.

30 settembre 2013

Come evitare che il parrucchiere accorci troppo la chioma.



A chi non è mai capitato di andare da parrucchiere per tagliare i famosi 3 cm per poi uscire praticamente senza capelli in testa??

I 3 cm diventano 10, 15 tutto.... Certo a volta le ragazze prese dalla voglia di avere dei bei capelli lungi non vedono (o non ammettono) di avere bisogno di un bel taglio drastico (non 3 cm ma 10 cm) perché magari le punte sono tutt'altro che belle, anzi, sono una vera e propria saggina. Invece altre volte il problema è che il parrucchiere non è bravo ad ascoltare, fa di testa propria e la cliente non è soddisfatta.

Le ragazze ricce soffrono ancora di più per diversi motivi:



a) Il capello riccio quando viene lavato si allunga, e quindi zact con la forbice, la solita piega liscia ecc, però passata la settimana della piega i capelli sono da lunghi e boccolosi a corti e sparati.
b) Il capelli riccio non è uniforme, quindi se uno non è bravo a tagliarli al momento della piega può avere la parte destra più lunga della sinistra e vice versa (successo a me anni fa).
c) Va bene scalare per togliere un po' di volume (il taglio sfilato secondo me va benone per i capelli ricci) però deve essere leggera perché se si esagera il taglio scalato può creare danni (effetto nuvola).

Dunque ecco un consiglio valido per le ragazze che vogliono tagliare soltanto i famosi 3 cm e vogliono un taglio "pari":

Chiedete al parrucchiere di farvi una treccia lasciando scoperti quei cm che volete tagliare (3,5,10). Quindi tagliateli.

Se i vostri capelli non sono lunghissimi fatte una treccia dietro e una ad ogni lato della testa.

In realtà questo metodo non è mio ma di un parrucchiere americano abituato a creare tagli per le afroamericane o per le latino nord americane. Lui per fare il taglio scalato ad esempio fa una serie di trecce sui capelli della cliente lasciando le punte scoperte a seconda della misura che bisogna tagliare, dopo l'ok della cliente si procede. Purtroppo non mi ricordo come si chiama questo parrucchiere.

Comunque se il vostro parrucchiere è bravo non solo a tagliare ma anche a sentire, il metodo della treccia è inutile, ma se invece non è cosi la treccia potrà servire.

Se volete tagliarvi da sole i capelli credo che sia un po' rischioso ma se proprio lo volete fare vale la pena acquistare una forbice da parrucchiere per avere un taglio pulito. Se volete un taglio scalato o particolare andate dal parrucchiere per non fare danni.

Mi ricordo quando sono andata a farmi un taglio corto e sono uscita con un taglio cortissississimo. Lui m'ha detto sei fantastica, e io ho pensato: si, se avessi l'intenzione di fare parte dei mariners. Lui mi guarda e mi dice: tanto come hai tanti capelli se non li taglio cosi si ribellano, voleranno via ecc, oggi li ho molto più lunghi rispetto a quando li ho tagliato e non hanno sfidato la forza di gravità alla faccia sua.

La treccia è utile anche per un'altra cosa: per valutare quanto (quantità e intensità) siano danneggiati i capelli e quanto bisogna effettivamente tagliare per togliere la parte rovinata.


La prima appartiene ad un capello molto sano quindi potete notare che com'è fatta sopra è uguale a com'è fatta sotto. La seconda invece inizia bella spessa per poi assottigliarsi sempre di più verso la punta, questo è un segno che i capelli in quella zona non sono proprio sanissimi e quindi da quel punto in poi (dove c'è scritto inizio del taglio sarebbe da tagliare).

Se per voi è troppo potete seguire semplicemente il metodo di lasciare liberi i centimetri che volete tagliare via.



6 commenti:

DanyWhite ha detto...

Questo post e' la conferma del Blog!Quanto vi leggo!!Siete il mio pane quotidiano! Che bello quanti articoli sui capelli ricci! Amo i miei capelli ricci! Certo con l'eta',le decolorazioni, il mare ed il sole, adesso hanno assunto un effetto paglia,ma sono ugualmente meravigliosi! Provero' da me il metodo della treccia,le forbici da parrucchiere gia' le possiedo,ma non ho ben capito....il risultato e' sempre un taglio scalato??

Vivere Verde ha detto...

Ciao Dany grazie 1000

anche a me piacciono tanto i ricci, anche se i miei in realtà sono più mossi che ricci, e sono riuscita a resistere alla moda della piastra e della stiratura :)

pensa che quando ero piccola mi chiamavano la madonnina dei ricci, poi crescendo i capelli si sono un po' stirati da soli, ma hanno comunque bisogno di cure costanti.

Prova ad usare una maschera+olio di ricino, è un ottimo olio e costa pure poco.

Guarda il metodo della treccia può essere usato per fare il taglio pari se semplicemente fai una treccia lasciando liberi i centimetri da tagliare. Quindi in questo caso serve per tagliare via le punte danneggiate.

Il parrucchiere che ha inventato questo metodo lo usa anche per fare alcuni tagli scalati sui capelli più difficili come ad esempio i capelli afro, quindi fa alcune trecce lasciando liberi su ognuna i centimetri giusti da tagliare e quindi alla fine scioglie le trecce e fa le rifiniture. Però per i tagli scalati la cosa sarebbe un po' complicata e può venire fuori un casino se lo fai da sola. Per una cosa cosi impegnativa magari sarebbe meglio farsi aiutare da un parrucchiere.

DanyWhite ha detto...

Che bella! madonnina dei ricci! Allora l avevi proprio riccioloini?? Io non proprio ricciolini ma siamo li'....
Infatti anch' io non li piastro....e cerco di stressarli il meno possibile con l'uso del phon, ma....purtroppo sono rovinati, come ben sai i capelli ricci hanno bisogno di continue cure....A volte mi sembra come se si abituassero ad alcuni prodotti per poi non avere piu' lo stesso risultato.
L'olio di ricino lo possiedo faro' come mi consigli!
Spesso preparo maschere home made...tra cui anche il gel con i semi di lino, un portento!
Tra qualche giorno preparero pure lo shampoo!
Riguardo il parrucchiere, ci vado ogni sei mesi! Appunto per paura che abbondi nei SOLITI centimetri di troppo!
Grazie per la risposta!

Vivere Verde ha detto...

di nulla :)

io da piccola avevo dei bei ricciolini castano chiari, però a volte credo che erano tanti ricci perché nonna impasticciava la mia testa con i sui impacchi strani :))
comunque quanto sono belli i capelli dei bambini....purtroppo cambiano con il tempo...

comunque questa cosa che hai detto è vera, arriva un momento che i soliti prodotti non fanno più effetto ed è necessario cercare un'alternativa, nuovi oli, nuovi prodotti. Cmunque non so se tu fai le tinte perché quelle rovinano per bene i capelli, ora che ho per forza bisogno di fare il colore ho scelto una tinta di erboristeria e dev dire che per fortuna non mi ha rovinato i capelli, anzi

DanyWhite ha detto...

Che bella creazione i nonni! Non ho avuto la fortuna di conoscerli ...manco uno.....Faccio i colpi di luce, quindi niente di bio, naturale o nutriente per i capelli, sono sempre alla ricerca della" pozione magica e miracolosa" per i miei capelli.....Ogni tanto mi spiaccico come preshampoo l'henné neutro...ma raramente...ho paura che li secchi troppo!

Vivere Verde ha detto...

huummm avendoli secchi magari sarebbe meglio mischiare henne+crema per impacco, ogni tanto lo faccio, come prodotti ci sono ottimi ristrutturanti all'olio di miglio, comunque un ultimo risciacquo con aceto di mele è ok per chi fa le tinte e colpi di luce.

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML