Post

Pomodoruso

Immagine
Ingredienti 1 kg di pomodoro senza pelle e senza semi 500 gr du zucchero 50 ml di succo di limone 10 chiodi di garofano 1 stecca di cannella Preparazione: Mischiare tutti gli ingredienti in un recipiente abbastanza fondo. Chiudetelo e potatelo al microonde per 10 minuti a 800Watt. Togliete il coperchio, mischiate i pomodori e rimetete il recipiente nel microonde per altri 12 minuti. Lasciatelo raffreddare il recipiente e mettetelo in frigo fino al giorno seguente.

Cioccolatuso

Immagine
Ingredienti 3 bicchieri di farina 00 2 bicchieri di zucchero 6 cucchiai di cacao in polvere 1/2 cucchiaino di sale 3/4 di bicchiere di olio di soya di buona qualità 2 cucchiai di essenza di vaniglia 2 cucchiai di latte di cocco. Preparazione: Mischiate: farina, zucchero, cacao, sale. Poi aggiungete gli altri ingredienti. Forno preriscaldato a 180 gradi per 40 minuti.

Cucina vegetariana: Riso Tirolese

Immagine
Ingredienti: 2 bicchieri di riso basmati 2 cucchiai di OE di oliva 1/2 cipolla tagliata finemente 1 spicchio d'aglio schiacciato sale i.q.b 1 mela tagliata a cubetti piccoli 3 cucchiai di uvetta senza semi. limone Preparazione: Scaldate l'olio in una pentola di media altezza per 1 minuto, poi mettete in pentola la cipolla, l'aglio e il sale. Mescolate per un po' gli ingredienti nell'olio e mettete acqua i.q.b per coprire il riso. Aggiungete 5 gocce di limone. Quando l'acqua si evaporerà il riso sarà pronto (chicchi morbidi ma non collosi) Mettete il riso in una terrina e aggiungete la mela e le uvette.

Curiosità curiosa: Perché i sale preserva il colore dei vestiti?

Immagine
Perché il sale evita che i vestiti perdano colore al momento del lavaggio? Se mischiamo sale da cucina nell'acqua, spiega il chimico Atilio Vanin dell'Università di San Paolo (USP), s'impedisce che il colorante dei vestiti si sciolga e di conseguenza il colore naturale si mantiene. Se nell'acqua non c'è sale, ad ogni lavaggio un pochino del colorante se ne va insieme all'acqua. Insomma il sale da cucina nell'acqua inibisce la diluizione della tinta al momento del lavaggio. Mentre il sale fissa i colori, l'aceto, ad esempio li ravviva.

Vestiti lavati E disinfettati

Immagine
Ma ai tempi dei nostri nonni, o anche delle nostre mamme, loro pensavano, come noi oggi a come disinfettare il bucato? Mia madre per quanto mi ricordo non ha mai detto nulla a riguardo. Per noi oggi è normale usare non solo il detersivo ma anche il disinfettante. Ma sarà davvero necessario? Guardate che il miglior disinfettante per il bucato è la combinazione: detersivo+ferro da stiro. Il detersivo pulisce i residui di sporco, grassi, zucchero ecc, ovvero l'alimento per i germi, per cui i panni escono puliti da tutto ciò dopo il ciclo di lavaggio. E il ferro da stiro con i suoi circa 120 gradi e più vapore sterilizzano i tessuti. Ovviamente non ci mettiamo adesso a stirare tutto, anche gli stracci!!!! Un esempio: Se volete sterilizzare ad esempio le mutande lavatele con normale detersivo e poi stirate il fondo in cottone. Ovviamente se qualche membro della famiglia ha qualche malattia un po' particolare magari il bucato dovrà essere separato e lavato on più cura, però fattevi

Come togliere le incrostazioni di calcare più dure dagli utensili.

Immagine
Può capitare che certi utensili in acciaio o alluminio che non vengono usati, rimangano coperti da una spessa cappa di incrostazione. In questi casi un normale lavaggio con detersivo, o detersivo e aceto o anticalcare potrà non risolvere il problema. Infatti in questi casi uno degli ingredienti fondamentali è il tempo. Per procedere alla pulizia di questi oggetti, dovete immergere l'utensile in acqua e aceto (1 bicchiere d'aceto per 1 litro d'acqua) per almeno 1 ora. Poi lavatelo normalmente con detersivo e aceto o bicarbonato. Se resterà ancora un po' di calcare, ripetete l'operazione, può succedere che l'utensile debba restare anche mezza giornata in ammollo. Evitate di usare acidi forti o correte il rischio di intaccare l'acciaio/alluminio che può si arrugginirà.

Perchè è importante risciacquare bene i vestiti.

Immagine
è molto importante lavare e risciacquare bene i vestiti, poiché i residui di detersivo che eventualmente possano rimanere su di essi sono nocivi alla salute. I detersivi per il bucato in generale contengono: Ipoclorito: corrosivo, irritante e possono provocare gravi forme di allergia e dermatite; Alquil sulfonati: la pelle li assorbi e questo componente può causare danni al fegato Tripolifosfato di Sodio: irritante per la pelle e mucose e la pelle lo assorbe rapidamente. e altre sostanze sintetiche.... Allora cosa si può fare? 1) usare soltanto la quantità strettamente necessaria di detersivo, più detersivo non lava di più, ma rimane sui vestiti e basta. Se il bucati è particolarmente sporco piuttosto che usare una doppia dose di detersivo, fatte un ciclo di lavaggio a freddo con poco detersivo (prelavaggio) o mettete i capi in ammollo in sapone di marsiglia e acqua calda e se possibile anche bicarbonato o soda solvay; 2) Sempre per ridurre la quantità di detersivo, mettete delle palli