Vivere Verde: un blog dedicato alle soluzioni ecologiche: casa, persona, animali, giardino, salute, benessere, cucina vegana e vegetariana, alimentazione

25 maggio 2014

Feste (magari a tema bio) a pagamento: un modo per lavorare in proprio a casa propria.


Tempi di crisi e lavoro che scarseggia.... oppure a volte si paga per lavorare e quindi in questi momenti scatta la creatività: come lavorare da casa, guadagnare soldi senza prendersi una fregatura??

Un modo c'è ed è stato inventato negli Stati Uniti (cosi dicono però non sono sicura), se una persona ha una casa/appartamento capiente può aprire la casa per le feste a pagamento.

Cosa occorre:



Avere la casa giusta
Saper cucinare
Essere cortesi
Pulizie
Organizzazione

Ad esempio voglio specializzarmi in feste a tema bio/vegan, quindi preparo una decorazione a tema: tovaglie in tessuto rustico, piatti in legno (o qualunque altro materiale basta che non siano  di plastica), e via dicendo...

Poi via alla realizzazione dei piatti: molto importante perché ad esempio uno non esce per mangiare la pasta all'aglio e olio ovviamente e quindi bisogna imparare a fare dei piatti ricercati, cose che uno non mangia di solito a casa, quindi una pasta fatta in casa con una farina particolare, sughi freschi preparati a casa, verdure fresche e variegate, miscele di piatti salati e con la frutta e via dicendo. Chi ama il bio di solito mangia molti alimenti particolari e appartenenti ad altre culture come le alghe, i semi di chia, i funghi cinesi, le cotture indiane, la curcuma, oli particolari (sesamo, zucca, riso) ecc e quindi bisogna studiare non solo la cucina locale ma anche quella internazionale.

Quindi uno pensa alle bibite che devono seguire il tema (succhi, vino/birra bio ecc), all'organizzazione dell'evento (il cibo/bevande non devono mancare, il bagno deve essere pulito e dotato di asciugamani, bambini a letto, niente amici imbuca festa ecc).

Quanto all'organizzazione del menu è sempre bene avere tutte le opzioni possibile messe per scritto e come saranno servite (fingerfood, classico, apericena ecc) e anche le quantità (una cosa è un piatti di pasta abbondante ed un altro delle cremine fredde a mo' di fingerfood), e le bevande scelte per poter accordare con il committente e fare dei cambiamenti se necessario e quindi accordare il prezzo (acconto o pagamento completo prima della festa). Dovete includere nel prezzo le operazioni di pulizia e la spesa per acquistare i prodotti da essere usati in cucina. Inoltre è impostante stabilire il numero massimo di persone.

Questo è solo un suggerimento ed un esempio, ovviamente ognuno lo deve adattare alla propria realtà ed a cosa ha in mente ed a cosa è effettivamente bravo (una serata enogastronomia con il vino di qualità adatto ad ogni accompagnamento, o una serata a base di piatti tipici di ogni regione e via dicendo).

Magari questo tipo di lavoro può unire l'utile al dilettevole visto che ci sono tanti bravi cuochi(e) che potrebbero buttarsi in questo tipo di attività.

Nessun commento:

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML