Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2022

Shampoo Biologico Antigiallo per capelli biondi o grigi Prime Organic, presentazione e recensione.

Immagine
Accettare il nuovo colore naturale dei capelli cioè bianchi o grigi non vuol dire trascurarli e anzi, bisogna pensare sin da subito alle loro nuove esigenze. Il primo passo è capire che i capelli naturali richiedono cure diverse come ad esempio più idratazione rispetto alla nutrizione e almeno all'inizio della transizione verso il grigio sarebbe meglio evitare i prodotti per la ricostruzione perché inizialmente la cheratina occuperà gli spazi vuoti laddove c'era la melanina quindi è facile che i fili risultino più spessi e più duri ma l'effetto è temporaneo nella maggior parte dei casi.  Per mantenere i capelli bianchi lucidi è necessario acquistare dei prodotti anti ingiallimento per evitare le macchie e il fastidioso effetto giallastro e spento. Allora quando ho deciso di smettere di fare il colore non c'erano tante opzioni per capelli bianchi ed era un mondo un po' inesplorato/abbandonato.  via GIPHY La buona notizia è che attualmente ci sono tante opzion

Detersivo al limone autoprodotto con le bucce degli agrumi. Conservazione e consigli per l'uso.

Immagine
  Se avete una grande quantità di limoni a casa allora bisogna stare attenti alla proliferazione della muffa degli agrumi ( Penicillium italicum ) un modo per preservarli dal deperimento preparando la vostra versione casalinga dei limoni già spremuti procedendo a surgelare il succo di limone non diluito in delle formine per il ghiaccio o qualche altro tipo di contenitore, oppure preparare una miscela di succo di limone e zucchero da diluire in 1 litro d'acqua naturale o frizzante o da utilizzare nella preparazione di tote biscotti e altri dolci, un suggerimento: 250 gr di zucchero per ogni 500 ml di succo di limone. Queste preparazioni sono interessanti anche per chi ha un albero di limoni carico di agrumi profumati (meglio ancora).  E le bucce? Tanti limoni vuol dire tante bucce dunque una valida materia prima naturale per l'autoproduzione di diversi prodotti per la casa come ad esempio degli ottimi detersivi profumati, sbiancanti e disincrostanti. Inizialmente servono

Prodotto leave-in 100% naturale, economico e a Km0: capelli malleabili, sani e per nulla appiccicosi.

Immagine
Prodotti per i capelli senza risciacquo chiamati anche leave-in sono davvero necessari? Dipende! Alcuni capelli non ne hanno affatto bisogno mentre altri ci guadagnano in morbidezza e definizione e questo perché non esiste un/il prodotto universale adatto a tutti perché l'aspetto della chioma dipende non dai fattori ambientali, nutrizionali e soprattutto dalla genetica, quindi due capigliature seppur molto simili possono avere delle necessità ben diverse.  È opportuno sottolineare che per diverse ragioni anche i nostri stessi capelli possono cambiare nei mesi o negli anni e quindi sentiremo la necessità di cambiare prodotti e trattamenti che prima andavano bene, ad esempio quando sono passata dalla colorazione (le classiche tinte del supermercato e parrucchiere fino a quelle erboristiche/henné) ai capelli sale e pepe, molti cosmetici o soluzioni casalinghe che ho utilizzano per anni sono diventati incompatibili con i miei capelli " au naturel " questo perché le colorazion

Orto in piccoli spazi e la coltivazione della lattuga in vaso: La esperienza dopo alcuni mesi.

Immagine
Un alimento molto comune nelle nostre tavole, la pasta? In realtà trattasi della lattuga ! Apprezzata anche da chi non ama molto le verdure perché una bell'insalata fresca soddisfa e rinfresca il palato e fa anche molto bene agli occhi, sistema nervoso, intestino e pelle. Esistono diverse varietà di lattuga come ad esempio la piccolina o da taglio, romana, canasta, cappuccio, iceberg, crespa o lollo, gentilina, e via dicendo, ma quella che ci interessa perché si adatta bene ai piccoli orti in vaso è il lattughino da taglio .  Abbiamo già parlato dell'autoproduzione  del lattughino quindi adesso ci soffermeremo sul dopo cioè se è valsa la pena l'esperienza e se è una buona idea dedicare uno o due vasi per le piantine di lattuga. Sono passati molti mesi dalla prima semina e conseguente coltivazione casalinga e da allora questo alimento non è mai mancato nemmeno durate l'inverno, in aggiunta il vantaggio della provenienza e della garanzia dei prodotti utilizzati per la co

Pedicure aromaterapico "giardino aromatico": elenco delle erbe ideali per la cura dei piedi e dei sensi.

Immagine
Alcune pratiche o "rituali" di bellezza e cura del corpo sono riusciti a resistere al passare degli anni e dei secoli e il pediluvio è uno di questi tanto che è possibile trovare molti prodotti e ingredienti in grado di rendere questo momento di  benessere  ancora più gradevole come ad esempio oli essenziali, scrub, sali, bagni curativi ecc., per non parlare dell'aggiunta di elementi vegetali come i petali di rosa e di altri fiori che tra l'altro creano un bellissimo effetto estetico.  Il pediluvio è rilassante e benefico per la cura dei piedi e per risolvere alcuni problemi più comuni come le gambe gonfie dopo una giornata di lavoro a casa o in giro, stress e stanchezza di fine giornata o semplicemente per realizzare la pedicure fai da te e rigenerare i sensi usufruendo i benefici dell'aromaterapia, forse dopo una giornata pesante. Il punto è che esistono alcune erbe e piante aromatiche talmente speciali da rendere il momento del pediluvio davvero unico poiché ha

Biofertilizzante chilometro zero autoprodotto: piante rigogliose con solo ingredienti naturali ed economici.

Immagine
  In questi ultimi tempi abbiamo sentito parlare spesso della mancanza di diversi prodotti alimentari e industriali incluso i fertilizzanti e prodotti per l'agricoltura in generale e questa è solo la punta dell'iceberg di una situazione che oltre a portare dolore e tristezza a tante persone che hanno avuto la vita letteralmente sconvolta, ci sta anche "sbattendo in faccia" la nostra enorme dipendenza dai carburanti, eh già perché anche gli ingredienti e prodotti più green sono frutto di trasformazioni/lavorazioni industriali quindi richiedono energia sia per la realizzazione, che per l'imballaggio e il trasporto della merce e ciò vuol dire che tutti noi contribuiamo all'inquinamento e per questi motivi è sempre una cosa buona trovare alternative più ecologiche in tutti i sensi. Ci sono delle soluzioni alternative che possono essere di grande aiuto per le nostre piante e che possono essere autoprodotte in uno spazio molto ridotto e soprattutto quando non è poss

Zuppa funghi , patate e erbe dell'orto accompagnata da crescione fresco.

Immagine
  È tornato il nostro piccolo amico Veganino a farci visita e non poteva di certo mancare una delle sue ricette facili da realizzare, e questa volta lui ha voluto utilizzare alcuni dei prodotti del nostro mini orto urbano, dunque la ricetta di oggi è la zuppa in pentola a pressione con funghi, patate, rucola, erbe aromatiche e crescion e dei giardini o inglese, tra l'altro ultimo ingrediente è stato utilizzato in modo davvero inusitato. Nonostante la ricetta preveda l'uso della pentola a pressione non è un problema se non l'avete poiché si può utilizzare anche una tradizionale allungando i tempi di cottura.  Ingredienti: 250 gr di funghi champignon o mix di funghi. 4 patate medie tagliate a cubetti. 1 cipolla rossa 1 spicchio d'aglio scacciato e tritato. 1 ciuffetto di cerfoglio oppure prezzemolo 1 piccolo mazzetto di rucola. 10 foglioline di erba cipollina tagliate a metà 1 foglia di dragoncello qualche fogliolina di sedano (circa 1 cucchiaio) 1/4 di peperoncino

DIY (parte II): Come realizzare un capo di abbigliamento partendo da uno già confezionato.

Immagine
Uno degli argomenti che trattiamo spesso in questo spazio è l'autoproduzione  divisa tra diversi argomenti: orto, cosmetici, detersivi, artigianato, riciclo e anche il cucito tanto che è stato creato e reso disponibile un corso di modellistica di base per inizianti, e tempo fa è stato pubblicato un post in cui veniva proposto un metodo per realizzare il cartamodello di un pantalone a partire da un capo già esistente, se non l'avete visto eccolo qui , il modello scelto allora fu un pantalone indiano molto semplice. Sono stati descritti tutti i passaggi per fare realizzare una sua copia senza commettere errori (o evitandoli il massimo possibile).    Questo post è sì dedicato alla confezione del pantalone ma più che altro per dare qualche consiglio a chi sta iniziando con il cucito, come ad esempio l'utilizzo del piedino premistoffa, come utilizzarlo come riferimento per avere una cucitura dritta, come fare le rifiniture utilizzando la macchina da cucire domestica perché non

Capelli spenti, induriti e ribelli: Un mix di oli e elementi vegetali per dare forma e luminosità.

Immagine
 A volte i capelli possono assumere un aspetto spento e privo di forma nonostante un'alimentazione sana e ciò accade perché anche lo stress, l'inquinamento e le intemperie possono alterare il loro aspetto togliendo luminosità e malleabilità. Il modo più efficace per risolvere il problema è coccolarli con ingredienti naturali e ricchi di elementi preziosi per contrastare l'effetto crespo. La buona notizia è che possiamo trovarli facilmente nei negozi bio, parafarmacia e anche nei supermercati e ad un ottimo prezzo. Per creare il proprio olio arricchito occorrono: Olio di mais Olio di arachidi Papaia Aloe Vera (una foglia grande o gel industrializzato). Siccome le chiome non sono tutte uguali (tanti o pochi capelli, fini o spessi, lisci o ricci) lavoreremo con le proporzioni: 2 parti di olio di arachidi per 1 parte di olio di mais, 10 gr di papaia per 50 ml di olio e 1 cucchiaio di gel di di aloe vera per ogni 3 cucchiai di olio. Ad esempio: 3 cucchiai di olio di arach

Pulire a fondo: Disincrostare il forno sporco utilizzando gli attrezzi giusti.

Immagine
I forni nuovi di pacca sono stupendi: lisci, lucidi e soprattutto puliti! Ma con il tempo è inevitabile che le pareti del forno si sporchino e non è difficile che si vengano a creare delle incrostazioni difficilissime da rimuovere, e nonostante certi ingredienti naturali come aceto, bicarbonato, acido citrico, sale ecc. aiutino a rimuovere lo sporco, in alcuni casi non bastano e bisogna utilizzare altro.  È sempre meglio evitare i detersivi disincrostanti perché siccome è quasi impossibile rimuovere il prodotti al 100% ed eliminare ogni minima traccia è facile dunque sentire dei fastidiosi odori "chimici" quando il forno raggiungere una certa temperatura, quindi in che modo possiamo rimediare? Usando degli ingredienti naturali ma anche qualche attrezzo speciale. Come prima cosa bisogna strofinare le pareti del  forno con poco detergente per piatti a mano biologico o almeno ecologico e aceto (bianco o rosso), e subito dopo strofinare con bicarbonato, la reazione tra bicarbonat