.

27 febbraio 2014

Tecnica millenaria indiana di massaggio e idratazione capillare con oli vegetali


A volte può capitare di usare uno o più oli vegetali per idratare la chioma però senza tanti risultati, anzi a volte non si vedono risultati. Quello perché applicare l'olio e lasciarlo li sui capelli non è che fa tanta differenza perché gli oli vegetali da soli fanno fatica a penetrare nei capelli e fare il loro lavoro,  quindi per aiutarli a promuovere la loro azione idratante e umettante ci sono due modi: il calore e il massaggio, però quest'ultimo è ancora più efficace.

Dunque inzuppare la testa di olio e andare a dormire spesso non porta o porta pochi benefici ai capelli (però aiuta molto se li avvolgete in pellicola e quindi una cuffia da doccia però la scomodità è assurda.

Invece potete seguire il metodo indiano chiamato champi che è una tecnica millenaria di massaggio al cuoio capelluto che appunto massaggiava i capelli e io cuoio con degli oli pregiati ed essenze floreali. Una curiosità: Sake Dean Mahomed nato a Patna ha portato il metodo champi in Inghilterra, a Brighton e quindi lui e la sua moglie irlandese hanno creato dei bagni in cui questa tecnica veniva utilizzata ed era molto apprezzata.

Purtroppo molto tempo dopo lui ha perso tutto quello che aveva ed è morto 10 anni dopo e i parrucchieri inglesi hanno iniziato ad usare una miscela di acqua, sapone e erbe al posto degli oli e Kasey Hebert è stato il primo a fabbricare shampoo a livello commerciale.

Va bene, comunque la tecnica del messaggio umettante è ancora utilizzato in India e io personalmente l'ho provato quando sono andata in India. Come all'epoca avevo i capelli da Raperonzola nel senso che erano davvero lunghi e anche tanti credo che in una seduta hanno usato circa 2 litro di olio.

Come il biglietto per l'India è un po' caro anche se secondo me vale la pena fare una visita a questo paese e me lo porterò nel cuore per sempre, allora guardando questo video è possibile imparare a fare il massaggio capillare con olio vegetale. La ragazza ha usato l'olio di cocco tiepido, però potete scegliere un'altro del vostro gradimento. Da sottolineare che il massaggio capillare non è soltanto umettante ma stimola anche la crescita dei capelli, tanto che le donne indiane hanno dei capelli lunghissimi e anche quando li tagliano questi ricrescono velocemente.

Ecco il video:


 

Attenti a non addormentarvi  perché la musica è un po' troppo rilassante.

4 commenti:

anna y valdez ha detto...

sarebbe bellissimo avere una persona disponibile per farmi un massaggio del genere... Però una domanda: ho letto che gli impacchi con olio scaricano la tinta, secondo te è vera questa cosa? La ragazza mi ha usato l'olio di cocco però ha parlato anche di un'altro (mannaggia l'inglese), l'olio EV di oliva va bene? Buona domenica :)

Vivere Verde ha detto...

Lei parla dell'olio di cocco e dell'olio di sesamo, comunque puoi usare un qualunque olio basta che sia uno adatto ai tuoi capelli perché ad esempio alcuni oli vanno bene per certi capelli e per altri no, io ad esempio non amo molto usare dell'olio EV di oliva puro sui capelli per i massaggi ma piuttosto l'olio di germe di grano ad esempio.

Se usi oli pensanti tipo oliva e ricino dovrai usare un po' di shampoo in più per sgrassarli di più anche se gli oli messi su capelli molto aridi a volte spariscono quasi che completamente.

laura ha detto...

Ciao!
mi piacerebe provare il champi, ma vorrei sapere quanto ci vuole poi per rimuovere tutto quell'olio... una volta con un semplice impacco di olio di cocco(2 cucchiai) mi è rimasta la testa unta una settimana...
grazie,
Laura

Vivere Verde ha detto...

guarda io uso l'olio e dopo il massaggio faccio 2 passate di shampoo diluito, 1 cucchiaio di shampoo per 1 bicchiere di acqua. Di solito lavo i miei capelli con erbe indiane però quando uso l'olio ricorro allo shampoo...

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML