Vivere Verde: un blog dedicato alle soluzioni ecologiche: casa, persona, animali, giardino, salute, benessere, cucina vegana e vegetariana, alimentazione

02 ottobre 2013

Ho scoperto il favoloso mondo dell'ecobio, cosa ne faccio dei vecchi prodotti?


A volte alcune ragazze e ragazzi, donne e uomini quando scoprono il mondo della cosmesi ecobio vengono "posseduti" da una specie di spirito di follia, quindi guardano l'armadietto, danno uno sguardo ai vecchi cosmetici e : Buttaaaaaa tutttoooooo!!

Ragazzi non si fa cosi, capisco la voglia di essere ecologici, il no al silicone, ai petrolati ecc però dobbiamo ricordare che l'ecologia oltre all'aspetto ambientale ha anche un aspetto sociale.

Magari uno pensa, tanto agli scarichi ci vanno lo stesso, si però non avete mai pensato che mentre voi gettate gli shampoo, balsami, doccia schiuma e via dicendo nel WC, ci sono persone nel mondo che non hanno soldi per comprare manco un pezzo di sapone?



A volte ci dimentichiamo che viviamo in un mondo con dei serissimi problemi di disuguaglianza e che molte persone vivono in una incredibile situazione di povertà, molti vorrebbero un pezzo di sapone non per essere belli ma per poter lavarsi le mani, igienizzarle e quindi non contrarre malattie, alcune bambine si sentono inferiori perché al contrario di tante altre a loro non è stato dato il diritto di scegliere di essere belle, avere capelli di un certo modo ecc. E noi che facciamo: buttiamo le cose nel WC.

Nel 2003 sono stata in Brasile e sono andata ad una favela nel centro del Rio de Janeiro, però prima di raccontarvi questa storia vorrei fare una premessa: purtroppo questo Paese viene dipinto come un luogo dove c'è solo povertà, le donne sono tutte delle sgualdrine, tutto analfabeti e di tutto e di più anche per colpa dei documentari che parlano solo degli aspetti negativi e mai di quelli positivi.

Invece il Brasile che tra l'altro è un paese immenso e con tante realtà diverse ha una classe media, una classe ricca, una ricchissima e purtroppo una molto povera. Ha le sue aziende, multinazionali, università di eccellenza, fa ricerca e via dicendo.

Ho conosciuto delle normalissime famiglie che come tante famiglie italiane vanno avanti, i membri della famiglia lavorano, i figli studiano, le persone sono felici, educate e hanno tanta dignità, e ho conosciuto alcune università e scuole brasiliane che non hanno niente da invidiare a quelle italiane per fare uno esempio.

Quindi credo che sia un mito, o meglio ancora, uno stereotipo da sfatare questa cosa che chi vibe in Brasile è automaticamente un povero "favelato", morto di fame e sfigato. Le belle famiglie non esistono solo in Italia, in Europa o in America ma ovunque. Ovviamente i problemi ci sono ma pensiamoci un attimo: qui da noi sono tutto rosa e fiori? Soprattutto in questo momento in cui i politici fanno solo cazzate e nient'altro?

Fatta questa premessona posso raccontarvi questa cosa:

Ero in questa favela e ho conosciuto le ragazze e donne che davano una mano ad altre donne e bambini che li vivevano. Loro portavano cibo, prodotti per igiene e pulizia, alcune andavano li per dare ripetizione ai bambini a gratis ecc. Una tra tante cose che mi hanno toccato è che le bambine erano felicissime perché avevano ricevuto uno shampoo e un balsamo per lavarsi i capelli e quindi non dovevano usare il pezzo di sapone per lavare i piatti (come li l'acqua è dolce è un'abitudine usare il sapone solido per lavare i piatti).

Comunque non è che qualcuno abbia dato lo shampoo che ne so... kerestase alle bimbe ma un semplicissimo garnier. Dopo che avevano fatto la doccia queste bambine venivano da noi e ci dicevano: "annusami, annusami sono profumata". Che si può dire ragazze, noi magari abbiamo 2 soldi in più per spendere con cosmetici e quindi magari non ci rendiamo conto di certe cose.....

Ho voluto raccontare questa cosa perché si tratta di un ricordo personale ma non perché era il Brasile. Le brutte e bruttissime realtà esistono anche in Italia. Anche qui ci sono persone che non hanno soldi manco per la pasta figuriamoci per chissà che cosmetico e di questo dobbiamo renderci conto.

Quindi in rispetto a queste persone dobbiamo o finire questi prodotti per poi comprare altri, o dare un nuovo uso a quei cosmetici che abbiamo nell'armadietto riciclandoli in diversi modi, o donarli agli Enti di assistenza Sociale.

Alcune idee per il riciclo

a) Uno shampoo che non bi piace più o che magari non piace ai vostri capelli sarò di sicuro un ottimo sapone per le mani e un ottimo doccia schiuma.
b) Il balsamo che non amate più può fare da ammorbidente per il bucato oppure può essere messo in una bacinella con acqua calda per la pedicure.
c) L'olio per capelli o i cristalli liquido possono essere usati i primi per lucidare il legno e i secondo per proteggere il marmo, granito e acciaio.
d) Le saponette possono essere usate per smacchiare i vestiti
e) Usare gli shampoo per pulire i pavimenti soprattutto quelli più delicati come marmo e legno.

E ci sono tanti altri modi, l'importante è ricordare che l'ecologia cura solo l'ambiente ma ha anche un aspetto sociale.

4 commenti:

Sabry ha detto...

E' veramente bellissimo il tuo post.

Sabry Orecchini e gioielli

Vivere Verde ha detto...

Grazie cara, gentilissima come sempre :)

bilibina ha detto...

Grazie per questo bellissimo post, molto utile..bisogna riflettere prima di buttare via qualsiasi cosa..buona giornata!!
Carmen

Vivere Verde ha detto...

carmen, grazie a te cara, buona giornata

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML