.

21 febbraio 2009

Come fare la raccolta differenziata


Chi non ha mai avuto qualche dubbio al momenti di fare la raccolta differenziata?
Per darci una mano, l'AMA (Azienda Romana che gestisce i rifiuti) ha messo sul suo sito un simulatore chiamato "butta bene dalla A alla Z" dove possiamo sapere esattamente dove buttare ogni oggetto.

http://www.amaroma.it/index.php?option=com_content&task=view&id=206&Itemid=109

Cero che ogni Comune ha le sue proprie regole per gestire la raccolta differenziata. Normalmente le informazioni sono esposte suo loro sito internet.

Comunque, in linee generali la raccolta funziona cosi:

CARTA E CARTONE
Separate giornali e riviste dai loro involucri di cellophane; togliete la striscia di plastica dalle buste da lettera; schiacciate le scatole di cartone e cartoncino e, ovviamente, buttate tutto nel cassonetto della carta. E' possibile conferire anche i contenitori del latte o dei succhi di frutta preventivamente sciacquati. Vanno, invece, tra i rifiuti domestici i tovagliolini e i bicchieri di carta sporchi, la carta oleata o plastificata (per esempio quella degli insaccati).


VETRO
bottiglie e vasetti di vetro vanno lavati prima di essere gettati e poi togliete i tappi che vanno riposti nei vari cassonetti a seconda del materiale. Poi buttate il vetro nelle campane per la raccolta del vetro. Piatti, oggetti di ceramica o terracotta, specchi, lampadine a incandescenza vanno tra i rifiuti domestici.


LATTINE/BARATTOLI
Vanno gettati nei appositi contenitori per il metallo/alluminio. In alcuni comuni vanno messi insieme al vetro.


PLASTICA
Le bottiglie in plastica (PET, PVC, PE) e i flaconi di detersivi vanno sciacquati e schiacciati nel senso della lunghezza, chiusi con il loro tappo, anch’esso riciclabile, e riposti nel cassonetto per la raccolta della plastica. Anche tutti gli altri contenitori in plastica per alimenti e non, che vengono acquistati al supermercato possono essere smaltiti nel cassonetto basta togliere i residui di alimenti. Rimangono esclusi da questa raccolta gli arredi, i giocattoli, le custodie per CD, piatti, bicchieri, posate in plastica, portadocumenti, accessori per auto, bidoni e cestini, borse e zainetti che in alcune città hanno i suoi appropriati cassonetti e in altre città vanno nei rifiuti domestici. Contenitori per colle o vernici, sacchetti per cemento, piccoli e grandi elettrodomestici vanno conferiti all'isola ecologica.


MEDICINALI SCADUTI e Crema di Bellezza
I contenitori per la raccolta si trovano, di solito, davanti alle farmacie; prima di liberarvi dei medicinali scaduti toglieteli dalle confezioni di carta.


RIFIUTI PERICOLOSI ED INGOMBRANTI
Per i rifiuti urbani pericolosi (batterie per auto, vernici, olii alimentari e minerali usati, ecc.) e per i rifiuti ingombranti (mobili, elettrodomestici, imballaggi di cartone, plastica e legno, ecc.) è necessario servirsi delle stazioni ecologiche attrezzate. In alcune città ci sono i giorni della raccolta dove i camion si fermano in un determinato quartiere per 1 giornata. Per le pile utilizzate gli appositi contenitori gialli che, di solito, si trovano nei pressi dei cassonetti.

RIFIUTI ORGANICI
Tra i rifiuti organici si devono comprendere i resti di cucina quali: pesce, carne, ossa, uova e gusci, pane, pasta, riso, scarti di frutta, di verdure, fondi di caffè, lettiere di animali domestici, tovaglioli di carta.

...E IL CONSUMO CONSAPEVOLE

ARTICOLI DA GETTARE
Evitiamo di comperare stoviglie, posate, tovaglie, accendini, lattine e barattoli da gettare.

BORSA DELLA SPESA
Ricordiamoci di riutilizzare la borsa della spesa, soprattutto se è di plastica, evitando di prendere una nuova ad ogni spesa.


IMBALLAGGI MENO INQUINANTI
Cercate di ridurre il più possibile gli imballaggi, cioè tutte le scatole e i contenitori di cartone, plastica, metallo o analoghi che hanno contenuto detersivi, liquidi, polveri, alimenti, tutte le bottiglie di vetro, plastica, lattine, latte metalliche di ogni tipo, contenitori di plastica espansa, involucri di plastica, reticelle per frutta, bustine per tè, zucchero, confezioni di medicinali, di cosmetici, sacchi e sacchetti. Non dimentichiamoci, inoltre, tutte le carte per usi alimentari che avvolgono i nostri prosciutti, formaggi, eccetera.


ALIMENTI DI STAGIONE SENZA IMBALLAGGIO
Evitate gli scatolami, gli involucri di plastica e di cartone, i cibi surgelati dall'imballaggio dispendioso. Comperiamo verdura e frutta fresca di stagione: richiede un basso consumo energetico per la produzione, la conservazione ed il trasporto, crea poco imballaggio e permette la scelta della quantità voluta dal cliente.


BOTTIGLIE RIUTILIZZABILI
Riportiamo al negozio i vetri che si possono rendere. Non gettiamoli nella spazzatura o, peggio, lasciamoli in giro; riponiamoli negli appostiti contenitori per il vetro da riciclare.


DERRATE ALIMENTARI
Per evitare lo spreco degli alimenti e per diminuire la concentrazione dei rifiuti cercate di comprare soltanto gli alimenti che siete sicuri di consumare in un determinato periodo di tempo.

Nessun commento:

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML