Vivere Verde: un blog dedicato alle soluzioni ecologiche: casa, persona, animali, giardino, salute, benessere, cucina vegana e vegetariana, alimentazione

19 settembre 2014

I benefici del consumo dell'olio di semi di vinacciolo


Quest'olio è molto conosciuto per le sue proprietà cosmetiche soprattutto per quanto riguarda la pelle: elasticità, idratazione e combatte alla cellulite e smagliature, però questo olio non serve solo per essere spalmato ma anche consumato come alimento anche perché è ricco di sostanze molto particolari e anche molto studiate a livello di farmacologia.






Proprietà:
  • Ricco in omega 6
  • Ricco in tocoferolo (vitamina E)
  • Contiene clorofilla
  • Fonte di vitamine A, B e C
  • Contiene grande quantità di antiossidante OPC
  • Alta concentrazione di flavonoidi quindi possiede proprietà antitumorali, antiinfiammatorie e antiallergiche
  • Antistaminico naturale
  • Contiene resveratrolo
  • Ricco in betacarotene
Quest'olio contiene clorofilla che agisce da tonificante sulla pelle. Inoltre quest'olio è ricco in vitamine A, B ed E e omega 6.

L'omega 6 è importante per il cervello perché aiuta a mantenere sana la nostra memoria e la nostra capacità di concentrazione, inoltre ha effetti benefici sulle pelle acneiche, contro la psoriasi, artrite, osteoporosi, ulcera e pressione alta. Si parla molto del rapporto di equilibrio tra omega 3 ed omega 6 e in fatti questi due acidi grassi essenziali portano benefici al nostro organismo soprattutto se si trovano appunto in equilibrio tra loro.

L'omega 6 vive in simbiosi con l'omega 3 questo perché usano la stessa via metabolica per la loro denaturazione e quindi è necessario avere una dieta equilibrata per rendere il rapporto di equilibrio sempre costante. Alcune persone fanno anche i calcoli del rapporto che teoricamente dovrebbe essere di 4:1 (omega6/omega3), però con una dieta sana questo rapporto si bilancia da solo. Ad esempio i semi di chia contiene una grossa quantità di omega 3 e ad esempio molto più del salmone e altri pesci e contiene anche omega 6, le noci sono fonte di omega 6 ecc.

In una dieta sbilanciata come ad esempio le diete "fast food" questo rapporto è molto sbilanciato arrivando addirittura a 10:1 (omega6/omega3) tutto sommato all'introduzione di grassi saturi nell'organismo.

Questo grassi essenziali combattono il colesterolo cattivo LDL e aiutano a mantenere sani soprattutto il cuore ed arterie.

Però ci sono due caratteristiche molto importanti che contraddistinguono l'olio di semi di vinacciolo: è ricco in antiossidante OPC e in resveratrolo. Vediamo perché sono cosi importanti:


a) Il resveratrolo: innanzitutto bisogna fare una premessa: tempo fa una ricerca americana aveva evidenziato la "miracolosità" di questa sostanza nel senso che da sola sarebbe capace di non solo farci vivere di pià ma anche di farci diventare più giovani. Il problema è che poi si è scoperto che quella era una "ricerca truffa" e che tutti questi miracolosi effetti del revestrarolo non ci siano.

Non so se avete mai sentito parlare del paradosso francese cioè che le persone li mangiato parecchia roba grassa ma non presentano malattie cardiache. Quindi qualcuno ha pensato di attribuire il merito di tutto ciò al vino rosso e ancora di più al revestrarolo contenuto nel vino, insomma se bevi tanto vino rosso ti mantiene in salute.

Il problema è che come sempre l'essere umano è esagerato e quindi le persone piuttosto che cambiare abitudini alimentari hanno iniziato a consumare integratori a base di resveratrolo e a consumare più vino. Peccato che il resveratrolo da solo non è capace di mantenere l'organismo sano ma è solo un "mattoncino" in più da aggiungerci nella nostra dieta, inoltre quantità presenti nel vino rosso sono minime e vengono oscurate dall'alcol. Quindi una piccola parte di antiossidante mischiata ad una sostanza potenzialmente cancerogena cioè l'alcol.

Quello che c'è da dire è che si il resvetrarolo è un antiossidante, quindi un antiage che combatte i radicali liberi e combatte la degenerazione dell'organismo da''interno, però deve essere consumato assieme ad altri alimenti che contengono altri elementi essenziali come vitamine, minerali, acidi grassi essenziali cioè omega 3 e 6, carotenoidi, flavonoidi ecc.

Detto questo l'olio di semi di vinacciolo contiene tanti elementi importanti e tra questi anche il resvesratrolo ed è sano e può essere consumato tranquillamente cosi come consumiamo l'olio EV di oliva. Inoltre abbiamo visto che oltre al resveratrolo contiene anche omega 6, flavonoidi, betacarotene, vitamine e clorofilla e quindi è fonte di più di un antiossidante.

b) Antiossidante OPC: trattasi di uno dei più potente antiossidante ed è molto attivo nel combatte contro i radicali liberi. Inoltre si è dimostrato molto efficace per proteggerci contro diverse malattie degenerative come il cancro, malattie cardiovascolari, allergie, invecchiamento. Inoltre ci sono diversi studi sugli effetti di questa sostanza contro l'alzheimer.

Questo perché essendo riesce ad attraversare la barriera ematoencefalica e quindi impedire che l'accumulo (le placche/raggruppamento) di proteine "piegate in modo difettoso" che provocherebbero la degenerazione delle cellule. Spiegando con parole poverissime e prive di tecnicismo esiste una proteina chiamata "proteina tau" che quando mutata si deposita all'interno delle cellule neurali provocando appunto le malattie degenerative, comunque esistono anche altre proteine con problemi di ripiegamento che si depositano fuori delle cellule.

Tutte queste proteine agiscono come un collante che ingloba placche e grovigli neurofibrillari distruggendo i neuroni. Esistono i cosiddetti inibitori per le proteine che si trovano all'esterno della cellula che però non riescono a bloccare l'azione di quelle che si trovano nel loro interno. L'OPC con la sua capacità di penetrare la barriera ematoencefalica sta dimostrando di avere un ruolo importante nell'inibizione della proteina tau.

Però prima di gridare al miracolo è necessario tenere presente che tutti questi progetti sono in fase di ricerca perché una cosa è averci risultati in vitro ed un altro è arrivare ad un risultato finale vero e proprio. Comunque come mangiare si deve mangiare e sapiamo che nell'olio di semi di vinacciolo questa sostanza effettivamente esiste allora sarebbe interessante includerla nella nostra dieta. Sapiate comunque che l'OPC è presente anche nella cannella.

Inoltre mi piace sottolineare che nessuna sostanza e nessun alimento agisce da solo ma è necessario sempre lasciare perdere le monodiete basate appunto su un unico alimento o gruppo di alimenti e/o sostanze. Una cosa importante è che non bisogna bere litri di vino rosso per consumare l'OPC altrimenti dopo vi toccherò buttare il fegato.

Un'altra azione molto interessante per quanto riguarda l'OPC è che si è dimostrato un grande "riciclatore", si perché di per sé è un antiossidante però ricicla anche la vitamina C presente nell'organismo una buona notizia soprattutto per le persone esposte ad un alto tasso di inquinamento dell'aria poiché la vitamina C aiuta a salvaguardare l'organismo dalle esposizioni. Inoltre l'OPC protegge la vitamina E dall'ossidazione.

L'OPC combatte anche altre malattie come malattie cardiovascolari, cancro, diabete, artrite, perdita di memoria.

Come posso consumare l'olio di semi di vinacciolo? Sull'insalata, sulle verdure cotte (di preferenza a vapore), insieme all'olio EV di oliva, nelle preparazioni del pane al posto dell'olio EV di oliva (risulterà più leggero) ecc.

Dove acquistare:

Purtroppo non è un olio che si trova facilmente però nei supermercati più forniti e negozi/supermercati bio di solito c'è. Questo della foto l'ho comprato nel supermercato Naturasi al prezzo di 5,20 circa per 500 ml.


 Qui se vi può interessare c'è una monografia sugli effetti benefici della OPC.

Il testo ha solo scopo informativo e non ha nessuna intenzione di sostituire il parere medico

Nessun commento:

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML