Vivere Verde: un blog dedicato alle soluzioni ecologiche: casa, persona, animali, giardino, salute, benessere, cucina vegana e vegetariana, alimentazione

15 luglio 2009

Come riconoscere i divieti illegali di "vietato al cane" sulle spiagge


ANIMALI: SPIAGGE VIETATE AI CANI, ATTENZIONE AI DIVIETI
SULLE SPIAGGE
CODICI AMBIENTE INSEGNA A RICONOSCERE QUELLI ILLEGALI

Chi decide di andare in vacanza col proprio cane frequentemente opta per gli agriturismi dove l’ambiente è idoneo alle lunghe passeggiate col proprio amico.
Non volendo rinunciare alla spiaggia né alla compagnia di Fido, bisogna però stare attenti ai cartelli di divieto che sempre più frequentemente compaiono sulle spiagge.
Tale divieto nasce dall’ idea di salvaguardare l’igiene pubblica, sebbene basterebbe a tale proposito far rispettare la normativa vigente che obbliga i proprietari a tenere al guinzaglio i propri animali ed a raccoglierne le deiezioni.
Il CODICI Ambiente consiglia ai proprietari dei cani di controllare che i cartelli con il suddetto divieto siano regolamentari, infatti, occorre che i comuni emettano un'ordinanza che preveda il divieto motivato, l'estensione oraria del divieto e che l’ ordinanza sia firmata dal sindaco, da un 'assessore delegato o dal comandante dei vigili urbani, e pubblicata sugli albi pretori dei singoli comuni.

Se una di queste indicazioni manca,l'ordinanza stessa non è valida. In oltre i cartelli che prevedono tale divieto devono recare sul retro il numero dell'ordinanza comunale di riferimento e la data di scadenza.

“Se vi viene chiesto di allontanarvi dalla spiaggia col vostro cane”spiega Valentina Coppola resp. nazionale del CODICI AMBIENTE, assicuratevi che si abbia titolo di farlo, altrimenti ogni eventuale multa è impugnabile davanti al giudice di pace e quindi contestabile senza essere preventivamente pagata.” “I proprietari devono ricordare, continua Coppola, che è doveroso fare in modo che i propri animali non rechino disturbo ai bagnanti, non sporchino e non causino disagi, ma queste sono regole del vivere civile che andrebbero rispettate da tutti, anhe da chi non ha animali al seguito” CODICI Invita a fotografare i cartelli con il divieto illegittimi poiché è davvero vessatorio per i cittadini che i comuni impongano i divieti sulle spiagge ed incassino le relative multe senza aver emesso le relative ordinanze, questo è solo un ulteriore modo per fare cassa a spesa della libertà dei cittadini di usufruire delle spiagge e delle loro tasche.


Roma, 25 Giugno
Dipartimento Comunicazione e Area Sociale CODICI

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Non sapevo tutte queste regole! Quest'anno ho dovuto portare il mio cane in spiaggia solo la sera (quando le spiagge erano chiuse)e qualcuno ha ancora avuto il coraggio di dircene di andare! oltretutto i cani sono molto più puliti di molte persone e, se tenuti al guinzaglio, non recano nessun danno, quindi non capisco tutta questa smania di non farli entrare da nessuna parte...Elisa.

Vivere Verde ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Vivere Verde ha detto...

le persone molte volte abusano del loro "diritto" di restare da soli in spiaggia, senza animali vicini. Io quando porto mio cane in spiaggia e qualcuno mi dice qualcosa, chiedo subito dov'è il cartello di divieto.

sono quindi andata a cercare qualche regolamento perché mi ero scocciata quando veniva qualche "signor nessuno" a mandarci via.

la cosa più opportuna, secondo me, è che ogni proprietario di cane si informe, magari chiamando il proprio comune per fare delle domanda precise sul l'accesso degli animali alle spiagge libere. In generale se non c'è un cartello con il divieto messo dal Comune, la spiaggia è libera, anche per gli animali.

Vivere Verde ha detto...

in questo link, potete leggere un altro interessante articolo sui cartelli di divieto ai cani in spiaggia....

http://unafirmapersalvarmi.myblog.it/archive/2009/06/23/spiagge-vietate-ai-cani-spuntano-i-divieti-comunali-illegali.html

Anonimo ha detto...

Quest'estate sono andata al mare (non ti dico dove perchè non so se posso farlo) e non ci hanno fatto entrare assolutamente in spiaggia perchè i gestori di una ci "hanno detto" che è vietato e che non avremmo trovato nessuna spiaggia disposta ad accogliere cani. Non ricordo se c'era o no il cartello, ammettiamo che non ci fosse, cosa si puo' fare di fronte a queste persone? A me è anche capitato mentre stavo in una spiaggia libera con il mio cane buono buono sotto l'ombrellone di sentire le persone vicine che si lamentavano tra di loro, senza dirmelo in faccia, delle persone che portano in spiaggia i cani: "sono sporchi, non raccolgono le feci (io le raccolgo sempre, ma certamente loro non lo potevano sapere e sono sicura che se glielo avessi fatto notare non ci avrebbero creduto), ci sono in giro i bambini...eccetera", ti dico la verità avrei voluto alzarmi e andarmente, ma poi ho pensato che avevo tutto il diritto di restare (non c'erano divieti), ma mi ci è voluto un grande sforzo di volontà.Premetto che sono una persona timida, ma tu cosa avresti fatto al mio posto in entrambe i casi?
P.s. mi dispiace per tutte le persone che non amano o peggio maltrattano gli animali, se solo fossero disposti a guardare negli occhi un cane e capire cos'è veramente l'amore....
grazie vivere verde per essere dalla parte degli animali. Marea

Vivere Verde ha detto...

ciao marea, guarda che non è affatto facile, purtroppo c'è della gente prepotente in giro e molte volte usano anche l'aggressione verbale per intimidire gli altri, ed è stancante affrontare questa situazione.

Io porto poco mio cane in spiaggia perché a lui non piace proprio, e poi perché spesso ci vado in montagna (e lui adora). nel Salento lo ho portato per 5 giorni e devo dire che la gente non si è incavolata, però so che in molte spiagge la gente non tollera e usa sempre la solita scusa: i bambini... c'è è un punto in comune tutti che mi raccontano certe storie di intolleranza contro i cani dicono che c'è sempre qualcuno che dice ma i bambini, ci sono i bambini ecc....

Io non ho mai affrontato nessuna situazione spiacevole in spiaggia, perché appunto ci vado pochissimo, ma mi è capitato di star passeggiando col mio cane e magari uno nei suoi 15 minuti di follia mi ha preso a parolacce perché stavo passando col mio cane, al guinzaglio su un marciapiede dove c'erano dei bambini, però io lo ho mandato a quel paese e sono andata.

Purtroppo marea, molte persone non amano nemmeno a se stesse, per cui come possono amare un animale???? è difficile

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML