Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2021

Autoprodurre aceto profumato con erbe aromatiche in pochi minuti con la tecnica "della madre".

Immagine
  Abbiamo già parlato della possibilità di autoprodurre il proprio aceto aromatizzato per uso culinario e per le pulizie, utilizzando alcune tipologie di erbe aromatiche e abbiamo visto che trattasi di un metodo facile ed economico da realizzare a casa, tra l'altro è anche molto interessante perché è possibile vedere le erbe in immersione attraverso il contenitore trasparente ottenendo un bell'effetto. In ogni modo nonostante i buoni risultati alcune persone si scoraggiano perché trattasi di una macerazione che ha bisogno dei suoi tempi e che a volte non coincide con i nostri, ma per risolvere il problema è possibile può optare per un'altra tecnica in grado di velocizzare il processo: il metodo " della madr e". Il primo passaggio è più lento ed è quello necessario per produrre "la madre", in poche parole si realizza una buona quantità (da 1 a 2 litri) di aceto aromatizzato in modo tradizionale cioè inserendo delle foglie (in alcuni casi anche rad

Macchie di muffa sui tessuti colorati: come eliminarle senza l'utilizzo di candeggianti.

Immagine
Le macchie di muffa sui tessuti colorati sono tra le più difficili da eliminare perché non è consigliabile (o addirittura impossibile) utilizzare i soliti prodotti/ingredienti candeggianti senza danneggiare il colore stesso. In ogni modo è possibile scegliere tra tanti ingredienti naturali adatti al trattamento/ammollo dei capi appunto colorati. Soluzione 1) Bicarbonato di sodio Carbonato di sodio (conosciuto anche come soda solvay, soda da bucato o liscivia) Zucchero bianco Amido di mais Sapone di marsiglia o sapone all'olio di cocco* Adagiare i capi in un secchio o bacinella, versare gli ingredienti elencati e subito dopo acqua bollente q.b per ricoprire bene i capi, chiudere con l'apposito coperchio o con un asciugamano e lasciare agire per 24 ore. Ammollare o realizzare un prelavaggio con aceto bianco** (di vino, alcol o mele) prima de lavaggio in lavatrice o a mano. Il pretrattamento con aceto serve sia per eliminare eventuali depositi di bicarbonato o soda da bucato sui t

Pulizie curative con l'uso dell'aromaterapia: olio essenziale di chiodi di garofano

Immagine
L'aromaterapia fa bene sia a noi che alle nostre case poiché le rende più accoglienti e rilassanti perciò possiamo sfruttare le proprietà degli oli essenziali per migliorare appunto la loro energia, cioè la loro capacità di migliorare la qualità della vita di chi ci abita. Prima di andare avanti precisiamo che il fulcro dell'argomento è quello di utilizzare i profumi naturali per migliorare la qualità degli ambienti e di lavorare con gli aromi per sopperire la nostra necessità di provare benessere e sollievo, quindi nulla che sostituisca le terapie mediche o psicologiche.  Olio essenziale di chiodo di garofano : un profumo che ci riporta all'Oriente e alle sue atmosfere calde, asciutte, esotiche e profumate, un aroma penetrante e pungente ma allo stesso tempo rinfrescante ed è indicato per equilibrare il lato emotivo, revitalizzare la mente e farci uscire dallo stato del creare o idealizzare allo stato dell'azione. È capace di donare una sensazione di pulizia e freschez

Candeggio di emergenza: come sbiancare i capi d'abbigliamento quando mancano gli additivi.

Immagine
Separare i capi bianchi e accorgersene che mancano gli additivi sbiancati che tra l'altro non servono soltanto per  candeggiare ma anche per evitare ingiallimenti. I prodotti più  utilizzati per questo scopo sono il percarbonato di sodio, l'acqua ossigenata da 20, 30 o 40 volumi, oppure la candeggina delicata, tra l'atro questi prodotti contengono ossigeno attivo, una sostanza che disinfettante e igienizzante.  In ogni modo è possibile candeggiare i vestiti anche quando ci dimentichiamo di acquistare gli additivi per le nostre lavanderie casalinghe e per farlo servono davvero pochi ingredienti e attrezzi:  zucchero bianco* sapone classico per il bucato (sapone di marsiglia ad esempio)** acqua bollente (o quasi) bacinella o secchio  cucchiaio di legno  Bollire acqua q.b per ricoprire i capi, versare 1 cucchiaio di zucchero per litro d'acqua e un dadino di sapone oppure 1 cucchiaio di scaglie di sapone per ogni 2 litri d'acqua (un po' di più se i panni da c

Cucina Vegana con prodotti del MiniOrto urbano: "Fungototonno alla Scarola".

Immagine
Il nostro amico Veganino è tornato a farci visita ma prima di tutto ha voluto conoscere il piccolo Orto Urbano di Vivere Verde   anche per vedere se c'era la possibilità di utilizzare almeno uno dei suoi prodotti per arricchire il piatto a base di funghi. Trattandosi appunto un orto piccolissimo lui ovviamente non ha trovato tutto quanto ma qualcosina da utilizzare c'era e la padrona di casa ci ha dato una mano:  Ha esagerato con i peperoncini :)) i pomodorini gialli stanno meglio sulla bruschetta. Questa ricetta è adatta a vegani e vegetariano e approfittiamo per fare una pausa di riflessione per ricordare che il benessere del pianeta e di tutte le specie animali (anche la nostra) dipende anche dalle nostre scelte a tavola e non  è assolutamente un segreto che il consumo massiccio di carne tanto amato dalla società moderna contribuisce pesantemente all'esaurimento delle risorse del pianeta, ai cambiamenti climatici, alla perdita di biodiversità e di conseguenza alla povert

Corso base di modellistica per l'autoproduzione: Manica Raglan.

Immagine
 È uscita la nuova dispensa del Corso base di modellistica per l'autoproduzion e e l'argomento di oggi è la Manica Raglan che tra l'altro è da sempre molto utilizzata per la realizzazione di abbigliamento tecnico, sportivo e per il tempo libero poiché rende gli abiti comodi e facilita il movimento delle braccia. Anche alcuni abiti classici hanno incorporato questo tipo di manica come ad esempio alcune giacche da uomo. Ricordiamo che questo è un corso base e non è previsto un certificato e ha come scopo introdurre i concetto di modellistica anche perché uno degli obbiettivi del blog è l'autoproduzione, tra l'altro trattasi di un contributo per aiutare anche quelle persone che non hanno mai frequentato un corso o che non possono farlo in modo da poter imparare a realizzare almeno gli abiti più semplici e dunque capire qualcosa sullo sviluppo a partire dai pattern di base. Un altro obiettivo importante è quello di contrastare la cosiddetta moda "fast fas

Riciclo creativo: Realizzare una camera di maturazione di frutti, fiori e erbe aromatiche con materiale di riuso.

Immagine
Fa sempre molto piacere parlare di orti urbani e soprattutto della loro presenza nei piccoli spazi e questo perché le piante da orto e giardino sono essenziali per rendere le zone cittadine più gradevoli, migliorare lo stato d'animo delle persone e in molti casi arricchire la loro alimentazione, ovviamente a patto che non rechino danni agli spazi dedicati alla flora e fauna selvatica. In alcune Regioni piante come pomodori, peperoni, peperoncini ecc., possono continuare a produrre durante tutto l'autunno (sfortunatamente ciò accade anche per l'effetto dei cambiamenti climatici)  ma la loro maturazione è penalizzata perché le ore di sole sono ridotte. Per stimolare la maturazione degli ultimi (forse) frutti sarebbe interessante creare una specie di  "camera di maturazione" e nel contesto di piccoli spazi e produzioni limitate è possibile realizzarla utilizzando materiali di recupero. Per realizzarla occorrono: Imballaggi poliaccoppiati ( tetrapark con interno argen

Fitotrattamento ai fiori e erbe per trattare il viso in modo delicato ed efficace.

Immagine
  Alcune erbe e fiori sono in grado di curare delicatamente la pelle del viso e lavorare in modo molto efficace, e questo perché contengono principi attivi in grado di interagire con la pelle portando sollievo e benefici e tra l'altro anche a livello mentale ( aromaterapia ).  Innanzitutto bisogna scoprire il beneficio di ogni elemento vegetale per un determinato tipo di pelle e situazione e dopo si passa all'applicazione.  Fiori: a) Fiori di calendula: calmante, antisettico e antifungino.  b) Camomilla antiinfiammatorio e calmante, ideale per pelli molto sensibili e soggette a infiammazioni costanti. c) Fiori di sambuco: schiarisce, smacchia e ammorbidisce la pelle, tonificante e astringente.  d) Malva: dona sollievo alla pelle affetta da dermatite e irritazione. e) Fiori di achillea: cicatrizzante  f) Fiori di Tiglio: calmante, tonificante, antiage e antiinfiammatorio. g) Nasturzio: combatte infezioni e leviga la pelle. Se utilizzato assieme al timo si ottiene un ottim

Come conservare a lungo le farine e altri cibi evitando la presenza di insetti.

Immagine
  Le farine possono essere prese di mira da diversi insetti e uno dei più invasivi è la Calandra del grano  Sitophilus granarius ed è proprio il suo nome scientifico a suggerirci che trattasi di un parassita dei granai. La calandra del grano è un fitofago che attacca vari alimenti come il frumento, l'orzo, il mais, i ceci, ma in grado di infestare anche avena, segale, miglio e grano saraceno con particolare predilezione per le farine e di conseguenza è facile che ci siano anche le larve. Anche la farfalla del cibo  Plodia interpunctella  può danneggiare i cibi come farina, riso, fagioli e altri legumi, biscotti, pasta, mangime per animali ecc. e come sempre contaminano i cibi con uova e larve. Come evitare il problema a breve termine? Abbiamo già parlato della conservazione ordinaria dei cibi ma in vale sempre la pena ricordare che non si conservano gli alimenti in sacchetti di plastica o di carta ma in barattoli di vetro o di plastica e ben chiusi. Per altri accorgimento

Scarichi lenti: come sturare i tubi senza l'utilizzo di acqua bollente o prodotti aggressivi.

Immagine
  Gli scarichi bloccati sono sempre una gran grattacapo e spesso si interviene con l'utilizzo di prodotti aggressivi per risolvere il problema che molte volte non è altro che tanto grasso accumulato e magari sono residui provenienti dalla pulizia delle stoviglie a mano o in lavastoviglie e che scivolano via nelle tubature e quindi avviene una sorta di "saponificazione" facilitata anche dall'acqua dura. In passato sono stati pubblicati post con alcune ricette per fare dei disgorganti casalinghi ma tutti quanti prevedono l'uso di acqua bollente ma non sempre è possibile utilizzarla sia per una fragilità dei tubi o per altri problemi strutturali. Dunque per avere un'opzione in più vediamo come  risolvere il problema degli scarichi lenti (o provare a minimizzare) senza l'utilizzo di prodotti aggressivi e/o acqua calda.  Occorrono: Bicarbonato di sodio Aceto (uno qualunque) Tanica da 5 litri questa è un contenitore di acqua demineralizzata ormai vuoto. S

Concime liquido fai da te rivitalizzante e fortificante per le piante da orto.

Immagine
  Le piante da orto hanno bisogno di un rinforzo per crescere belle e sane e produrre foglie, fiori e frutto, oltre ad avere radici forti e resistenza contro i parassiti, e quelle coltivate in vaso hanno una maggiore necessità di essere alimentate poiché lo spazio disponibile per accedere ai nutrienti è limitato.  La mancata o esigua concimazione può creare problemi alle piante come la caduta dei fiori, scarsità dei frutti oppure dimensioni molto ridotte, radici e foglie deboli e poca resistenza ai parassiti. In molti casi il problema principale è la carenza di fosforo e potassio (anche altri minerali ma questi assieme all'azoto e allo zolfo sono i principali). Come preparare un concime casalingo e 100% bio davvero efficace per aumentare la produzione e la bellezza delle piante da orto e senza spendere tanto? In realtà bastano alcuni avanzi: Ricetta per ottenere 1 litro di concime liquido: buccia di una banana (potassio e calcio) buccia di una patata grande o due medie (fos

Ricetta vegana e vegetariana: melanzana alla paprika in pastella di ceci.

Immagine
  Il nostro amico Veganino l'alieno è venuto a farci visita e come tutte le volte ci ha lasciato una ricetta facilissima da realizzare (lui non ama le lunghe preparazioni) e che richiedono solo ingredienti vegetali. Il piatto di oggi si chiama "Melanzana alla paprika in pastella di ceci" e nonostante siano fritte noterete che non ci sarà traccia di unto. Ingredienti:  2 melanzane tagliate a rondelle o a lungo 3  cucchiai di farina 00* 6 cucchiai di farina di ceci 1 cucchiaio non molto pieno di amido di mais o fecola di patate paprika piccante** aglio in polvere (opzionale) sale fino acqua*** Preparazione Tagliare le melanzane, adagiarle tra due canovacci e premere con il mattarello come per stendere la pasta, in questo modo si elimina un po' di liquido, non bisogna esagerare perché la pastella ai ceci tende ad asciugare le verdure. Pastella:  La proporzione tra le farine (e amido) è quella he avete già letto quindi versarle in una ciotola, aggiungere acqua q.b

Acido citrico che emana cattivo odore: come risolvere il problema.

Immagine
  Questo post è stato inspirato da una domanda posta più di una volta e inviata per email: perché le soluzioni con acido citrico puzzano? Rispettivamente soluzione per lavare il pavimento (fatta al momento e cattivo odore dopo l'asciugatura, e ammorbidente che impuzzolisce i capi). In realtà non esiste una spiegazione definitiva perché nonostante l'acido citrico (polvere) sia inodore quando a contato con i liquidi, superfici ecc. può (a volte) impregnarsi di odori non proprio gradevoli, oppure può capitare che la polvere sia stata conservata in luogo umido o troppo a lungo. Se il problema di presenta si può comunque utilizzare l'acido citrico per disincrostare la macchina del caffè, per acidificare l'acqua delle piante oppure per igienizzare gli scarichi, altrimenti si può cercare di neutralizzare gli odori utilizzando alcuni ingredienti naturali come:  a) Chicchi di caffè: assorbono gli odori e profumano, 1 cucchiaio per 500 gr di acido citrico (polvere). b) Carb