AGGIORNAMENTO PAGINE: 17/11 Adozione; 17/11 Appuntamenti; 17/11 Solidarietà a 6 zampe; 15/11 BAUMIAO Anziani; 15/11 SOS Adozione Urgente; 13/10 Macchie; 15/09 Stampabili; 15/08 FAQ.

.


Trova quello che ti serve...

Caricamento in corso...

30 dicembre 2008

Come trattare il cotto macchiato e/o inaridito


[RIEDIT]


Soluzione 1

Strofinare la zona interessata con una crema fatta con olio da cucina (oliva, semi, girasole ecc) e bicarbonato. Dovete preparare una crema fluida (né liquida né secca) e abrasiva (di solito la proporzione è del 2:1 però non è una proporzione fissa)

Prendere una spugna insaponata con abbondante sapone di marsiglia, versate un po' di miscela di olio e bicarbonato sulla macchie e quindi strofinatela con la spugna.

Aspettare 30 minuti, sgrassare con acqua, aceto (in parti uguali) e qualche goccia di detersivo per piatti (bio o a basso impatto). Risciacquare con acqua pulita e asciugare.

Soluzione 2:

Se il pavimento è molto secco/inaridito o presentano macchie di corrosione (prodotti chimici, acidi, sgrassatori, detersivi, disincrostanti ecc) dovete strofinare la macchia con olio di lino crudo usando un panno giallo o di flanella. Mettete poco olio alla volta sul panno per non ungerci troppo la zona da trattare.

Appoggiare un foglio di giornale e sgrassare il giorno dopo con acqua, aceto (in parti uguali) e qualche goccia di detersivo per piatti (bio o a basso impatto). Risciacquare con acqua pulita e asciugare

Se l'aridità persiste sciogliete della cera di carnauba o d'api a bagnomaria e usando un pennello medio passate la cera ancora liquida sulla zona interessata. Quando la cera si raffredderà lucidatela con un panno morbido asciutto. Per alcuni giorni questa zona dovrà essere lavata con solo acqua e poco aceto

Pulizie giornaliere: 

Per pulire delicatamente il cotto avete bisogno di acqua calda (del rubinetto) e aceto (1/4 di secchio per 1 bicchierino da caffè di aceto), a volte potete aggiungerci 1 goccia di detersivo per piatti biologico o a basso impatto e anche 1 bicchierino da caffè di alcol rosa o bianco oppure della vodka.

Nei bricolage e belle arti potete trovare sua la cera che l'olio di lino crudo

31 commenti:

Lucia ha detto...

braedlugrazie, era quello che cercavo...ho il pavimento tutto rovinato e finora nessuna cera eppure nessun detersivo sono riusciti a migliorarlo.

Patrizia ha detto...

incredibile!! Un miracolo!! mi avete salvato la vita visto che sto in affitto. Grazie!!

Anonimo ha detto...

Sono solo allo "step 1", ma sono già strabiliato dei risultati su un pavimento di cotto che ha un secolo e mi fa ammattire da dieci anni per tenerlo in ordine. Ho solo sostituito il Marsiglia con la pasta lavamani, perché la superficie è davvero notevole e così faccio prima.

Grazie ancora,
Massimo

Vivere Verde ha detto...

grazie a voi per il feedback, comunque massimo puoi provare anche ad usare del detersivo per piatti al posto del sapone e dalla pasta lavamani, così magari il lavoro diventa meno faticoso...

Anonimo ha detto...

ho un pavimento in cotto all'esterno, e non è stato trattato. Valgono anche in questo caso i suggerimenti dati? Grazie mille!
Elisabetta

Vivere Verde ha detto...

Ciao Elisabetta, la risposta è si, i suggerimenti sono validi anche per i cotto non trattato. In ogni modo vale la pena leggere anche questo post:

http://vivereverde.blogspot.com/2009/06/sapone-per-la-pulizia-dei-pavimenti-in.html

Marcello ha detto...

come posso pulire prima di trattare un pavimento in cottonuovo(industriale non artigianale)?grazie

Vivere Verde ha detto...

se non ci sono macchie d'olio si passa prima del trattamento una soluzione fatta con acqua molto calda, mezzo bicchiere di aceto, mezzo bicchiere di alcol e 1 goccia di detersivo per piatto a mano. Con straccio in microfibra bene strizzato, in questo modo si sgrassa bene il pavimento, levando via i residui di sporco, polvere, grasso ecc. Se ci sono macchie d'olio per primo dovrai strofinarci bene la zona interessata con sapone di marsiglia.

Poi si applica i trattamento.

Anonimo ha detto...

ho seguito il passo e passo e il cotto è come nuovo, grazie 1000, da ora in poi a casa mia non mancherà nè l'olio del lino e nemmeno il sapone di marsiglia.

Cristian

Anonimo ha detto...

come posso fare tornare pulito e senza graffi un pavimento in cotto trattato a cera, i graffi che si vedono in contoluce sono anche vecchi e non vanno via pulendo semplicemente.
grazie roberta

Vivere Verde ha detto...

in questo caso si sarà creata una bella pattina di "grasso" sul pavimento e quindi non c'è altra soluzione, la dovrai rimuovere per far venire fuori la pietra....

la cera autolucidante è terribile perché crea proprio una pellicola plastica sul pavimento dura da levare, e i prodotti di pulizia non riescono a penetrarla.

purtroppo non esiste una soluzione ecologica al 100% per decerare il pavimento. Una ricetta casalinga normalmente molto efficace è questa: in un secchio con acqua calda (circa 3 litri) ma non bollente aggiungere: 1 bicchiere di ammoniaca, 1 di alcol rosa e 1/4 di cucchiaino di detersivo per piatti a mano o detergente per pavimenti neutro (non anticalcare, acido ecc). Si immerge la scopa in questa soluzione e si strofina il pavimento. Poi con un mocio e acqua pulita si risciacqua bene togliendo tutto il prodotto.

Poi si riempi un secchio con acqua fredda o tiepida+1/2 bicchiere d'aceto+1/2 bicchiere di alcol rosa. Va passato con straccio in microfibra bene strizzato. Quest'ultimo serve per fare la pulizia finale e donare brillantezza.

Comunque come la cera è antica magari quest'operazione dovrà essere ripetuta, magari il pavimento risulterà un po' opaco visto che la cera autolucidante è dura da rimuovere, però se avrai pazienza, e sopratutto se userai soltanto acqua, aceto, alcol e 1 goccia di detersivo per piatti per le pulizie ordinarie, vedrai che col tempo il pavimento sarà sempre più bello.

Se vuoi un risultato più veloce fai un salto ad un brico e chiedi un decerante specifico per il cotto, anche in questo caso il pavimento potrà risultare un po' opaco, ma col tempo si ripristina. Dopo il trattamento usa la miscela di aceto, alcol e detergente per le pulizie.

Se il pavimento risulterà secco trattalo con dell'olio di lino crudo (con ausilio di un panno morbido o pennello)

Io non amo particolarmente la cera visto che col tempo tende a imbruttire il pavimento, potresti provare un trattamento col olio di lino crudo. Se vuoi proprio usare la cera sarebbe meglio optare per una classica non autolucidante, oppure usarla in forma di detersivo lava incera fai da te: nel secchio con alcol e aceto aggiungi 3 cucchiai di cera liquida.

Anonimo ha detto...

un saluto,
grazie per queste preziose informazioni.
necessito però di due chiarimenti:
1) questa pulizia va bene anche per un pavimento appena posato, per togliere i residui del prodotto usato per le fughe?
2) importantissimo, scurisce la mattonella ??!! (come mi hanno detto che fa l'olio di lino)

Akillea

Vivere Verde ha detto...

per un pavimento nuovo non bisogna usare l'olio di lino, questo va utilizzato quando il pavimento posato da un bel po' si trova come dire... secco e arido in superficie. Nel caso del tuo basta lavarlo con acqua, aceto e 1 goccia di detersivo per piatti a mano. con il tempo quella polverina sparirà. Magari per le prime pulizie usa due secchi, in uno metti il detersivo, nel l'altro solo acqua pulita, e quindi quando dovrai strizzare lo straccio fallo nell'acqua pulita, in questo modo eviti di rimetterci la polvere appena tolta nuovamente sul pavimento.

cla ha detto...

Salve sono disperata come posso togliere la cera dal pavimento???sto x uscire pazza si vedono tutte le impronti aiutooooo

Vivere Verde ha detto...

ciao Cla,l'alcol rosa è efficace per togliere la cera. Quindi per procedere dovrai prendere una spugna umida e insaponata con abbondante sapone di marsiglia (classico panetto per bucato), quindi mettiti dell'alcol sulla spugna e strofina il pavimento, quindi aspetta 5 minuti e risciacqua bene. Alla fine passa per terra un panno bagnato con una soluzione fatta con 50% acqua e 50% aceto bianco e asciuga. Importante: fai il trattamento su un pezzo (un quadrato di pavimento alla volta) Questa è una soluzione blanda, comunque ogni cera ha una sua durezza, se la tua è molto resistente e non vuoi aspettare (magari dovrai fare diverse passate con mezzo secchio con acqua+1 bicchiere di alcol ogni giorno fino a togliere tutta la cera) dovrai acquistare un decerante specifico per il cotto

daniele lelli ha detto...

Salve dovrei pulire un pavimento da esterno in cotto non trattato,presenta macchie nere che non sono riuscito a mandare via e sopratutto macchie fatte dal vecchio padrone di casa di impregnante per scuri in legno,qualcuno sa consigliarmi come fare?grazie mille

Vivere Verde ha detto...

Daniele prova a comprare dell'olio di trementina in un brico o ferramenta e strofinare le macchie, poi basterà lavarle con detersivo per piatti, risciacquare e asciugare.

Enzo RKK10 ha detto...

Salve, ho un problema su un pavimento in cotto vecchio di trent'anni, in una tavernetta, che per colpa di un allagamento di alcune settimane (ovviamente durante le ferie), risulta ora con evidenti macchie biancastre superficiali. Cosa mi consiglia di fare?

Ale964 ha detto...

Scusate non mi è chiaro se il trattamento è valido sia per il cotto da interno che da esterno. Ho una terrazza coperta da tetto ma esposta alle intemperie. Grazie.

Vivere Verde ha detto...

Enzo: per le macchie biancastre consiglio di preparare una miscela fatta con 2 parti di olio di lino crudo e 1 parte di aceto bianco. Mischiare (anche se rimarrà bifasico) e quindi mettere un po' di miscela su un panno morbido e passare sul pavimento. Non mettere troppo olio sul panno per non ungere in profondità il pavimento. Strofinare e lucidare con un altro panno morbido asciutto. Coprire con del giornale e lasciare in posa per 1 giornata. Il giorno dopo sgrassare con una soluzione fatta con 1/4 di secchio di acqua calda, 1/4 di bicchiere di aceto e 1/2 cucchiaiono di detersivo per piatti a mano e non bisogna risciacquare.

Ale: esterno e interno

Ale964 ha detto...

Salve. Ho ancora un piccolo dubbio su come usare, per la pulizia delle macchie, il sapone di marsiglia ed il bicarbonato. Vano sciolti in acqua? e se si in che proporzioni? Grazie.

Vivere Verde ha detto...

ciao Ale, non bisogna sciogliere il sapone, semplicemente prendi una spugna da cucina, bagnala con acqua, strizzala giusto un po' quindi spalma del sapone di marsiglia sulla spugna umida e per ultimo cospargila con il bicarbonato e via al trattamento

Ale964 ha detto...

Grazie.

Claudio Io ha detto...

Salve,
volevo chiedere come mai con tutti i prodotti autolucidanti, compreso "Emulsio facile cotto", il pavimento scurisce se visto dall'alto ma se visto in controluce si vede opaco? Seconda domanda: qual è la differenza tra una lucidatura fatta così e invece quella fatta con la lucidatrice professionale? Terza domanda: con la lucidatrice professionale e giusti proddotti il cotto rimane con l'effetto bagnato? A me interessa un effetto bagnato che con la luce di traverso il cotto splenda un pò, non che rimanga opaco. Grazie!

Vivere Verde ha detto...

Ciao, i prodotti autolucidanti sono delle pellicole che spesso non si aderiscono in modo uniforme al pavimento e quindi la luce è da questo riflessa un modo "caotico", inoltre qualunque cera, anche quella autolucidante con il tempo tende a rimanere opaca, soprattutto dopo le pulizie ordinarie ma per una normale reazione con i prodotti usati per lavare i pavimento. Anche il calpestare rovina l'uniformità della cera. La lucidatrice fa una cosa che i muscoli non riescono (o riescono con fatica): spazzolare molto velocemente e con rulli adatti la cera e questa quindi diventa uniforme e lucida come uno specchio. Però il tempo, il calpestare e i prodotti per lavaggio con il tempo la faranno opacizzare nuovamente e quindi dovrai usare nuovamente la cera.

Per avere un cotto effetto bagnato puoi usare dell'olio di lino cotto che va steso sul pavimento, lasciato in posa per 1 ora e quindi sgrassato con acqua, aceto e poco detersivo per piatti, quindi asciugare.

Francesca Corradini ha detto...

Ciao! Ho bisogno di aiuto!! ho un pavimento in cotto su cui sono rimasti i segni dei mobili dei precedenti proprietari.. come faccio a rimuoverli??
Grazie!

Vivere Verde ha detto...

ciao Francesca, di solito basta strofinare le macchia con una spugna magica o delicatamente con una paglietta d'acciaio asciutta....

Fede 89 ha detto...

Salve ho un pavimento simil cotto. Dico simol perche anvora non si e capito se e stato trattato o se e finto fatto sta che si macchia e vorrei smacchiarlo e tenerlo pulito velocemnete perche lavoro e studio e non posso dedicarmici troppo!la miscela che avete consigliato va lasciata agire e poi sciacquata?e se non dovesseto venire via le macchie che posso fare?grazie

Vivere Verde ha detto...

ciao, per te che vai sempre di fretta ti consiglio di usare semplicemente acqua calda (del rubinetto) e aceto (1/4 di secchio di acqua per 1 bicchierino da caffè di aceto bianco), ogni tanto puoi aggiungere 1 goccia di detersivo per piatti o 1 cucchiaino di detersivo per pavimento bio o ecolabel.

Per le macchie... di solito dopo alcuni lavaggi fatti sempre con acqua e aceto le macchie man mano spariscono perché a volte sono solo patine che tenderanno a sciogliersi. Se vuoi fare in fretta ti consiglierei di bagnare un panno con aceto bianco puro, strofinare un pezzo di pavimento alla volta (dov'è macchiato) e asciugare subito dopo con uno straccio assorbente, quindi bagnare con aceto, strofinare ed asciugare. Alla fine lavare con acqua calda e alcol rosa nelle stesse proporzioni che t'avevo dato per l'aceto.

sabrina ha detto...

Salve, complimenti per il post! vorrei sottoporvi il mio problema: ho un pavimento in cotto antico in una mansarda del 1600. Nel restauro il cotto è stato trattato con antimacchia, antisporco, e infine con una cera a effetto lucido. Tutti i prodotti utilizzati erano a base d'acqua. Ora a distanza di un mese e mezzo dal trattamento, si notano delle zone con una patina biancastra... a cosa può essere dovuto? Cosa mi consigliate di fare per risolvere il problema?
Grazie in anticipo!
Sabrina

Vivere Verde ha detto...

ciao Sabrina, secondo me è la cera perché questa di solito reagisce con diversi prodotti di pulizia: detersivi, alcol, ammoniaca e via dicendo...

Prova a lavare con solo acqua calda e poco aceto e quando sarà asciutto prova a lucidare con un panno di flanella asciutto. Appoggialo nello spazzolone per facilitare la lucidatura e risparmiare le ginocchia