Post

Amamelide (Hamamelis virginiana): un rimedio naturale per fastidi alla pelle, gambe e emorroidi.

Immagine
L'amamelide (Hamamelis virginiana) della famiglia delle Hamamelidaceae è una pianta arbustiva originaria dal Nord America ed è un rimedio naturale molto antico tanto che i nativi americani usufruivano dalle sue proprietà decongestionanti, astringenti ed emostatiche preparando dei tonici e unguenti per curare le ferite. Questa pianta ha moltissimi utilizzi ed è efficace per migliorare l'aspetto della pelle acneica, grassa, infiammata e/o impura, irritata dal sole e anche da fattori meccanici come la rasatura ad esempio, inoltre riesce ad alleviare* alcuni fastidi molto comuni come le gambe stanche, le vene varicose, e le emorroidi.




Applicazioni:Pelle:Per la pelle grassa si può tamponare ogni giorno la pelle con un batuffolo di cotone imbevuto in tisana di amamelide. Un altro trattamento sarebbe l'applicazione settimanale o quindicennale di un'apposita maschera di argilla. Innanzitutto specifichiamo che l'argilla verde va benissimo però per la pelle acneica sarebbe pi…

7 alimenti vegetali che prevengono e combattono gli effetti dell'invecchiamento.

Immagine
Alcuni alimenti sono particolarmente efficaci per combattere l'invecchiamento sia della cute ma ancora più importante sono indicati per contrastare gli effetti degli anni sugli organi interni. Oggi vediamo sette esempi di vegetali invecchiamento da avere sempre in cucina:PomodoriRicco di licopene, uno dei più efficaci antiossidanti esistenti in natura, e di vitamina C. Queste due sostanze costituiscono un rimedio naturale contro le rughe, macchie e segni di invecchiamento sulla pelle. Il licopene raggiunge la concentrazione massima quando i pomodori vengono sottomessi all'azione termica. 




AvocadoContiene vitamine C e del complesso B necessarie per la riproduzione cellulare e quindi per una pelle con aspetto più fresco, liscio e radioso. Semi e olio di linoUna delle principali fonti di omega3 del regno vegetale, inoltre contiene fibre che aiutano a mantenere sano l'intestino e rallentare l'assorbimento di zuccheri poiché queste sono un antidoto naturale contro l'ecce…

I Cactus: differenze, tipologie, riconoscimento e tecniche colturali.

Immagine
Abbiamo dedicato un post per trattare delle differenze tra diverse specie di succulente e abbiamo appreso che "non tutte le succulente sono cactus ma tutti i cactus sono succulente"  e le Euforbie furono l piante di partenza per discutere questo concetto. Ora invece parleremo specificamente dei cactus o meglio ancora delle Cactacee e poiché esistono tantissime specie e forme diverse di conseguenza le tecniche di coltivazione possono essere molto differenti da pianta a pianta. Vale la pena ricordare che una pianta è un essere vivente e quindi non esiste una "ricetta" che vada bene per tutte le situazioni però ci sono delle caratteristiche generali che possono portare ad un denominatore comune.Come prima cosa facciamo un breve riassunto:  possiamo dire che le Cactacee si distinguono dalle altre piante grasse per la presenza di areole, di gemme latenti ricoperte di lanugine, e spesso hanno delle spine che escono dalle areole anche se in alcuni casi non ci sono spine m…

Riciclo creativo: Vasetto da recupero decorato in stile provenzale.

Immagine
Quante volte acquistiamo alimenti in barattolo? Tantissime volte non è vero? E alla fine questi contenitori diventeranno rifiuti. Per alleggerire la nostra "impronta ecologica" e allo stesso tempo esercitare il nostro lato creativo possiamo mettere da parte alcuni di questi oggetti per darli un aspetto del tutto nuovo e inaspettato, e l'altro aspetto positivo è che ci guadagna anche la nostra casa poiché sarà decorata in modo unico e originale. L'idea di oggi è quella di rivestire un semplicissimo barattolo di vetro con delle piccole lavorazioni fatte all'uncinetto, se avete imparato l'uncinetto potete utilizzare questa tecnica per riciclare/valorizzare dei barattoli, bottiglie, vecchi tessuto ecc, altrimenti potete chiedere a qualcuno di famiglia o a qualche amica(o) di preparare qualche centrino per voi. 




Per questa lavorazione ho scelto lo stile provenzali utilizzando un filato di colore bianco sporco  a 8 fili e ho realizzato dei piccoli cuori.  Un comune b…

Bicarbonato di sodio e acido citrico per le pulizie: quando è utile utilizzarli insieme.

Immagine
Bicarbonato e acido citrico, possiamo utilizzarli insieme per pulire e deodorare le superfici? La risposta è sì però con certi accorgimenti. Vediamo in quali casi la miscela dei due ingredienti potrà tornarci utile.Pulizia dei materassi e tappeti: il bicarbonato e anche l'acido citrico sono buoni deodoranti e assorbenti (possono intrappolare polvere, sporcizia, e acari) e quindi cospargere il materasso con alcune manciate di bicarbonato e acido citrico (che non vanno inumiditi nemmeno con panno umido), aspettare alcuni minuti e aspirare tutta la polvere con un aspirapolvere. Pulizia della vasca da bagno e interno WC: bicarbonato e acido citrico sgrassano, sciolgono il calcare (nel caso del bicarbonato questo avviene per una semplice reazione di scambio ionico nell'acqua e nel caso dell'acido citrico per reazione acido base), e lucidano le superfici (soprattutto per strofinamento della polvere contro la superficie) quando queste due polvere vengono mischiate su una superfic…

21 piante tossiche e alcuni indizi per riconoscere le piante pericolose per noi e per gli animali domestici.

Immagine
Le piante non sono solo semplici oggetti d'arredo ma piuttosto esseri viventi che interagiscono con l'ambiente dove vivono e conservano molte delle loro caratteristiche acquisite per la sopravvivenza nei loro biomi di origine. Queste difese possono essere di diversi tipi: strutture in grado di pungere, di liberare sostanze irritanti, oppure possono contenere sostanze tossiche in grado di avvelenare o provocare serissimi problemi a noi che ai nostri animali. Diciamo che difficilmente una persona si metterà a mangiare le piante d'arredo o le piante sconosciute però gli animali e i bambini devono essere tutelati.Se volete costruire una vostra "Urban Jungle" o un angolino tropicale e avete animali a casa, e soprattutto i gatti poiché possono arrivare un po' ovunque, cercate di pianificare sia la tipologia di pianta che i luoghi da sistemare se avete delle piante tossiche, possono essere stanze chiuse, ambienti esterni in cui gli animali non abbiano accesso o molt…

14 ingredienti/miscele naturali per deodorare, igienizzare e disotturare gli scarichi.

Immagine
Ogni tanto è necessario igienizzare gli scarichi della cucina e del bagno per evitare la formazione e diffusione di cattivi odori rilasciati dai residui presenti nelle superfici delle tubature. Sapiamo che l'acqua bollente è sufficiente per disinfettare le superfici ma è meno efficiente per quanto riguarda l'eliminazione degli odori sgradevoli perciò bisogna associare altri ingredienti per avere un risultato ottimale. 
Elenchiamo 14 ingredienti e anche le miscele di ingredienti utili e ricordiamo che prima va/vanno versati il prodotto/prodotti e subito dopo va l'acqua bollente. Vediamo quali sono questi prodotti (molti sono ingredienti della cucina) e la loro funzione:




1) acqua ossigenata 40 volumi o percarbonato o candeggina delicata:  (disinfettante) 2) aceto: deodorante 3) bicarbonato: deodorante e leggero disotturante 4) succo di limone: deodorante e antisettico 5) alcol deodorante e antisettico 6) aceto+bicarbonato deodorante e buon disotturante prima di versa il bicarbonato…

Le differenza tra cactus e altre succulente: anatomia e classificazione tassonomica.

Immagine
Nel linguaggio popolare le succulente che possiedono un aspetto un po' più "robusto" sono cactus però tecnicamente trattasi di un errore poiché tutti i cactus sono succulente ma non tutte le succulente sono cactus, e nemmeno le spine sono sinonimo di cactus poiché queste strutture (foglie modificate "plasmate" nel corso dell'evoluzione in modo per permettere alla pianta di sopravvivere negli ambienti più aridi) sono elementi presenti non in diverse piante grasse e non solo nei cactus.Perché è cosi importante conoscere la differenza tra cactus e "cactusfake"? Perché il fusto di molte piante grasse contiene sostanze irritanti o addirittura tossiche che possono provocare dermatite o anche dei seri problemi agli occhi o all'apparato digerente se ingerite.




Innanzitutto il termine piante grasse o succulente è un termine non scientifico che raggruppa tutte quelle piante dotate di una strutture più voluminose e/o spesse. Diverse famiglie come le Cactac…

Dracaena marginata: una filtro vegetale che aiuta a purificare gli ambienti dalle sostanze nocive.

Immagine
La Dracaena marginata  è una pianta tropicale nativa del Madagascar e anche se solitamente predilige  gli ambienti luminosi ma allo stesso tempo protetti dai raggi solari diretti, è comunque capace di adattarsi ad una esposizione più "ombrosa", l'unica cosa che la dracena o tronchetto della felicità non sopporta sono le temperature molto basse, in questo caso il fogliame perde vitalità fino a diventare marroncino e secco. 




In ogni modo trattasi di una pianta molto resistente e può sopportare condizioni di luce non ottimale, ambienti con aria condizionata e un certo periodo di siccità ovviamente fino a certi limiti, In ogni modo come la Dracena serve per rendere gli ambienti più belli e piacevoli ed è coltivata soprattutto per la bellezza della sua chioma con dei particolari bordi rossastri e foglie molto soft e piacevoli al tatto, allora è meglio procurare le condizioni migliori per questa pianta. Non è difficile curarla poiché la Dracena è molto resistente, per travasarl…

Incrostazioni, muffa e residui nella lavatrice: perché solo il semplice ciclo di lavaggio non basta.

Immagine
Dopo alcuni cicli di lavaggio bisogna sottoporre la lavatrice ad una pulizia accurata sia per igienizzarla che per eliminare i residui di calcare, sporco, cattivi odori ecc, e per farlo abbiamo bisogno di pochi ingredienti: aceto o acido citrico e bicarbonato di sodio. Non esiste un solo modo per eseguire questa pulizia straordinaria, ad esempio possiamo versare circa 500 ml di aceto o 1 bicchiere di acido citrico direttamente nel cestello della lavatrice oppure distribuire l'aceto/acido citrico in alcune palline per il bucato e posizionarle nel cestello, oppure possiamo versare circa 500 gr di bicarbonato di sodio direttamente in lavatrice o anche in questo caso in più palline per bucato, e il terzo modo sarebbe quello di versare sempre 500 gr di bicarbonato ma aggiungendo anche l'aceto ma in questo caso l'aceto va versato nella vaschetta dell'ammorbidente fino a riempirla. Come ultimo passaggio bisogna scegliere la temperatura più alta disponibile che di solito sono …

Ricerca per Argomento

Mostra di più