.

26 ottobre 2009

L'alcol è o no è un disinfettante?



Non è vero che gli unici disinfettanti siano o la candeggina (o altri disinfettanti con cloro), o i detti presidi medici chirurgici.

L'alcol è un disinfettante e vieni ancora usato nelle strutture sanitarie. Però l'alcol disinfettante è quello puro ad una concentrazione di 70%. E quello rosa che troviamo in commercio? Serve per diminuire la carica batterica e ha una azione antisettica più leggera, ma per gli ambienti domestici va benissimo, visto che la carica batterica è ridotta. Però non va applicato sulla matteria organica (resto di cibo, urina ecc), questa va prima tolta con acqua e sapone. Ad esempio, prima di passare l'alcol sul piano della cucina sporco, lavatelo con acqua e sapone o acqua e detergente per piatti, risciacquate e per ultimo passate l'alcol.

Se la superficie è pulita può essere igienizzata semplicemente se si passa un panno bagnato con alcol.

Però una cosa molto importante da specificare prima di tutto è che, qualsiasi disinfettante, anche la candeggina, hanno la loro attività antibatterica antimicrobica molto ridotta e addirittura inattivata se sulla superficie ad essere pulita c'è presente della materia organica (sporco). Quindi l'idea di passare la candeggina sulle superficie o spray vari su qualche superficie senza lavarla prima è sbagliata. Prima si lava con acqua e sapone ad esempio (il sapone è un buon antibatterico), oppure con qualche detergente, e poi volendo si passa il prodotto disinfettante, che può essere tranquillamente l'alcol.

L'attività antimicrobica dell'alcol deriva dalla sua capacità di denaturare le proteine e di sciogliere i lipidi , danneggiando le strutture della membrana delle cellule microbiche.

L'alcol negli ospedali e studi odontoiatrici vengono ancora utilizzati per la pulizia delle mani e superfici.

Parliamo un po' del cloro. è un disinfettante potente ma che ha la sua azione ridotta se sulla superficie ad essere disinfettata esiste della materia organica. Però è poco attivo contro alcuni bacili.

Perché va usato con attenzione: inquina l'ambiente e può danneggiare le vie respiratorie, e in grandi quantità provocare intossicazione e problemi al sistema nervoso. Quindi non bisogna usarla tutti i giorni.

Quindi fidatevi dell'alcol, perché anche se hanno diffuso su internet che ormai non serve a nulla, non è vero, e poi per l'ambiente domestico va più che bene, la casa non va sterilizzata come un ospedale (anche questa è una idea sbagliata). In ospedali ci sono diversi tipi di microorganismi da combattere e persone con la salute fragilizzata, per questo la disinfezione è fatta con diversi tipi di prodotti, e sostanze, ma è tutto controllato.

Però prima di usare l'alcol per pulire le superfici, guardate se sulla superficie non ci sia della matteria organica, se si,pulite le superfici con acqua e sapone o detergente, (questo è ancora il miglio metodo per far scivolare via i microbi) e poi passate l'alcol sulla superficie in questione. L'alcol, al contrario della candeggina è in grado di rimuovere una buona parte dello sporco.

E la candeggina: ripeto, non è necessario usarla tutti i giorni, anzi, se proprio volete usarla potete farlo ogni tanto per pulire a fondo bagno e cucina o qualche superficie che è stata a contatto a lungo con lo sporco. Se avete delle persone a casa con gravi patologie la disinfezione dovrà essere più accurata, ma dovete sempre chiedere una opinione al medico. Insomma, basta usare il buon senso.

Se volete capire come l'alcol venga ancora utilizzato nelle strutture sanitarie potete guardare questo sito:

http://www.infezioniospedaliere.it/pdf/protoc_comportam/igiene_mani.pdf

10 commenti:

Leilaluna ha detto...

ciao!!
Detto fatto e ti ho linkato..
Detto questo volevo ringraziarti per questo post sull'alcol.. solo che l'alcol si è vero che è un potente disinfettante.. ma ha un odore molto forte!! anche più della candeggina volendo..detesto l'odore "da ospedale".
Non ci sarebbe un modo per neutralizzarlo?

Vivere Verde ha detto...

ciao leila, grazie 1000

guarda, neutralizzare del tutto no, ma può essere reso più piacevole se si aggiungono delle gocce di olio essenziale, o erbe odorose, oppure della scorza di limone.....qui ci sono alcuni esempi:

http://vivereverde.blogspot.com/2009/03/come-aromatizzare-lalcol-per-le-pulizie.html

e qui:

http://vivereverde.blogspot.com/2009/08/profumo-di-detersivo-fai-da-te-per.html

Anna ha detto...

prova al commento per vedere se funzione

Anna ha detto...

Ciao a tutti.
Anche a me da molto fastidio l'odore dell'alcol, ma ho appurato che insieme al etersivo fai da te per i pavimenti in ceramica (funziona a meraviglia!!!) viene fortemente attenuato e quindi meno detestabile.
Sono d'accordo di non usare alcol su suerfici ancora sporche di materiale organico, poichè l'alcol tende a "fissare" lo sporco, meglio usarlo come disinfettante finale, dopo una adeguata sgrassatura, magari con sapone.
Un abbraccio
Anna

Vivere Verde ha detto...

grazie Anna, io non so se sono talmente abituata all'odore dell'alcol che alla fine non m'infastidisce, anche se devo dire che ho notato che alcuni alcol puzzano di più rispetto ad altri.

Questo mese ho comprato uno che ha un odore non molto piacevole e non vedo l'ora che finisca!!!

Anna ha detto...

ciao,
ti sei segnata la marca? Così la prossima volta eviti di riacquistarlo. Ma non si attenua neanche aggiungendo olio essenziale (al cedro legno, per esempio...io lo trovo buonissimo)? Se così fosse, informami così anche io faccio maggiore attenzione nell'acquisto.
Buona serata con un abbraccio
Anna

Gio ha detto...

Grazie mille anche per questo articolo, in effetti anche io avevo dei dubbi sull'alcol dopo tutti i tira e molla che si sono sentiti (serve, non serve, serve...)
Insomma...grazie :)

Vivere Verde ha detto...

grazie a voi ragazze, aspetto di aver riscattato il povero alcol... :)

Anna io purtroppo il baratolo lo ho buttato perchè inoltre c'aveva una apertura strana per cui cercando di aprirlo ho bucato la plastica e quindi ho dovuto versarlo in un altro contenitore, comunque magari sabato andrò al super e vedo la marca quell'è. Però guarda un po' la risposta che ho dato al primo commento, quello di leilaluna, lì ho messo i link che appunto insegnano a profumare l'alcol. Però se hai qualche dubbio scrivimi....

heloise ha detto...

Ciao a tutti,
stavo riflettendo sull'alcol e mi è venuta in mente una cosa, ma se al posto di quello etilico si usasse l'isopropilico? Ho controllato sul biodizionario ed ha un pallino verde quindi penso che non crei troppi problemi. Inoltre da quanto ho capito in soluzione acquosa ha un'azione battericida leggermente superiore all'alcol etilico ed è altamente sgrassante (viene usato per la pulizia dei circuiti ottici).
Dovrebbe esistere in due versioni denaturato e no (non soggetto a registrazione utf) e costerebbe meno di quello per liquori. L'unico problema è che pare abbia un odore caratteristico, quello che non sopporto dell'alcol rosa è proprio la "puzza". Qualcuno l'ha mai provato? Sarei curiosa di sapere cosa ne pensate.
Grazie
Héloise

Vivere Verde ha detto...

ciao heloise, guarda alcol in generale non inquina, sia l'etanolo sia l'isopropilico, però in ogni modo devono essere denaturati altrimenti si rischia visto che ambi sono molto infiammabili.

l'isopropilico è di difficile reperibilità, sconsiglio l'uso di quello non trattato appunto perchè è molto infiammabile e in farmacia dovrebbero chiedere il permesso della Questura per poter venderlo. Nei negozi di belle arti vendono quello non UTIF.

l'isopropilico puzza per cui se vuoi liberarti dell'odore purtroppo non c'è verso, l'etilico (alcol rosa) puzza per via del processo di denaturazione.

L'isopropilico evapora più in fretta, e "succhia" più in fretta l'acqua e anche disidrata lo sporco più in fretta, ed è un ottimo solvente, per questo è preferibilmente usato nell'industria del detersivo.

Nell'ambito ospedaliero si usano tutti e due: etanolo e isopropilico.

Quindi cara, che dire, magari provalo e vedi un po' quello che te piace di più, evita quello puro, tanto mi sa che non vendono a tutti.

In questo sito:

http://www.antichitabelsito.it/alcool_isopropilico.htm

vendono 1 litro a 4,90, però magari in qualche negozio di belle arti vicino casa tua potrai trovare questo prodotto ok?

Poi torna e raccontaci la tua esperienza :)

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML