Vivere Verde: un blog dedicato alle soluzioni ecologiche: casa, persona, animali, giardino, salute, benessere, cucina vegana e vegetariana, alimentazione

23 ottobre 2013

Lavare i capelli con la tecnica del co wash: cos'è, a chi è indicato e come si realizza.





Da un po' di tempo che ho iniziato a usare la tecnica del co wash per lavare i capelli. Cos'è il co wash? Consiste nell'usare il balsamo al posto dello shampoo ed è una tecnica indicata a chi ha una capigliatura riccia, crespa, secca o capelli molto spessi.

Il balsamo lava perché comunque ha tensoattivi nella sua formula e un po' di solfati, inoltre il PH dei balsami è un po' acidulo quindi ideale per i capelli più secchi.

Gli shampoo invece sono più aggressivi perché contengono solfati (come ad esempio Ammonio lauril solfato) che servono per sgrassare i capelli, il problema è che spesso i solfati sono incompatibili con i capelli secchi perché li rende sempre più secchi. Anche le cute più delicate possono reagire male ai solfati presenti negli shampoo.


Pensate che in America e anche in Brasile, esistono molte linee di shampoo tradizionali e bio "solfato free" perché appunto in questi paesi la tecnica del co wash viene usata da molto tempo e ingredienti come paraffina, olio minerale, silicone e solfati sono visti con cattivi occhi dalle ragazze. E quindi si alterna il co wash con l'uso di shampoo silicone e solfato free.

In Italia è difficile trovare shampoo senza solfato visto che il Ammonio lauril solfato è presente in quasi tutte le formule. Uno shampoo libero di questa sostanza è il fisioshampoo della omia che mi è piaciuta molto.

Una cosa importante: non va usato qualche balsamo per il co wash ma solo quelli senza o con pochissimo contenuto in silicone e senza paraffina nella formula e oggi ci sono tanti nei supermercati, erboristerie e parafarmacie.

Ho iniziato a fare il cowash e questa tecnica mi sta piacendo molto, la cute è pulita e per niente grassa e i capelli non presentano nessun segno di secchezza. Potete ogni tanto fare una maschera dopo il lavaggio con il balsamo. Dopo alcuni lavaggi uso uno shampoo, il realtà ora sto usando l'olio lavante assenzio dell'Erbolario con poco contenuto in solfati e molto idratante.

Come fare?

Bagnare i capelli e togliere l'eccesso di acqua
Spalmare il balsamo e massaggiare molto bene la cute
Lasciare in posa per alcuni minuti, massaggiare nuovamente la cute e lavare
Alcune ragazze aggiungono dello zucchero al balsamo per fare lo scrub, io non lo faccio perché l'effetto finale non mi è piaciuto. 

Questa tecnica è più indicata per chi ha capelli secchi o tendenti al secco, crespi e ricci. Però anche non li ha proprio secchi ma si normali oppure grassi può provare questa tecnica. Alcune ragazze usano una miscela di balsamo+argilla+succo di limone per lavare i capelli e molte dicono che funziona ed è anche un toccasana per la cute delicata e/o con forfora.  Comunque gli oli di cedro e tea tree aggiunti allo shampoo e/o balsamo sono ideali per equilibrare la cute grassa indipendentemente dal fatto che si faccia o meno il co wash.

4 commenti:

minire71 ha detto...

Mi incuriosisce questa tecnica la provo, ho i capelli stile cane bagnato eh eh eh... e quando li lavo trovare qualcosa che non irriti la cute e non secchi i capelli è difficile ho provato anche il shampoo come il restivoil ma non mi è piaciuto molto.

Grazie per l'articolo.

Baci Ire

Vivere Verde ha detto...

Il restivoil è strano: ad alcuni piace da morire, altri ancora non lo possono usare assolutamente :)

comunque l'olio lavante della sanotint mi è piaciuto molto (in parafarmacia)

Grazie a te :)

giglio ha detto...

molto interessante questo post.
che ne pensi di quelli della Yves Rocher senza parabeni e total bio?
ciao!

Vivere Verde ha detto...

ciao giglio

guarda sono ottimi, li sto usando e devo dire che lasciano i capelli morbidissimi.

Ho fatto la recensione qui:
http://vivereverde.blogspot.it/2013/10/recensionebalsamo-nutri-riparatore-e.html

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML