

Ciao Olga, si infatti sono diventati tanti, si potrebbe scrivere un libro usando solo i commenti!! :)))

Allora visto che l'interno della felpa è colorato e c'+ una stampa sarebbe meglio usare acqua tiepida per l'ammollo.

Comunque sia ti darò 4 soluzioni, prova la prima e vedi se va bene, altrimenti prova con la seconda e poi con la terza poi con la quarta:

a) prima) Tamponare il tessuto bianco con candeggina delicata o con acqua ossigenata da 40 volumi (quella per colpi di sole), quindi inserire la felpa in una busta trasparente e quindi un una busta nera (per non passare la luce e per intrappolare l'ossigeno e la busta trasparente impedisce che il nero dell'altra busta magari vada a macchiare il tessuto). Lascia in posa per 1 giornata e quindi lavare in lavatrice con detersivo e 1 cucchiaio di percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo in polvere)+1 cucchiaio di sale grosso. Dovrai mettere tutto quanto direttamente nel cestello della lavatrice.e lavaggio veloce a 50 gradi. Aceto bianco nella vaschetta dell'ammorbidente

Seconda) Ammollo in acqua tiepida (di solito raccomando di usare acqua bollente però come la felpa è in parte colorata allora meglio evitare), succo di limone (1 limone per ogni 2 litri d'acqua) e 1 cucchiaio di sale grosso per litro d'acqua. Ammollo per 1 giornata e quindi lavaggio in lavatrice con detersivo e percarbonato come in "a"

Terza) Strofinare la felpa previamente inumidita con abbondante sapone di marsiglia e appenderla. Sole e sapone sbiancano e poi basterà mettere in lavatrice e lavare con percarbonato a 50 gradi

Quarta: prendi la felta previamente bagnata e insaponata con abbondante sapone di marsiglia e mettila in ammollo in acqua calda ma non bollente con 1 cucchiaio di percarbonato, 1 tazzina di alcol FU (farmacia) che è bianco e non rosa, altrimenti vodka o alcol per liquori (se non trovi l'alcol usa 2 cucchiai di bicarbonato), 2 cucchiaio di sale grosso e 1 bustina di lievito per i dolci (misure per 2 litri d'acqua). Ammollo per 1 giornata e lavaggio in lavatrice come "a".

Ricordati che deve usare una soluzione alla volta, se la prima va bene non bisogna usare la seconda, inoltre non bisogna seguire l'ordine che ho proposto, se ad esempio vuoi usare la terza e poi la prima non c'è problema.

Valeria Alessi ha detto...

Ciao . Sei la mia ultima speranza . Ho rovinato un vestito sintetico pied de poule bianco e nero . Il nero ha stinto è ora è diventato il bianco grigio . C è un modo per far tornare il bianco bianco senza rovinare il nero ? Tu prego aiutami iiiiiiii 😱😱😱 attendo la tua risposta . Grazie mille 💋

Vivere Verde ha detto...

ciao Valeria, vai sulla sezione macchie (guarda in alto a destra del blog e troverai il menu), clicca su macchia, vai giù e vedrai macchia di colore lasciata da altri tessuti (anche se non è un altro tessuto va bene uguale), prova le ricette a e b, se non va bene scrivimi nuovamente!!

Patrizia Norfo ha detto...

Salve sono patrizia mi puoi aiutare? Ho lavato una camicia di seta bianca a secco ed è rimasta la macchia di cibo e o pensato di lavarla in lavatrice capi delicati con detersivo in polvere e ace gentile e a cambiato colore e diventata color pesca cosa posso fare per farla venire bianca? Io lo immersa in acqua calda e omino bianco ma sono riuscita in piccole parti coda posso fare? Grazie

Vivere Verde ha detto...

ciao Patrizia, la seta è troppo delicata per essere lavata con il detersivo in polvere, la prossima volta prova a lavarla a mano con sapone di marsiglia e acqua ossigenata o candeggina delicata.

nel caso specifico mettila in ammollo in acqua quasi bollente, succo di limone e sale grosso (1 limone e 1 cucchiaio di sale per ogni 2 litri d'acqua).

risciacquare, strofinare con sapone di marsiglia e bicarbonato, lasciare in posa per minuti e lavare bene. Se non vuoi risciacquare a mano il capo insaponato allora risciacqualo in lavatrice ciclo delicato a freddo. Asciugare all'ombra

Se non funziona tamponare il tessuto asciutto con abbondante acqua ossigenata volumi (quella cosmetica), chiudere il capo in una busta non trasparente e lavare il giorno dopo con sapone di marsiglia.

stefi ha detto...

Buonasera sono stefi e sono disperata. Ho ripreso oggi una camicia di seta con fondo beige e stampa di fiori fucsia. Bene con sommo dispiacere ho notato che la camicia presenta chiazze di colore fucsia sparse qua e la. Come posso fare ora? La camicia era conservata come da negozio in un sacchetto di cotone (sono di quelle stropicciate). Spero vivamente si possa far qualcosa anche perchè in tintoria mi hanno detto che è impossibile vadano via ma io non voglio arrendermi. Un caro saluto

Vivere Verde ha detto...

ciao Stefi guarda è difficile ma tentare nn nuoce... prova a metterla in ammollo in acqua tiepida saponata con abbondante sapone di marsiglia, alcol rosa o bianco (farmacia o per liquori) (1 tazzina di caffè per litro d'acqua) e un bel po' di zucchero bianco (2 cucchiai per litro d'acqua). Lascia in ammollo per 24 ore e lavare con sapone.

Se non va bene prova a lasciare in ammollo in acqua molto calda, succo di limone, sale grosso e un po' di sbiancante all'ossigeno attivo.

Se nemmeno cosi va bene puoi sempre colorare con la coloreria delicata di un colore vicino a quello della camicia.

stefi ha detto...

Grazie mille. Gentilissima. Io proverò. Non appena avrò qualche risultato ti farò sapere. speriamo bene. Grazie tante davvero e buona giornata

Cristina ha detto...

Salve Vivere Verde sono Cristina e ho letto tutti i post precedenti ma nn so quale potrebbe essere adatto al mio caso. Si tratta delle mie scarpe in tessuto che sono metà bianche e metà colorate....io ho lavato la parte bianca che si trova nella parte superiore della scarpa (zona delle dita dei piedi) con una spugnetta e con la candeggina delicata....poi le ho messe fuori ad asciugare....ma quando le preso ho notato subito che una è rimasta normale bianca mentre l'altra è ingiallita ma nn a macchie ma in modo uniforme!!!!! Come posso fare per farla ritornare bianca splendente???? Ti prego aiutami!!!! 😭😭😭😭😭😭😭😭 ho provato anche a rilavarle ma niente rimane ingiallita!!!!!! Ti ringrazio in anticipo spero in una tua risposta il più presto possibile!!!!!!!!

Vivere Verde ha detto...

ciao Cristina, prova a inumidire la parte ingiallita, cospargerla con sale fino e quindi strofinare con la metà di un limone bagnandola bene. Mettere la scarpa in una busta scura (non trasparente)chiusa e lasciarla sotto il sole.
Il giorno dopo risciacqua la scarpa e quindi strofinala con abbondante sapone di marsiglia e acqua ossigenata 40 volumi (o candeggina delicata anche se l'acqua oss. 40 è più concentrata). Lasciare in posa all'ombra per 1 ora e risciacquare nuovamente. Vedi un po' come va, se l'ingiallimento rimane fai cosi: inumidisci leggermente la scarpa, tampona la scarpa asciutta con acqua ossigenata e quindi cospargila con bicarbonato e insaponala con abbondante sapone di marsiglia (deve formare una bella patina di sapone). Metti la scarpa in una busta scura, chiudila, lasciala li dentro per 24 ore e risciacquala a mano, asciugare sempre all'ombra

Cristina ha detto...

Scusami ma nn mi fa visualizzare i messaggi inviati....quindi per prima cosa vorrei ringraziarti per i consiglio li ho già messi in pratica!!!!
Nel primo quando uso il limone la scarpa deve rimanere fino al giorno dopo dentro la busta? Oh una volta andato via il sole la posso tirare fuori? Grazie ancora !!!!!!

stefi ha detto...

Ciao sono ancora io stefi. Vorrei aggiornarti: ho utilizzato il metodo del sapone alcool e zucchero. Bene per magia le macchie fucsia dei fiori stinti non ci sono più. Pazzesco!! Solo che al loro posto ci sono delle macchioline gialline. Cosa mi consigli di fare? Intanto grazie perchè il problema più grosso è stato risolto. Veramente pazzesca. E dire che in tintoria me l avevano data per spacciata. Resto in attesa dei tuoi preziosi consigli.
A presto
stefi

Vivere Verde ha detto...

ciao

@Cristina, sicuramente avrai già fatti tutto comunque il giorno dopo sarebbe "più ideale"


@Stefizbr meno male :) ora prova a tamponare le macchie gialle con succo di limone e sale fino da cucina e lascia in posa per 1 giornata, lavare a mano con sapone di marsiglia o risciacquare in lavatrice con poco detersivo. Se non saranno andate via prova a tamponarle con acqua ossigenata 40 volumi (quella per colpi di sole), cospargerle con bicarbonato e strofinare leggermente con spazzolino da dente, mettere i capo trattato in una busta scura e chiudila bene (per intrappolare l'ossigeno. lavare il giorno seguente a mano o lavatrice.

Chiara Boo ha detto...

Ciao... Ho bisogno di un aiutooo! Mia mamma ha lavato un paio di converse bianche e ora sono tutte stinte 😞 sono diventate rosa 😭😭 non so come fare 😭😭 aiutatemiiiiii! Rispondetemi al più presto😕

Vivere Verde ha detto...

ciao Chiara, prova a strofinarle con abbondante sapone di marsiglia e quindi sopra con una pasta fatta con zucchero e acqua ossigenata 40 volumi o candeggina delicata (l'acqua ossigenata è più efficace). Mettere le scarpe in una busta di plastica e chiuderla. Risciacquare il giorno dopo a mano o in lavatrice.

Gio Vy ha detto...

Ciao complimenti x il blog,ho letto tutti i tuoi consigli ma vorrei comunque porti una domanda,avendo la vasca da bagno a casa sono stata incaricata di lavare un abito da sposa in tulle,se lo metto in ammollo in acqua calda detersivo delicato e acqua ossigenata a 40 volumi può bastare o devo fare anche il passaggio del limone e il sale?
Grazie!

Vivere Verde ha detto...

ciao Gio, vedi se questi consigli possono essere utili:


abito da sposa

naomi_silver ha detto...

Ciao vivere verde e aiutooo please ... ho immerso la canottiera nell'ace in acqua calda x smacchiarla dak colore di un altro capo. Il colore se n'è andato. Ma adesso la canottiera è tutta gialla. Cosa posso fare ?! L'ho immersa adesso in acqua calda con napisan e sapone di marsiglia liquido. Altro non avevo sotto mano. Può andare bene ?! Che disastrooo. Per piacere aiutami se puoi. Spero in un tuo consiglio. Grazie per l'attenzione.

Vivere Verde ha detto...

ciao Naomi, guarda la varechina ingiallisce i tessuti e per sbiancare nuovamente il tessuto consiglio la tecnica del limone+sale. Scorri il testo del post fino all'ultima riga, dove vedrai la parola QUI dopo "soluzione anti ingiallimento forte" clicca e troverai tutte le spiegazioni

sara ha detto...

Ciao!!!Sono disperata!Ieri sono andata in piscina e l'alta concentrazione di cloro ha scambiato il mio costume (da blu è diventato celestino) e quello della mia amica (da viola è diventato ruggine).Purtroppo mia mamma ha già lavato i costumi in lavatrice a 30°C. C'è qualcosa che posso fare x rimediare o devo solo buttarli?

Tiziana M ha detto...

Salve Vivere Verde, che fortuna trovarti sul web. Ho lo stesso problema di Isaetta: macchie giallastre da crema solare su 2 lenzuola ed asciugamani grandi. Li ho lavati in lavatrice e trattati con candeggina, ora sono anche a me gialle e rosse.
Purtroppo non ho un pentolone che contenga tutto il bucato :)
Mi chiedo se hai una soluzione per risolvere il problema trattando il bucato tutto assieme o devo fare necessariamente un pezzo per volta.
Grazie in anticipo
Tiziana

PS: ti posto la tua risposta a Isaetta

(eh, magari la maglietta è diventata tifosa della Roma... gialla e rossa... niente di grave

comunque io farei cosi: per primo prendi una pentola, riempila con acqua i.q.b per coprire la maglietta, quindi aggiungi 2 limoni tagliati a pezzettini con tutta la buccia e 3 cucchiai di sale grosso. Quindi portala a fiamma media e spegnila quando passati 5 minuti dall'ebollizione. Il tessuto va immerso in quest'acqua e la pentola chiusa. 1 giornata di ammollo e quindi lavaggio in lavatrice con poco detersivo per bucato+1 cucchiaio di percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo) o 1/2 tappo di candeggina delicata a 50 o 60 gradi.
23 luglio 2012 03:22 )

Vivere Verde ha detto...

Se hai una bacinella grande puoi riempirla con acqua bollente e quindi inserire il limone, bucato ecc...

Altrimenti se dovrai affidarti solo della lavatrice allora fai cosi: Raccogli il succo di alcuni limoni tipo 5 o 6 completa con acqua calda (non bisogna essere bollente) fino a formare 1 litro metti gli asciugamano previamente bagnati nel lavandino e tamponali con sale fino e quindi succo di limone. lasciali piegati e dentro ad una bacinella o busta per 1 giornata, quindi lavatrice con il tuo detersivo o sapone di marsiglia (se vuoi insaponarli prima di metterli in lavatrice) e percarbonato.

Vivere Verde ha detto...

PER SARA

Ciao Sara, purtroppo con cosi tanto cloro l'acqua della piscina ha fatto un po' da candeggina estinguendo il colore dei capi. Prova a metterli in ammollo in acqua e aceto bianco (2 parti di acqua per 1 di aceto) e 2 cucchiai di sale grosso, quindi lavare a mano con solo sapone di marsiglia.

Se il colore non torna allora niente da fare.

sara ha detto...

Grazie per la risposta!Purtroppo niente da fare...i costumi non hanno recuperato il loro colore.Se comprassi un prodotto per ricolorarli credi che il colore attecchirebbe?
In questi giorni mi si è presentato un nuovo problema:dopo aver lavato a mano una maglia bianca a pois grandi neri (già lavata più volte) sono comparsi dei piccolini puntini di colore simile alla ruggine nella parte bianca!Cosa potrei fare per cercare di eliminarli?

sara modica ha detto...

Ciao mi chiamo sara, anche io ho fatto un casino. Per pigrizia ho fatto una lavatrice di colorati e ho messo una maglia bianca con stampa super colorata (appena comprata ad un concerto! :'( ) pensando che l'acchiappacolore avrebbe fatto il suo lavoro. Solo qualche giorno dopo averla lavata e asciugata mi sono accorta che la maglia è diventata azzurrina soprattutto a livello delle cuciture e con delle strisce blu dietro. Ho provato a metterla ammollo per un giorno con acqua calda e bicarbonato(avevo solo questo a casa) ma niente da fare, poi ho provato ad usare lo smacchiatore almeno sulle strisce ma stesso risultato. Tu dici di usare la candeggina ma io ho paura che la stampa si possa rovinare anche perche io a casa mi trovo con una classica candeggina (non quella per I tessuti ma per la casa). Poi se dovessi lavarla con candeggina come? In lavatrice o ammollo? Che programma/per quanto tempo? scusa le mille domande ma ci tengo a questa maglia ed è la prima volta che mi capita una cosa del genere. Grazie ancora, spero di non essere stata ripetitiva ma ho provato a leggere tutte le domande...sono troppe!!!!!

Vivere Verde ha detto...

@ SARA

prova a strofinare le macchie di ruggine con limone e sale fino, lascia in posa per mezza giornata, risciacquare e lavare tutto quanto con acqua saponata con poco detersivo per piatti e aceto bianco, posa mezza giornata e risciacquare bene. Lascia asciugare all'ombra, se rimane qualche odore che non gradisci lava con sapone o detersivo (poco), risciacquare e asciugare.

@SARA MODICA

Attenta che la candeggina che parlo io è la candeggina DELICATA ciè all'ossigeno attiva, quella che parli te è la varechina al cloro che toglie via i colori...

Per il capo tuo insapona la parte macchiata previamente bagnata con abbondante sapone di marsiglia (panetto) fino a creare patina, quindi mettila in acqua bollente con zucchero bianco, bicarbonato e alcol rosa o bianco (o vodka) ammollo per una giornata e quindi risciacquo e altro lavaggio con sapone per togliere l'odore. Per 700ml d'acqua 100 ml di alcol, 1 bicchiere di zucchero, 1 tazzina di caffè di bicarbonato.

Valeria ha detto...

Ciao Vivere Verde, ho bisogno del tuo aiuto!
Ho comprato un maglioncino di cotone a righe grosse blu scure e bianche. L'ho lavato per la prima volta e il blu ha perso colore sul bianco... Come posso rimediare?? Per ora ho messo del sapone di marsiglia sulle macchie ma non cambia nulla... Grazie mille in anticipo!

Vivere Verde ha detto...

ciao Vsleria, è un problema abbastanza comune, a volte si può rimediare e altre no, dipende dal colorante usato in fabbrica

Allora prova a metterlo in ammollo in acqua bollente, 1/2 bicchiere di zucchero, 1/ di alcol bianco o rosa e detersivo per bucato (quello che usi di solito) o sapone di marsiglia. Ammollo per 1 giornata e lavaggio in lavatrice a 40 gradi con candeggina delicata o percarbonato.

Un altro rimedio è lasciare in ammollo con acqua bollente, zucchero e una cipolla tagliata a pezzi

Altrimenti dovrai aspettare che lavaggio dopo lavaggio il colore che è andato a finire sul bianco si estingua.

Mitica72 ha detto...

Ho trattato una piccola macchia su un pantalone bianco di cotone con candeggina "Ace gentile" ma involontariamente ho lasciato il capo esposto alla luce del sole quindi si formato un alone giallo intorno....come posso fare per togliere la macchia gialla ???

Vivere Verde ha detto...

prova a strofinare con limone+sale fino, posa per 1 giornata e lavare con solo sapone o un tuo detersivo. Risciacquare bene

La prossima volta che usi questo prodotto per trattare i capi prova a fare un ulteriore risciacquo e aceto di mele nella vasca ammorbidente

Cristina Proietto ha detto...

Ciao,
innanzitutto complimenti per il blog.

Arrivo subito al punto: ho messo una camicia bianca di seta in lavatrice con un vestito, anch'esso di seta, ed il risultato è stata la migrazione dell'arancione di quest'ultimo sulla camicia e su un accessorio bianco del vestito stesso... ho speranza di riavere indietro i miei capi bianchi?
Io in casa ho già a disposizione acido citrico, percarbonato e acqua ossigenata al 35 % e soda solvay...
Grazie in anticipo.

Vivere Verde ha detto...

Ciao Cristina... guarda la seta bisogna usare un po' di cautela poiché trattasi di un tessuto abbastanza delicato quindi certi ingredienti che possiamo usare tranquillamente per lavare sintetico e cotone a volte non vanno bene per la setta.

Detto questo per primo proverei a lasciare il tessuto in ammollo in acqua quasi bollente, alcol rigorosamente bianco e zucchero in abbondanza. Dovrai insaponare per bene il capo con sapone di marsiglia prima di metterlo in ammollo, puoi anche esagerare senza problemi. Aggiungi un bel po' di zucchero bianco e lascia il capo in ammollo per una mezza giornata, risciacqualo quindi a mano e se necessario rilavalo con solo sapone di marsiglia.


Appendilo all'ombra e vedi cosa succede. Se c'è qualche traccia di colore lasciala in ammollo per 30 minuti in acqua e acqua ossigenata (1 cucchiaio per litro d'acqua) per poi lavare con sapone. Ripetere i trattamenti se necessario. Sulla seta non va mai usata la varechina (in realtà la varechina danneggia tutti i capi) e l'acqua ossigenata va usata solo se necessario.... Asciugare sempre all'ombra

Il detersivo migliore per lavare la seta è semplicemente sapone di marsiglia, risciacquo e un breve passata in acqua e aceto di mele e altro risciacquo. Meglio lavare a mano se possibile

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML