.

25 settembre 2012

Il lavaggio giusto per delle tovaglie perfette



A volte capita di lavare le tovaglie con additivi e detersivi vari e nonostante tutto gli aloni restano.

Infatti il segreto per debellare le macchie più insistenti e quindi avere delle tovaglie perfette è: l'ammollo.

Mettendoci le tovaglie in ammollo il detersivo ha il tempo necessario per restare a contatto con la macchia e quindi eliminarla. 

L'ammollo può essere fatto con acqua o senza, dipende dalla natura della macchia.

Tovaglie bianche (scegliete l'opzione a o b): 

Senz'acqua

a)Inumidite la macchia e quindi strofinatela con abbondante sapone di marsiglia, quindi tamponatela con dell'acqua ossigenata da 40 volumi oppure con della candeggina delicata. Piegate/chiudete la tovaglia in modo che la zona macchiata rimanga verso l'interno.

b) Tamponate la macchia con del succo di limone e aceto bianco (molto utile per le macchie di vino/bevande) e cospargetela quindi con sale fino. Piegare/chiudere la tovaglia in modo che la macchia resti verso l'interno

In ogni caso lavate il tessuto il giorno dopo (o almeno 2 ore dopo) in lavatrice con detersivo+2 cucchiai di percarbonato di sodio (sbiancante all'ossigeno attivo). Temperatura: 50 gradi

Con acqua:

Soprattutto per le macchie più estese:

a) Sciogliete un bel po' di sapone di marsiglia in 1/2 litro di acqua tiepida (l'acqua dovrà risultare abbastanza biancastra), quindi mettete l'acqua insaponata in una bacinella e aggiungete dell'acqua calda i.q.b per coprire la tovaglia. 
Aggiungete 2 cucchiai di percarbonato di sodio (sbiancante all'ossigeno attivo), oppure 2 cucchiai di acqua ossigenata da 40 volumi, o 4 cucchiai di candeggina delicata (uno di questi)+1/2 bicchiere di alcol rosa (opzionale l'alcol). Chiudete la bacinella con un asciugamano.Ammollo per 1 giornata

b) Riempite una bacinella o pentola con acqua bollente i.q.b per coprire la tovaglia+2 limoni tagliati a fette+2 cucchiai di sale grosso+1/2 bicchiere di alcol (opzionale e va aggiunto quando la fiamma è spenta). Nel caso delle macchie grasse aggiungete anche 1 cucchiaio di detersivo per piatti a mano. Coprire la pentola. Ammollo: 1 giornata

In ogni caso lavate il tessuto il giorno dopo (o almeno 2 ore dopo) in lavatrice con detersivo+2 cucchiai di percarbonato di sodio (sbiancante all'ossigeno attivo). Temperatura: 50 gradi

Tovaglie colorate/scure

Senz'acqua

a) Strofinate la macchia con abbondante sapone di marsiglia e quindi spruzzatela con alcol rosa

b) Tamponate la macchia con aceto bianco e cospargetela con sale (molto utile nel caso delle macchie di vino/bevande).

Con acqua:

Macchie estese o molto grasse:

Ammollo in acqua calda, 1/2 bicchiere di aceto+1/2 bicchiere di alcol rosa+4 cucchiai di sale grosso+1 cucchiaio di detersivo per piatti a mano. Ammollo per 2 ore.

** in tutti i casi potete strofinare la macchia con sapone di marsiglia e aspettare 30 minuti prima di iniziare i trattamenti suggeriti (a volta soltanto l'ammollo con sapone può essere sufficiente).

In ogni caso fatte il lavaggio finale in lavatrice con normale detersivo a 40 gradi.

** Consiglio veloce: mettete 1/2 bicchiere di alcol rosa nel cestello prima di metterci i vestiti e il detersivo con sbiancante, l'alcol illumina il bianco. non vi preoccupate, il detersivo lava tutto ugualmente (prima che qualcuno venga con il discorso l'acido, la base e cose del genere).





5 commenti:

franca ha detto...

bellissimi consigli,sei proprio brava.
bacioni

Vivere Verde ha detto...

grazie 1000 Franca, sei gentilissima :)

Mattia Il Giardinere ha detto...

che bel blog!!!!
andate a guardare:
http://appuntiverdi.blogspot.it/
ci sono ottimi consigli!

Claudia... ha detto...

Mi sto leggendo tutto il tuo blog,che ho appena scoperto e trovo molto interessante,e vorrei provare ad esporti anche il mio problema..Per tutta una serie di ragioni che non ti sto a raccontare, ho una pila di tovaglie, tovaglioli, strofinacci e bavaglini con macchie che vanno da sugo, unto, frutta fino alla muffa! Sono macchie vecchie, ho già provato a pretrattare con Marsiglia e ammollo con percarbonato, con scarsissimi risultati, soprattutto con la muffa.. Che altro posso provare? Considera che sono tutti tessuti che sopportano i 60 gradi, con qualche eccezione a 40, non voglio arrendermi alla candeggina!
Grazie
Claudia

Vivere Verde ha detto...

ciao claudia, prova a fare cosi:

per primo mettili in ammollo in acqua fredda (da rubinetto) e aceto (1/4 di bicchiere di aceto per litro d'acqua) per 1 ora, e quindi prepara questa soluzione: metti in una pentola dell'acqua i.q.b per coprire tutti i tessuti, quindi aggiungi dei limoni tagliati a pezzettini e sale grosso con tutta la buccia (1 limone e 1 cucchiaio di sale grosso per litro d'acqua, quindi porta in ebollizione. Quindi spegni la fiamma e metti tutti i tessuti dentro alla pentola per 1 giornata e 1 notte. Il giorno dopo metti tutto in lavatrice e lavali con detersivo+percarbonato. E poi dimmi com'è andata. Se rimangono tracce, spruzzali con della candeggina delicata, mettili dentro ad una busta trasparenti e mettili sotto sole per 1 giornata.

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML