Vivere Verde: un blog dedicato alle soluzioni ecologiche: casa, persona, animali, giardino, salute, benessere, cucina vegana e vegetariana, alimentazione

19 aprile 2012

Il Brasile si unisce alla lotta contro il sacrificio degli animali nella ricerca scientifica

Animali nella ricerca

Il Governo del Brasile sta creando un grande Centro di Ricerca destinato ad evitare il sacrificio degli animali nella ricerca scientifica.

Oggi ci sono molte tecniche per prevenire il sacrificio degli animali quando c’è da fare i test di una molecola o di un candidato farmaco.

Se lo stato attuale della tecnologia non consente ancora di eliminare completamente la sperimentazione sugli animali, questo è dovuto in gran parte alla mancanza di interesse di molti scienziati per trovare alternative, dal momento che un sacrificio animale è molto più semplice e veloce.

Un'alternativa etica

Diversi gruppi di ricercatori hanno dedicato molto tempo al tema, e sono in gran parte responsabile per lo sviluppo di nuove tecniche oggi disponibili.

Non sono mai stati pienamente compensato per colpa della mancanza di supporto per i test alternativi. Però il nuovo Centro brasiliano per la convalida dei metodi alternativi (Bracvam) è il primo sforzo coordinato realizzato in Brasile per questo scopo.

Il Bracvam sarà interamente dedicato allo sviluppo di metodi alternativi per la convalida non animale di ricerca in fase di test. Il Centro verrà avviato dal Oswaldo Cruz Foundation (Fiocruz), attraverso l'Istituto Nazionale per il Controllo Qualità in Sanità (INCQS), in collaborazione con l'Agenzia nazionale di sorveglianza sanitaria (ANVISA).

“In un modo organizzato, lavoreremo per organizzare i gruppi di dati e ricerche per nuove metodologie da essere promosse con lo scopo di usarle come metodi ufficiali", ha detto Isabella Delgado, un ricercatore presso INCQS.

La scienza senza sacrificio animale

Oltre al problema etico della sofferenza degli animali da laboratorio, la ricerca che utilizza gli animali sono visti come meno raffinato il punto di vista tecnico della scienza. E 'già noto, per esempio, che
Pochi giorni fa, un team ha dimostrato che i topi usati nella ricerca sulle malattie cardiache non rappresentano un modello adatto per la malattia di cuore umano - ciò che funziona, nel cuore del topo non funziona nel cuore umano.

“Cerchiamo risultati più avanzate tecniche più affidabili, meno soggetta ad errori, meno costoso e più facile a diffondersi in altri paesi", ha detto Isabella. "Abbiamo trovato 14 studi di metodi alternativi nel paese e la nostra idea è quella di rispondere a questa qualifica".

Nessun commento:

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML