.

07 dicembre 2016

Organizzando gli spruzzini per le pulizie domestiche



Abbiamo parlato spesso sulla preparazione degli spruzzini per le pulizie domestiche perché sono più pratici e aiutano a risparmiare, anche perché il famoso tappo di detersivo in acqua non è altro che uno spreco di prodotto, oppure può capitare di versare più prodotto del voluto (o dovuto) ad esempi su una superficie o in un secchio. In realtà per pulire le superfici basta qualche spruzzata di prodotto per evitare di opacizzare la superficie o di riempirla di patina e impronte. Poi ricordiamo che le patine intrappolano anche residui, e quindi odori sgradevoli.

Gli ingredienti ideali per pulire ad esempio il pavimento sono acqua e aceto e poi si aggiungono altri ingredienti come alcol, acqua ossigenata, candeggina delicata, detersivi ecologici, olio essenziale e via dicendo. Per le superfici spesso basterebbe usare soltanto aceto o acqua e aceto, oppure bicarbonato, e aggiungere altri ingredienti secondo il bisogno.

In cucina e il bagno è utile avere uno spruzzino con solo aceto per pulire velocemente le superfici, lucidare i sanitari, il WC, il lavello o lavandino, per aiutare a lucidare le stoviglie in cucina, per strofinare un mobile o mattonella, levare il calcare, pulire un fornello solo leggermente sporco, inumidire una spugna già insaponata e via dicendo.

Lo spruzzino con solo alcol serve per dare una pulita veloce alle superfici dopo che questa è stata lavata, quello con candeggina delicata o acqua ossigenata per la disinfezione (e ricordiamo che la miscela aceto e candeggina gentile o acqua ossigenata è un ottimo disinfettante che però va preparato al momento)

Lo spruzzino con detersivo fai da te serve per aiutare a dosare/lavare le superfici con più praticità

Tutti gli spruzzini servono per pulire altre stanze, ad esempio servono per preparare l'acqua per il lavaggio del pavimento (ad esempio in un secchio potete versare l'acqua e quindi spruzzare un po' di aceto, un po' di alcol, un po' di candeggina delicata o un po' di detersivo ecologico o biologico), bastano ad esempio per il secchio riempito per 1/4 con acqua potete aggiungere 4 a 6 spruzzi di aceto e due di altri ingredienti. Possono essere usati per pulire i mobili del giardino ad esempio, spruzzare le macchie sui vestiti e tendaggi, insomma tantissimi usi per tutta la casa.

Per pulire le mattonelle ad esempio posizionate dietro ai fornelli potete spruzzarle con aceto e strofinare con uno straccio.

Quindi come vedete avere i vostri spruzzini bene organizzati può facilitarvi la vita, certamente ognuno deve fare a modo suo, però uno modo per iniziare potrebbe essere questo:

 Basico

Cucina:

1 spruzzino con solo aceto
1 spruzzino con una detersivo per piatti fai da te
1 spruzzino con detersivo per mobili, elettrodomestici e mattonelle (che può essere sempre il detersivo per piatti fai da te)
1 spruzzino con alcol

Bagno:

1 spruzzino con aceto
1 spruzzino con detersivo fai da te per il bagno
1 spruzzino con un lava vetri
1 spruzzino con alcol


Aggiunte:

1 spruzzino con detersivo da voi scelto però consiglio uno biologico o almeno ecocompatibile (ecolabel ad esempio)
1 spruzzino con candeggina delicata all'ossigeno o con acqua ossigenata da 20, 30, o 40 volumi

Tutti questo spruzzini possono essere  usati anche per la pulizia delle altre stanze, ad esempio il lavavetri per specchi e vetri del salotto, l'alcol per pulire alcuni oggetti, aceto, alcol e acqua ossigenata per preparare il secchio per lavare i pavimenti e via dicendo.

Per ottenere gli spruzzini: prodotti già finiti, chiedere un po' in giro se amici e parenti hanno spruzzini da buttare, oppure acquistarli nei casalinghi.



Nessun commento:

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML