Vivere Verde: un blog dedicato alle soluzioni ecologiche: casa, persona, animali, giardino, salute, benessere, cucina vegana e vegetariana, alimentazione

19 marzo 2014

Lavaggio dei capi di lino in lavatrice e a mano e asciugatura


Lavaggio:

Lino Bianco:

In lavatrice:

1) Usare di preferenza del detersivo per la lana oppure dell'acqua saponata con sapone di marsiglia (strofinare una spugna bagnata con abbondante sapone di marsiglia e quindi immergerla in acqua e raccogliere il liquido). Oppure mettete 1 pezzo di sapone nel cestello assieme al bucato che dovrà essere tolto per un risciacquo finale (magari a freddo con ammorbidente fai da te). Aggiungere 2 cucchiai di acqua ossigenata da 40 volumi (quella per colpi di sole)+1 cucchiaio di sale grosso+ 1 cucchiaio non molto piano (niente montagnetta) di maizena o fecola di patate.

Nel caso del lino sarebbe meglio usare l'acqua ossigenata piuttosto che il percarbonato.

2) Lavare alla temperatura più alta indicata in etichetta (di solito 50 gradi) ma non di più



3) L'ammorbidente più indicato per il lino bianco è questo: 1 cucchiaio di glicerina (farmacia), 1 cucchiaio di succo di limone+1 cucchiaio dia aceto di mele+oli essenziali di agrumi e/o lavanda (gli oli sono opzionali e servono per il profumo).  Altrimenti potete usare soltanto del succo di limone o aceto di mele.

Queste miscele/ingredienti vanno messi nella vaschetta del detersivo.

A mano: 

Strofinare con abbondante sapone di marsiglia e lavare, quindi strofinare nuovamente con abbondante sapone di marsiglia e lasciare in ammollo in acqua calda+acqua ossigenata da 40 volumi o candeggina delicata+1 cucchiaio non molto pieno di maizena o fecola di patate. Ammollo per 1 ora e quindi  lavare.

Ammorbidente: ammollo in acqua, glicerina e succo di limone. Potete aggiungere degli oli essenziali per la profumazione. Ammollo per alcuni minuti. Per 2 litri d'acqua potete usare 1 cucchiaio di glicerina e succo di 1 limone. Se non avete la glicerina potete usare solo acqua e aceto.

Lino Colorato:

Tende a perdere colore quindi è meglio lavare i capi di lino di un determinato colore da soli (un colore alla volta) e non con altri capi di altri colori e/o altri tessuti:

Lavatrice:

1) Anche qui usare di preferenza del detersivo per la lana oppure dell'acqua saponata con sapone di marsiglia (*) (strofinare una spugna bagnata con abbondante sapone di marsiglia e quindi immergerla in acqua e raccogliere il liquido). Oppure mettete 1 pezzo di sapone nel cestello assieme al bucato che dovrà essere tolto per un risciacquo finale (magari a freddo con ammorbidente fai da te).

Aggiungere 2 cucchiaio di sale grosso + 1 cucchiaio non molto piano (niente montagnetta) di maizena o fecola di patate. Se avete l'abitudine di disinfettare il bucato potete aggiungere alcune gocce di olio di malaleuca.

2) Lavare a freddo o al massimo a 30 gradi

(*) Nonostante il sapone di marsiglia sia ideale per il lavaggio di praticamente tutti i capi, nel caso del lino colorato il sapone di aleppo è ancora più indicato, efficace, delicato e lavante.

3) L'ammorbidente più indicato per il lino colorato è questo: 1 cucchiaio di glicerina (farmacia), 1 cucchiaio 2 cucchiai dia aceto di mele+oli essenziali di agrumi e/o lavanda (gli oli sono opzionali e servono per il profumo). Altrimenti potete usare soltanto dell'aceto di mele.

Queste miscele/ingredienti vanno messi nella vaschetta del detersivo.

A mano: 

Strofinare con abbondante sapone di marsiglia (*) e lavare, quindi strofinare nuovamente con abbondante sapone di marsiglia e lasciare in ammollo in acqua calda+sale grosso + 1 cucchiaio non molto piano di maizena o fecola di patat. Ammollo per 1 ora e quindi  lavare.

Ammorbidente: ammollo in acqua, glicerina e aceto di mele. Potete aggiungere degli oli essenziali per la profumazione. Ammollo per alcuni minuti. Per 2 litri d'acqua potete usare 1 cucchiaio di glicerina 1 bicchierino da caffè di aceto di mele. Se non avete la glicerina potete usare solo acqua e aceto.

Asciugatura

Dovete appendere le camice in lana in delle stampelle e gli altri capi abbastanza aperti e mai stropicciati in uno stendino o corda. Prendete uno spruzzino con solo acqua e spruzzate i capi per cercare di togliere il più possibile i segni della centrifuga.

Stiratura

Ad alta temperatura (di solito quella ideale è indicata sul ferro da stiro), i capi colorati devono essere stirati dal rovescio.

Lino bianco ingiallito:

Immergere il capo in acqua bollente, succo di limone, buccia tagliata a pezzettini e sale grosso. Chiudere la pentola/bacinella e lasciare in ammollo per 24 ore. Lavare in lavatrice alla temperatura + alta permessa con detersivo+acqua ossigenata 40 volumi.



2 commenti:

Vivre Shabby Chic ha detto...

Quanti consigli utili! Grazie, ti seguo con immenso piacere... Un caro saluto, Carla.

Vivere Verde ha detto...

Grazie 1000 Carla sei gentilissima e sei la benvenuta!!

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML