Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2018

Passo passo per utilizzare il bicarbonato per staccare il cibo incrostato da pentole e padelle

A volte è impegnativo eliminare i residui di cibo attaccati al fondo della(e) pentola(e) e padella(e), in ogni modo non bisogna per forza strofinare le pagliette o cilindri in acciaio per le pentole, oppure utilizzare detersivi disincrostanti o corrosivi poiché in realtà basterebbe soltanto un bel po' di bicarbonato di sodio.

Per utilizzare il bicarbonato per eliminare i residui di cibo bisogna seguire alcuni punti, e per questo consiglio questo passo passo:

1) Cospargere la pentola con bicarbonato e strofinare con una spugna da cucina per cercare di staccare l'eccesso di cibo attaccato, risciacquare.

2) Cospargere il fondo della pentola o padella con bicarbonato (sino a raggiungere tutte le parti dove vedete che ci sono residui attaccati.

3) Versare acqua il quanto basta per coprire tutte le parti in cui ci sono incrostazioni.

4) Portare all'ebollizione.

5) Dovete far evaporare tutta l'acqua e proseguire senza spegnere la fiamma, perché mentre il bicarbonato si asciu…

Collagene: alimenti vegetali che stimolano la produzione e prolungano la giovinezza

Oggi il collagene è il nuovo acido ialuronico per quanto riguarda la ricerca dell'eterna giovinezza, tanto che oggi troviamo tanti cosmetici e integratori a base di questo elemento.

Il collagene è una proteina fondamentale e costituisce il 30% del totale delle proteine presenti nell'organismo, è parte integrante nella composizione della pelle, tendini, cartilagini, membrane, vasi ecc, ed ha in ruolo fondamentale per quanto riguarda la qualità della pelle. Costituita da glicina, prolina, arginina e idrossiprolina, fornisce elasticità e fermezza alla pelle, inoltre migliora anche l'aspetto delle unghie e capelli.

Secondo alcuni studi il collagene potrebbe beneficiare le persone che soffrono della sindrome dell'intestino irritabile, però sono studi e per saperne di più bisogna chiedere informazioni al proprio medico. Inoltre potrebbe essere utile per combattere la cellulite e le smagliature (unito ad altri trattamenti).

Dopo i 35 anni di età, la produzione di collagene d…

Enzimi naturali per pulire a fondo i tessuti più sporchi

Questo è un post remember, cioè serve per ricordare alcuni consigli dati in passato in modo più sintetico.

Abbiamo detto che l'ananas è ricco di bromelina, un enzima che può aiutare a pulire i panni sporchi più a fondo.

Per farlo potete mettere i panni più sporchi in ammollo con acqua calda, detersivo biologico o fai da te, e un pezzo di buccia di ananas o 1 cucchiaio di bucce tritate. Ammollo per 1 ora e quindi lavaggio a mano o in lavatrice.

Pulire a fondo la cucina in acciaio inox senza utilizzare sgrassatori o detergenti

Se la cucina in acciaio inox ha bisogno di essere pulita a fondo, e soprattutto se l'avete sporcata con olio o cibo rovesciato, potete usare quattro prodotti facili da reperire e anche molto economici.

Sapone di marsiglia
Bicarbonato*
Alcol comune per la casa o alcol per liquori
Aceto o succo di limone

Come prima cosa strofinare la cucina con una spugna insaponata con sapone di marsiglia
Risciacquare con panno spugna o spugna samba (ottima per risciacquare le superfici saponate)
Strofinare la superficie con spugna umida e un bel po' di bicarbonato
Risciacquare con panno spugna o spugna samba
Per neutralizzare le tracce di bicarbonato strofinare con una spugna bagnata con aceto e quindi risciacquare con panno spugna o spugna samba
Per ultimo dare una passata con alcol per lucidare e asciugare con panno asciutto.

In questo modo sarà tutto pulito, sgrassato e anche profumato di fresco

Al posto dell'aceto potete usare del succo di limone
*Potete usare il bicarbonato di potas…

Come rinfrescare a fondo i tappeti e moquette

Per rinfrescare a fondo i tappetti e moquette avete bisogno di:

Bicarbonato
Scopa Morbida
Alcol comune o alcol per liquori
Una pietrina di resina di canfora oppure olio essenziale di menta peperita oppure cristalli di mentolo
Uno spruzzino
Aspirapolvere
Mocio pulito*
Scopa a vapore (opzionale)

Come prima cosa dovete cospargere il tappeto o moquette con abbondante bicarbonato, farlo entrare a fondo tra le fibre spazzando/distribuendo leggermente con una scopa molto morbida, lasciare agire per alcuni minuti e quindi passare l'aspirapolvere.

Riempire uno spruzzino con alcol e la canfora, oppure con OE di menta o mentolo (potete usare tutti e tre), agitare bene e quindi spruzzare il tappeto con questa soluzione e distribuire con un mocio umido e molto ben strizzato. Se avete una scopa a vapore (e se il vostro tappeto o moquette resiste a questo tipo di trattamento), passatela per disinfettare e distribuire l'odore.

Lasciar asciugare bene.

Resina di canfora

Neutralizzare gli odori sgradevoli nella lettiera in modo facile ed economico

I gatti sono animali molto puliti, e come tali, esigono una lettiera fresca e pulita. Alcuni gatti sono particolarmente esigenti e se la lettiera non è del loro gradimento possono iniziare a fare i loro bisogni per terra.

Un fattore che contribuisce ad allontanare i gatti dalla lettiera è l'odore. Diciamo che pure per noi non è che l'odore è proprio il massimo, però per loro che la devono utilizzare, l'odore di ammoniaca può diventare insopportabile.

Quindi tra i lavaggi (la lettiera va lavata a fondo almeno 1 volta al mese), bisogna cercare di mantenere la sabbia sempre fresca e pulita. Le pulizie giornaliere sono fondamentali (e una sabbia agglomerante aiuta molto), ci sono diversi tipi di lettiera: con solo argilla, con profumo naturale, con aggiunta di sostanze ecc.  In ogni modo due ingredienti semplicissimi da trovare possono essere utili per neutralizzare o diminuire l'odore.

Il bicarbonato di sodio diminuisce gli odori e mantiene la sabbia asciutta, però a vo…

L'aroma del tè nero aiuta a calare i livelli di stress

Una ricerca ha dimostrato che l'aroma del tè nero è un antistress naturale poiché contiene composti aromatici che aiutano a migliorare l'umore. Alcuni ricercatori hanno studiato l'aromaterapia del tè, e appunto, in questo caso del tè nero.

I ricercatori dell'Università di Shizuoka, Università di Chubu e Tokay University hanno realizzato gli studi per analizzare la variazione dello stress fisico e psicologico in un gruppo di 18 volontari, 5 uomini e 13 donne dall'età di 21 anni.

I volontari sono stati sottomessi ad un test da essere risolto in 30 minuti e durante alcuni intervalli i partecipanti alcune volte inalavano il tè nero e altre volte solo vapor d'acqua.

Sono stati valutati i livelli dell'ormone cromogranina-A (CgA), ovvero l'ormone dello stress per determinare l'effetto dell'aroma del tè nero. Paragonando con il gruppo di controllo, i soggetti che hanno inalato hanno presentato una minor concentrazione di CgA dopo mezz'ora dello svo…

Come utilizzare l'aspirina per smacchiare e sbiancare i tessuti.

A volte anche quando usiamo gli sbiancanti, certe macchie gialle non si cancellano completamente. Un metodo molto semplice ed efficace per rafforzare il potere sbiancante dei detersivi consiste in utilizzare una medicina che quasi tutti noi abbiamo a casa: l'aspirina!

Potete utilizzarla sia nello smacchiatore, che acqua dell'ammollo o in lavatrice e vediamo come:

Smacchiatore diretto:

Sciogliere una pasticca di aspirina in un po' d'acqua, aggiungere un po' di bicarbonato. Inumidire la zona interessata e strofinare con sapone di marsiglia, e quindi versare un altro po' di acqua con aspirina e bicarbonato. Lasciare in posa per almeno 1 ora e risciacquare. Se la macchia è molto persistente ripetere l'operazione però alla fine tamponare il tutto con acqua ossigenata 40 volumi o candeggina delicata*.

Smacchiatore per l'acqua dell'ammollo:

Riempire un secchio con acqua molto calda q.b per immergere completamente i tessuti, aggiungere 1 pasticca effervescen…

Tipi di Rosai (Parte uno)

Rosai Botanici:

Tutte le specie spontanee di rosa, come pure gli ibridi ottenuti dall'incrocio di due specie spontanee differenti. Di solito i fiori hanno 5 petali, che fioriscono per un breve periodo, durante i mesi di magio, giugno o luglio.
Quelle più comuni sono: R. moyesii (rossa), R. primula (gialla), R. rugosa (rosa)

Rosai Antichi

Notevoli per il loro profumo, quasi tutti i rosai antichi hanno fiori doppi e con molti più petali rispetto alle rose botaniche. Ottenuti dalla mutazione o ibridi delle rose botaniche. La fioritura di solito avviene a giugno o luglio, comprendendo la rosa alba, le borboniane, le rose di Cina e di Damasco (damascena), la polyantha nane, le galliche, le ibride di rosa moschata, le ibride rifiorenti, le ibride di rugosa, le rose di Portland, di Provenza e di Scozia.

Rosai Ibridi di tea

Successori degli ibridi rifiorenti che fanno parte dei rosai antichi, producono fiori in periodi differenti tra giugno e ottobre e sono indicati per fiori da recidere. F…

ABC della coltivazione delle erbe aromatiche: Origano e Pimpinella

Origano (Origanum vulgare)

Pianta perenne e rustica, affinché possa fiorire deve essere coltivata in un posto caldo e soleggiato.

Ha un fusto eretto, verde, rampicante e fiori bianchi-rosa o porpora.

In alcuni luoghi può mantenere le foglie verdi e fresche anche d'inverno.

In passato i fiori venivano usati per colorare la lana.

Altezza e apertura fogliare: 30X30 cm
Posizione: pieno sole
Terreno ideale: ben drenato e fertile
Messa a dimora: primavera o autunno, seminare all'aperto in solchi profondi cm 0.50 e distanti 30 cm.
Le piante possono essere essiccate.

Moltiplicazione: dividere le piante in primavera, le talee possono radicare in estate.

Pimpinella (Sanguisorba minor)

Odore simile al cetriolo, possono essere usate in insalata o succhi, o per insaporire zuppe, salse o ortaggi.

Pianta spontanea che produce teste globose di 1.5 cm di diametro, minuscoli fiori verdi e l rimozione dei fusti fioriti stimola la crescita di nuove foglie.

Tipo: perenne rustico
Altezza e apertura …
.