Post

Donazione di Cibo e altri generi per i cani della LIDA Catania: punti di raccolta e mail

Immagine
    La L.I.D.A. CATANIA è un'associazione animalista non-profit,che opera nel territorio del catanese; non viene sovvenzionata da nessuno ma nonostante tutto cercano di dare assistenza alle pioggie  di segnalazioni: continui abbandoni,ritrovamenti di cani investiti e/o in condizioni fisiche disastrose. Sono tanti i branchi che vengono accuditi giornalmente su strada dai nostri volontari. I volontari della L.I.D.E Catania hanno un grande bisogno di aiuto perché da soli non possono gestire questa  situazione quindi chiedono l'aiuto a tutti quanti che abitate a Catania e dintorni.   Loro hanno bisogno di:  - CUCCE DA ESTERNI (I randagini da noi accuditi non hanno alcun riparo e l'inverno è alle porte.) - CIBO (Secco e umido) - ANTIPARASSITARI - FARMACI AD USO VETERINARIO - COPERTE/VECCHI INDUMENTI   I sostenitori catanesi avranno la possibilità inoltre,di recarsi di persona nei seguenti punti vendita e di acquistare dei buoni, passeranno i volontari press

Minerva, per un lieto fine manca poco: una casa è quello che ci vuole

Immagine
Questa bella cagnolina :) si chiama Minerva ed è un bellissimo esemplare di pastore tedesco (io ovviamente amo tutti i cani però confesso che amo molto questa razza visto che ho avuto un pastore tedesco meraviglioso che è cresciuto com me e anche una pastore tedesco che aveva un cuore degno di un nobel per la pace). Comunque torniamo alla nostra Minerva, lei a settembre è stata sottomessa a degli interventi veterinari perché non era proprio in buone condizioni,   però ha ricevuto le cure veterinari e tanto amore dei bravi volontari e oggi cerca una casa definitiva dove possa incontrare dei padroni responsabili, ovvero gente sana di mente e non qualcuno che si diverta a trascurare i propri animali. Dunque se volete dare una famiglia a Minerva scrivete a lidacatania@gmail.com LIDA CATANIA - Lega Italiana dei Diritti dell'Animale sezione Catania    

Stanze e cantine ammuffite e umide, deumidificatore fai da te e calce

Immagine
Prendete un contenitore di  plastica con tappo (il più grande che riuscite a trovare) Fatte dei fori sul tappo del contenitore Riempitelo fino alla metà con del grassello di calce  ( attenzione: la calce molto alcalina quindi per utilizzarla dovete obbligatoriamente utilizzare guanti, occhiali trasparenti e mascherina, allontanate bambini e animali ). Chiudetelo molto bene. Chiudete il barattolo, prendete un nastro adesivo e passate il nastro adesivo intorno al barattolo per chiuderlo bene (e anche in modo che i bambini non riescano ad aprirlo). Posizionatelo in un angolo della stanza (magari quella più umida e se necessario preparate più di un barattolo). Non va toccata con le mani e non va messa in bocca. La calce si spanderà dentro al barattolo riempiendolo, in questo momento potete buttare quella calce (diventata spenta) e quindi preparare un nuovo umidificatore. Nelle cantine o zone in cui non entrano bimbi o animali potete semplicemente posizionare un sacco

Fino all'ultima goccia: come evitare lo spreco e ottimizzare l'uso dei prodotti di pulizia

Immagine
Quanto volte abbiamo buttato i baratoli di detersivo (siano bio, eco o classici) dritto nella spazzatura quando è finito il detersivo. Però quello che molti non ricordano è che sulle pareti del barattolo rimane sempre del detersivo attaccato. Ad esempio il detersivo liquido per il bucato: quando lo avete finito non buttatelo subito ma per il prossimo bucato riempite il barattolo con acqua fino alla metà, poi scuotetelo bene e versate il liquido nel cestello del bucato. A volte non bisogna nemmeno aggiungerci altro detersivo e a volte basta una piccola aggiunta. Per gli altri barattoli è lo stesso: detersivo per pavimenti, per i piatti che diluito può diventare anche un buon detersivo per pavimenti assieme ad un po' d'aceto e alcol rosa, anche il resto di sapone liquido per le mani può essere diluito e messo in un secchio con acqua per servire da detersivo per pavimenti. Cosi sulla spazzatura mettete solo della plastica pulita e evitate di sprecare prodotto.

Odore di muffa

Immagine
A volte anche se riusciamo a cancellare le macchie di muffa dai vestiti, stanze e armadi l'odore può restare impregnato su oggetti e indumenti. Per neutralizzare gli odori usate l'aceto: Vestiti: immergere in una soluzione concentrata e calda (non bollente) di acqua e aceto bianco (1/2 bicchiere per litro d'acqua) Armadi/Cassetti: Mettete una pentola o una ciotola con una soluzione molto calda fatta con 2 parti di acqua e una di aceto Stanza: mettete in un angolo della stanza per 1 giornata una ciotola grande piena di acqua e aceto (in parti uguali) bollente e chiudete la porta. Meglio ancora se aggiungete alle soluzioni 10 gocce di olio essenziale di eucalipto, cedro o bergamotto

Macchia di muffa sui vestiti colorati

Immagine
Ingredienti: acqua, latte e alcol rosa (potete usare anche del latte di soia) in parti uguali per ogni 2 litri di miscela acqua+latte+alcol: 2 cucchiai di percarbonato o 4 cucchiai di acqua ossigenata da 40 volumi (negozio di cosmetici) 2 cucchiai di sale grosso 2 cucchiai di bicarbonato sapone di marsiglia Preparazione: Strofinate la macchia con abbondante sapone di marsiglia Prendete l'acqua e il latte e postate all'ebollizione Aggiungete quindi l'alcol, il sale, il percarbonato , e mischiate. Immergete il tessuto insaponato e lasciatelo in ammollo dentro alla pentola o bacinella chiusa. Lavaggio in lavatrice con detersivo+1 cucchiaio di percarbonato.

Newsletter numero 11

Immagine
La nuova Newsletter del blog vivere verde è pronta, potete visualizzarla cliccando sull'opzione "stampabili" il alto sul blog. Potete inoltre scegliere la versione PDF o la versione sfogliabile. La newsletter è la numero 11.