Vivere Verde: un blog dedicato alle soluzioni ecologiche: casa, persona, animali, giardino, salute, benessere, cucina vegana e vegetariana, alimentazione

01 ottobre 2013

Crescione d'acqua: un rimedio naturale contro diverse malattie.


Il crescione d'acqua è una pianta semi acquatica e  ha un gradevole sapore pungente e piccante ed è ideale per dare un tocco diverso e gustoso alle insalate e minestre.

Il crescione contiene in grande quantità: fosforo, iodio, acido folico, zolfo, beta-carotene, ferro, calcio, potassio, vitamine A, C, B2 e PP.

Tradizionalmente il crescione è stato utilizzato come pianta medicinale dalle proprietà stimolanti, depurative e diuretiche, e come supplemento nel trattamento del diabete e anemia.

Il Succo di crescione, mela e miele è un ottimo rimedio contro la bronchite, tosse e raffreddore, invece il succo di crescione e arancia è portentoso contro l'anemia.



Una ricerca condotta nel 2010 dall' Università di Southampton nel Regno Unito, ha scoperto che il fenetil isotiocianato (PEITC) ovvero la sostanza responsabile per il gusto leggermente piccante di questa verdura, è in grado di sopprimere lo sviluppo del cancro cellule del cancro al seno. In laboratorio questo composto ha anche dimostrato di avere proprietà preventive nei tumori provocati dall'esposizione a sostanze tossiche soprattutto all'esofago, colon e  polmone.

Il fenetil isotiocianato (PEITC) è in grado di agire direttamente sulle cellule tumorali, costringendoli a morire attraverso il meccanismo di morte cellulare programmata. Inoltre questo vegetale è ricco di antiossidanti, bioflavonoidi e altre sostanze che proteggono l'organismo contro alcuni tipi di cancro, in particolare quelle del sistema digestivo

Un'altra ricerca condotta dall'Istituto del Cancro della Università di Pittsburgh, pubblicato sul Journal of National Cancer Institute, nel mese di agosto 2012, ha dimostrato che una dieta ricca di crescione ha comporta una riduzione del 56,3% del carcinoma mammario e ha dimostrato risultati positivi contro il tumore del colon, dell'intestino e della prostata.

Questo ortaggio può essere mangiato a crudo o al vapore, in ogni modo non deve essere bollito a lungo altrimenti calore distrugge un enzima (mirosinasi) importante nel meccanismo antitumorale. Può essere usato nella preparazione dei risotti, riso basmati e pasta, anche insieme ad altre verdure e ortaggi come i funghi, radichi, verza, asparagi, crudo insieme alle verdure grigliate ecc.

Purtroppo è un po' difficile da trovare dovete fare un giro dei supermercati più forniti, mercati della frutta e negozi bio, in Svizzera si trova più facilmente perché viene proprio coltivato. In Trentino Alto Adige è possibile trovarlo, ad esempio alla conca di Fuciade in Val di Fassa potete raccoglierlo fresco fresco. Comunque potete acquistare i semi e coltivarlo a casa.

Potete fare un giro nei vivai per vedere se hanno del crescione disponibile. A Roma ci sono due negozi dove potete trovarlo: Aromaticus a Via Urbana 134 e al vivaio Armeni in via della macchiarella 128, Ostia Antica.

Se volete raccogliere questa verdura per conto vostro dovete prenderla vicino a delle sorgenti molto pulite e non frequentate dagli animali da fattoria.


Nessun commento:

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML