Vivere Verde: un blog dedicato alle soluzioni ecologiche: casa, persona, animali, giardino, salute, benessere, cucina vegana e vegetariana, alimentazione

24 marzo 2015

Giustizia da cani: un evento per dare voce ai cani della Sicilia

 Evento facebook: clicca qui

E come già annunciato in conferenza stampa, eccoci qui a chiedervi di partecipare a questa manifestazione che si terrà giorno 28/03/15 a Catania in Piazza Giovanni Verga di fronte al palazzo di giustizia. Questo evento nasce dalla necessità di dar voce a chi non può parlare. 

Vogliamo essere portavoce di tutti quegli animali vittime di ingiustizie, di prigionie, di maltrattamenti, di abbandoni, di soprusi e di sofferenze. Troppe volte nella nostra Sicilia i reati nei confronti degli animali rimangono impuniti, troppe volte gli animali sequestrati rimangono in affidamento ai loro aguzzini. 

Troppe le sentenze emesse con frettolosa superficialità, troppe le richieste di archiviazione. Vogliamo la certezza della pena per chi commette reati contro gli animali. Tutti insieme per cambiare le sorti di tutti quegli animali che rimangono nel silenzio, che vivono tutti i giorni la disperazione di una vita ignobile e crudele, tutti insieme per gridare BASTA! 


Tutte le associazioni della Sicilia sono invitate a partecipare ed a manifestare la mancanza di giustizia nei confronti degli animali proprio di fronte il luogo dove la giustizia si amministra. Fino ad oggi nessun tribunale siciliano si è mai pronunciato sulle condizioni di maltrattamento che vivono i cani rinchiusi nei canili siciliani. 

Per i comuni siciliani risolvere il problema del randagismo significa stipulare appalti milionari con le strutture private invece di dotarsi di propri rifugi sanitari senza per altro quasi mai accertarsi delle reali condizioni di vita dei LORO cani Dobbiamo batterci affinché i canili lavorino a porte aperte, in trasparenza, affinchè le sterilizzazioni vengano fatte nei modi e nei tempi previsti dalla legge, affinchè le reimmissioni sul territorio vengano fatte con criterio. 

Vogliamo rifugi pubblici dove i volontari possano supportare gli operatori, rifugi dove tutti i cani ospiti siano visibili e adottabili. Dobbiamo lottare contro chi fino ad oggi ha sfruttato gli animali per arricchirsi, chi ha voluto detenere gli animali solo per accaparrarsi la diaria giornaliera. I partecipanti verranno vestiti di nero e con le foto che possano testimoniare la propria esperienza vissuta con animali vittime di soprusi e che mai hanno avuto giustizia.


Nessun commento:

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML