Vivere Verde: un blog dedicato alle soluzioni ecologiche: casa, persona, animali, giardino, salute, benessere, cucina vegana e vegetariana, alimentazione

19 febbraio 2015

Uccidere un figlio per salvarlo... quando la disperazione è estrema!!


Ricordate il caso della Orsa Daniza la mamma orsa uccisa perché ha difeso i suoi figli da uno? In Cina è accaduta una storia ancora più tremenda e triste che ha coinvolto sempre una mamma orsa e ve la racconto:

Abbiamo già parlato delle fattorie della bile in Cina e Vietnam e che nonostante le proteste i loro governi non intendono proibirle. In queste fattorie gli orsi vengono chiusi in gabbie piccolissime con un catetere infilato nella carne. Questi orsi soffrono cosi tanto che a volte si auto mutilano cercando di scappare dall'inferno. Per i loro aguzzini/terroristi gli orsi della luna sono solo un serbatoio di bile e la produzione aumenta se l'animale soffre e solo la morte li libera dalle gabbie. Questi animali tormentati da dolori atroci provocati dalle ferite e dai tumori che provano in tutti i modi di togliere il catetere e aprire la gabbia ma vengono pungolati con ferri incandescenti e spesso vengono rimossi unghie e denti.

Magari una mamma può subire una sofferenza atroce ma quale madre può sopportare simile atrocità se viene fatta contro sui figlio? Un operaio di una di queste fattorie ha raccontano in anonimato che il cucciolo piangeva mentre veniva inserito il catetere e la mamma era rinchiusa in una gabbia, la sofferenza del figlio era talmente straziante che lei è riuscita a scappare dalla prigione e ha compiuto un gesto estremo: non riuscendo a liberarlo dalla catena che lo tratteneva lei ha abbracciato il suo figlio fino a soffocarlo e ucciderlo poi si è tolta la vita scagliandosi a testa bassa contro un muro.

Un gesto di amore misto a disperazione due sentimenti che di solito noi umani nel nostro egoismo attribuiamo solo agli esseri umani che nel nostro narcisismo crediamo pure che ci assomigliamo a qualche Dio!!! Magari ci assomigliamo a qualcos'altro!!

Io sinceramente ho pianto dopo aver letto e mi vieni da piangere anche ora che ve la racconto perché mi immedesimo nei panni di questo povero animale, di tanti che devono subire queste situazioni di merda create dall'uomo, piango perché mi vergogno di appartenere ad una specie cosi vigliacca e violenta che sottomette sia gli animali che altri esseri umani spesso bambini a condizioni di vita cosi pessime!! Mi vergogno di appartenere alla stessa specie di soggetti ben nutriti che con tanto di pancia piena sparano sentenze contro i poveri animali o contro le persone che non hanno un cavolo di niente della vita!!! 

Questa povera mamma non ha un nome come Daniza ma è un altro esempio che una madre è una madre e non importa se è un orso, una donna, un cane...... per me il prossimo non è solo un essere umano ma anche un animale perché sinceramente non mi sento superiore a loro poiché la specie umana è solo una delle tante specie che vivono in questo pianeta e se scomparisse il mondo e gli altri animali andrebbero avanti lo stesso perché non siamo cosi insostituibili come pensano in tanti.

Alcuni chiedono: ma ti piacciono tanti i cani, gatti ecc ma gli animali di allevamento? Apposta non li mangio perché sono contraria agli allevamenti intensivi dove gli animali vengono buttati, rinchiusi, sfruttati, riempiti di antibiotici e uccisi. La mia scelta è quella di non mangiare cane e sono viva e in buona salute. Alcuni miei famigliari mangiano la carne e quindi come non posso costringere nessuno a rinunciare alla carne visto che trattasi di un percorso personale la soluzione è quella di acquistare carne biologica di animali che hanno almeno la possibilità di pascolare e camminare mentre sono in vita, lo stesso discorso per latte e uova.

Molti dicono che non vale la pena perché qualcuno ha scoperto che il bio non è bio... signori miei io faccio la mia parte, poi se qualcuno non è onesto o imbroglia purtroppo non posso farci niente però questa non è una scusa per incrociare le braccia e non fare la cosa giusta


Mamma Orsa, tu sei un Orso della Luna.... magari ora tu e tuo piccolo figlio siete nel paradiso degli animali dove una bella luna crescente vi sorride.... che le forze della natura possano darvi conforto e aspetto che in questo momento mamma e cucciolo siano insieme e liberi di vivere.....

Per aiutare questi animali aiutate la Fondazione Animals Asia




Nessun commento:

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML