.

09 aprile 2014

Mobili graffiati: come usare le noci per restaurarli


Potete restaurare il vostro mobile graffiato con una semplice noce... si le noci (la parte interna che si mangia per capirci) quando viene usata per strofinare il legno sprigiona un olio che riempie i segno/graffi.



Ovviamente quando il danno è grande la povera noce non può fare miracoli ed è necessario usare anche altri materiali, ad esempio potete lisciare i graffi più profondi con una carta vetrata di grana fine o lana d'acciaio per legno, togliere la polvere e strofinare con la noce e se i solchi saranno ancora grandi potete riempirli con cera d'api miscelata ad un apposito colorante se il mobile è scuro. 


Un colorante naturale per il legno (e capelli) è il mallo di noce, una polvere che potete trovare nelle erboristerie, in pratica la cera va sciolta a bagno maria, si aggiunge un po' di polvere fino ad arrivare al colore desiderato e quindi va lasciata intiepidire, quindi mettete un po' di cera ancora fluida nella zona da trattare in modo da penetrare bene all'interno dei solchi, quindi togliete l'eccesso con spatola di plastica o una in acciaio con la punta coperta con nastro adesivo e quindi lucidate.

Se non sentite il bisogno di usare la cera perché i solchi profondi non ci sono potete lucidare il mobile con del'olio di lino crudo nel caso dei mobili molto secchi o con dell'olio di lino cotto se bisogna solo di una leggera lucidata e quindi lucidare con flanella.  


Nessun commento:

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML