Post

Massaggio capillare: capelli più robusti e crescita più veloce

Immagine
Questo massaggio ha una durata di 15 minuti e potete eseguilo mentre avete il balsamo o la maschera sui capelli 1) Con la punta delle dita fatte dei movimenti circolari facendo una pressione media sulla cute. Iniziate dalla fronte fino alla nuca e quindi dalla nuca alla fronte. Ripetere per ancora 2 volte. 2) Muovere le dita sulla testa come quando si suona il pianoforte dando tanti tocchi partendo dalla fronte fino alla nuca e dalla nuca verso la fronte per 2 volte. 3) Posizionare i palmi delle mani verso il basso e le dita aperte tra i capelli. Chiudere le dita e tirare i fili per tre secondi .Farlo in tutta l'estensione della testa. Secondo la medicina cinese, questo massaggio stimola anche un punto sulla testa localizzato sulla parte superiore della testa dove si concentra la "forza di difesa" , utilizzato per affrontare i problemi della vita di tutti i giorni. Ovviamente per avere capelli belli e sani la buona alimentazione e la rinuncia a alcol e fumo s

Prurito e arrossamenti: magari la colpa è dell'aloe vera.

Immagine
Alcune persone presentano prurito alla cute e alla pelle del viso e corpo dopo l'uso di determinati prodotti ecobio e no ecobio nonostante un valido elenco di ingredienti. Alcuni danno la colpa ai tensoattivi, siliconi e via dicendo però a volte quest'impressione è giusta soprattutto nel caso dei tensoattivi (agenti detergenti) ma in alcuni casi non sono queste le sostanze che provocano allergia ad alcuni soggetti. Però c'è un ingrediente molto utilizzato soprattutto nella cosmesi bio o semi bio che può provocare allergie però difficilmente viene preso in considerazione: l'aloe vera. Facciamo comunque una premessa: l'aloe è un ingredienti meraviglioso per pelle e capelli, però in alcuni casi può provocare arrossimenti e macchie rosse sulla pelle e prurito soprattutto al cuoio capelluto. Quindi se siete particolarmente allergici agli alcuni shampoo, crema, e altri cosmetici sarebbe consigliabile dare un'occhiata all'elenco degli ingredienti

Quando il riciclo e il giardinaggio abbelliscono una città:

Immagine
Molti di noi ci avventuriamo al hobby del bricolage e quindi alla realizzazione di oggetti con scarti riciclabili. Questa attività può diventare davvero importante quando un'intera città abbraccia questa pratica.  Sono andata alla città di Cles in Trentino e ho visto delle vere opere d'arte dedicate al giardinaggio e riciclo che abbellivano questa città (già bella del suo) Brava la città (cittadini, amministratori) di Cles, non volendo toglierci nulla da altre città e regioni, ma non mi stupisco che un'iniziativa del genere sia stata idealizzata da una città trentina (trentini: bravi, precisi ed efficaci). Ecco alcune foto che ho scattato in giro per Cles Panchina fatta con cassette per la frutta Vecchia bici Vecchia panchina Vecchia bici Purtroppo non ho i nomi degli artisti che hanno realizzato questi lavori, se qualcuno li sa basta informarmi che li scrivo volentieri.

Risciacquo acidulo per combattere la porosità dei capelli: con cosa è possibile sostituire l'aceto di mele

Immagine
L'ultimo risciacquo con aceto serve per dare il tocco finale al lavaggio dei capelli, ovvero serve a chiudere le squame dei capelli rendendoli lisci e luminosi. I capelli porosi e quindi opachi, crespi e secchi hanno le cuticole aperte e quindi il capello perde l'idratazione molto facilmente. Per questo motivo a volte nonostante le cure, e l'uso di prodotti di qualità i capelli certe capigliature abbaiano un aspetto di paglia secca, oppure sono incredibilmente ribelli. La porosità può essere una caratteristica genetica (il capello è cosi e basta), oppure provocata dall'azione di colorazioni aggressive, decolorazioni, stiratura chimica, abuso di piastre e phon e prodotti con PH elevato o che contengano tensoattivi molto aggressivi, e anche alcol, fumo e stress non è che aiutano nessuno ad avere dei bei capelli. Dunque per mantenere i capelli disciplinati, lucidi e con un bell'aspetto la cosa migliore è risciacquarlo con acqua e aceto di mele e ognuno

Puzza all'interno delle scarpe

Immagine
Se l'interno delle scarpe non ha un odore proprio gradevole e nonostante i lavaggio non siete riusciti ad eliminarlo lavatele in questo modo: a) spruzzare l'interno della scarpa con dell'aceto bianco oppure inserite un piccolo asciugamano umido e bagnato con abbondante aceto bianco. Ammollo per 1 ora. b) strofinate l'interno della scarpa con una spugna o piccola spazzola insaponate con sapone di marsiglia e bicarbonato (potete usare del detersivo per piatti bio o ecologico). c)Risciacquare bene e ripetere il passo b se necessario. e) Fare asciugare all'aria. Alcune gocce di olio essenziale di eucalipto (o cedro, pino, bergamotto), messe sulla spugna con sapone e bicarbonato sono di aiuto per eliminare gli odori e rinfrescare le scarpe.

Detersivi e Cosmetici fai da te e dubbi sulle quantità

Immagine
A volte capita che qualcuno mi chieda sulle quantità degli ingredienti consigliati per la preparazione dei detersivo o dei cosmetici. Innanzitutto c'è da capire che le ricette fai da te sono frutto di un uso personale e quindi ognuno le prepara in modo che possa risolvere per primo le proprie necessità e quindi vengono poi condivise. A vote vedo in giro anche qualcuno che sui siti e forum (mi è capitato di vedere anche se leggo pochissimo siti e forum vari per pura mancanza di tempo), mette in dubbio le quantità/ricette raccomandate da altri siti sempre riguardo a ricette fai da te (dalla serie c'è sempre da ridire). Quindi chi è interessato a provarle e riprodurle deve vedere la singola ricetta come una spinta iniziale per creare un proprio prodotto, inoltre nessuno è costretto ad usare gli stessi quantitativi e gli stessi ingredienti  e le ricette possono essere personalizzate.

Allontanare le mosche dal banco-frigo e dagli ambienti

Immagine
Questa dritta può essere molto utile per chi ha un stabilimento con uno o più banchi con alimenti e quindi deve combattere contro le mosche che cercano di entrare. Si sa che la moschina perversa che passeggia tra gli alimenti manda via i clienti e quindi un modo per mantenerle lontane è questo: Prendete 1 limone e tagliatelo a metà e quindi dovete infilare il limone con tanti chiodi di garofano. Mettete i limone in alcuni punti del banco.