Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2010

La città più sostenibile del mondo

La città più sostenibile del mondo non si trova nella parte nord del mondo, anzi, si trova allo estremo sud, precisamente al sud del Brasile e si chiama Curitiba, situata nello Stato del Parana.
Chi ha fornito questo risultato è stato il Globe Forum, una comunità formata da imprenditori, investitori e manager che hanno imposto l'innovazione sostenibile come centro della loro attività.
Analizzando ogni città è risultato nel campo della sostenibilità Curitiba si trova avanti a certe città come Sidney in Australia, Malmo in Svezzia, Murcia in Spagna e tante altre.
I parametri usati per valutare le città sono:
la conservazione dell'ambiente; programmi concreti e intelligenti; Benessere e rapporto sociale; Spazi culturali e per il tempo libero; Funzionamento dei mezzi pubblici; Fiducia nel settore pubblico; Gestione delle risorse economiche.
La città brasiliana ha sempre cercato di integrare sviluppo con preservazione ambientale, e tutela del patrimonio ecologico. Da anni il sistema si trasp…

Smacchiare e lavare il jeans

Ogni tanto i jeans, specialmente quelli più chiari diventano un po' "marrone", e nemmeno il detersivo riesce a smacchiare e schiarire il jeans, ovvero farlo tornare com'era prima.
Un rimedio sarebbe strofinare il jeans inumidito con del sapone di marsiglia, insaponandolo bene. E dunque si lava il giorno dopo in lavatrice con normale detersivo.
Per i jeans bianchi: bolliteli con acqua, succo di limone e sale grosso (2 limoni e 2 cucchiai di sale per ogni 2 litri d'acqua), meglio ancora se dopo lavate il jeans bianco in lavatrice con detersivo + percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo).
Per i jeans scuri invece immergeteli in una soluzione di acqua, aceto e sale grosso(1 bicchiere di aceto e 2 cucchiai di sale per ogni 2 litri d'acqua)
In ogni caso usate (e di preferenza sempre), aceto al posto dell'ammorbidente. L'aceto ammorbidisce, smacchia e ravviva il colore del jeans.

5 per mille per gli animali

Come togliere i pelucchi di lana dalla piastra del ferro da stiro

Per togliere i pelucchi di lana che si siano incollati nel ferro da stiro caldo, strofinate la piastra con un tappo di sughero.

Katchup generico fai da te

Questo ketchup è proprio squisito e il suo sapone si avvicina molto al gusto di quello che servono nei fast food, però com'è fatto in casa è molto più aromatico e gustoso....
Ingredienti:
5 kg di pomodori molto rossi 200 gr di peperone rosso senza semi 800 gr di cipolla 2 spicchi d'aglio 1 cucchiaino di pepe nero 1 cucchiaino di pepe della Giamaica* 1 cucchiaino di chiodi di garofano 2 stecche di cannella 1/2 cucchiaio di senape in polvere** 4 cucchiai di zucchero di canna 6 cucchiai di zucchero bianco 1 cucchiaio di sale 2 bicchieri di aceto di vino bianco

Preparazione
Tagliate i pomodori e il peperone e frullateli (robot o frullatore) quindi setacciate. Mettete la miscela setacciata nel frullatore, aggiungete la cipolla e frullate. Mettete la miscela in una pentola e cucinatela a fuoco dolce fino a che la miscela si riduca as 1/3 del volume iniziale.
In un'altra pentola, mischiate aceto, aglio, pepe nero, il pepe della Giamaica, la cannella e i chiodi di garofano. Cuocere a fuoco dolce e…

Smacchiare con ingredienti Naturali parte III

Tempo fa' ho messo un link per in site in cui avevo trovato una utilissima e ampia tabella delle macchie con rispettivi smacchiatori, tutti quanti naturali. Il post era questo.
Era una tabella divisa in due parti però ora hanno incluso la terza parte, magari sarebbe da stampare queste tabelle per avere le soluzioni sempre alla portata.
Ecco il link per la terza parte della tabella:
Tabella delle macchie

Togliere i peletti dalla maglietta

Per togliere i fastidiosi peletti dai vestiti indossate un guanto in gomma (quello per le pulizie), bagnatelo leggermente e passatelo sul vestito.

Snack de Mela fai da te

Questo snack oltre ad essere squisito e sfizioso, si conserva a lungo ed è molto light. Inoltre potete mangiare una roba fresca e senza conservanti.
Sbucciare le mele e togliere la parte centrale e i semi. Fare quindi delle fettine molto fine.
Foderare una teglia con della carta da forno (purtroppo non si può imburrare) e distribuire le fettine senza sovrapporle.
Cospargere con un po' di cannella e portare a fuoco dolcissimo (50 gradi) per 2 ore.
Normalmente non bisogna aggiungere zucchero visto che le mele sono già dolci, però volendo insieme alla cannella potete usare dello zucchero di canna.
Questi snack possono essere utilizzati anche per fare un profumatissimo infuso. Basta mettere alcune fette in acqua bollente.
Se volete che lo snack sia più di colore più chiaro, immergete le fettine nel succo di limone (5 cucchiai di succo di limone per litro d'acqua) per 10 minuti, poi appoggiate le fettine su un canovaccio pulito e disponetele quando asciutte nella teglia.

Ammorbidire le labbra screpolate

Appoggiate un cottone imbevuto di tè nero sulle labbra per 20 minuti. Passato il tempo togliete il cottone e passate un pochino di olio di mandorle sulle labbra (o anche germe di grano o jojoba)

La giornata della Terra, e noi come la trattiamo?

Oggi è il giorno della Terra "Earth Day" un evento internazionale nato per promuove e sensibilizzare le persone di tutto il mondo sull'importanza della conservazione della terra e della sua biodiversità.
L'idea principale e questa: ogni cittadino può contribuire per la tutela del pianeta, anche con dei piccoli gesti, e tutti noi siamo responsabili e direttamente coinvolti.
Oggi ci saranno tante iniziative culturali per divulgare il messaggio di amore alla Terra.
A Roma ci sarà un bel Ecoconcerto al Circo Massimo alle 18:00.

Macchie d'acqua sull'acciaio o alluminio

Se sulle pentole (o altri utensili e atrezzi) in acciaio o alluminio si sono formate delle macchioline nere non bisogna rilavarle, basta spruzzarle con poco aceto e quindi asciugarle (lucidare) con un canovaccio asciutto. Oppure mettete alcune gocce di aceto su un canovaccio asciutto e lucidate la pentola.

Scrub anti macchie

Per rendere la pelle del viso liscia, morbida, uniforme e priva di macchie usate una crema di zucchero e limone. Mettete 2 cucchiai di succo di limone in un bicchiere e aggiungete del succo di limone fino ad formare una crema un po' liquida (ma non sciogliete tutto lo zucchero).
Passate il liquido sul viso e massaggiate. Poi lavate MOLTO bene il viso.
Io vi consiglierei di usare questo scrub prima della doccia per levare tutti i residui. Questo accorgimento è importante perché il succo di limone nonostante la sua funzione schiarente, al contatto con la luce solare può macchiare la pelle.

Lattine che diventano candele

Le lattine di tè, birra, caramelle possono diventare delle bellissime candele. Basta riempire la lattina con della paraffina e posizionare lo stoppino. Per farlo stare centrale appoggiatelo tra 2 stecche di legno o di plastica finche la paraffina indurisca.

Potete aggiungere alcune gocce di olio essenziale alla paraffina prima di versarla dentro alla lattina per ottenere una candela profumata.

http://algumabossa.blogspot.it/2009/04/latinhas-de-cha.html

Pulizia della cappa e del suo filtro.

Il filtro della cappa, ovvero quel panno il tessuto non tessuto può essere lavato e riutilizzato e quindi si evita creare più rifiuti.
Non è facile lavarlo visto che dopo qualche tempo di utilizzo il panno accumula un bel estratto di grasso. Però con alcuni ingredienti si può fare quest'operazione senza tanta fatica.
Per primo mettete in una pentola/bacinella dell'acqua bollente, poi aggiungete un po' di detersivo per piatti a mano e mezzo bicchiere d'aceto (o 5 cucchiai di soda solvay) per ogni 2 litri d'acqua circa.
Immergete il panno per 10 minuti. Poi sotto acqua corrente premetelo e lavatelo. Poi strofinatelo bene con del sapone di marsiglia e lavatelo il giorno dopo, oppure dopo 1 ora (più tempo sta a contatto col sapone meglio è).
Poi lavate il filtro in acqua corrente calda e stendetelo.
Anche l'interno della cappa va pulita ogni tanto, una cappa grassa e sporca fa' puzzare la cucina, quindi lavate il coperchio con sapone di marsiglia o sapone di marsigl…

Come arricchire il balsamo per ottenere capelli morbidi e setosi

Per rendere i capelli secchi e crespi più morbidi e luminosi (e anche per domarli un po'), mischiate al vostro normale balsamo 1 cucchiaino di olio di semi di lino (1 cucchiaino per ogni noce di balsamo).
Passate sui capelli massaggiando bene e lasciate in posa per 5 minuti. Poi risciacquate i capelli.

Come ravvivare il colore dei vestiti scuri sbiaditi.

Per ravvivare i vestiti neri/scuri sbiaditi, immergeteli in una soluzione fatta con acqua, aceto e birra (mezzo bicchiere di birra e mezzo bicchiere di aceto per ogni 2 litri d'acqua). Poi lavate tutto quanto in lavatrice aggiungendo 1 cucchiaio di sale grosso al detersivo.

Meglio ancora se usate al posto del normale ammorbidente, una soluzione fatta di 2 parte d'aceto bianco e 1 di acqua, che va messa sempre nella vaschetta dell'ammorbidente.

Come cancellare le macchie di ruggine e le macchie marroni dal marmo/granito

Per cancellare le macchie di ruggine/marrone dal pavimento e non solo non c'è niente di più efficace del sale + limone, però essendo una miscela piuttosto acida può "mangiare" la superficie del marmo e del granito (specialmente del marmo, il granito è più resistente).

Quindi per levare le macchie di ruggine o quelle macchie marrone che si formano sui piani o pavimenti in marmo/granito/pietra, potete usare un altro rimedio fai da te anche questo molto efficace:
Per primo si sgrassa bene il piano (superficie) lavandolo con sapone di marsiglia o detersivo per piatti, e si risciacqua con acqua e alcol. Poi si cosparge la macchia con sale fino e si strofina bene con una cipolla. Poi mettete sopra dell'acqua ossigenata da 40V o 60V (in ogni caso è sempre quella cremosa che vendono nelle profumerie e negozi per parrucchieri/cosmetici), si strofina ancora un po' sempre con la cipolla e si copre con un panno asciutto.
Passati 30 minuti levate il miscuglio e lavate il piano co…

And the winner is:

La cara amica Anna e il suo Ordine Fantasioso mi ha regalato un premio chiamato Honest Scrap. Chi riceve questo premio dovrebbe assegnare il premio ad altri 10 blog e raccontare 10 cose su di me.... Non so se arrivo a 10 perché non ho tanto da raccontare su di me, però vediamo...
A me piace molto la serie di Montalbano; A me piace mangiare dei pezzetti di pera e mela insieme al mio cane; Amo le zuppe; Il mio hobby è la fotografia; Amo giocare a bowling; A me piace guardare il rugby e il hockey sul ghiaccio in TV; Non perdo mai le puntate di Doctor House; Adoro il profumo di lavanda (vero); Non me piace stirare; Non sopporto chi non raccoglie i bisogni del cane.
Per me sarebbe difficile scegliere 10 blog tra tutti i blog dei amici e lettori che seguono il mio, per cui dedicherei il premio a tutti i miei altri amici bloggers che ogni tanto passano qui da me...

Macchia di acido e anticalcare forte sulle piastrelle lucide del bagno e cucina (RIEDICT)

[RIEDICT] se avete usato o si è rovesciato qualche prodotto molto acido sulle piastrelle lucide del bagno e le mattonelle sono rimaste opache è probabile che l'acido abbia "mangiato" la zona superficiale delle mattonelle. Comunque si può provare a ricuperarle con bicarbonato e alcol.

Si fa' cosi: 

cospargere il pavimento con bicarbonato quindi bagnare per bene il pavimento con acqua e alcol (1 bicchiere di alcol per litro d'acqua) e in più 1 cucchiaio di detersivo per piatto. 

Strofinare il pavimento con una scopa o spazzolone e lasciare in posa per 15 minuti. Quindi riempite un secchio con acqua e con l'ausilio di un mocio e un secchio con acqua pulita togliere i detersivi e quindi risciacquare bene.
Poi passate per terra una soluzione fatta con 3 litri circa di acqua, mezzo bicchiere di aceto e mezzo bicchiere di alcol. Usate uno straccio bene strizzato.

Bioinsetticida universale

Ingredienti:

rametti di timo o timo al limone foglie di menta 1 litro d'acqua 2 spicchi d'aglio 1 pezzettino (tipo mezzo cucchiaino di sapone di marsiglia)
mettete tutti gli ingredienti in una pentola e fatte bollire la soluzione per 20 minuti. Tre ore dopo o anche il giorno dopo filtrate la soluzione e mettete su uno spruzzino.
Spruzzate la pianta infettata con la soluzione quando non ci sia la luce solare direttamente sulla pianta. La prima settimana mettete 1 volta al giorno, poi sporadicamente caso sia rimasto qualche parassita.
Per un effetto preventivo usate la soluzione 2 volte al mese su quelle piante più propense ad essere attaccate dai parassiti tipo la rosa o il crisantemo.

Le idee degli amici: come riciclare le scatole da tè e gli ombretti.

Oggi vi porto due interessantissimi contributi di due amiche di "Vivere Verde" alle quali ringrazio di cuore.
Allora il primo sarebbe un suggerimento di Franca di come riciclare le confezioni di tè. Alcune marche di tè eco solidale, mettono il loro prodotto dentro a delle scatoline di paglia molto carine. E quindi possono essere riutilizzate come porta bottoni, aghi ecc. Per altri suggerimenti altrettanto utili visitate il suo blog: Franca ho preso il filo.
Poi La nostra amica Valentina ci da un suggerimento di come riutilizzare i vecchi ombretti:
Gli ombretti sarebbero degli ottimo coloranti per la pasta di mais (una pasta per fare lavori artigianali), basterebbe impastare la pasta con l'ombretto del colore scelto.

Io ringrazio naturalmente tutte e due..... siete state carinissime, grazie 1000.

Come eliminare le tarme dal guardaroba e cassetti

Per allontanare e eliminare le tarme dal guardaroba e dai cassetti, per primo togliete i vestiti e lavati quelli che sono stati bucati o sono stati a contatto con le tarme, poi passate all'interno dei cassetti un panno bagnato con aceto bianco puro.Poi chiudete i cassetti/guardaroba per 1 ora e poi apritelo per 1 ora.
Posizionate quindi dei sacchettino fatti con 1 cucchiaio di sale grosso e chiodi di garofano e: o rametti di timo al limone, o pezzi di buccia secca di limone o arancia, oppure fiori di lavanda.
Spesso le tarme sono attratte anche dagli ambienti umidi per cui se il vostro guardaroba è posizionato in un ambiente umido appendete all'interno del guardaroba e/o mettete dentro ai cassetti dei sacchettini pieni di pezzetti di gessetto.

Come eliminare l'odore di bruciato dal forno

Può capitare che durante la cottura un po' di cibo si versi sul forno e si bruci. Per debelare l'odore mettete del sale fino sul cibo versato, se state facendo qualche dolce fatte velocemente quest'operazione.
Poi quando avete finito di usarci il forno, prima che si raffreddi del tutto, bagnate la macchia con un po' di acqua e detersivo per piatti, mettete sopra del bicarbonato e 5 minuti dopo versate dell'aceto. Quando l'effervescenza inizierà a diminuire cercate di toglierne i residui con un panno.

Maschera per ringiovanire le mani più rovinate.

Questa maschera è molto efficace per dare vita alla pelle delle mani, normalmente più sposta all'aggressività del tempo, dei prodotti chimici e dello smog. Ridona vitalità alla pelle screpolata e invecchiata.
Comunque è sempre importante proteggerci le mani usando dei guanti per svolgere le faccende anche se usate dei prodotti naturali. Sacrificate i guanti ma non le vostre mani.
Ingredienti:
1 cucchiaio di succo d'arancia o succo di pomodoro (o uno o l'altro) 2 cucchiai di amido di riso (se non trovate l'amido di riso usate quello di mais o di cereali) o fecola di patate. In molti supermercati e negozi di cosmetici potete trovare dell'amido per il bagno, potete usare anche l'amido per stirare. 2 cucchiai di olio di germe di grano o olio di jojoba o mandorle acqua di riso*.
*Come ottenere l'acqua di riso: prendete mezzo bicchiere di riso (uno qualsiasi), mettetelo in ammollo in acqua (quel che basta per coprirlo) per 15 minuti. Raccogliete l'acqua biancastra.

Come ravvivare il bianco spento e liberarsi del bucato grigio.

Se volete togliere il grigiore del bucato bianco o semplicemente ravvivare il bianco spento, oltre al limone e al percarbonato/acqua ossigenata (ho inserito alcuni post tempo fa'), potete usare l'alcol. Mettete i vestiti in ammollo in acqua calda (anche bollente se i vestiti non sono tanto delicati), 1 bicchiere di alcol, pezzetti di sapone di marsiglia o 2 cucchiai di sapone grattugiato, o 2 cucchiai di pasta di sapone di marsiglia, e 2 cucchiai di bicarbonato di sodio (se il tessuto è in lana o in seta al posto del bicarbonato usate 2 cucchiai di acqua ossigenata da 40V.
Coprite la bacinella con film plastico o con un asciugamano e lasciate i panni in ammollo per almeno 1 ora (o anche una intera giornata/notte), meglio ancora se mettete la bacinella sotto il sole. Poi lavate i panni in lavatrice con un normale detersivo. Meglio ancora se aggiungete al detersivo 1 cucchiaio di percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo) o 2 cucchiai di acqua ossigenata da 40V. Per lana e…

Pulizia delle verdure con bicarbonato

Il Centro di Ricerche Biotecnologiche dell'Istituto di Microbiologia dell'Università Cattolica di Piacenza, ha svolto una ricerca per confrontare gli effetti del lavaggio della frutta e delle verdure con acqua e con acqua e bicarbonato.
I ricercatori hanno scoperto che una soluzione fatta con 1 litro d'acqua e a cucchiaino di bicarbonato dopo 5 minuti riduce nettamente le particelle dalla superficie degli ortaggi.

Il bicarbonato ha aumentato l'efficacia del lavaggio in quanto ha eliminato residui di terra, cere, impurità e sporcizia, ovvero i centri di accumulo dei germi.

Quindi l'acqua con bicarbonato è efficace per l'igiene delle verdure.
Come a casa non si usa dell'acqua distillata, sarebbe meglio usare 1 cucchiaio per ogni litro di acqua, e dopo l'ammollo si deve comunque lavare gli tutto quanto in acqua corrente.
Per aumentare la forza disinfettante del bicarbonato potete aggiungerci 1 cucchiaino di argilla verde all'acqua dell'ammollo.
Però per…
.

Visite