Post

Come fare una pasta di sapone di marsiglia

Immagine
Il sapone di marsiglia è una delle basi più utilizzate per la preparazione dei detersivi fai da te perché è un prodotto ecologico, efficace ed economico, comunque una delle sue limitazione è il tempo che impiega a sciogliersi ma possiamo accelerare questo processo realizzando una pasta di sapone che smacchia e sgrassa in modo davvero efficace oltre a servire di base per altri detersivi autoprodotti. Realizzazione: Grattugiare una certa quantità di sapone di marsiglia. Ricoprire con acqua che può essere quella del rubinetto di casa. Sciogliere portando a fiamma bassa e mescolando di tanto in tanto con cucchiaio in legno o ammollare il sapone in acqua bollente per 24 ore e mischiare con cucchiaio di legno. Aggiungere sale fino q.b per assorbire completamente il liquido (mischiare la miscela con cucchiaio di legno per legarla bene).  Utilizzo: Ammollo dei vestiti e prelavaggio Smacchiare Lavaggio delle superfici delicate come pavimento in marmo (1 cucchiaino in 2 o 3 litri di acqua), puro

Trattamento contro la sudorazione eccessiva

Immagine
Per combattere la sudorazione eccessiva sono molto efficaci i lavaggi fatti con: 1 litro d'acqua tiepida 2 cucchiai di aceto di mele 5 gocce di olio di sclarea Mischiare bene e applicare dopo aver pulito la pelle. Non bisogna risciacquare.

Trattamento aromatico anti-età

Immagine
Olio aromatico contro l'invecchiamento della pelle 3 gocce di olio di olibano 4 gocce di olio di rosa 3 gocce di olio essenziale di sclarea 100 ml di olio di jojoba. Mischiare bene gli oli e conservare di preferenza in un baratolo di vetro scuro.  Passare sulla pelle facendo dei massaggi circolari finché la pelle assorba completamente tutto l'olio. Sul viso basteranno poche gocce. Ungete leggermente le ditta e passate l'olio sul viso. Potete farlo prima di andar a letto. Se siete incinte usate soltanto l'olio di jojoba più 2 gocce di olio di olibano

Neutralizzare l'odore dell'olio di frittura.

Immagine
Per neutralizzare l'odore di frittura mettete dei chiodi di garofano dentro della pentola quando l'olio è ancora freddo. Guardate anche come mantenere la cucina priva di odori di cibo Clikka

Come prendersi cura del criceto

Immagine
Queste piccole creature hanno bisogno di un po' di tempo per affezionassi a chi si prende cura di loro. maneggiare bruscamente un criceto troppo giovane e nervoso significa prendersi un morso. Il momento migliore per abituarlo a essere preso in mano è quello dei pasti. I criceti immagazzinano parte del cibo in borse situate nelle guance e lo masticano in seguito; è proprio mentre sono occupati nella prima operazione che si potrà accarezzarli con un dito lungo la schiena. Aumentare ogni volta la dose di carezze fino a che una volta terminato di mangiare, permetteranno di essere presi in mano. la gabbia deve essere di 60X30X30 cm, costruita in legno duro, plastica pesante o metallo. Il fondo va rivestito con fogli di giornale o con un strato di sabbia. I criceti tendono a sporcare sempre in uno stesso punto, perciò sistemare nella gabbia un piccolo contenitore di metallo con della sabbia da essere cambiata ogni giorno. Eliminare gli avanzi di cibo due volta alla settimana e il giorna

Come congelare frutta e verdura

Immagine
Alcune volte acquistiamo più frutta e ortaggi di quello che riusciamo a consumare e per questo motivo si ammuffiscono o vanno a male all'interno del frigo e poi vengono buttati. Per evitare questo spreco di cibo possiamo congelarli per consumarli anche dopo lunghi periodi. Ma per questo dobbiamo imparare a congelarli. Per le erbe aromatiche dovete lavare bene in acqua corrente, asciugare con un canovaccio pulito, tagliare a pezzetti e mettere in un sacchetto. fate uscire bene l'aria. Per gli ortaggi è meglio scottarli in acqua bollente prima di riporli nel freezer, per distruggere gli enzimi che causano annerimenti e perdita di sapore. gettare gli ortaggi in acqua bollente e sale (10 gr per 1 litro d'acqua) e lasciarveli da 2 a 5 minuti secondo la consistenza; passare poi subito sotto acqua fredda corrente e asciugare con un canovaccio. Gli ortaggi congelati si conservano per 1 anno. Per congelare la melanzana è necessario per primo lavare bene sotto acqua corrente, poi imm

Come ammorbidire gli asciugamani ruvidi

Immagine
Se i vostri asciugamani sono diventati ruvidi la colpa può essere del detersivo. L'accumulo di detersivo, ammorbidente e calcare fanno indurire sempre di più gli asciugamani. per ammorbidirli metteteli in una soluzione di acqua, aceto bianco (1 bicchiere per 2 litri d'acqua) e 2 cucchiai di sale grosso. lasciate in ammollo per 1 giornata e lavate in lavatrice usando l'aceto bianco al posto dell'ammorbidente. nella vaschetta dell'ammorbidente mettete 2 parti d'acqua e 1 d'aceto bianco. Anche il sapone di marsiglia ammorbidisce i tessuti. Un ammollo in acqua tiepida e sapone sciolto può ammorbidire qualsiasi tessuto. Lasciate perdere gli ammorbidenti che danno una falsa sensazione di morbidezza (valido per tutto il bucato). Servono soltanto a caricare di residui le fibre dei tessuti. L'aceto ammorbidisce e neutralizza i residui di detersivo e calcare e la pelle ringrazia visto che il sapone attivo che rimane nel tessuto può causare allergia.  E poi l'a