Passa ai contenuti principali

Applicazione di varechina per eliminare la muffa: rischio chimico e sostituzione


Una ragazza mi ha inviato una mail in cui ha descritto un problema piuttosto comune, cioè che durante l'inverno, la muffa nera aveva coperto le pareti della camera da letto della casa presa in affitto. Secondo lei la candeggina delicata e anche l'acqua ossigenata non hanno risolto il problema, e che alla fine ha utilizzato la classica varechina però il suo odore è rimasto impregnato sulle pareti e anche su lei stessa, provocando irritazione alla gola e naso.

Allora ovviamente le ho detto di recarsi dal medico di base per vedere se non ci sono problematiche più serie come un'irritazione, intossicazione ecc. Comunque essendo un argomento molto comune ho deciso di scrivere un post su quest'argomento.

Sappiamo che le pareti che tendono ad ammuffire devono essere restaurate da veri professionisti che applicheranno sulla pareti dei prodotti adatti per contrastare la formazione della muffa, quindi il fai da te purtroppo non potrà sostituire il loro lavoro.

Il problema sorge quando si è in affitto e il proprietario non avvia i lavori di ristrutturazione e pittura e quindi molte persone optano per la varechina poiché giustamente sappiamo che dormire in un ambiente coperto di muffa non va bene.

Purtroppo la varechina oltre ad essere inquinante, è anche molto tossica e alcune persone sono andate a finire in pronto soccorso dopo una lunga esposizione a questa sostanza, per non parlare di morte per avvelenamento quando qualcuno usa delle miscele come ad esempio ammoniaca e varechina (da non fare mai).




Per eliminare l'odore di varechina da una stanza serve areare (soprattutto durante il lavoro), usare mascherina, occhialetti e guanti, e finito il lavoro potete posizionare delle ciotole con bicarbonato e chicchi di caffè per assorbire il cattivo odore.

Anche indossando la mascherina l'odore rimane attaccato al naso e bocca e un modo per cercare di purificare le vie aeree è sentire l'odore  dei chicchi di caffè o dell'olio essenziale di menta piperita diluito in acqua. Ovviante questi sono palliativi e non sostituiscono una visita medica, soprattutto se ci sono giramenti di testa, vomito ecc. Ricordiamo che la varechina irrita le vie aeree, e una media lunga esposizione può provocare danni al cervello, giramenti di testa, vomito e svenimento.

Quindi questa è la risposta sulla domanda come attenuare l'odore della varechina, adesso parliamo dell'uso della classica candeggina al cloro per eliminare la muffa. Allora una volta non esistevano tutti questi centri di bricolage, ferramenta e casalinghi forniti, quindi si usava la varechina poiché praticamente era l'unico "rimedio" in grado di fronteggiare la muffa, tra l'altro a basso costo. Però sapiamo che oltre ad essere un prodotto tossico sia per la nostra salute che per gli organismi acquatici.





Oggi l'offerta di prodotti alternativi è molto ampia, e tra l'altro hanno una composizione studiata e appositamente misurata per uccidere la muffa ma non le persone. Benché la classica varechina abbia un costo molto contenuto, credo che vale la pena pagare un po' di più per un prodotto specifico piuttosto che rischiare la propria salute e anche quella della vostra famiglia, soprattutto dei bambini e animali domestici.

Alcuni di questi antimuffa contengono acido acetico, acqua ossigenata, acido salicilico, alcol e via dicendo, in una tale composizione da sostituire il cloro. Un'altra opzione è posizionare dei piccoli secchi nella stanza, riempirli di soda solvay o gesso, fare dei fori sul coperchio e legarlo. Questa soluzione fai da te aiuterà a diminuire l'umidità della stanza, oppure potete acquistare dei deumidificatori classici o elettrici per evitare l'insorgere della muffa. Anche dei gessetti o scatole di soda solvay negli armadi e cassetti aiutano a diminuire l'umidità all'interno dei mobili.

Quindi se avete la necessità di liberarvi dalla muffa ma non potete in questo momento affrontare le spese per dei lavori a casa, o se la casa è in affitto abbandonate la varechina e fatte una ricerca su internet o negozi di zona.