CHI CERCA TROVA

22 maggio 2016

Giustizia per Spike, il cane bruciato vivo a Pozzuoli. Seguiamo insieme il Processo.



Ricordate del caso del cane Spike? Quel povero cane bruciato vivo da un pazzo, infame, maledetto a Pozzuoli? Tra l'altro lui ha fatto tutto ciò davanti ai suoi figli. Se non avete visto potete vedere qui tutta la storia.

Dopo tutto questo tempo il Processo è andato avanti, c'è stata un'udienza il 19 di questo mese e poi rimandata poi al 30 giugno ore 8:30 al Tribunale di Napoli.

Il pseudouomo coraggioso davanti al cagnolino ma cagasotto se deve affrontare le persone non si è fatto vedere, e purtroppo non si è fatto vedere il testimone (cosi ho letto sul gruppo facebook).

Faccio appello al testimone di presentarsi perché se una parte di questo Paese è in mano di criminali odiosi come questo che ha ucciso Spike, è anche per colpa di chi non lotta per la giustizia. Capisco che magari abbia paura perché uno che brucia vivo un cane può fare del male anche ad una persona, e non lo dico io ma l' FBA. Però giustamente perché sono soggetti pericolosi devono essere rinchiusi in galera o almeno pagare una multa molto, ma molto salata (meglio la multa che due giorni di prigione).

È stato creato un gruppo e se volete farne parte potete seguire tutta la vicenda e vedere a quale conclusione arriverà il giudice che sta seguendo il caso del povero Spike.

Gruppo Giustizia per Spike 

La META Sezione Campania sta seguendo sia il gruppo che il caso.

Ringrazio la mia carissima amica Joanna Rimmer, cantante Jazz che ha sempre lottato per il caso di Spike. Jo sei speciale!!



Nessun commento:

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML