.

17 dicembre 2013

Tanti usi per l'acido citrico diluito e non diluito....






L'acido citrico è materia prima per diversi prodotti: detersivo, cosmetici, profumi ecc. Comunque è molto utile anche se vieni utilizzata come singolo ingrediente per le pulizie tale come l'aceto, il bicarbonato, il percarbonato e la soda solvay, e come questi ha diverse utilità ed è ideale per preparare tanti detersivi fai da te o per rafforzare quelli confezionati. 

Il problema è che al contrario di questi ingredienti l'acido citrico non è semplice da reperire, insomma, noi qui parliamo sempre e cerchiamo di esporre delle ricette con ingredienti facilmente trovabili e soprattutto di basso costo, purtroppo l'acido citrico non corrisponde a queste caratteristiche: spesso costa ed è difficile da trovare, anzi, quasi sempre è necessario acquistarlo on line e quindi via alle spese di spedizione. 

E si sa che in tempi di crisi e di risparmio sarebbe interessante trovare anche questo ingredienti ad un prezzo più basso (come il percarbonato) nei supermercati e casalinghi, anche perché non tutti sono disposti a comprare on line o a spendere grosse cifre per i detersivi... Però come vedrete l'acido citrico ha 1001 utilità quindi nonostante la difficoltà di acquisto e il costo vale anche la pena acquistarlo. Chissà se un giorno i supermercati se ne accorgeranno che sarebbero in tanti ad acquistare un pacchetto da 1 kg di acido citrico. 

Comunque in alcuni negozi dedicati ai vini (enologia e enoagraria) vendono l'acido citrico e anche a buon prezzo, quindi se riuscite a trovarne uno nella vostra regione chiedete se hanno dell'acido citrico ad un buon prezzo (che vuol dire circa 5 euro per 500 gr, anche se è possibile trovare a prezzi minori). Il problema è che a volta vendono solo i sacchi da 25 kg che da una parte può valere la pena visto che ha diversi usi, però deve essere conservato al fresco e lontano dall'umidità). Altrimenti potete trovare nei negozi di prodotti naturali, tipo Natura Si e negozi eco solidali.

Potete trovare l'acido citrico più facilmente nei diversi negozi online dedicati ai detersivi biologici e prodotti enologici (vini), quindi magari potete fare un ordine collettivo per non pagare spese di spedizione.

Anidro o monoidrato: uno vale l'altro, la differenza è minima.

Come ho utilizzato l'acido citrico:

Uso diluito

a) Come ammorbidente: da 100 a 150 grammi di acido citrico in 1 litro di acqua demineralizzata rende i capi morbidi e delicatamente profumati di limone fresco. Inoltre protegge i capi bianchi dall'ingiallimento e dal grigiore. Se volete accentuare l'odore di freschezza potete aggiungerci qualche goccia di olio essenziale fresco alla soluzione.

b) Come anticalcare: l'acido citrico come tutti gli altri acidi è in grado di evitare la formazione del calcare ed è efficace per sciogliere le incrostazioni: bastano circa da 150-200 gr in 1 litro d'acqua. Più l'acqua è dura più acido citrico dovete aggiungere, però di solito il dosaggio massimo necessario è appunto 200 gr. Potete aggiungere u po' di detersivo per piatti bio o ecologico (ad esempio con il marchio ecolabel).

c) Come detersivo per piatti a mano: 700 ml di acqua, 150 gr di acido citrico e un po' di detersivo per piatti a mano bio o ecologico (ad esempio con il marchio ecolabel)


d) Come detersivo per i sanitari: 700 ml di acqua, 100 gr di acido citrico e un po' di detersivo per piatti a mano bio o ecologico (ad esempio con il marchio ecolabel). Se volete accentuare l'odore di freschezza potete aggiungerci qualche goccia di olio essenziale di profumo fresco alla soluzione (cedro, bergamotto, limone, pino, eucalipto, quercia, cipresso, verbena, lavanda, ecc).

e) Come detersivo per vetri e specchi: 700 ml di acqua di preferenza demineralizzata e 40 gr di acido citrico messi in uno spruzzino. Per pulire i vetri basterà spruzzarli con la soluzione, strofinare e asciugare allo stesso tempo.

f) Come sgrassatore per l'acciaio: 700 ml di acqua e 100 gr di acido citrico e 1 o 2 cucchiai di detersivo per piatti a mano bio  o ecologico (ad esempio con il marchio ecolabel). Spruzzare, strofinare, risciacquare e asciugare.

g) Soluzione anti ingiallimento per il bucato bianco o chiaro: per sbiancare i tessuti ingialliti metteteli in ammollo in acqua bollente i.q.b. per coprire il tessuto e quindi mettete 1 cucchiaio di acido citrico per ogni 1 kg di tessuto e la stessa quantità di sale grosso. Chiudere la pentola o bacinella e lavare il giorno dopo. In lavatrice: mettere il tessuto pulito in lavatrice e aggiungere 1 cucchiaio di acido citrico per ogni 1 kg di tessuto e la stessa quantità di sale grosso nel cestello della lavatrice assieme al tessuto. Scegliere la temperatura più alta che il capo possa sopportare. 50 o 60 gradi sarebbero ideali.

h) Detersivo per pavimenti: in 1/4 di secchio con acqua calda mettete 1 cucchiaino di acido citrico e quindi lavate il pavimento usando di preferenza un panno in microfibra ben strizzato. Non bisogna risciacquare. Potete aggiungere 1 goccia di detersivo per piatti a mano bio o ecologico (ad esempio con il marchio ecolabel) per pulire più a fondo.

i) Rinfrescante/igienizzante per divani in tessuto non sfoderabile e materasso:  700 ml di acqua e 150-200 gr di acido citrico Spruzzare sempre che necessario. Aiuta a evitare e cancellare le macchie.

j) Rinfrescare la cuccia degli animali: la miscela usate per rinfrescare il divano "i".

k) Come anticalcare per ferro da stiro e moka: ferro da stiro: diluire  1/2 cucchiaio di acido citrico in 1 bicchiere di acqua demineralizzata. Mettere nel serbatoio del ferro e riempirlo fino a 1/4 circa. Aspettare alcuni minuti, accendere e fare correre il vapore. da fare 1 volta al mese (nota: potete evitare questi trattamenti anticalcare per il ferro usando dell'acqua demineralizzata ad ogni stiratura). Per la moka: diluire 1 cucchiaino di acido citrico (o anche 1/ 1/2 se la moka è di grande portata) nell'acqua del serbatoio e quindi preparate il caffè che verrà buttato. Trattamento ogni 15 giorni o 1 volta al mese.

l) Per brillantante per la lavastoviglie: una miscela fatta con 1 litro d'acqua +150 gr di acido citrico o 500 ml dia acqua+500 ml di alcol bianco+150 gr di acido citrico.

Uso non diluito:

L'acido citrico può essere usato anche senza previa diluizione:

a) Lucidare i rubinetti in acciaio: Mettete un po' di acido citrico su una spugna e quindi strofinate il rubinetto, aspettare 2 minuti e risciacquare. L'acido citrico lucida a specchio l'acciaio e l'alluminio.


b) Lucidare le pentole in acciaio più sporche: per quelle pentole più difficili da lucidare aggiungete un po' di acido citrico sulla spugna e strofinate la pentola

c) Disincrostare il WC annerito o molto intaccato: bollire 1 pentola con acqua, mettete un moccio dentro al WC per assorbire un po' dell'acqua, quindi mettete 3 cucchiai di acido citrico nel WC e quindi versate l'acqua (fatte piano, non bisogna versare in fretta in questo modo la ceramica si abitua al cambiamento di temperatura) e chiudete il WC. Lasciate passare almeno 30 minuti senza tirare la catena (più tempo è in ammollo meglio è). Quindi togliete il moccio e tirate la catena). Potete aggiungere un po' di percarbonato all'acido citrico per sbiancare più a fondo.

d) Rinfrescare il tappetto:cospargere il tappetto per primo del bicarbonato sul tappetto e quindi un po' di acido citrico (non c'è problema se fanno un po' di reazione). Lasciate in ammollo per alcuni minuti e aspirate.

e) Un po' di acido citrico messo negli angoli della cucina e altre stanze aiuta a mantenere lontane le formiche, soprattutto se mischiate acido citrico+alcune gocce di olio essenziale di canfora.

f) La vasca da bagno più sporca o ingiallita diventa lucida e perfettamente sgrassata se strofinata con acido citrico e un po' di sale fino da cucina. Questa miscela è utile per cancellare anche le macchie di rugine: Mettete un po' su una spugna e strofinate la vasca. Potete aggiungere  alcune gocce di detersivo per piatti a mano bio o ecologico (ad esempio con il marchio ecolabel).

g) Pulizia a fondo del bidet e interno del WC: Mischiare sale fino e acido citrico in parti uguali aggiungere poco detersivo per piatti a mano bio  o ecologico (ad esempio con il marchio ecolabel), mettere un po' all'interno del bidet/WC e strofinare con scopino o spugna.

h) Rinfrescare le scarpe: cospargete l'interno della scarpa con acido citrico e lasciate in posa per 1 giornata

i) Rinfrescare le borse: come per le scarpe

j) Per la pulizia a fondo anticalcare e igienizzante per la lavatrice: Mettete 2 cucchiai nel cestello della lavatrice e quindi avviate il ciclo a 90 gradi a vuoto e senza centrifuga. Da fare una volta al mese.

k) Come igienizzante/rinfrescante per la lavastoviglie: Mettete 2 cucchiai di acido citrico su un piattino per la tazza del caffè e quindi dentro alla lavastoviglie e avviate il lavaggio ad alta temperatura. Vanno bene 50 gradi ecologico.

l) Come sacchettini per l'armadio:  fatte dei sacchettini con acido citrico e lavanda o acido citrico e pezzi di legno di cedro per rinfrescare l'armadio e allontanare le tarme.

m) Per rafforzare i detersivi non molto efficaci, come ad esempio il vostro detersivo per piatti o per lavastoviglie, aggiungete 1 o più cucchiaini di acido citrico al detersivo.

Tutte le ricette sono più efficaci se vieni usata dell'acqua demineralizzata  rispetto a quella del rubinetto (tranne nelle zone in cui l'acqua non è dura).

1 commento:

Davide13762 ha detto...

Non troppo difficile da reperire, lo acquisto sul sito prodotti biologici online http://blog.universobio.com/prodotti-biologici-come-utilizzare-lacido-citrico-in-casa/ facile, economico e naturale

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML