.

13 settembre 2013

Asciugatura vintage per capelli perfettamente ricci o lisci (e non danneggiati) a casa.


Abbiamo già parlato dell'asciugatura in modo generale ma ora è il momento di parlare di un altro tipo di asciugatura un po' più impegnativa ma molto valida.

Comunque asciugare, mettere in piega, lisciare, arricciare... e quante volte ci roviniamo i capelli con l'uso e abuso del phon e piastre?

Il phon spesso è necessario per non avere problemi di emicrania e cervicale soprattutto quando è inverno, però i capelli spesso ne pagano il prezzo: secchezza, effetto crespo, capelli spenti ecc. sopratutto chi li ha secchi di natura. 

Inoltre si sa che per le ricce non è semplice asciugare e mettere in piega con spazzola e phon e quindi si usa anche la piastra rovinandoli ancora di più.

I prodotti termo protettori e i prodotti a ioni al mio vedere sono un'illusione visto che per i primi usi vanno bene, però i capelli inevitabilmente si stressano con il tempo e quindi via con le forbici.

Un modo antico (alcuni direbbero datato) per asciugare i capelli senza stressarli e avendo allo stesso tempo una piega bella e durevole, sia riccia che liscia è l'uso del casco asciugacapelli.

Anche se sa da "parrucchiera della nonna", secondo me questo vecchio metodo è utilissimo per chi vuole avere capelli perfetti e anche sani e quindi sono ancora validi anche nei nostri tempi di piastre e phon.

Io non sono una piastra dipendente (e poi tra l'altro ultimamente ho un taglio corto), ho sempre accettato i miei capelli mossi e ho sempre cercato di stressarli il meno possibile idratandoli spesso e quindi nonostante la mia grossa quantità di capelli comunque sono sempre stati al posto loro. Inoltre a me piacciono i capelli con un aspetto naturale: ricci naturali, lisci naturali, ondulati naturali e via dicendo, il liscio piastrato duro non mi ha mai convinta però è un mio gusto personale.

Il vantaggio del metodo vintage di asciugatura è che la piega sembrerà naturale, si evita l'effetto crespo,  i capelli non si rovinano e non avete bisogno di comprare i soliti prodotti (spesso siliconosi) per proteggervi dal calore del phon e piastre.

Comunque per usare il casco per fare la piega è necessario avere:

a) Bigodini larghi per chi vuole una piega liscia o più piccoli per chi li vuole con tanti boccoli
b) Pazienza (ma praticamente la stessa che si deve avere per combatterci con phon e piastre)




Quindi prendete i bigodini e metteteli sulla testa (le prime volte magari saranno un po' difficile metterci i bigodini ma con un po' di pratica si fa in un attimo). Io consiglio l'uso delle forcine.



Mettersi sotto il casco e aspettare l'asciugatura. Importante: i capelli devono essere asciutti al 100% altrimenti la piega viene brutta. Se volete accelerare le cose e se i capelli sono asciutti tipo al 80 o 90% date un tocco finale con il phon a media temperatura e all'aria contenuta e passate il phon senza ritirare i bigodini e quindi un getto di aria fredda e via i bigodini.

Il casco è anche molto utile per idratare i capelli nel senso che dopo che avete applicato la vostra maschera/impacco, mettete un asciugamano sul collo e quindi andate sotto il casco. Il calore farà con che l'impacco venga assorbito al meglio dai vostri capelli.

Oggi come molti parrucchieri non usano molto il casco è un tantino difficile trovarlo, però i negozi di fornitura per parrucchieri e internet possono essere di aiuto. A volte certi negozi anche se non hanno il prodotto in magazzino possono fare la richiesta per voi.

Un casco molto buono e che non occupa spazio è questo:

Babyliss Casco asciugacapelli 889AE
Però vi dico subito che è ben semplice e non raggiunge delle temperature altissime quindi l'asciugatura è ben graduale, comunque  per questo motivo è possibile asciugare i capelli ricci anche senza bigodini, come si fa all'aria aperta sotto il sole caldo.

Ci sono tanti altri prodotti in commercio più potenti di questo volendo.

Ecco un tutorial per i bigodini (le spiegazioni sono buone, comunque per l'asciugatura mettete i bigodini sui capelli bagnati). Se non volete sentire le spiegazioni ma solo vedere come si mettono i bigodini avanzate il video a 1:55 minuti.




Passo a passo "cartaceo" qui





6 commenti:

CosmicMummy ha detto...

non so quanto sia sano tutto quel calore prolungato in testa, se fatto spesso. demonizziamo i telefoni cellulari che hanno appunto il difetto di scaldare la testa... l'ho fatto una volta sola nella mia vita, dal parrucchiere, il giorno prima di sposarmi. volevo scappare!

Vivere Verde ha detto...

Beh non so chi demonizza il cellulare, di certo non io visto che faccio utilizzo e non sono una che si mette a sparlare contro le nuove tecnologie.

Quanto al calore prolungato chi ha i capelli voluminosi o molto lunghi il calore lo deve sopportare a lungo sia che si faccia uso del phon, o della piastre o quant'altro e quindi la testa surriscaldata non se la leva nessuno.

Se uno vuole fare asciugare i capelli naturalmente libero di farlo e io lo faccio spesso, però è libero anche di prendere una storta al collo d'inverno e queste sono valutazioni personali.

Nivea Corazzini ha detto...

Tanto calore per calore ben venga il calore del casco rispetto a quello del phon, tanto sempre prolungato è. Io in bagno ci sto per ben 2 ore per asciugare tutta quanta la criniera con il diffusore, per non parlare di quando usavo la piastra: altra mezz'ora piena.

Mia nonna è sempre andata da parrucco per farsi i capelli e usava il casco e non ha avuto mai e poi mai nessun problema.

Magari anche io torno un po' indietro nel tempo perché per me fare una piega decente d'inverno è un tormento.

Vivere Verde ha detto...

come si dice: i vecchi rimedi delle nonne :))
comunque per avere una bella piega bisogna avere capelli belli idratati

anna y valdez ha detto...

sarebbe interessante provarci questo metodo, ora i capelli li ho corti perché come t'avevo già raccontato sono stata costretta a tagliarli dovuto ai danni permanenti provocati dalla piastra e dalla deco.

Per ora seguirò quell'altro metodo sempre da te suggerito_ attorcigliare l'asciugamano come una caramella per farlo asciugare il massimo possibile. Per ora non sto usando il diffusore, vediamo quest'inverno come va. Comunque sto notando che ultimamente i miei capelli si asciugano in un attimo ma non sono aridi come prima, pensi che sia una cosa buona questa?

Grazie per i mille suggerimenti :)

Vivere Verde ha detto...

se riuscirai a curarli bene da adesso che sono corti vedrai che cresceranno bene e meno ribelli.

Quali prodotti stai usando adesso?

comunque si, il metodo della caramella è ottimo, soprattutto per i corti, comunque se hai notato che i tuoi capelli si asciugano in fretta pur non rimanendo secchi è un segno che in questo momento non sono porosi.

I capelli porosi assorbono moltissima acqua e si asciugano lentamente, quelli non porosi non assorbono tant'acqua e si asciugano prima.

Anche io adesso li asciugo naturalmente, poi d'inverno inizierà nuovamente la rottura di dover asciugarli in fretta.

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML