Passa ai contenuti principali

Post

Come costruire il vostro personale "patrimonio minimo di sopravvivenza" con il metodo dei 10%

(AGGIORNAMENTO: alcuni m hanno scritto dicendomi di aver avuto qualche difficoltà per usare la tabella perché era riempita con i valori di esempio che avevo usato e con le formule. Avevo dato per scontato il fatto che non tutti sono abituati ad usare l'Excel quindi ho rifatto la tabella e ho messo dei commenti (potete vederli quando passate il mouse sulle celle) per aiutarvi ad utilizzarla. Non ho risposto i vostri commenti perché ho preferito rispondere qui sul post per tutti quanti.) Esistono alcune premesse nel mondo delle finanze però una di queste è unanime: mettere da parte il 10% dello stipendio (o dei rendimenti) in un conto risparmio o libretto dei risparmi. In questo modo avete dei soldi per i momenti di emergenza: licenziamento, malattia ecc, oppure potete usarli per comperare un bene o mandare i figli all'università. Quindi lo scopo di questo metodo dei 10% non è il risparmio di per sé ma una fondo risparmio dedicato alle situazioni di emergenza o acquisto di

Preparare dei deodoranti per lavastoviglie fai da te.

Per deodorare di fresco la lavastoviglie avete bisogno di un panno magico, 3 limoni e olio essenziale di cedro. Il panno magico è quel panno che ha un grande capacità di assorbire i liquidi e sembra più che un panno una specie di gomma morbida. Potete trovarlo nei negozi di casalinghi. Per preparare il deodorante per lavastoviglie dovete prendere il panno e fare diversi quadratini di 5cmX5cm circa, quindi prendete una ciotola di plastica, posizionate i quadratini e copriteli con acqua di preferenza demineralizzata. Aggiungere il succo dei 3 limoni filtrati e 10 gocce di OE di cedro (potete usarne altri come bergamotto, lavanda, pino, eucalipto, arancio ecc) oppure un mix come ad esempio cedro+bergamotto.

Macchia di deodorante su vestiti neri/scuri

Preparare una cremina fatta con acqua e bicarbonato e strofinare la macchia usando uno spazzolino per i denti o spazzola per le unghie Lasciare in posa per 15 minuti Spruzzare la macchia con aceto bianco o di mele (aceto sul bicarbonato) e mentre "frigge" strofinate con lo spazzolino da denti. Posa per 10 minuti. Mettere il vestito in lavatrice con il vostro detersivo+un po' di sale grosso oppure lavare a mano con sapone di marsiglia o sapone di aleppo. Un consigli: prima di lavare un qualunque vestito scuro/nero a mano prima di tutto immergetelo in una bacinella con acqua fredda e abbondante sale fino da cucina (1 manciata per 1/2 secchio d'acqua).

La giornata degli angoletti e del sotto: per mantenere sempre pulite le zone che tendono ad essere trascurate.

A volte per colpa della mancanza di tempo e per via di altri impegni puliamo il minimo indispensabile per garantire la pulizia della casa e degli ambienti però gli angoli e la zona sotto i mobili vengono penalizzati. Cosa sono gli angoli? Quelli angoletti magari dove accumuliamo un po' di cose: scatole, scarpe, oggetti e via dicendo e quindi si accumula la polvere. Quante volte avete pensato: "devo pulire quell'angoletto della camera o della cucina, oppure sotto i mobili della cucina" però dopo le pulizie ecco che rimane cosi com'è.  Per evitare la procrastinazione è bene scegliere un giorno del mese per pulire soltanto gli angoletti.  Potete iniziare degli angoletti della camera spostando tutti gli oggetti, mobili e scatole e quindi pulire tutta quella zona: pavimento, battiscopa, oggetti, mobili ecc. E dopo le pulizie cercate un modo per ordinare bene le cose, magari meglio di prima e buttare tutto quello che non è necessario e serve solo per crea

Hennè il ritorno: Operazione in due tappe: hennè rosso e quindi il nero.

Ecco la mia seconda esperienza con l'hennè e la mia guida imperfetta del hennè (racconta più che altro i miei poveri pasticci)... Per chi non ha letto il post anteriore sul hennè la cosa è andata cosi: ho usato l’hennè di shiraz castano: bel colore, caldo ma i bianchi o sono rimasti bianchi o erano di un colore biondino molto chiaro. Poi ho letto in giro che per colorare i capelli bianchi con l’hennè ma di un colore diverso del rosso sarebbe necessario usare il henné rosso e quindi il nero, rispettivamente lawsonia e indigo. Ero convinta di farci un salto al negozio per comprare l’hennè Zarqa che mi ha consigliato una lettrice e anche il khadi nero che dicono sia molto buono... Però giravo per caso li all'auchan e ho visto l’hennè Forsan rosso egiziano ad un prezzo niente male: 3 euro e 80. Non sono riuscita a resistere al prezzo e zact l'ho preso. Il nero non c'era. Poi a casa con comodo ho preparato l’hennè e per cercare di "smorzare" il rosso ho m

Come organizzare la routine lavorativa: consigli per rendere di più

A volte quando parliamo di ordine, organizzazione del tempo sia a casa che al lavoro possiamo domandarci? Ma questo cosa c'entra con l'ecologia. Noi possiamo vedere l'ecologia come un semplice contatto uomo natura e basta, però esiste anche l'ecologia sociale ovvero sia il benessere dell'uomo nel suo ambiente. Il rapporto con la natura è importante però l'essere umano è complesso e un lavoro insoddisfacente spesso reso impossibile per una mancanza di capacità organizzativa (quando il lavoro ci soffoca), o una casa perennemente disordinata ci porta allo stress e alla depressione, invece quando le cose scorrono in modo fluido (la casa funziona e la routine a lavoro pure) anche il nostro stato d'animo funziona. Inoltre se la vostra vita sia a casa che al lavoro è incasinata impiegate più tempo per realizzate tutto e quindi non si ha mai il tempo per dedicarsi allo sport o agli hobby, anzi ingrassiamo pure perché uno poi cerca compensazione con il cibo. A

Il metodo delle pulizie a zone: alla fine del mese la casa sarà perfetta.

Esistono alcuni metodo di organizzazione per le faccende domestiche davvero molto utile, soprattutto per le donne lavoratrici che a volte non sanno proprio come fare per avere una casa ordinata e pulita visto per via della mancanza di tempo. Infatti quando la casa raggiunge un certo grado di disordine (e questo è valido per la vita in generale), farla tornare pulita ed invitante è ancora più difficile per farla breve disordine attrae disordine. Un metodo valido è il metodo delle pulizie a zone. In pratica la casa andrebbe divisa in 5 zone: Zona 1: ingresso, area esterna, zona pranzo/cena Zona 2: cucina Zona 3: bagno, camere Zona 4: camera matrimoniale Zona 5: salone/salotto