.

09 giugno 2014

Usare i cicli più brevi della lavatrice per risparmiare acqua, luce e soldi


Le lavatrici di oggi hanno molte opzioni di ciclo: uno per la lana, altro per i delicati, prelavaggio, bianchi resistenti e no, ciclo della biancheria, ciclo dei sintetici resistenti e delicati e ciclo veloce.

Se seguiamo a lettera queste scelte di ciclo rischiamo di scegliere tempi più lunghi di quello effettivamente necessario per il lavaggio dei panni e quindi spreco di elettricità, acqua e soldi.



Seguire il ciclo determinato dalla lavatrice può essere giusto quando i panni sono molto sporchi, ma se invece il bucato non è cosi sporco allora magari vale la pena scegliere i cicli più brevi lasciando perdere il nome del ciclo stesso. Ad esempio: un carico di bucato in cottone biancho può essere lavato con il ciclo dei sintetici poiché si solito è più breve, oppure con il ciclo veloce al massimo scegliendo l'opzione "risciacquo extra".

La mia lavatrice per quanto mi piaccia molto ha dei cicli molto lunghi, quello dei bianchi a 90 gradi dura addirittura 3 ore o 2 ore e mezza se premo il tasto "velocizzare". Secondo me questi tempi non troppo lunghi per le mie esigenza. Quindi ho iniziato a testare il risultato dell'uso dei cicli più brevi (nel caso della mia il ciclo dei sintetici e quello veloce) per vedere se il bucato usciva effettivamente pulito.

Devo dire che il risultato è stato molto soddisfacente e ho diminuito molto il tempo necessario per lavare i vestiti.

Qui vi lascio un elenco dei cicli, temperature e giri di centrifuga però tenete presente che è molto personale nel senso che esistono tante lavatrici in commercio e sarebbe impossibile fare una tabella unica per tutte le lavatrici, quindi questa qui sotto è solo indicativa e per la vostra casa dovete fare i vostri test.

Solo vestiti solo indumenti leggeri in cottone: ciclo veloce a 50 gradi per i bianchi e 40 gradi per gli scuri/colorati con la centrifuga a 700

Vestiti sintetici: ciclo veloce 40 gradi con centrifuga a 700

Vestiti in cottone+diversi asciugamani: ciclo sintetici resistenti a 40 gradi se scuri/colorati e 50 se bianchi con centrifuga a 800

Delicati: ciclo sintetici delicati a 40 gradi con centrifuga a 600 o 700

Biancheria da letto: capienza massima tessuti: ciclo sintetici resistenti 50 gradi a centrifuga a 800. Non totale capienza: ciclo veloce tessuti 50 gradi a centrifuga 800

Panni pesanti: come copre divano, tappeti ecc: ciclo sintetici resistenti o ciclo veloce a 50 o 60 gradi

Piumone: Ciclo dei bianchi a 50 o 60 gradi

Pulizia mensile della lavatrice: ciclo dei bianchi a 90 gradi con scelta ciclo breve (che breve non lo è)



2 commenti:

sonia a. ha detto...

Io spesso faccio il ciclo breve di 30 minuti per i colori delicati o se ho pochi panni da lavare non sporchi, temperatura massima consentita 30° la centrifuga non supero mai i 400/500 giri anche d inverno. I panni vengono profumati puliti e asciutti :) altrimenti ciclo di un'ora temperatura 40° non ho panni così sporchi da doverli strapazzate tanto in lavatrice :) grazie dei mille consigli che date ogni giorno!! :)

Vivere Verde ha detto...

ciao Sonia grazie a te :=) adesso che è arrivato il caldo leone imposterò la centrifuga al minimo cosi magari riesco pure a stirare di meno :))))

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML