Vivere Verde: un blog dedicato alle soluzioni ecologiche: casa, persona, animali, giardino, salute, benessere, cucina vegana e vegetariana, alimentazione

11 settembre 2013

Soluzione sbiancante/candeggiante universale anti ingiallimento al limone per tutti i tessuti


Molte delle vostre mail e commenti riguardano questa domanda? Come candeggiare i tessuti ingialliti dal tempo o dalla varechina?

Esiste una soluzione universale molto efficace e adatta ad ogni tipo di tessuto. Io la uso da anni ed è stata quella più affidabile per sbiancare anche dei vecchissimi corredi lasciati nel baule da una vita.

Quindi ecco la ricetta del candeggiante anti ingiallimento universale (e il metodo)

1) Mettere in ebollizione acqua i.q.b. per immergere il tessuto+alcune fette di limone con buccia.
2) Raggiunto il punto di ebollizione aggiungere alcuni cucchiai di sale grosso
3) Immergere il tessuto e chiudere la pentola (meglio se in alluminio). Se non avete una pentola capiente bollite acqua i.q.b per riempire una bacinella o secchio (meglio se queste sono in alluminio)
4) Ammollo per una giornata.
5) Lavaggio in lavatrice a 50 gradi (o la massima temperatura raccomandata per il tessuto)+2 cucchiai di percarbonato per ogni 5 chili di bucato.







Lana in lavatrice: usare acqua ossigenata da 30 o 40 volumi (quella usata per la decolorazione dei capelli) al posto del percarbonato.
Lana a mano: immergere la lana in acqua insaponata con detersivo specifico o sapone di marsiglia sciolto nell'acqua e acqua ossigenata da 30 o 40 volumi. Immergere il capo e quindi prendere il vestito per il collo e girarlo dentro la bacinella o lavatoio, senza strofinare o strizzare, quindi immergere in acqua e aceto bianco, tamponare leggermente per farlo asciugare.
Seta sempre a mano con sapone di marsiglia e acqua ossigenata.



10 commenti:

Cristina ha detto...

Ciao ho smacchiato una tovaglia bianca su cui c'erano degli aloni gialli dati dal sole con il metodo di sale e limoni lavando la poi in lavatrice con l'aggiunta di candeggina delicata ma gli aloni ci sono sempre sono solo un po più chiari. Mi da resti un consiglio su come eliminarli del tutto. Grazie. Cristina

Vivere Verde ha detto...

ciao Cristina allora hai due opzioni: o ripetere oppure lasciare la tovaglia in ammollo in acqua bollente, 1 cucchiaio di percarbonato per litro d'acqua (sbiancante all'ossigeno attivo in polvere) e alcuni pezzettini di sapone di marsiglia o un po' di detersivo per il bucato. Inserire il tessuto e chiudere il secchio o bacinella con carta argentata o pellicola.

Lasciare in ammollo per 2 giorni e quindi lavare in lavatrice a 40 o 50 gradi con detersivo+ percarbonato o candeggina delicata

Cristina ha detto...

Ciao grazie proveró il secondo metodo e ti farò sapere. Speriamo bene. In casa mi tronco acqua ossigenata 36 volumi o candeggina delicata, possono usarli al posto del perborato? E si in quali quantità? Grazie ancora

Vivere Verde ha detto...

ciao, per la candeggina delicata 3 cucchiai, per l'acqua ossigenata 2 cucchiai

Cristina ha detto...

Ciao, ho provato il secondo metodo che mi hai consigliato e niente la tovaglia ha ancora gli aloni gialli. Ho provato anche il metodo dell' acqua ossigenata ma niente. C'è qualche altro metodo che mi dia una speranza. Altrimenti la porro in lavanderia. Grazie ancora.

Vivere Verde ha detto...

Ciao Cristina prova a fare cosi,

Strofina la macchia la metà di un limone, cospargi la macchia ancora bagnata di succo di limone con sale fino e quindi strofinare nuovamente con il limone. lasciare in posa per 1 intera giornata e notte.

Quindi riempi un secchio con acqua bollente e aggiungi (per 1 litro d'acqua) 1 cucchiaio di ognuno di questi ingredienti: percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo in polvere), soda solvay, bicarbonato, sale grosso, il tuo detersivo per il bucato di preferenza in polvere, alcol rosa o bianco e succo di limone.

Mischiare bene, aggiungere il tessuto (non bisogna lavare per togliere il limone con sale) chiudere il secchio con pellicola e lasciare in ammollo per ben 3 giorni

lavare in lavatrice con 1 cucchiaio di percarbonato a 50 gradi.

Vediamo se va bene cosi altrimenti magari la tintoria può darti una soluzione definitiva :)

Cristina ha detto...

Ciao vivere verde grazie per la risposta. Appena avrò un po di tempo proverò anche questo metodo e ti farò sapere. Volevo sapere se al posto del per carbonato posso sempre usare l'acqua ossigenata 36 volumi e la soda é quella caustica in granelli (mia mamma la usava nei lavandini otturati)?grazie ancora e buona giornata.

Vivere Verde ha detto...

Nooo Cristina :)

non è la soda caustica ma la soda solvay conosciuta anche come soda da bucato. Vendono nei supermercati insieme ai detersivi.

Se usi la soda caustica addio panni!!!

Puoi usare l'acqua ossigenata però usando 2 cucchiai per litro d'acqua.

Per sapere cos'è la soda solvay vai a questa pagina:

Cos'è la soda solvay 2

cris74 ha detto...

Scopro questpo blog per caso. Spero davvero potrete aiutarmi. Trentenne single non riesco a sbiancare una serie di camicie bianche che riportano aloni gialli( ahimè tempo siano residui di crema protettiva solare). Mi spiace buttarle perchè su misura e perchè ancora valide come collo e polsi. Ho provato con la candeggina( lo so, leggpo ora essere un errore!) poi con il perborato. Nulla. Cosa fare? BMi dicono di bollire col perborato...Mah...E se si stringono? Vabbè visto che le butterei potrei prtovare. Mi aiuìiutate? Grazie Cris

Vivere Verde ha detto...

ciao Cris, devi seguire il passo passo del post cioè fare l'ammollo con il limone. Lo stesso metodo è scritto dettagliatamente qui

ammollo limone

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML