Vivere Verde: un blog dedicato alle soluzioni ecologiche: casa, persona, animali, giardino, salute, benessere, cucina vegana e vegetariana, alimentazione

10 settembre 2013

Prurito e arrossamenti: magari la colpa è dell'aloe vera.


Alcune persone presentano prurito alla cute e alla pelle del viso e corpo dopo l'uso di determinati prodotti ecobio e no ecobio nonostante un valido elenco di ingredienti.

Alcuni danno la colpa ai tensoattivi, siliconi e via dicendo però a volte quest'impressione è giusta soprattutto nel caso dei tensoattivi (agenti detergenti) ma in alcuni casi non sono queste le sostanze che provocano allergia ad alcuni soggetti.

Però c'è un ingrediente molto utilizzato soprattutto nella cosmesi bio o semi bio che può provocare allergie però difficilmente viene preso in considerazione: l'aloe vera.

Facciamo comunque una premessa: l'aloe è un ingredienti meraviglioso per pelle e capelli, però in alcuni casi può provocare arrossimenti e macchie rosse sulla pelle e prurito soprattutto al cuoio capelluto.

Quindi se siete particolarmente allergici agli alcuni shampoo, crema, e altri cosmetici sarebbe consigliabile dare un'occhiata all'elenco degli ingredienti per vedere se c'è dell'aloe vera (che oramai viene messa un po' ovunque), se si cambiate prodotto, magari della spessa marca ma senza aggiunta di aloe e osservate se l'allergia si attenua . In questo modo è possibile avere un'idea se siete o no allergici.

In molti casi i prodotti non pubblicizzano la presenza dell'aloe ma solo alcuni ingredienti come oli, burri ecc, però guardando l'INCI (elenco degli ingredienti che normalmente è stampato nel verso del prodotto) si può capire se l'aloe è presente e i nomi comunemente utilizzati sono questi:  aloe bardenis, aloe vera, aloe juice, e in alcuni prodotti stranieri "babosa".

Per essere certi di essere allergici o meno all'aloe o altre sostanze è consigliabile andarci da un dermatologo.

2 commenti:

elisa tantillo ha detto...

Io suggerisco anche di fare attenzione ai conservanti, il potassio sorbato per esempio è di grado alimentare e viene usato anche in cosmetica... è innocuo ma diverse persone presentano allergia a questo conservante.

Vivere Verde ha detto...

è giusto conservanti e anche coloranti (abbiamo parlato qui: http://vivereverde.blogspot.it/2013/04/allergie-senza-causa-specifica-magari.html) possono provocare delle fastidiose allergie

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML