Vivere Verde: un blog dedicato alle soluzioni ecologiche: casa, persona, animali, giardino, salute, benessere, cucina vegana e vegetariana, alimentazione

08 gennaio 2010

Come togliere le incrostazioni di calcare più dure dagli utensili.


Può capitare che certi utensili in acciaio o alluminio che non vengono usati, rimangano coperti da una spessa cappa di incrostazione.

In questi casi un normale lavaggio con detersivo, o detersivo e aceto o anticalcare potrà non risolvere il problema. Infatti in questi casi uno degli ingredienti fondamentali è il tempo.

Per procedere alla pulizia di questi oggetti, dovete immergere l'utensile in acqua e aceto (1 bicchiere d'aceto per 1 litro d'acqua) per almeno 1 ora. Poi lavatelo normalmente con detersivo e aceto o bicarbonato. Se resterà ancora un po' di calcare, ripetete l'operazione, può succedere che l'utensile debba restare anche mezza giornata in ammollo.

Evitate di usare acidi forti o correte il rischio di intaccare l'acciaio/alluminio che può si arrugginirà.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

ciao grazie a te sono riuscita a risparmiare molti soldi, per me molto importanti, io sono una mamma di 3 bambini che si trova in cassa integrazione. Dobbiamo io e mio marito portare avanti la famiglia con 1.500 euro ed è difficilissimo.

Ho trovato il tuo blog 1 mese fa' e ho iniziato a usare l'aceto, il bicarbonato, l'alcol e il sale per pulire tante cose e devo dire che i risultati sono fantastici. Ho scoperto anche la soda da bucato per la pulizia del bagno.

Io tempo fa' per mancanza di soldi appunto, pulivo casa semplicemente con ammoniaca e candeggina, prodotti per la casa che costano relativamente poco, però l''odore non era un gran che. Ancora oggi, non mi bacchettare, uso ancora l'ammoniaca perché costa davvero poco, 25 centesimi al discount e per i pavimenti insieme all'alcol (prima di leggerti non usavo alcol), vieni benissimo. Ma non uso più anticalcare, ammorbidente, multi uso ecc, e la mia casa è più pulita di prima.

Come t'ho detto non mi bacchettare, io uso ancora alcuni prodotti come il detersivo in polvere (quello che costa di meno), qualche detersivo per le pulizia più pesanti, ma ho diminuito la quantità al 80%.

In un altro sito mi hanno un po' massacrata perché ho scritto che non usavo detersivi ecologici. però io la spesa la faccio al discount, i soldi sono quelli che sono, me 10 centesimi risparmiati servono come il pane, ma come noto che l'atmosfera del tuo spazio è più tranquilla mi sono sentita al mio aggio per scrivere questo vero e proprio "testo".

Grazie e a presto

Rita

Vivere Verde ha detto...

ciao Rita sono contenta e anche commossa per il tuo racconto. Comunque cara non sono qui per bacchettare nessuno, non mi permetterei mai, so che la realtà è dura, che tante famiglie non riescono ad arrivare a fine mese per cui chiedere a queste persone di acquistare per forza dei detersivi biologici sarebbe un po' troppo.

E poi secondo me anche i piccoli cambiamenti sono importanti, tu nonostante le difficoltà stai cambiando le tue abitudini, brava.

Poi le ricette del blog sono proprio fatte non solo per diminuire il nostro impatto ma anche per dare alcune soluzioni per risparmiare, per questo le ricette sono molto semplici da fare.

Quanto ai prodotti che ancora usi, l'importante è che hai ridotto le quantità e li usi i modo consapevole e solo quelli davvero necessari.

Comunque tanta solidarietà a te e alla tua famiglia, la disoccupazione è davvero una piaga. Buona fortuna per questo 2010.

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML