Post

Avviso

Blog in manutenzione, ci sarà un piccolo ma necessario rallentamento delle pubblicazioni.

Scrocchiarelle della nonna

Immagine
Questa non è la ricetta della famosa scrocchiarella romana ma semplicemente uno snack che preparava mia nonna e che mi piaceva tanto. Non so se conoscete un salatino chiamato "doritos" magari no perché mi sa che lo vendono solo in America comunque è un salatino al mais abbastanza saporito però quello di mia nonna è più buono e senza conservanti. La particolarità di questa scrocchiarella è che va preparata con 3 farine diverse. Ingredienti: 600 ml di acqua 25 gr di lievito di birra (mettere in acqua tiepida secondo indicazioni del produttore) 6 cucchiai di olio EV di oliva 900 gr di farina di manitoba 50 gr di farina di kamut 60 gr di farina per la polenta del tipo fioretto Preparazione Nella macchina del pane aggiungere gli ingredienti in questo ordine:

Premio non sprecare e LUISS

Immagine
Una bella notizia da uno degli Atenei più conosciuti e importanti d'Italia: Sarà la LUISS (Libera Università Internazionale degli Studi Sociali), uno degli atenei più “green” d’Italia, a ospitare il Premio Non sprecare, ideato da Antonio Galdo, direttore del sito www.nonsprecare.it,  e giunto quest’anno alla sua quinta edizione. Il concorso di idee  promuove progetti e buone pratiche economiche e sociali che mettano in discussione il paradigma contemporaneo dello spreco per favorire sostenibilità a tutto campo, consumi consapevoli e responsabili, nuovi stili di vita semplici e partecipativi e, soprattutto, una sana e stabile crescita economica che si traduca in un effettivo progresso sociale.

Odore di sudore "troppissimo" persistente

Immagine
Se nonostante i lavaggi e i trattamenti con aceto, bicarbonato, limone ecc si sente comunque odore di sudore sulle magliette, camice ecc allora c'è solo una soluzione: lasciare i tessuti in ammollo per almeno 1 ora in acqua calda, aceto o bicarbonato, percarbonato o candeggina delicata (per i bianchi) e sale grosso Mettete acqua molto calda (non bollente) in un secchio e quindi aggiungete 1/2 bicchiere di aceto per 1/2 secchio con acqua oppure 3 cucchiai di bicarbonato, 1/2 bicchiere di candeggina delicata o 2 cucchiai di percarbonato (se bianchi) e 2 cucchiai di sale grosso Quindi lavatrice o lavaggio a mano con sapone di marsiglia.

Tante macchie diverse sugli indumenti dei bambini. Come smacchiare i tessuti per bene

Immagine
I vestitini dei bimbi possono macchiarsi di tante cose allo stesso tempo: bibite, latte, cibo, frutta, fango, erba e via dicendo e quindi nonostante il/i lavaggio(i) le macchie o aloni non spariscono questo per via della combinazione di macchie diverse. Per smacchiare quindi i vestitini dei piccoli non c'è niente di meglio dell'ammollo per primo in acqua fredda, sale grosso e aceto bianco per togliere le macchie che vanno trattate in acqua fredda come sugo, sangue, ecc. Potete aggiungere poco detersivo per piatti a mano. Ammollo da 1 ora a fino al giorno dopo

Come smacchiare/pulire le stoffe annerite, invecchiate o macchiate.

Immagine
Questa soluzione o passo passo serve per quando il divano non sfoderabile o altri mobili rivestiti con della stoffa sono particolarmente sporchi e macchiati. a) Strofinare la stoffa previamente inumidita con abbondante sapone di marsiglia b) Lasciare in posa per 1 ora e risciacquare bene con panno umido c) Cospargere il divano con bicarbonato (una zona alla volta) d) Spruzzare la zona dove avete messo il bicarbonato con aceto bianco strofinando con spazzola da bucato mentre sentite il "friggere".

Consigli e suggerimenti per diventare poveri

Immagine
L'elenco è un po' comico ma molto "vero" nel senso che ci sono tante di quelle azioni che facciamo nelle nostre vite che ci fanno diventare sempre più poveri e purtroppo como ho già detto alcune volte: senza soldi non si fa niente!! Anche se si vuole aiutare qualcuno, fare una donazione ad un'Associazione benefica per gli animali, bambini, malati, anziani ecc se non abbiamo i soldi purtroppo non è che siamo tanto utili.... Inoltre non si sa mai quale sarà il momento in cui avremo bisogno di affrontare una spesa più grande e più pesante nelle nostre vite. Comunque anche se i sacrifici ci vogliono ci sono certi accorgimenti molto semplici e facili da mettere in pratica che possono aiutarci a diventare un po' meno poveri... Ecco i nostri consigli per diventare poveri:

I segni di caos (o inizio di) in una casa.

Immagine
Ci sono problemi di disordine a casa se: Se capita spesso di dover cercare le chiavi per uscire di casa per circa 10 minuti Se capita spesso di rifare il letto in modo approssimativo prima di dormire. Se devi spostare le cose per aprire gli armadi/sportelli Se bisogna aprire lentamente gli sportelli altrimenti via alla valanga Se spesso rimani senza ingredienti/prodotti basici in cucina: passata di pomodoro, olio, pasta ecc Se hai un sacco di barattoli vuoti in cucina che non servono a nulla e danno solo fastidio