Post

Fatte fatica a dormire? Allora mangiate i kiwi.

Immagine
Questa frutta al quanto strana è originaria dalla Nuova Zelanda ed è apprezzata per il suo alto contenuto di vitamina C, però questa frutta ha un'altra proprietà molto importante: ci fa dormire bene!!! Secondo uno studio condotto dall'Università di Taipei (Taiwan) il consumo diario di kiwi è indicato soprattutto per chi ha problemi di insonnia oppure per chi non ha un sonno tranquillo. Hanno preso parte alla ricerca un gruppo di 22 donne e 2 uomini di età compresa tra 20 e 55 anni tutti quanti affetti da qualche disturbo del sonno, e dopo un mese di consumo diario di kiwi ci sono stati cambiamenti in positivo: tutti sono riusciti a dormire più rapidamente e per più ore, inoltre il sonno era tranquillo e piacevole e senza interruzioni. Nonostante stiano ancora ricercando il meccanismo completo dell'influenza del consumo di kiwi sulla qualità del sonno si sospetta che siano i suoi ali livelli di serotonina sommati alla vitamina C la vera ragione dei "sogni d

Raccolta di metodi e ricette per smacchiare la porcellana

Immagine
a) Un metodo antico: agitare un pezzo di sapone di marsiglia in acqua molto calda ma non bollente, versare alcuni cucchiai di cenere di legno nell'acqua e immergere i piatti per cinque ore, toglierli, strofinarli con un po' di cenere bagnata usando uno spazzolino da dente o spugna morbida e risciacquare. b) Preparare una miscela di succo di limone e aceto bianco (i due ingredienti in uguale quantità), sciogliere un po' di sale fino nella miscela e strofinare il piatto. Lasciare in ammollo per cinque ore e lavare. c) Immergere i piatti in una soluzione fatta con acqua calda ma non bollente, alcuni cucchiai di soda solvay (soda da bucato e non soda caustica) e alcuni cucchiai di bicarbonato. Sciogliere un po' di sapone di marsiglia nell'acqua (agitare per alcuni minuti un pezzo di sapone nell'acqua) e lasciare in ammollo per cinque ore. Lavare, strofinare con una spugna morbida e bagnata con aceto bianco, risciacquare ed asciugare. d) Strofinare i

La nostra nuova Newsletter pronta per voi.

Immagine
Dopo tanto tempo è tornata la nostra newsletter con tanti consigli e suggerimenti. Per scaricarla dovete solo cliccare sul collegamento qui sotto: Clicca qui per la newsletter Oppure andare sulla sezione "stampabili" e cercare la nostra newsletter numero 14 in PDF.

Alimentazione nel periodo della menopausa: consigli e suggerimenti

Immagine
 La menopausa fa parte di un ciclo naturale e segnala la fine del periodo fertile quando le ovaie non producono più gli ormoni progesterone ed estrogeno. I sintomi più comuni sono la depressione, calore intenso, sudore, irritabilità, insonnia ed ansietà e in alcuni casi possono essere percepiti con minor intensità quando mancano circa 2 a 4 anni prima della menopausa. Diminuendo la produzione degli estrogeni c'è nel contempo un aumento della deposizione di grasso sull'addome e aumento di peso, e in quei casi in cui l'individuo abbia già il colesterolo alto il rischio di malattie cardiovascolare. Inoltre diminuisce l'assorbimento del calcio, la produzione del collagene e la diminuzione della massa muscolare. Nonostante queste drammatiche notizie c'è da dire che una buona alimentazione e soprattutto una dieta mirata può contrastare i problemi e i sintomi che accompagnano questo delicato periodo della vita di ogni donna. C'è da dire che una donna che ha se

Basta con questa ridicola caccia alle streghe e via all'informazione: come comportarsi quando avvistiamo un orso

Immagine
Visto che oramai si è aperta una specie di caccia alle streghe e in questo caso la strega è l'orso, un animale davvero fantastico ed stupendo che secondo alcuni merita di morire per la colpa di essere selvatico. L'orso è una creatura territoriale e il bosco è casa sua, siamo noi esseri umani gli invasori e non il contrario. Gli orsi non amano avvicinarsi agli esseri umani anzi, di solito si mantengono alla larga e reagiscono quando provocati. L'orso che è stato avvelenato in Abruzzo è entrato nel pollaio di un signore e quando l'animale gli ha visto si è messo in piede. Nonostante ci sembri minaccioso ma questo gesto non ha niente a che vedere con un attacco vero e proprio ma è il modo utilizzato dall'orso per capire cosa sta succedendo e per trovare una via di fuga, tanto che appunto l'animale non ha staccato la testa al proprietario del pollaio ma è scappato. Il problema è che le persone vogliono i parchi, le riserve e cose belle però poi si incazzano q

Un altro Orso morto e la debolezza delle politiche di protezione ambientale.

Immagine
Ecco un altro povero animale vittima dell'intolleranza e della mancanza di politiche serie di protezione e salvaguardia degli animali selvatici. Ieri in Abruzzo in orso è morto avvelenato questo perché alcuni individui credono di avere il diritto di cospargere il bosco con dei bocconi avvelenati per uccidere gli orsi e non solo. Purtroppo le politiche di protezione dell' orso marsicano non è proprio il massimo e secondo Massimo  Fraticelli responsabile parchi di Mountain Wilderness Abruzzo i Parchi non hanno fondi e i servizi di controllo sono ridotti.  Questo vuol dire che senza fondi è impossibile combattere l'ignoranza di quelli che credono che l'orso non abbia valore ed anzi che sono solo dannosi e pericolosi e peggio ancora impedire che spargono veleno nei boschi per propri interessi personali.  Manca anche l'informazione perché tutti credono che l'orso sia una bestia assassina e invece l'orso tende ad scappare quando vede l'essere umano

Metodo del limone e sale per sbiancare i vestiti bianchi/chiari

Immagine
Il limone non è solo un alimento molto importante poiché ricco di vitamina C, ma è anche un ingrediente molto utile per l'igiene della casa e degli indumenti, anche perché contiene sostanze che purificano, igienizzano e deodorano capi e superficie, tra cui il limonene, il citral e il terpinene. Contiene anche acidi organici tra cui acido citrico, acido malico e acido tartarico. Smacchiare a fondo con limone e non solo. In questo caso non parliamo di un solo prodotto o ingrediente, ma di un metodo o passo passo che servirà per candeggiare i tessuti particolarmente macchiati, ingialliti o ingrigiti, oppure agir laddove i prodotti sbiancanti non hanno corrisposto alle aspettative.  Passo Passo: Occorrono: Limoni (quelli con la buccia verde sono i migliori e non importa il tipo). Sale fino o grosso. Detersivo per bucato* o sapone di marsiglia Percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo), oppure acqua ossigenata da 40 volumi o candeggina delicata. Bicarbonato. Come procedere: a)