.

14 ottobre 2010

Vento, pioggia, neve.... non sempre fanno male.



Spesso presi dall'ansia di proteggere i bambini, dimentichiamo che li piccoli hanno bisogno di aria... tanta aria rinnovata e pulita, invece spesso li chiudiamo dentro casa. Il vento fa' male, il vento rovina, quante volte qualcuno ha sentito queste frasi......

Nei paesi del Nord Europa i genitori escono tranquillamente con i bambini, anche quando c'è vento, pioggia, neve ecc.... ovviamente indossando gli indumenti necessari

Tenere le finestre sempre chiuse, perché d'inverno fa' freddo, perché di primavera e autunno c'è vento e d'estate c'è l'aria condizionata non aiuta a regolare il sistema immunitario dei bambini. Conosco non solo bambini, ma anche adulti che infatti non possono in nessun modo esporsi alle correnti d'aria che si ammalano, succede se uno non è stato abituato.

La contraddizione è che tanti genitori non vedono niente di male se il bambino rimane chiuso dentro casa respirando gli odori dei disinfettanti, candeggina e ammoniaca. Questi odori in realtà fanno male, non rendiamo conto che il piacevole odore di limone del detersivo non essendo naturale, ma appunto una miscela chimica, non fanno bene ai polmoni se vengono respirati a lungo senza ricambio d'aria, quindi se vengono usati le finestre devono essere aperte per far uscire il detersivo che evapora, ancora più necessario se si usa qualcosa di odore più pungente come varechina o ammoniaca.

Portare i bambini in campagna, in montagna, al mare, oppure fuori per una bella passeggiata magari fuori porta non fa' male, anzi. Poi un piccolo raffreddore o una febbretta fanno parte della vita..

5 commenti:

Sa_&_sa ha detto...

concordo pienamente con quanto scrivi. Io sono una persona che lascia le imposte aperte tutto l'anno....quando vado a dormire chiudo solo in camera da letto e se magari cè una pioggia torrenziale per quanto riguarda l'inverno e d'estate perchè accendo il climatizzatore per la notte :D

FastiFloreali ha detto...

....sono perfettamente d'accordo su tutta la linea....io i bambini li ho fatti sempre uscire, coprendoli ovviamente a seconda delle necessità e, tra i loro compagni sono quelli che si ammalano di meno.
E' vero, nel resto d'Europa i bambini escono sempre e non con l'ombrello, ma con il trench con il cappucio, così sono più riparati. In Italia invece occorre anche difendere questa idea dato che, come tu dici, si preferisce tenerli chiusi in casa per preteggerli, non considerando che una boccata d'aria sarebbe la cosa migliore. Ma noi, pensa, siamo i figli della canottiera di lana....
fr

Vivere Verde ha detto...

Io da piccola ho vissuto in campagna, per cui spesso ero in giro sotto le intemperie ma poi bastava in bagno caldo ed ero a posto :)

Alcune volte mi ricordo che io e mio nonno andavamo a raccogliere la legna insieme e poi dovevamo scappare di corsa a casa sotto una pioggia improvvisa e ridevamo tanto...

Oggi devo dire che affronto le basse temperature invernali senza soffrirci più di tanto con raffreddori e malattie varie...

IRENE ha detto...

E' da un pò che ti seguo e questo post mi è piaciuto particolarmente. L'idea che bisogna stare attenti ad aprire "sennò il bambino prende il raffreddore" oppure quella di lavarsi continuamente le mani, o ancora l'idea che un bambino che cammina senza babbucce si ammala " oddio, ma perchè la fai camminare scalza tua figlia?" , beh, tutti questi orribili pregiudizi mi perseguitano da quando sono sposata e mamma di 2 bimbe. I miei suoceri in questo senso sono un assillo,veramente! E faciamo fare un pò di anticorpi a 'sti bambini !
scusate lo sfogo ...

Vivere Verde ha detto...

ciao Irene, infatti l'eccesso in ogni cosa è sempre un male...

io ho conosciuto alcune mamme che addirittura dopo che hanno inventato quei gel igienizzanti per la mani, dopo aver lavato le manine dei bambini applicano subito dopo il gel, una cosa inutile, il gel è stato creato per una situazione di emergenza, non va usato come un normale prodotto o prodotto di obbligo....

anche se fanno a fin di bene le persone di devono convincere che bastano le normalissime regole di igiene per proteggere i bimbi, non bisogna disinfettarlo sempre, e i vestiti, e le mani e i giochi e non so cosa... rilassiamoci un po'.. i bimbi hanno bisogno di buon cibo e aria fresca per crescere bene, e poi ripeto: un piccolo raffreddore se capita, non fa niente, dopo qualche giorno passerà....

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML