Passa ai contenuti principali

Post

L'urlo di dolore di Madre Natura è rimasto inascoltato! Amazzonia e la Giornata del Fuoco

Pochi giorni fa è accaduta una cosa impressionante: Madre Natura ha urlato e non in senso poetico! Effettivamente lei emesso un grido di dolore, ma nessuno ha dato ascolto! Fu molto forte e anche molto sentito, ma non abbastanza da essere ascoltato dalla nostra distratta generazione social. 
Questo terribile urlo è avvenuto in Brasile e avrebbe dovuto essere un evento allarmante tanto da essere commentato nei telegiornali di tutto il mondo e visto come un vero e proprio attentato contra l'umanità! Però alla fine è un argomento rilegato ai piccoli siti e blog come questo qui.
Cos'è accaduto anzi, cosa sta accadendo di cosi preoccupante in Brasile: In pratica siccome il governo Bolsonaro e i suoi Ministri, tra l'altro un Ministro dell'Ambiente particolarmente simpatico al mondo dei latifondisti e dell'industria mineraria sono convinti che questioni ambientali non sono altro che un impiccio per i grandi allevatori di bestiame, minatori, latifondisti, coltivatori di m…

Macchie sui capi d'abbigliamento: trasferimento del colore (post rimember)

Questo post remember (uno dei nostri post che ripropongono, in modo veloce, consigli già dati in passato e in modo più dettagliato)  cercherà di dare una soluzione ad un problemino casalingo molto comune e anche molto difficile da risolvere: il trasferimento del colore da un capo ad altro, ad esempio quel capo bianco o a righe rimasto macchiato dal colore adiacente o dal colore di un altro capo messo assieme in lavatrice.

La soluzione casalinga consiste in mettere a bollire il capo in una pentola capiente piena di acqua bollente e circa una manciata zucchero.  Bollire a fiamma dolce per alcuni minuti (state vicini per evitare incidenti, spegnere la fiamma, aggiungere un piccolo pezzetto di sapone di marsiglia (il panetto classico per lavaggio a mano, chiudere la pentola e lasciare in ammollo per 1 giornata. Lavare normalmente a mano o in lavatrice a freddo.

Auto ibrida: informazioni e consigli per l'acquisto su Automobile.it

Vuoi acquistare un'automobile? Attualmente questa scelta ha un peso che va aldilà della prestazione e della estetica, poiché oggi tutte le nostre azioni devono essere rispettose dell'ambiente, e quindi al momento di scegliere la nostra auto è necessario prendere in considerazione l'acquisto di un macchina ecocompatibile.

Oggi le opzione più importanti sono le auto ibride e le auto elettriche, e tra le ibride abbiamo le full, plug-in e mild, ove le prime due si differenziano tra loro in base alla potenza della batteria,  l'ultima invece utilizza il motore elettrico soltanto in alcune fasi.  Come sapiamo, le macchine ibride sono dotate di due motori: uno tradizionale ed uno elettrico.

Una macchina elettrica invece ha solo un motore elettrico, le emissioni sono zero e deve essere ricaricata spesso. Le macchine elettriche, e anche le ibride, non solo contribuiscono alla riduzione dell'inquinamento atmosferico, ma anche a quello acustico.

Per capire quale macchina è pi…

La morte di un capo Tribù in Amazzonia e il nostro probabile ingresso in un buco nero.

Una volta ho visto un documentario molto interessante su History Channel che si chiamava " 10 modi per distruggere la Terra- buco nero", e in pratica descriveva tutto il percorso di distruzione del pianeta Terra durante un ipotetico incontro con un questo corpo celeste che come sappiamo è capace di distruggere tutto ciò da cui si avvicina.
Una delle cose che più hanno richiamato la mia attenzione fu il fatto che le autorità più importanti (tutti nord americani) sono stati accompagnati in un bunker ultra resistente per farli proteggerli dagli  eventi catastrofici e quindi dalla distruzione, tutto ciò si è rivelata un'amara illusione perché quando sono arrivati alla cosiddetta "singolarità", cioè la zona centrale dei buchi nero dove la densità della materia raggiunge valori tali da provocare il collasso gravitazionale dello spaziotempo, il bunker e i suoi "ospiti" hanno subito il processo di spaghettificazione (si chiama proprio così), cioè quando gli …

Piante grasse: consigli per la fioritura

Colori sgargianti e dimensioni a volte più grandi della piante stessa, i fiori delle piante grasse sono davvero molto interessanti, oltre ad avere una lunga durata. Le piante grasse (Crassulaceae, Cactaceae, Aloeaceae, Aizoeacea, Apocynaceae, Agaveaceae, Asparagaceae, Asteraceae, Commelinaceae, Didiereaceae, Dioscoreaceae, Euphorbiaceae, Geraniaceae,  Portulacaceae, Vitaceae, Xanthorrhoeaceae ) sono quasi tutte originarie dall'Africa e hanno sviluppato  dei sistemi di adattamento al clima arido e/o caldo.
Un'altra particolarità è che le piante crasse sconvolgono la fotosintesi in modo diverso: i periodi di luminosa e quella di fissazione avvengono in momenti diversi (giorno e notte), per evitare l'evaporazione dell'acqua, quando la pianta è inserita in un contesto di "normalità", compie fotosintesi in "modo tradizionale".
Queste piante non hanno bisogno di annaffiature costanti, ma devono comunque ricevere acqua per poter immagazzinarla nei loro te…

Stevia: coltivazione, contrasto al diabete e benefici per il cuore.

La Stevia (Stevia rebaudiana) è una pianta officinale originaria dal Brasile e Paraguay e attualmente i dolcificanti a base di Stevia sono diventati ormai popolari. In ogni modo la stevia non è solo un dolcificante, ma è anche un alleato dell'apparato cardiopolmonare. 
Questa pianta ha un rapporto di 1/300 calorie rispetto al comune zucchero bianco ed è 200 volte più dolce rispetto ad esso, questo perché contiene stevioside responsabile del sapore dolce delle foglie. 
Alcune proprietà interessanti della Stevia e soprattutto delle foglie fresche la diminuzione della fatica fisica e mentale, aiuta a ridurre il peso corporeo e i livelli di acido urico, è un tonico per il cuore, normalizza la pressione arteriosa (indicato per chi ha l'ipertensione), mantiene la regolarità dei battiti e l'attività del polmoni.
Anche i diabetici possono aggiungere la stevia alla dieta poiché stimola la secrezione dell'insulina e i composti presenti nelle foglie agiscono come agenti  anti gl…

Progetto Micro Orto - Peperoncini: coltivazione e proprietà.

Anche voi avete aderito al progetto del micro orto? No? Allora l'idea è questa: se avete un balcone o una terrazza potete dunque coltivare degli aromi e/o delle piante di piccole dimensioni che producano alimenti. Perché è utile? Per avere materia prima fresca da consumare in cucina oppure per la preparare i vostri cosmetici casalinghi, abbellire il vostro spazio e allo stesso tempo contribuire a rendere il vostro quartiere più verde ed ecologico.
Siccome parliamo di micro orto ovviamente facciamo riferimento a piante di piccola o media dimensioni, cioè con peso e altezza limitati e l'utilizzo (il più possibile) di vasi di plastica, questo perché dovete sempre fare attenzione alla portata del vostro balcone e quindi evitate le piante che raggiungono una certa altezza o che abbiano dei con fusti spessi e quindi adatte ai giardini e terreni coltivabili.
Allora parliamo di una pianta che si adatta bene ai balconi: la pianta di peperoncini.

I peperoncini sono considerati alimenti…
.

Visite