Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2010

Concime organico fai da te

Per preparare un concime molto economico, ma decisamente molto efficace avete bisogno di:
Bucce di patate Gusci di uovo
Mettete tanto le bucce quanto i gusci su una superficie antiaderente o su carta da forno, in forno pre riscaldato. Regolate la temperatura che dovrà essere bassa, ci vorrà 1 ora per essiccare bene le bucce e i gusci (controllate, devono essere abbastanza asciutti, spesso si tolgono per primo i gusci).
Poi frullate tutto quanto insieme fino ad ottenere una farina o quasi.
Mettete il composto nella terra dei vasi/orto.

Condimento all'aglio fai da te per soffritto e altri piatti

Per avere sempre l'aglio alla portata di mano per fare il soffritto o qualche altro piatto, è possibile preparare del condimento all'aglio con olio e alcuni spicchi d'aglio. La ricetta è molto semplice:
1) Schiacciate 1 testa d'aglio (per spellare più facilmente l'aglio, mettetelo in ammollo in cqua calda per 10 minuti);
2) Mettete l'aglio nel mixer o frullatore e copritelo con olio EV oliva.
3) Frullare fino ad ottenere un composto denso.
4) Mettere in un baratolo di vetro e conservare in frigo.
Questa è la ricetta "basic", potete aggiungere anche del sale, peperoncino, o erbe essiccate come prezzemolo, rosmarino ecc.

Profumare l'acqua del vaporetto

La pulizia con il vapore è suficiente per igienizzare a dovere la casa, non bisogna inserire nient'altro insieme all'acqua. C'è chi non si fida e inserisce un po' di ammoniaca, questo è sbagliato perchè il vapore igienizza e disinfetta quindi non bisogna inserire nient'altro, anzi, il vapore di ammoniaca è tossico, essendo l'ammoniaca un gas velenoso, quindi non va usato con tanta leggerezza, quindi inserendo o ammoniaca o candeggina, non si pulisce di più ma s'intossica.
Però il profumo di pulito manca a tante persone che hanno iniziato ad usare il vaporetto. Quindi per ottenerlo basta mischiare 5 gocce di olio essenziale a 1 cucchiaio di alcol rosa o alcol per liquore, mischiare bene e aggiungere all'acqua. Quindi scuotere il vaporetto e usare.
Cercate di usare l'olio essenziale e non le essenze perché alcune di queste producono schiuma.
Quale olio usare: va a gusti, io personalmente preferisco i freschi verdi, ovvero cedro, bergamotto, verbena, mus…

Produrre lo stucco dalla terracotta

Qualche tempo fa' ho messo un post in cui abbiamo visto come si può riciclare i pezzi di terracotta, ad esempio cosa potrebbe diventare un vaso di terracotta rotto.
Quindi c'erano due possibilità: ridurre a farina molto fine per servire o da terra per i vasi insieme al terriccio, oppure potrebbe servire come polvere abrasiva.
Un altro uso invece sarebbe quello di trasformarlo in stucco riempitivo.
Ad esempio per riempire un pezzo di legno, di mattonella, un piccolo buco sulla parete ecc. L'unica cosa è che la terracotta è rossa, per cui magari poi si dovrà passare un mordente anche a base di terra naturale, del gesso, oppure una vernice per uniformare il colore se necessario.

Lo stucco va fatto così
farina di terracotta (riducete a farina e non a pezzettini altrimenti non viene bene) Colla vinilica olio di lino crudo amido
Ad ogni 2 cucchiai di terracotta e 2 di amido, aggiungete 1 cucchiaio di olio, poi aggiungete la colla e amalgamate bene. Lo stucco non deve essere liquido, ma c…

Un'altra importante amicizia.

La cara Zucky mi ha fatto un regalo: la staffetta dell'amicizia.
Sono davvero onorata dal pensierino per me :)
Tempo fa' anche un'altra amica la Sa, mi aveva regalato questo premio
Eccolo qui

Come di consueto offro questo premio a tutti voi amici che passano qui da me per dare un'occhiata, vi ringrazio di cuore.

La mela cotogna, un potente farmaco e cosmetico vegetale

La mela cotogna è ricca di pectina, tannini, mucillagini e vitamine A, B, C e PP. Questa frutta aiuta a prevenire la comparsa del tumore al colon.
Questa frutta è eccellente per prevenire e curare (in sinergia con i farmaci), i malesseri dell'apparato digerente e sopratutto intestinale, è antibatterica, astringente e aiuta ad abbassare il colesterolo.
La mela cotogna è molto utile per dare bellezza alla pelle e prevenire la comparsa delle rughe visto che idrata profondamente la pelle ed è antiossidante.
Um potente farmaco vegetale antiossidante è facilmente ottenuto mischiando la mela cotogna con la cannella. Questa specie è una delle più antiossidanti di tutte quante quelle che usiamo in cucina. Unita alla mela cotogna il suo potere aumenta tantissimo.
Una ricetta: cuocere la mela cotogna al forno e cospargela con cannella, e volendo anche con zucchero di canna.

Come riutilizzare il ciambellone

Se il ciambellone è diventato un po' duretto (magari dopo 2 giorni), non buttatelo nella spazzatura, potete usarlo per fare un dolce freddo.
Mettete in un pentolino quantità uguali di latte (mucca o soia) e latte di cocco con della cioccolata in polvere. Poi dovete forare la superficie del dolce con una forchetta e versare il latte con cioccolata ancora caldo (usate latte i.q.b per coprire tutto il dolce). Quando il dolce avrà assorbito tutto il latte, cospargete la superficie del dolce con cocco grattugiato e codine di cioccolata.
Mettere in frigo per 1 ora.

Maschera per la pelle acneica

Fare una tisana con 10 gr di melissa in 100 ml di acqua bollenteChiudere il bollitore per 10 minutiSciogliere fecola di patate o maizena i.q.b per fare una crema semi liquidaAggiungere 1 cucchiaio di mielePassare sulla pelle e risciacquarla dopo 20 minuti.

All'inizio gocciolerà un po', però dopo la maschera diventerà dura e inizierà a indurirsi.

Impedire la crescita di erbacce con la pancciamatura

Per impedire la crescita di erbacce attorno alle piante del giardino/orto in maniera naturale, si può ricorrere alla pacciamatura, ovvero, coprire la base delle piante, alberi e arbusti con uno strato di fieno, erba falciata, foglie secche oppure segatura.


In questo modo l'erba non può crescere e, il terreno mantiene un grado di umidità ideale, protetto dall'azione diretta del sole e vento.


La pacciamatura consente un risparmio di fertilizzante e acqua per irrigare riducendo l'evaporazione del terreno.

Busta profumata riciclata

Quando finirete il detersivo in polvere, non buttate immediatamente la busta di plastica o la scatola, semplicemente aprite tutto un lato (normalmente la parte superiore) e lasciate questa busta in qualche stanza, o dentro ad un armadio ad esempio. In questo modo la stanza profumerà (o l'armadio) e in questo modo potete dare un nuovo utilizzo all'imballaggio visto che normalmente il profuma è abbastanza durevole.

Sistemando i vari prodotti di pulizia in cucina.

Più di una volta abbiamo parlato della necessità di avere non solo il normale detergente per piatti in cucina (meglio se fai da te), ma anche altri prodotti come il sapone di marsiglia, la soda solvay, l'aceto ecc.

Magari per chi non è abituato ad usare queste cose non sa come organizzare tutta questa roba per averla sempre alla portata di mano.

Ovviamente ogni uno ha un suo modo per sistemare i prodotti per la pulizia in cucina, però magari qualche suggerimento può essere utile per chi magari non sa come sistemare tutta questa roba sul lavello o armadietto di pulizie....

Io, sul lavello della cucina, appoggio non solo il detersivo per stoviglie, ma anche in cestino di plastica in cui metto un intero sapone di marsiglia (panetto), 2 spugne (una per usare con il detersivo normale, nel caso mio uso quello all'aceto, e una per usare con sapone di marsiglia). Ma perché due? Perché l'aceto e il sapone di marsiglia non vano d'accordo, e poi usando sulle stoviglie la spugna …

Una lucentezza in più per l'acciaio

Ancora con quest'acciaio!!!

è si.....purtroppo ci sono diversi tipi d'acciaio e non tutti sono proprio facilissimi da pulire e lucidare....

Comunque un suggerimento per dare una lucentezza in più all'acciaio è quello di spruzzare il piano (dopo che lo avete lavato), con aceto. Poi prendete una spugna inumidita e passatela leggermente e velocemente nel sapone di marsiglia (il panetto da bucato) e poi passate sul piano in cui avete spruzzato l'aceto.

Quindi risciacquare con straccio umido e asciugare.

Un premio per l'alberello

Ho ricevuto dalla cara amica Sa, del blog il mondo di Sa questo regalino molto molto carino: la staffetta dell'amicizia.

Sa ti ringrazio tantissimo.

Allora..... ci sono alcune regole:

A) Creare un post inserendo il logo della staffetta;

B) Postare le 8 domande indicate qui di seguito;

1- quando da piccoli vi veniva chiesto cosa volevate fare da grandi, cosa rispondevate?
2- quali erano i vostri cartoni animati preferiti?
3- quali erano i vostri giochi preferiti?
4- quale e' stato il vostro piu' bel compleanno e perche'?
5- quali sono le cose che volevate assolutamente fare e non avete ancora fatto?
6- quale e' stata la vostra prima passione sportiva o non?
7- quale e' stato il vostro primo idolo musicale?
8- quale e' stata la cosa piu' bella chiesta ( ed eventualmente ricevuta) da Babbo Natale, Gesu' Bambino, Santa Lucia?

C) Rispondere alle stesse sul proprio blog;ed ecco le mie risposte:

1) Volevo fare l'astronauta, e dicevo sempre ai miei che…

Graffi sul pavimento

Per rimuovere i graffi dal pavimento: coprire la zona graffiata con bicarbonato o polvere di pomice (nei brico o ferramenta) e strofinare con della lana d'acciaio leggermente inumidita (inumidire e premere bene).

Togliere il bicarbonato con panno umido e poi passare sulla zona trattata una miscela di acqua, alcol rosa e aceto (1:1:1) e asciugare. Se il pavimento è in marmo o pietra naturale acqua e alcol (1:1).

Pavimenti in legno: se notate qualche differenza di colore tra la zona trattata (un po' sbiadita) e quella circostante, passate un po' di olio di lino crudo o cera d'api.

Consiglio per gli acquisti

Tanto i prodotti tradizionali come quelli naturali e ecologici possono compromettere la salute della mani. Spesso i detersivi sono acido o abbastanza alcalini e quindi possono alterare l'equilibrio epidermico della pelle causando dermatite da contatto.
Alcuni ingredienti come limone, aceto, bicarbonato, oli essenziali concentrati, soda da bucato possono facilmente irritare le mani, ma anche prodotti come candeggina, ammoniaca, anticalcare, detersivo per stoviglie e pavimento ecc danneggiano la pelle.

La pelle con il tempo diventa ruvida e invecchiata e addirittura allergica.Per cui è importante indossare sempre i guanti di pulizia.
Il problema è che certi guanti di gomma non resistono a lungo e si rompono con facilità. Io ho scoperto una marca di guanti che durano davvero tanto senza rovinarsi e si chiamano spontex ultraresistente. Costa un pochino di più però vale la pena, perché appunto si evita di buttare e ricomprare i guanti.

Evitate di usare gli usa e getta che contribuiscono…

Igienizzare spazzolone e scopa

Per mantenere igienizzata e per evitare cattivi odori sulla la scopa (specialmente quelle usate per l'esterno) e spazzolone: spruzzare le setole con dell'aceto bianco puro e lasciare asciugare bene all'aria.

Sapone di cenere e olio usato fai da te.

Una settimana fa, io insieme ad alcune amiche abbiamo deciso di fare il sapone... non un comune sapone ma il sapone di cenere, fatto con olio di frittura usato.

Oggi abbiamo visto i risultati e devo dire che il sapone è venuto bene, e almeno abbiamo riciclato un bel po' di olio usato.
La particolarità di questo sapone è che sgrassa a fondo e smacchia e sbianca i panni bianchi.

La ricetta:

2,5 kg di cenere
5 litri di olio usato (olio vegetale usato nelle fritture)
5 litri di acqua
0,5 kg di soda caustica
pentola in acciaio o ferro (non alluminio)
cucchiaio di legno grande
guanti di gomma
mascherina
occhiali di protezione

(potete acquistare gli occhiali e mascherina in qualche brico o ferramenta, la soda caustica è in vendita in scaglie e anche questa può essere acquistata nei brico, ferramenta, supermercati forniti e alcuni negozi dei cinesi)
è importante l'uso di mascherina, guanti e occhiali, visto che si lavora con olio caldo e soda caustica (molto reattiva). Al momento dell…

Stimolante per piante indebolite.

Alcune piante soffrono un pochino con i cambiamenti climatici in questo periodo e s'indeboliscono. Per fortificare le piante preparate un infuso fatto con camomilla e maggiorana (foglie e fiori secchi o freschi) quindi spruzzare piante e terreno.

Per primo l'acqua va bollita, poi con la fiamma spenta si aggiungono la camomilla e la maggiorana, e chiudete la pentola. Macerazione: 1 giornata.

1 cucchiaio di camomilla e 1 cucchiaio di maggiorana per 200 ml di acqua.
Questo infuso allontana molti parassiti ed è efficace contro le malattie delle piante.

Macchie indelebili sull'acciaio

Molte macchie indelebili sull'acciaio escono con una "crema" fatta con sale fino e amido in parti uguali e aceto (o succo di limone) caldo ma non bollente (potete riscaldare in microonde per 1,5 minuti a 800W). Si mischia pian piano dell'aceto in un po' di sale fino fino ad ottenere una pasta abrasiva (il sale non si deve inumidire ma non sciogliersi. è possibile usare solo l'aceto e il sale fino, però alcune macchie vengono meglio "assorbite" quando si usa l'amido.

Poi si strofina la macchia con questo sale/aceto, si risciacqua, si versa un po' di alcol rosa e si asciuga.

Un'altro metodo è quello di metterci un po' di soda solvay sulla macchia e poi versare dell'aceto. Passato un minuto strofinate la zona interessata con una spugna insaponata quindi risciacquate, versate un po' d'alcol rosa e asciugate.

Vento, pioggia, neve.... non sempre fanno male.

Spesso presi dall'ansia di proteggere i bambini, dimentichiamo che li piccoli hanno bisogno di aria... tanta aria rinnovata e pulita, invece spesso li chiudiamo dentro casa. Il vento fa' male, il vento rovina, quante volte qualcuno ha sentito queste frasi......

Nei paesi del Nord Europa i genitori escono tranquillamente con i bambini, anche quando c'è vento, pioggia, neve ecc.... ovviamente indossando gli indumenti necessari

Tenere le finestre sempre chiuse, perché d'inverno fa' freddo, perché di primavera e autunno c'è vento e d'estate c'è l'aria condizionata non aiuta a regolare il sistema immunitario dei bambini. Conosco non solo bambini, ma anche adulti che infatti non possono in nessun modo esporsi alle correnti d'aria che si ammalano, succede se uno non è stato abituato.

La contraddizione è che tanti genitori non vedono niente di male se il bambino rimane chiuso dentro casa respirando gli odori dei disinfettanti, candeggina e ammoniaca. …

Pane alla mediterranea

L'ingrediente principale di questa ricetta è il pane raffermo, però si può usare anche del pane fresco....

Ingredienti:

pane tagliato a cubetti
olive nere o verdi
fiori di zucca
pomodori ciliegino
funghi champignon
olio EV di oliva
basilico
pepe mix o verde
sale
capperi

Preparazione:

tagliate il pane a cubetti e tostatelo o al forno o in padella antiaderente, oppure sulla piastra.

In una ciotola vanno messi: i pomodori tagliati a metà, le olive tagliate a pezzettini (anelli), fiori di zucca interi o tagliate finemente, funghi crudi e tagliati finemente, basilico tagliato finemente e i caperi.

Aggiungete il pane e mischiate bene gli ingredienti, poi aggiungete dell'olio EV oliva i.q.b per bagnare tutti i pezzi di pane (non bisogna inzuppare completamente) e quindi aggiungete sale e pepe mix o verde, e mischiate tutto quanto un'altra volta.

facendola ad occhio non ho le quantità proprio precise per cui regolatevi voi con i condimenti...

Trattare le macchie appiccicose e ostinate.

Per "strappare" via queste macchie dal tessuto: cospargere la macchia con un bel po' di bicarbonato bicarbonato (tipo 1 cucchiaio per 1 macchia da circa 5 cm) e quindi versate dell'aceto i.q.b. per bagnare bene il bicarbonato. Quando sarà finita l'effervescenza lavate la zona macchiata con sapone di marsiglia, lasciate in ammollo e risciacquate. Se rimangono aloni: vestiti bianchi o chiari passate un po' d'acqua ossigenata; vestiti scuri: alcol rosa.

Lavatrice alla fine.

Un altro rimedio molto efficace è questo: spalmare della margarina sulla macchia, e lavare dunque con sapone di marsiglia dopo una quindicina di minuti, oppure passare la margarina e fare il trattamento sopra elencato.
Questi suggerimenti sono utili anche per le macchia di caffè

Poncho/mantella impermeabile

è possibile lavare questo materiale in lavatrice tenendo in considerazione alcune accortezze:

a) Usare del detersivo liquido, basta circa 1 o 2 cucchiai per capo,  troppo detersivo può lasciare dei segni bianchi sul poncho.

b) Mettere in lavatrice a 30 gradi senza centrifuga. Scegliere il ciclo chiamato "bucato a mano", se non esiste nel vostro modello di lavatrice usate un ciclo specifico per la lana.

c) Stenderla al rovescio in posto aerato.

La tristezza della violenza.

Ragazzi, io oggi farei una pausa perché sono davvero triste e vorrei dunque condividere con voi questo mio sentimento.....

Di sicuro avete visto in TV quello che è successo a quella povera ragazza pugliese, la Sara Scazzi sparita da casa da più di un mese... beh! ieri lo zio ha confessato non solo di averla uccisa ma anche di averla violentata e gettato il suo corpincino in un pozzo.

Sarebbe già una cosa spregevole se questo reato fosse stato commesso da uno estraneo, figuriamoci se lo assassino è addirittura lo zio, uno che la ha vista bambina, la ha vista crescere, che giocava con sua figlia....

Io ieri notte stavo guardando la TV, era tardi e hanno dato la notizia di ultima ora sul ritrovamento, anche se giorni fa' hanno trovato un tale cellulare che appunto quel mostro ha detto di averlo trovato per caso, fatto che ha insospettito la polizia, ovviamente uno fino all'ultimo ci vuol credere no?

Quindi una povera ragazzina con tutta la vita davanti, con tanti sogni, tante co…

CD come "Mix"

Questa è una dritta valida per i truccatori/truccatrici e anche per i pittori/pittrici  Per preparare le miscele di colore potete usare la superficie dei vecchi CD fuori uso o danneggiati, per mischiare i colori/trucco al posto del tradizionale "Mix".

Scarpe strette? Congelatele!

Apparire bella avendo dolore ai piedi non è facile!!!!!

Poi chi ha il coraggio di liberarsi di quella scarpa bellissima e magari carissima ma che ci fa' tanto male???

Un modo per ammorbidire la scarpa c'è, e questo video ci insegna come....





Comunque dopo aver appoggiato il sacchetto con acqua dentro alla scarpa pulita, chiudetela dentro ad una busta grande (un po' di igiene ci vuole).....

Depilazione: come attenuare il fastidio

L'infuso alla menta freddo o ghiacciato, è molto efficace per anestetizzare la pelle prima della depilazione...


Il giorno prima riempite un sacchetto con dell'infuso alla menta e mettetelo in frigo. Quindi al momento della depilazione mettete il sacchetto in una borsa termica (per poter avere il sacchetto vicino a voi), appoggiatelo su un asciugamano e passatelo sulla pelle prima della depilazione.

Questo metodo è particolarmente efficace per chi è molto sensibile e non sopporta l'epilatore elettrico.

Potete usare, al posto dell'infuso, acqua e olio essenziale di menta pepetita.

Olio rinfrescante post depilazione

Quest'olio può essere usato per disinfettare la zona depilata e per rinfrescarla dopo l'uso degli epilatori elettrico o dopo la ceretta (però quest'olio non rimuove i residui di cera dalla pelle).

Preparazione

Per 1 cucchiaio di olio di mandorle:

3 gocce di olio di menta peperita
3 gocce di olio di tea tree.

Mischiare bene e passare sulla pelle.

Olio sul pavimento

Per togliere l'olio caduto sul pavimento metteteci sopra dell'amido o del sale, lasciate assorbire bene e raccogliete l'amido/sale unto.

Per sgrassare il pavimento usate una spugna insaponata con sapone di marsiglia cosparsa. Poi risciacquate subito (la soda non va lasciata a lungo sul pavimento), con una soluzione di acqua, alcol rosa e aceto (1:1:1).

Se il grasso è ostinato cospargete la spugna insaponata con della soda solvay (non va usata su cotto/legno)

Un altro modo per sgrassare il pavimento (che non sia in marmo o pietra naturale): soluzione calda con aceto e acqua (1:1) e un po' di detersivo per piatti a mano. Risciacquo: acqua e alcol (2:1).  Oppure cospargete la zona interessata con bicarbonato, sale fino e detersivo per piatti a mano, poi versate dell'aceto e quando sarà finito il frizz risciacquate con acqua e alcol.

Consigli per l'acquisto: detersivo per le stoviglie.

Se vi capita di fare un salto alla coop e avete bisogno di acquistare del detersivo per lavastoviglie, prendete in considerazione il detersivo a marchio coop della linea "vivi verde", è un detersivo di qualità ed ha il certificato Ecolabel, che conferma il suo basso impatto ambientale.


Se vi capita di fare un salto alla coop e avete bisogno di acquistare del detersivo per lavastoviglie, prendete in considerazione il detersivo a marchio coop della linea "vivi verde", è un detersivo di qualità ed ha il certificato Ecolabel, che conferma il suo basso impatto ambientale.

Comunque ci sono anche altri detersivo sempre ecolabel "vivi verde" : detersivo per piatti, bucato, detergente, tovaglioli ecc, tutti quanti ecologici e a un buon prezzo....


C'è anche il distributore automatico di detersivo (vale sempre la pena se appunto uno non si dimentica sempre di portare il flacone da casa)...

Detersivo per piatti alla cenere

Allora.... vediamo come possiamo usare la cenere per produrre un detersivo per i piatti abbastanza sgrassante.

Per 500 ml:

5 cucchiai di cenere
50 ml di alcol rosa
acqua
detersivo per piatti a mano (meglio se ecologico) o sapone di marsiglia a scaglie.

Mettete la cenere nel baratolo, poi l'alcol e poi la quantità di detersivo che ritenete opportuna, suggerisco di riempire al massimo la metà del baratolo. Poi aggiungete acqua i.q.b per riempire tutto il baratolo.

Se volete usare il sapone di marsiglia: insaponare bene una spugna pulita con parecchio sapone di marsiglia (si deve creare una bella patina), poi bagnate bene la spugna e strizzatela per raccogliere il liquido, ripetete l'operazione fino ad ottenere dell'acqua insaponata i.q.b. per riempire il baratolo.

Scuotere bene il baratolo per mischiare bene gli ingredienti.

Questo detersivo sgrassa e lucida le stoviglie, inoltre potete utilizzarlo anche per lavare il piano cottura ad esempio. Va bene anche per la pulizia d…