.

19 gennaio 2013

Cane torturato è stato salvato (e per fortuna) dalle Guardie Zoofile di Caltanissetta


Purtroppo un'altro caso indecente di maltrattamento contro gli animali e in questo caso si può parlare di cattiveria pura. Questo povero cane viveva al buio, legato ad una catena corta, in mezzo agli escrementi, senz'acqua e con qualche pezzo di pane secco (ricordate il caso del cane di nome Salvo a Palermo? ricorda un po' quella vicenda). 

Comunque questo cane era rinchiuso in un piccolo alloggiamento di 30x30 cm, un angoletto destinato ai contatori di acqua e luce ed era chiuso da uno sportello metallico. In cane ha vissuto per 11 mesi li finché per fortuna le guardie zoofile dell'OIPA di Caltanissetta sono intervenute e hanno liberato il cane da questa tortura.

Il cane era denutrito, incapace di muoversi, inoltre la reclusione ha impedito il regolare sviluppo osseo e muscolare del cane e il colare che era diventato troppo piccolo era attaccato alla pelle provocando infezioni.

Le guardie zoofile Oipa hanno denunciato il proprietario per maltrattamento di animale e hanno posto il cane sotto sequestro. L'animale, affidato al coordinatore del nucleo, Fabio Calì, sta ricevendo le cure necessarie e sarà presto dato in affidamento.

la crudeltà come potete vedere era estrema e secondo me il proprietario era uno non lo so... comunque non normale, uno che se diverte con la sofferenza altrui, comunque uno cosi sempre secondo me è pure pericoloso. Comunque io sinceramente vorrei guardare uno cosi negli occhi per chiedergli il perché... giusto perché non riesco a capire il motivo di questa enorme crudeltà..... E poi aspetto proprio che venga fatta giustizia.



Nessun commento:

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML