Post

Io sono con mamma Daniza!!!

Immagine
  Pochi giorni fa sono tornata dal Trentino e si è parlato spesso del caso della Mamma orsa Daniza che rischia di essere messa in carcere solo perché ha difeso i suoi cuccioli da un ricercatori di funghi. Ora questo povero animale è considerato una bestia feroce e pericolosa!! La cosa triste è che ormai il bosco e la montagna è un posto per i solo esseri umani e gli animali che ci sono da sempre sono solo degli invasori che servono solo per dare fastidio oppure sono dei giocatoli dei cacciatori che si divertono con il dolore e la disgrazie degli animali. È una vergogna che il Trentino non abbia semplicemente informato e messo dei cartelli e volantini in giro avvertendo le persone di non toccare e di non avvicinarsi ai cuccioli che siano orsi, caprioli ecc. L'orso mica è un animale inferocito che si diverte ad attaccare l'essere umano, anzi sono gli esseri umani gli unici che uccidono giusto per ridere un po'. L'orso si allontana quando sente rumore e attacca l

Come sbiancare e disincrostare il manico dei coltelli bianchi

Immagine
A volte i manici bianchi s'ingialliscono con il tempo oppure possono diventare un po' marroncini, insomma si macchiano..... Per sbiancarli avete bisogno di: percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo) succo di limone sale fino sapone di marsiglia bicarbonato Per primo prendete un barattolo alto e riempitelo con acqua quanto basta per immergere solo il manico del coltello (e mai la lama). Quindi versare un cucchiaio di percarbonato e un cucchiaio di bicarbonato Mettere un pezzettino di sapone di marsiglia Coprire il tutto con un canovaccio e lasciare in ammollo fino al giorno seguente Risciacquare il manico e strofinare con una crema morbida fatta con succo di limone e sale fino, questa volta se la miscela finisce sulla lama non è un problema Appoggiare il coltello in un barattolo o bicchiere e lasciare in ammollo per almeno 1 ora Lavare, strofinare con sapone di marsiglia, aspettare alcuni minuti e risciacquare bene. Per evitare l'ingiallimento

I benefici dei ravanelli nell'alimentazione

Immagine
 I ravanelli sono ricchi in fibre, vitamina C, follato, potassio e fosforo ed ecco i suoi 9 principali benefici: Prevenzione del Cancro: i ravanelli sono vegetali della famiglia delle crucifere che hanno importanti proprietà anticancro. Essendo ricchi in fibre aiutano a combattere il cancro del colon. Contengono composti come gli isotiocianati che inducono le cellule cancerogene alla morte Salute del Cuore: Alcuni studi hanno dimostrato che gli antiossidanti contenuti nei ravanelli aiutano a ridurre l'indice di colesterolo nel sangue e quindi i rischi di malatie cardiache e infarto. Salute dell'apparato digerente: i ravanelli stimolano la produzione della bile e mantengono in salute il fegato e la vescicola biliare. Essendo ricchi in fibra combattono la costipazione  Disintossicante: indicati contro l'itterizia poiché purificano il sangue e aumentano il livello di ossigeno in circolo. Diuretico: aiuta a mantenere sani i reni e a la funzione epatica. Utile quando

Maschera all'argilla e succo di mele per un viso tonico, uniforme e senza segni di stanchezza

Immagine
L'argilla è la scelta migliore per assorbire le impurità dal viso ma è utilissima anche per tonificarlo poiché mentre si asciuga l'argilla letteralmente tira e distende la pelle e questo effetto è molto benefico per mantenerla giovane, priva di rughe e tenace. Una mia amica mi ha insegnato che miscelare dell'argilla a del succo di mele è una mano santa per il viso perché l'argilla da sé sgrassa ed assorbe le impurità e il succo di mele che è leggermente acido e contiene flavonoidi, pectina, acido citrico, acido malico tutte sostanze che levigano e illuminano la pelle. Per fare la miscela è molto semplice: basta mettere 1 cucchiaino di argilla in una ciotola di vetri/ceramica e aggiungere pian piano del succo di mele, mischiare fino ad ottenere una crema e applicare su viso e collo (non bisogna mai dimenticare del collo). Tempo minimo: 20 minuti Lavare e applicare la vostra crema. Io di solito applico la mia maschera cura levigante Weleda all'olio di rosa

Aprire il rubinetto della doccia evitando di sprecare l'acqua che inizialmente esce fredda

Immagine
L'abitudine di chiudere il rubinetto durante la doccia è molto importante per evitare lo spreco di acqua, gas/elettricità e anche di soldi se pensiamo alla bolletta. Però chi ha la caldaia a gas sa che ogni volta che si apre il rubinetto l'acqua ci mette un po' a riscaldare e ci si spreca un bel po' di acqua potabile che potrebbe essere usata per qualcos'altro. Per evitare di sprecare quest'acqua io ci metto un secchio accanto alla vasca da bagno e lo uso per raccogliere l'acqua che inizialmente esce fredda dal rubinetto. Direi che riesco a riempire praticamente mezzo secchio e l'acqua servirà per le pulizie o per le piante. So che queste cose possono essere una scocciatura però se pensiamo che in certe regioni del mondo ci sono persone che devono farsi i chilometri per riempire dei secchi con acqua non potabile perché non hanno l'acqua corrente disponibile a casa arriviamo alla conclusione che il nostro sforzo è davvero minimo. Se non vol

Come neutralizzare l'odore di rifiuto organico

Immagine
Cospargere il fondo del secchio con bicarbonato Cospargere il fondo del sacchetto con sale inumidito con aceto Ogni volta che aggiungete della spazzatura cospargetela con un po' di bicarbonato e volendo anche con un po' di sale+aceto. Più il rifiuto è maleodorante più bicarbonato e/o sale+aceto dovete aggiungere Mantenere il secchio chiuso se possibile. Lavare il secchio con aceto e detersivo per piatti classico o fai da te Aiuta molto versare alcune gocce di olio essenziale di cedro sul fondo del sacchetto e del secchio prima di versare il sale+aceto e/o bicarbonato. Se non trovate l'OE di cedro potete usare altri come pino, eucalipto, bergamotto, limone e altri aggrumati

Come pretrattare le macchie con percarbonato

Immagine
Di solito le macchie vengono trattate con la candeggina delicata per appunto sbiancarle/schiarirle però al posto della candeggina delicata è possibile usare direttamente il percarbonato . Però il percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo) deve essere attivato con acqua molto calda (tra 40 o 50 gradi (la temperatura ottimale è di 50 gradi). Quindi potete mettere 1 cucchiaio di percarbonato in una palina del bucato e aggiungerci pian piano dell'acqua calda fino a formare una crema fluida che dovrà essere versata subito sulla macchia. Piegare il tessuto in modo che la macchia rimanga verso l'interno. Lasciare in posa per almeno 1 ora (anche 1 giornata/notte) e quindi risciacquare e strofinare con sapone di marsiglia. Risciacquare a mano con acqua calda o in lavatrice a 50 gradi. Questo è il metodo più semplice però potete usare altri ingredienti come ad esempio del bicarbonato alla miscela di acqua+percarbonato, oppure strofinare la macchia con sapone di marsiglia