CHI CERCA TROVA

23 settembre 2016

I benefici nutrizionali del rosmarino, indicazioni, controindicazioni e leggende.



Il rosmarino, Rosmarinus Officinalis, è una delle piante più conosciute che ci siano e spesso le usiamo per condire le preparazioni culinarie. Quello che molti non sanno è che questo arbusto Mediterraneo è un vero concentrato di sostanze farmacologiche e cosmetiche.

La coltivazione è facilissima poiché trattasi di una pianta molto resistente, ed è possibile coltivarla anche in un vaso sul balcone.

Vediamo quali sono i suoi benefici per tutto l'organismo:

Combatte il cancro: contiene carnosolo, un composto efficace per evitare la proliferazione di alcuni tipi di cancro, però con questo non vogliamo dire che cura il cancro, ma solo che aiuta a contrastare questo male

Migliora la memoria e la vista: contiene un diterpenoide chiamato acido carnosico che possiede proprietà neuroprotettrici, alcuni studi dicono che può essere utile nel combatte all'Alzheimer e perdita di memoria, inoltre aiuta a mantenere gli occhi sani più a lungo

Personalità: gli stessi studi hanno scoperto che l'odore del rosmarino migliora lo humor rendendo i soggetti più disposti e più efficaci, contrasta tristezza, aggressività e depressione

Mal di testa: bollire qualche rametto di rosmarino e respirare i vapori aiuta a combattere il mal di testa, ottimo anche per la memoria e come abbiamo già visto, anche per l'umore, quindi che siano vapori o l'OE di rosmarino, è utile spargere il suo profumo negli ambienti di lavoro e studio

Dolori: l'OE di rosmarino aiuta a combattere i dolori ossei e muscolari. Applicare un panno bagnato con dell'infuso concentrato e lasciare in posa per alcuni minuti, nell'occorrenza si può fare un'applicazione di olio carrier (oliva, mandorle, cocco ecc con alcune gocce di OE di rosmarino). Anche un cataplasma fatto con argilla verde ventilata e infuso di rosmarino aiutano a combattere i dolori, anche quelli del ciclo. Ottimo contro il reumatismo.

Antiinfiammatorio: contiene acido carnosico e carnosolo che inibiscono la COX-2, un enzima che provoca dolore e infiammazione, inoltre inibisce la produzione eccessiva di ossido nitrico che ha un ruolo importante nel processo infiammatorio

Sistema Immunitario: ricco in antiossidanti ed antiinfiammatori aiuta a mantenere sano il sistema immunitario

Antibatterico: efficace contro H. pylori, un batterio che provoca ulcera allo stomaco e stafilococco 

Digestione: aiuta a combattere dolore di stomaco, costipazione, indigestione, problemi al fegato e altri malessere dell'apparato digerente . Combatte la flatulenza, emorroidi e infezioni intestinali.

Capelli: Stimola la crescita e rinvigorisce, meglio ancora se applicato come un tonico assieme ad altre erbe o oli come henné,  lavanda (erba o olio), cedro (legno o olio), timo. Possono essere fatte macerare per molti giorni in aceto di mele e quindi usato 1 o 2 cucchiai di macerato in 1 litro di acqua. Combatte la forfora.

Reni: è un diuretico quindi combatte la ritenzione idrica e il cattivo funzionamento dei reni

Respirazione: i vapori di rosmarino aiutano a combattere i sintomi del raffreddore.

Fegato: un ottimo alleato di questo organo che ha diverse funzioni e deve funzionare alla perfezione. Combatte la cirrosi e le intossicazioni (ovviamente dentro a certi limiti, bisogna anche evitare bevande e alimenti che ammalano il fegato)

Anti age: combatte l'invecchiamento della pelle e l'affaticamento. Ringiovanisce la pelle stanca


Secondo una leggenda i fiori del rosmarino in origine erano bianche, però quando la Vergine Maria scappò con suo figlio il suo mantello ha colorato i fiori di questo arbusto.

Gli Antichi Greci erano convinti che il rosmarino stimolasse la memoria e l'apprendimento e quindi usavano delle coroncine fatte con rosmarino quando studiavano, oggi la scienza li da ragione.

Nella storia il rosmarino è stato utilizzato per deodorare e pulire gli ambienti, una specie di detersivo deodorante e igienizzante.

Un'altra leggenda è questa:

"Quando Maria scappò dall'Egitto i fiori iniziarono ad aprirsi subito dopo il suo passaggio. Il giglio si è innalzato ed ha aperto il suo bellissimo calice, il rosmarino invece era triste perché non aveva dei bei fiori da regalare agli occhi della Vergine Maria.
In un certo momento la Maria era stanca e si fermò, e mentre il bambino dormiva ha deciso di lavare i suoi vestitini. Maria ha appoggiato i vestiti da asciugare sul giglio ma questo si spezzò, quindi dopo ha deciso di appoggiarli sul rosmarino.
Quando li ha raccolti Maria ringraziò il rosmarino dicendogli: "Grazie gentile rosmarino, da oggi in poi i tuoi fiori saranno colorati e i tuoi aghi saranno gradevolmente aromatici. Tu odorerai di santità e di allegria. 
E il rosmarino è diventato l'arbusto più felice del mondo".

Un gruppo di ricercatori britannici dell'Università di Northumbria hanno scoperto che uno dei componenti del rosmarino, il 1,8-cineole, migliora la performance e la precisione durante lo svolgimento di attività che esigono concentrazione e cognizione.

 Alcune persone dovevano risolvere problemi di matematica e alcune altre attività correlate alla memoria e al ragionamento, e alcune di esse sono state accomodate in una stanza profumata di rosmarino, mente l'altro gruppo era un una stanza priva di odori. Il risultato finale ha svelato che il gruppo che è stato messo nella stanza profumata ha svolto le attività più velocemente e in modo più preciso.
Questa scoperta apre anche la possibilità di studiare il concetto di "marketing olfattivo" visto che certi odori possono portare a dei risultati pratici per quanto riguarda la produttività e/o lo studio.
Altri studi hanno dimostrato che la fragranza stimola anche la creatività e ha diminuito i livelli di stress.

Alcuni studi sul rosmarino:

 Componente dell'olio di rosmarino e performance cognitiva

 L'azione neuroprotettrice del rosmarino

I benefici del rosmarino per la vista

Proprietà antitumorali del rosmarino

Oltre alla preparazione dei cibi, è possibile consumare il rosmarino preparando un infuso inserendo un rametto in un po' di acqua bollente. L'infuso va bene per la memoria, per l'umore, per il fegato, per lo stomaco, intestino, reni , dolori, equilibrio del ciclo mestruale, sintomi del raffreddore, vie respiratorie, antiinfiammatorio, antiparassitario, stimolante, antiage, rinvigorente per i capelli e pelle  antidiarroico, contro il colesterolo, contro l'ansia, e via dicendo.

Pensate che alcune persone che soffrono di problemi al fegato o hanno il fegato appesantito addirittura non tollerano l'odore del rosmarino, e questo può essere un segnale di problema epatico, però solo un segnale e non una diagnosi, questa può essere fatta solo dal medico.

CONTRO INDICAZIONI: non consumare in questi casi

donne di gravidanza/allattamento
epilessia
bambini molto piccoli
problemi di pressione

Il consumo eccessivo può provocare:
  • convulsioni
  • irritazioni
  • vomito
  • difficoltà respiratorie
  • disturbi gastrointestinali
Come diceva Paracelso: "È la dosi che fa il veleno", questa affermazione non è giusta per tutti i casi ma per quanto riguarda il rosmarino e altre piante aromatici possiamo dire di sì.

Attenzione: questi consigli hanno scopo informativo e non sono validi come orientamento medico. Se avete dubbi o problemi che riguardano l'uso chiedete chiarimenti al vostro medico

Nessun commento:

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML