Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2009

Pulizia dei pupazzi in peluche

I pupazzi in peluche o in lana possono accumulare davvero tanti acari provocando di conseguenza allergie respiratorie. Per sconfiggere gli acari accumulati nei giocatoli dovete per primo lavarli con sapone da bucato (strofinate tutto il giocatolo). Dopo 30 minuti sciacquare MOLTO bene con acqua corrente. Per l'ultimo risciacquo immergetelo in un secchio con acqua e aceto (1 bicchiere per ogni 3 litri d'acqua) o versate l'acqua sul giocatolo se questo è molto grande.
Fattelo asciugare bene all'aria aperta e poi mettetelo dentro ad un sacchetto o anche dentro ad una busta, togliete l'aria, chiudete e mettete dentro al freezer per 24 ore. Gli acari muoiono con il freddo.

Come lavare i igienizzare le coperte degli animali domestici

Le coperte che usate per coprire la cuccia dei vostri animali domestici non deve essere lavata con prodotti aggressivi come la candeggina o ammoniaca perché i suoi residui possono provocare delle reazioni allergiche sulla loro pelle. Anche l'ammorbidente può provocare delle reazioni allergiche all'animale.
Per igienizzarele coperte degli animali procedette così:
 A MANO: strofinare il tessuto con sapone di marsiglia e risciacquare in abbondante acqua corrente dopo 30 minuti. Se il tessuto è molto sporco aggiungete al lavaggio alcuni cucchiai di soda solvay. Immergete dopo i tessuti in una soluzione di aceto e acqua (1/2 bicchiere per 3 litri d'acqua).
IN LAVATRICE: aggiungere poco detersivo da bucato e 2 cucchiai di soda solvay. Non c'è bisogno di usare delle temperature altissime, usate al massimo 40 gradi. Se i tessuti sono troppo sporchi metteteli in ammollo in acqua calda, sapone di marsiglia, 2 cucchiai di sale grosso, e soda solvay. Quindi dopo un minimo di un'or…

Riso scaduto che diventa concime naturale

Se avete comprato del riso e questo è rimasto lì dimenticato nella credenza, non buttatelo perché potrà diventare un ottimo concime naturale per le piante. Basterò sminuzzarlo (dovrà essere crudo) e poi mischiarlo con la terra dei vasi.

Riciclaggio: Come riutilizzare i vecchi calzini

Non buttate i vecchi calzini rovinati perché sono utilissimi per imbottire le scarpe da riporre al cambio di stagione. Cospargete un po' di bicarbonato in questi calzini prima di metterli dentro alle scarpe per mantenerle asciutte e prive di odori.  meglio ancora se nei calzini aggiungete alcune gocce di olio essenziale come ad esempio di lavanda o tea tree.

Come usare il bicarbonato al posto del deodorante

Il bicarbonato è un'ottima alternativa ai deodoranti commerciali perché veramente impedisce la formazione dei cattivi odori senza bloccare la traspirazione. Però per usarlo, specialmente sulla pelle delicata e depilata, è necessario per primo passare una goccia di olio idratante (jojoba, germe di grano, mandorle ecc) sulla pelle, e poi una papetta fatta con bicarbonato e acqua. 
Basta usare circa 1/4 di cucchiaiono di bicarbonato mischiato a 2 o 3 gocce d'acqua.
Potete usare una crema bio al posto dell'olio per idratare la pelle prima dell'applicazione del bicarbonato.
Conservatelo in un baratolo chiuso, meglio ancora sarebbe riutilizzare un vostro baratolo o un vecchio contenitore di talco.

Rimediando le macchie di candeggina sui tessuti

Per le macchie antiche non c'è niente da fare... la candeggina non macchia, ma scolorisce il tessuto. Però avete proprio un attimo di tempo per neutralizzare l'effetto della candeggina nel momento che questa tocca il tessuto. Dovete in sintesi bagnare immediatamente il tessuto con aceto puro, bianco o rosso, non c'è differenza.
Evitate di usare la candeggina per sbiancare i tessuti, oltre ad essere molto inquinante la candeggina ingiallisce i tessuti e li rovina. è meglio usare altri sbiancanti più delicati come l'acqua ossigenata, il percarbonato o il limone.
Per sapere altri dettagli sui candeggianti clikka.
Qui e Qui

Come togliere le palline dalla lana

Per togliere le palline o per rimettere a posto quel capo in lana un pochettino "cotto", passare delicatamente sopra un pezzo di carta vetrata di grana molto fina.

Fatte una specie di "cinghia" con la carta vetrata, infilate la mano e iniziate l'operazione.

Se la vostra maglia in lana è messa molto male per primo seguite questi consigli qui sotto per poi usare la tecnica della carta vetrata.
clikka 

Ravioli con ripieno di verdure grigliate

Ingredienti
Impasto:
1 kg. di farinaacqua 1 cucchiaino di sale
Ripieno:
3 melanzane 3 zucchine 2 peperoni Aglio Olio d'oliva
1) pelate le melanzane, tagliatele a strisce fine e quindi immergetele in abbondante acqua salata. 2) Mettete i peperoni nel forno a 150 gradi.
3)Mettete la farina in una ciotola capiente insieme al sale, aprite un buco al centro e mettete 1 bicchiere d'acqua. Impastate mettendo sempre acqua i.q.b e impastate finché l'impasto sia liscio, omogeneo ed elastico.
2) Mettete l'impasto in riposo coperto da un canovaccio.
3) Pelate le zucchine, scolate le melanzane e togliete i peperoni del forno che subito dopo devono essere messi dentro ad un sacchetto di plastica chiuso. Dopo 5 minuti spellati i peperoni.
4) Grigliare zucchine e melanzane, unire i peperoni a pezzetti grossolani e condire con poco sale, olio e aglio. Mettere da parte
5) Aprire l'impasto con un matterello, fare la forma desiderata: quadrata, tonda ecc, mettere dentro al raviolo un po' di verdu…

L'orrore dello sfruttamento delle mucche

Chi ha visto ieri il programma "Striscia la Notizia" magari è rimasto come me "di stucco"  di fronte alla Tv quando ha visto il servizio sulle "vacche a terra", un fenomeno molto strano in cui i poveri animali non ci riescono a restare in piedi. Molte volte vengono così sfruttate per la produzione del latte che messe in reciti piccoli non si muovono e di conseguenza perdono la capacità di camminare. Questa è già una cosa raccapricciante secondo me, però non finisce qui:
Queste povere bestie sono caricate, trascinate e messe a forza dentro ad un camion dove si fanno male, tanto che hanno fatto vedere le foto degli animali malati e feriti, e gli scaricano nei mattatoi. Una cosa da film horror altro che...
Quando il giornalista ha chiesto spiegazioni a quello del mattatoio ha avuto delle risposte sconcertanti come: ma questo animale mica è ferito, ma io non sapevo....e cose del genere....
C'è una legge che dice che non si possono trasportare gli animali che…

Come togliere le macchie di soda solvay

Una lettrice di Vivere Verde ha inviato una mail in cui chiedeva un consiglio urgente. In poche parole lei ha pulito il suo pavimento con della soda solvay e il risultato è che dopo l'asciugatura si sono formate delle macchie strane sul pavimento che risultava anche secco e con degli aloni biancastri.
Oltre alla mail di risposta vorrei postare qui la possibile soluzione per il problema, così se qualcun altro avrà questo problema.
La soda solvay è molto sgrassante e può veramente non danneggiare ma "imbruttire" i pavimenti, specialmente il cotto, il legno (in questi pavimenti è proibito l'uso della soda solvay) e certi tipi di piastrelle in ceramica. 
Gli aloni lasciati dalla soda solvay possono essere davvero difficili da rimuovere, e molte volte passare e ripassare dei normali detersivi per pavimenti oppure i fai da te non risolve nulla.
Per rimediare la situazione procedete così (questa soluzione non serve per pavimenti in legno, marmo, granito o pietra naturale)
1) La …

Hamburger Crudista

Ingredienti (10 persone):
½ kg di noci
½ kg di carote
1 cipolla media
1 cucchiaio di miele o di banana molto matura
1 cucchiaio di olio di girasole o di mais
pepe
sale
2 a 3 colheres de sopa de levedo (opcional)
paprika

Preparazione:
Tritare le noci. Aggiungere gli altri ingredienti, eccetto la paprika e mischiare bene.
Fare le forme e cospargerle con la paprika. Se il composto non si presenta molto consistente aggiungete della farina di semi di lino Faz bolinhos com a forma que desejares. Polvilha com paprica antes de servir.

Pane di Minuto

Ingredienti (per 10 unità):
1 bicchieri di farina di grano 00 1 bicchiere di farina integrale 1 bicchiere di acqua 2 cucchiai di latte di soia 3 cucchiai di zucchero di canna lievito 1/2 cucchiaio di sale fino 2 cucchiai di semi di sedano

Preparazione: Mischiare tutti gli ingredienti finchè il composto sia omogeneo, non è necessario impastare a lungo. Fare delle palline e informare in forma imburrata con olio vegetale e un po' di farina. Forno pre riscaldato a 180 gradi per circa 20 minuti.

Gelato fiordilatte di soia

Ingredienti:
1/4 di litro di latte di soia* 130-150 gr di zucchero 1/4 litro di panna di soia**
Scaldare il latte a fiamma dolce, finché si formano bollicine lungo il bordo della casseruola.
Togliere dal fuoco, unire lo zucchero e mescolare finché è sciolto. lasciare raffreddare.
mescolando brevemente, unire a questo punto la panna
per trasformare questo composto in gelato versatelo in un recipiente metallico (possibilmente) e di preferenza basso così il composto si gela più in fretta. mettetelo in freezer per qualche ora finché è ben rappreso. A questo punto, romperlo in pezzi, passarlo in un frullatore robusto o robot e frullare finché non si vedono più dei blocchi duri e rimettere per altra mezz'ora in freezer in modo che prenda consistenza.
*Potete usare la nostra ricetta di latte di mandorle alla soia Latte di Mandorle
**Se volete fare la panna (anche se la consistenza non è la stessa da quella dal supermercato) occorrono:
1 cucchiaio di succo di succo di limone1 cucchiaino di sale 2 bic…

Come candeggiare naturalmente i tessuti

Per sbiancare i tessuti ingialliti o macchiati* dovete bagnare il capo con acqua ossigenata da 40V o con del succo di limone salato,(2 limoni per 1 litro d'acqua più 3 cucchiai di sale fino) ma se la zona ad essere candeggiata è piccola potete usare del succo di limone puro senza aggiunta di acqua più 1 cucchiaio di sale fino.
Mettete il capo dentro ad un sacchetto di plastica, o dentro ad una bacinella coperta con della pellicola plastica. Se la giornata è bella lasciate il sacchetto o la bacinella sotto sole per una intera giornata in ogni caso.
Lavate il tessuto nella giornata successiva con normale detersivo usando la temperatura più alta che il capo possa sopportare.
Un'altra alternativa è l'uso del percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo) che va messo in acqua caldissima e sapone di marsiglia. Immergete il capo e coprite la bacinella.
* I capi macchiati devono essere previamente lavati con sapone di marsiglia (la zona macchiata)
Per altri consigli per il candegg…

Biodetersivo: Smacchiatore forte naturale

Questo smacchiatore è molto efficace per rimuovere molti tipi di macchie difficili come grasso, oli, cibi, colla ecc.
occorrono:
1 bicchiere di bucce d'arancia (mettetele da parte sempre dentro al frigo che volete fare una spremuta. 1 cucchiaio di sapone di marsiglia a pezzettini o grattugiato 2 bicchiere di alcol
2 bicchieri di acqua
mettete dentro ad una pentola dell'acqua fredda più le bucce d'arancia tagliate a pezzettino. Portate la pentola coperchiata a fuoco medio fino al bollore e lasciate raffreddare il liquido.
in un altro pentolino mettete il sapone e copritelo con 1 bicchiere d'acqua finché il sapone si sciolga completamente. Dovrà diventare un'acqua saponata biancastra.
filtrare il liquido delle arance, aggiungere il sapone e l'alcol. Mettere in uno spruzzino e usare come un smacchiatore normale.

Dolce al cioccolato con latte di soia

Ingredienti:
300 ml di latte di soia;
50g di cioccolata in polvere;
1 cucchiaio di margarina vegetale.

Preparazione:
mettete gli ingredienti in una pentola e portatela a fuoco dolce. dovete mescolare sempre finché riuscite a vedere il fondo della pentola. mettete il composto in un piatto dove prima avete passato un po' di margarina e fatte delle palline.
Potete cospargere i dolci con delle mandorle in polvere o con del cocco grattugiato

Come togliere le macchie di lucido dai vestiti

Per togliere le macchie di lucido lasciate dal ferro da stiro basta tamponare la zona interessata con uno straccietto inumidito in una soluzione composta da aceto caldo e un po' di sale fino mischiati bene.

Togliere la macchia e l'odore di uova dagli indumenti

Per togliere la puzza di uova dai tessuti,  innanzitutto è necessario levare tutto il materiale organico dal tessuto per poi cospargere la zona macchiata con sale fino per poi bagnarla con aceto bianco puro. Se il tessuto è bianco usate aceto e succo di limone.
Lasciate agire per 1 ora e poi lavate in lavatrice a freddo con normale detersivo e 1 cucchiaio di bicarbonato*** o di soda solvay*** sempre insieme al detersivo.
Se rimane qualche odore mettete il capo in ammollo in acqua fredda e aceto (1 bicchiere per 2 litri d'acqua) e 3 cucchiai di sale grosso, e se avete a casa aggiungete anche alcuni chiodi di garofano all'acqua.
Se il tessuto è bianco aggiungete anche 1 bicchiere di succo di limone.
Lasciate il tessuto per 1 notte o per un'intera giornata in ammollo, e quindi lavate in lavatrice con normale detersivo e bicarbonato.
***No usate bicarbonato o soda solvay sulla lana, seta o tessuti molto delicati.

Pulizia del divano in ciniglia

Per pulire questo tipo di materiale dovete almeno almeno 2 volte al mese fare una pulizia a secco cospargendo il divano con bicarbonato per poi passare lo aspirapolvere (dopo 10 minuti).
Dopo spruzzate su tutto il divano una miscela di acqua e aceto bianco (mezzo bicchiere d'aceto per 1 litro d'acqua). Se il divano è molto sporco o macchiato aumentate la quantità d'aceto. Meglio ancora se aggiungete allo spruzzino alcune gocce di olio di eucalipto, limone o cedro.
L'aceto igienizza, smacchia, ravviva i colori e neutralizza dli odori, non vi preoccupate che il divano non sarà d'aceto perché il suo caratteristico odore sparisce dopo alcuni minuti.
Se il vostro divano è molto sporco passate pulitelo con una miscela di acqua e aceto (proporzione 2:1), 2 cucchiai di sale fino e 2 cucchiai di detersivo per piatti. Mischiate bene gli ingredienti dentro ad una ciotola e con l'ausilio di una spazzola morbida passate il detersivo su tutto il divano. La spazzola non dovrà es…

Ricetta di bellezza araba per una pelle di seta.

Questo trattamento di bellezza arabo è un loro vero gesto di amore verso il corpo. Con degli ingredienti naturali le donne arabe mantengono la loro misteriosa bellezza ed è diventato un vero e proprio rituale chiamato RASSOUL nome che deriva dalla loro ottima argilla saponosa ricca di minerali. Le popolazioni locali la usano addirittura come shampoo, saponetta e sapone per la biancheria.

Per lo scrub (rassoul)

Ingredienti:

3 cucchiai di argilla verde
3 cucchiai di petali di rosa secche
3 cucchiai di fiori di lavanda secche
1 cucchiaio di noce moscata
1 litro d'acqua
20 chiodi di garofano

Preparazione:


Portare l'acqua a bollore coi chiodi di garofano e lasciarli bollire per 20 minuti. Aspettate che l'acqua si raffreddi, filtrate il liquido e mischiate all'infusione gli altri ingredienti.

Per l'ìolio idratante:

Ingredienti:
3 cucchiai di olio di mandorle
6 gocce di olio essenziale di geranio
6 gocce di olio esenziale di arancia

Mischiare bene e conservare l'olio in posto fresco …

Detersivo per Finestre in Alluminio

Molte volte le finestre e infissi in alluminio diventano macchiati e opachi e i prodotti tradizionali per le pulizie non risolvono il problema, e molte volte sono così aggressivi che rovinano l'alluminio.
però prendete nota di questo efficace detersivo fai da te per le finestre in alluminio.
Mettete dentro ad una ciotola, o in uno spruzzino 500 ml d'acqua, 100 ml d'aceto e 4 cucchiai di detersivo per piatti. Spruzzate la superficie o semplicemente immergete una spugna o un panno di pulizia dentro al contenitore con il detersivo fai da te.
Passate sulla finestra per levare tutto lo sporco, quindi risciacquate e asciugate.
Per delle manutenzioni ordinarie bastano acqua e aceto.
Per mantenere brillante e per creare una pellicola resistente allo sporco e allo smog, passate sull'alluminio poco olio di semi e lucidate con un panno morbido usando dei movimenti veloci, come per dare la cera.

Come togliere le macchie d'olio e grasso dal cemento

Per togliere le macchie d'olio dalle superfici in cemento come i caminetti, i pavimenti esterni ecc usate della soda solvay. Coprite la macchia con la soda (da non confondere con la soda caustica),e aggiungete dell'acqua i.q.b per formare una crema. Lasciate agire per una notte e poi strofinare con una spazzola.

Pulizia dei vassoi e degli oggetti da cucina in legno

Per pulire gli utensili in legno e qui parlo di ciotole, porta noce, vassoi ecc, è meglio non usare del detersivo per piatti tradizionale e nemmeno quello fai da te perché asciugano il legno.
Invece usate del sapone di marsiglia che pulisce e sgrassa il legno senza intaccarlo. Per procedere è semplice, basta passare il panetto (sapone) su una spugna da cucina e strofinare l'oggetto in questione. Quindi risciacquare e fare asciugare all'aria. Se l'oggetto è particolarmente grasso basta aggiungere un po' di bicarbonato al sapone.

Se invece l'oggetto non è molto sporco basterà passare sulla superficie un panno da cucina umido e insaponato sempre con sapone di marsiglia.

Questo consiglio non serve per la pulizia dei taglieri e cucchiai in legno visto che hanno bisogno di una pulizia più accurata.
Pulizia di taglieri e utensili in legno

Riciclaggio: come fare un porta matite con il vecchio elenco telefonico

Tutti gli anni arrivano i nuovi elenchi telefonici e quelli del anno scorso sono destinati a diventare spazzatura vero? beh... magari no... perché la prossima volta non cercate di fare un porta matite molto originale? 
Avete bisogno di un taglierino, 1 matita, colla vinilica, cartone.
Tagliate l'elenco con il taglierino (più o meno 1/3 dell'altezza); Dividete le pagine che dovranno avere più o meno la stessa quantità di pagine. fatte 5 parti; Mettete una matita nel centro che servirà come punto di appoggio per fermare la composizione; Passate della cola sulla matita e generosamente in ogni punta di ogni gruppo di pagine e incollatele nella parte centrale formando di conseguenza un fiore; passate della colla sopra le pagine per aderire il tutto Quando la composizione sarà assemblata e asciutta mettetela sopra un cartone, fatte la sagoma d'accordo col disegno del "fiore" e poi incollate.

Come pulire la zanzariera

Per pulire le zanzariere occorrono:
1 secchio con circa 3 litri d'acqua, 1 bicchiere d'aceto e 3 cucchiai di detersivo per piatti se la zanzariera è troppo sporca aggiungete più detersivo.
1 pennellessa (quella da muratori). è morbida abbastanza per non danneggiare il telo e riesce a pulire i buchi.

1 straccio
Immergete la pennellessa dentro al secchio e poi passatela su tutta la zanzariera, strofinandola per bene. Poi passate lo straccio per asciugare il telo. Se necessario ripetete l'operazione.

Un premio!!!! Grazie 1000!!!

"Questo blog è un gioiello".... davvero un premio molto interessante :)
Vorrei ringraziare la nostra amica Catty  per averlo dedicato proprio a Vivere Verde!!!!
So che dovrei assegnarlo ad altri Blog, però oramai è difficilissimo sceglier perché ci sono tantissimi blog così belli.... in ogni modo dedico questo premio a tutti quanti loro e anche ai nostri lettori...

I Benefici della Pittura a Calce

La pittura a calce è molto antica ed è capace di sostituire la vernice tradizionale per la tinteggiatura dei muri. Il suo vantaggio è che, al contrario della vernice tradizionale, la calce non possiede dei componente tossici nella sua composizione. La vernice normale è costituita da leganti, colle e pigmenti petrolchimici che sono dannosi alla salute come gli AZOICI BASICI, gli AZOICI SOSTANTIVI, i PREMETALLIZZATI, i BENZOCHINONICI, i NAFTOCHINONICI, gli ANTRACHINONICI, i NITROCOLORANTI.

Poi in alcune tinte, specialmente negli smalti troviamo spesso dei solventi come il TOLUOLO, dannoso al sistema nervoso e fegato, IDROCARBURI CLORURATI, anche questo dannoso al sistema nervoso e al fegato e reni, TREMENTINE SINTETICHE che sono cancerogeni.

La pittura a calce invece è costituita da calce, terre naturali, borace e caseina. I muri dipinti con questo materiale risultano alla fine più resistenti alla formazione di muffe, questo perché la calce è una sostanza molto alcalina. La coprenza è ott…

Como pulire le borse

Le borse in cuoio o falso cuoio e  paglia  possono essere pulite con uno stracciato o con una spugna umida e insaponata con sapone di marsiglia.
Il sapone pulisce, sgrassa ma non rovina il materiale.
Le borse in tessuto possono essere lavate in lavatrice usando sempre un ciclo delicato. detersivo liquido per i tessuti più delicati e aceto bianco al posto dell'ammorbidente che servirà anche come per ravvivare il colore. Se ci sono delle applicazioni di perline o cose simili mettete la borsa dentro ad un vecchio collant.
Le borse in plastica possono essere sgrassate con una miscela di acqua e aceto in una proporzione di 2:1 e se necessario 1 goccia di detersivo per piatti.
Le borse in perline possono essere pulite con acqua e bicarbonato. Per sbiancare passate dell'acqua ossigenata da 30 o 40V risciacquando bene dopo.

Liberare il bagno dai cattivi odori

I deodoranti per la casa, non rinfrescano affatto l'aria: ma servono solo a mascherare un odore con un altro. Da un’indagine chimica su questo tipo di prodotti è risultata la presenza di paradiclorobenzolo ed etanolo. In particolare, gli emanatori aromatizzati al limone, contengono una sostanza gassosa, il limonene, che reagendo con l'ozono forma microscopiche particelle facilmente inalabili e probabilmente tossiche”.
Ci sono dei modi più efficaci per liberare il bagno dai cattivi odori.
Un metodo molto veloce è quello di accendete un fiammifero o una candela e dare fuoco a un pezzo di corda, poi spegnerlo e lasciarlo in un piatto nel bagno per 10 minuti. Meglio ancora se bagnate la corda con dell'olio essenziale fresco come cedro, eucalipto o pino.
Potete mettere anche un bruciaessenze in bagno scegliendo sempre degli oli freschi e forti come quelli sopra elencati.

Latte di Mandorle: come prepararlo a casa

Per primo devo dire che questa è una mia ricetta personalissima, come si dice in giro "rivisitata"... se volete provare eccola qua:
200 gr. di mandorle sgusciate e pelate 30 gr di zucchero 1 cucchiaio di fior d'arancio 1 litro di latte di soia
pestare le mandorle nel mortaio unendo lo zucchero e l'acqua di fior d'arancio.  passarle in casseruola, unire il latte di soia; portare a bollore e fare bollire piano per 5 minuti circa.
Filtrare (io preferisco usare un canovaccio). Lasciare raffreddare a temperatura ambiente prima di mettere in frigorifero.

Come togliere le macchie d'olio dagli indumenti

Per togliere le macchie d'olio dagli indumenti mettete sopra una pasta fatta con soda solvay e detersivo per piatti. Mettete sopra la macchia per almeno 1 ora e poi lavate il capo in lavatrice ad un minimo di 40 gradi.

Cavatelli con pesto di frutta secca e erbe aromatiche

400 g di cavatelli
100 g di gherigli di noci
50 g di pinoli
4 rametti di basilico
1 ciuffo di maggiorana
4 rametti di timo
1 rametto di origano fresco
2 spicchi d'aglio
1/2 peperoncino
1 melanzana piccola
olio extravergine d'oliva q.b.
sale e pepe q.b.

Preparazione
Con l'aiuto di un mixer tritate le erbe aromatiche con le noci, i pinoli, l'aglio e il peperoncino. Trasferite questo composto in una terrina e aggiungete 10 cucchiai di olio e regolate di sale se necessario.

Lavate la melanzana e tagliatela con la buccia a cubetti. mettetela per 10 minuti in acqua salata (dovrà essere immersa completamente) per spurgare l'amarognolo poi lavatela in acqua corrente. In una padella antiaderente fatela saltare con un filo d'olio e salate.

Lessate i cavatelli in abbondante acqua salata, scolate la pasta una volta pronta e conditela con il pesto pronto e la melanzana fritta.

Servite immediatamente.

Insalata di peperone

Un chilo di peperoni
100 gr di olive snocciolate
Olio extravergine di oliva
1 spicchio di aglio
Prezzemolo
Capperi
Sale

Metti i peperoni nel forno ed arrostiscili (forno a 180 gradi per all'incirca 20 min.).

Appena cotti chiudili in un sacchetto di plastica perché così poi si sgualciranno e sarà più facile levar via la pelle.

Dopo di aver tolto la pelle tagliate i peperoni a fettine fine, aggiungete le olive e i capperi.

Aggiungete dell'aglio tagliato a fettine fine, il sale, il prezzemolo tagliato grossolanamente e l'olio. Mischiate bene.

Riciclaggio: Le spugne da Cucina che diventano imbottitura.

Le spugne della cucina e anche quelle morbide da bagno possono diventare imbottiture per cucini...
Quando la vostra spugna sarà già consumata mettetela in ammollo in una soluzione di acqua bollente e aceto (100 ml per 1l d'acqua) e 2 cucchiai di sale fino. Lasciate in ammollo per 1 ora o per una intera giornata e poi mettetela ad asciugare all'aria aperta. Quando asciutta tagliatela a pezzettini e mettete da parte.
Quando avete tanti pezzettini (devono essere tanti perché l'imbottitura dovrà essere compatta) potete fare i cucini.

Macchia di unto sul legno

Tamponare la macchia con alcol e talco o amido e metterci sopra una carta assorbente e un peso. Aspettare 15 minuti prima di rimuovere. Pulire la zona con sapone di marsiglia, risciacquare e asciugare.

Come togliere il verderame e lucidatura del rame

Il verderame è una pattina verde che si forma sugli oggetti in rame che sono esposti per molto tempo all'aria o all'acqua del mare.
Per impedire la formazione e mantenere lucido il rame seguite questi consigli:
Pulizia del Rame

Se le parte verdastre sono molto roste da mandare via strofinate l'oggetto con alcol e talco e
Per una bella lucidatura finale, dopo le pulizie asciugate l'oggetto o superficie e strofinategli con del bianco di spagna (un tipo di gesso) e un panno asciutto morbido.

L'ultima Ordinanza Cani

il Sottosegretario alla salute On. Francesca Martini ha presentato la nuova Ordinanza “ sulla tutela dell'incolumità pubblica dall'aggressione di cani”. Non esiste più il vecchio elenco delle razze pericolose ma la consapevolezza che anche il cane della razza più tranquille può diventare pericoloso, se allevato in modo sbagliato e specialmente, con crudeltà.

La nuova Ordinanza, invece di dare la colpa della aggressività al cane, o a determinate razze, punta soprattutto sulla prevenzione e sulla formazione dei proprietari, che saranno responsabili sia a livello civile che penale dell'animale.


IL MINISTRO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI

………………..
Visti gli articoli 650 e 727 del codice penale;
Vista l’Ordinanza del Ministro della Salute del 14 gennaio 2008,
…………
Ritenuto di dover sostituire detta Ordinanza eliminando l’allegato A in quanto non solo non ha ridotto gli episodi di aggressione ma, ….. non è possibile stabilire il rischio di una maggiore aggressiv…

Cucina Naturale: Come fare aceti aromatici

Gli aceti aromatici si usano per esaltare il sapore di varie preparazioni: si può usarli, per esempio, nel condimento di un'insalata o per dare un gusto nuovo alle salse ecc.
Aceto all'aglio
5-6 spicchi d'agio 1 litro d'aceto bianco o rosso
mettere in infusione nell'aceto gli spicchi d'aglio, interi e non pelati. Dopo 2-3 giorni cominciare ad assaggiare e, appena l'aceto è sufficientemente insaporito, filtrarlo e metterlo in bottiglia.
Aceto al Cetriolo
3 cetrioli 3 cipolle piccole 1 litro d'aceto bianco
Lavare i cetrioli, pelare le cipolla; tagliarli a pezzettini, metterli in infusione nell'aceto. Filtrare e mettere in bottiglia dopo 1 settimana.
Aceto al peperoncino
50 gr di peperoncini rossi piccanti 1 litro d'aceto bianco o rosso
tagliare i peperoncini rossi a metà e metterli in infusione nell'aceto. Filtrare e mettere il bottiglia dopo 4-6 settimane.

Come ammorbidire gli asciugamani parte 2

Se al momento di stirare gli asciugamani noteresti che questi stano in piedi da soli non dovete rimetterli in lavatrice ma si spazzolarli. Prendete uno spazzolino (anche quello da manicure),spazzolate delicatamente il tessuto nel senso contrario dalle fibre, spruzzate il tessuto con acqua (meglio ancora se aggiungete 1 cucchiaino di aceto bianco) usando lo spruzzino da stiro e poi passate il ferro da stiro senza vapore o semplicemente lasciate asciugare per 10 minuti.
Guardate pure: 
Come ammorbidire gli asciugamani ruvidi

Come fare una pasta di sapone di marsiglia

Il sapone di marsiglia è l'ingrediente principale di tanti dei nostri detersivi fai da te, però molte volte si deve perdere un pochettino di tempo per sciogliere il detersivo nell'acqua. 
Per fare dei fiocchi di sapone da bucato che si sciolgono più facilmente seguite questa ricetta:
1 sapone da bucato (il panetto); 2 bicchieri di sale fino acqua i.q.b. per coprire il sapone pentola
Tagliate a pezzi o grattugiate il sapone e mettetelo nel pentolino, aggiungete il sale e mettete la quantità di acqua sufficiente per coprire il sapone più 1 bicchiere.
Accendete il fuoco e sciogliete il sapone nell'acqua. Poi mischiatelo bene con un cucchiaio in legno per far aderire bene il sale. L'acqua dovrà evaporare completamente e il risultato sarà una massa molle come una crema indurita.
Mettete questo sapone in un baratolo, ad esempio da gelato. 
A cosa serve questo sapone:
per l'ammollo dei vestiti:
bastano 2 cucchiai di questo sapone in acqua calda per levare lo sporco più grosso, speci…

Riciclaggio: Come fare un pacchettino da regalo con una copertina di rivista.

Questa bustina è fatta con una copertina di rivista. Queste si prestano bene perché sono più rigidi rispetto alle pagine interne.
è un bel lavoro da insegnare anche ai bambini e un modo originale e ecologico per imballare un piccolo regalo.


Prendete una copertina di rivista e tagliate via 1 cm.

Il risultato sarà questo:

Piegate lasciando 1 cm di bordo per  la chiusura
fare una piega dove sarà incollato
Passate della cola sulla piega e chiudete la modo di bustina facendo pressione con le mani
Prendete un piattino o un righello tondo e fatte una mezza luna tagliando con un taglierino. Dovete fare quest'operazione su tutte e 2 estremità.
Adesso piegate le punte.
Risultato:
Ed è pronto, ora basta decorare come volete.


idea

.

Visite