Riciclare i capi di abbigliamento: trasformare un vestito in tessuto elasticizzato in un due pezzi


Può capitare di ricevere in regalo o di acquistare un capo che nonostante ci piaccia, per qualche motivo non cade bene sul nostro fisico. Porto come esempio un vestito che mi hanno portato dall'estero, realizzato con un tessuto ma che addosso non mi stava bene, inoltre siccome il tessuto aveva una caduta un po' pesante, il vestito tendeva a slittare ("a pesare") verso il basso acquisendo una forma un po' strana, diciamo che era il tessuto sbagliato per quel modello.

Dunque pur piacendomi tantissimo ho decido di riciclare il vestito, quindi ho deciso di riciclare il vestito e quindi creare un due pezzi. Il vestito era questo:



Passo Passo:

Come avete notato, ci sono diversi passaggi di ponto smock sulla parte superiore del vestito, ho deciso di preservare tutta questa parte e tagliare sul tessuto liscio, quindi ho misurato l'altezza e lasciato altri 3 cm per realizzare il bordo.


A me piace moltissimo questo righello per misurare gli orli poiché ha una parte mobile che permette di impostare sin da subito la misura scelta e adattarla al tessuto.

Il tessuto è elastico e la macchina da cucire è la classica casalinga molto semplice, e come ben sapete è difficile cucire il tessuto elastico a macchina e quindi bisogna seguire alcuni accorgimenti:

Usare un piedino in plastica o in teflon, a me piace molto questo piedino perché ha dei rullini che aiutano a fare scorrere bene il tessuto, ago stretch necessariamente, e per quanto riguarda la macchina da cucire ho selezionato il punto elastico e una tensione da 7 (sopo alcuni tentativi e fili spezzati).

Imbastire: non è obbligatorio, tanto che molte persone usano soltanto gli spilli, va benissimo così, io personalmente ho la necessità di imbastire per fissare bene il tessuto e facilitare il lavoro a macchina, soprattutto se parliamo di tessuto elastico, per il cotone o altri tessuti meno scivolosi si può anche spillare e basta. Un capo imbastito è un capo praticamente finito, però capisco che a volte non si ha la pazienza per fare tutto questo lavoro. 

Per quanto riguarda la maglietta ho fatto soltanto il bordo, e questo può essere fatto in due modi diversi:

a) Due passaggi: Fare una piega, imbastire e cucire usando il punto dritto o il zig zag, quindi piegare nuovamente, in questo caso non bisogna necessariamente imbastire, e cucire nuovamente, in questo modo l'orlo verrà molto pulito all'interno e uniforme verso il dritto.

b) Uno passaggio: piegare due volte (guardare la foto), quindi se avete lasciato 3 cm, piegare 1,5 cm e nuovamente 1,5 cm, imbastire e cucire.

Se avete la overlock non bisogna impiegare due passaggi per realizzare l'orlo.

Come vedete l'orlo si è arricciato automaticamente poiché il tessuto è appunto elasticizzato.

La gonna:

Quando ho tagliato il vestito la parte inferiore che sarebbe diventata la gonna è diventata enorme, un rettangolo talmente grande da avanzare un bel po' di tessuto. Ho preso le misure della vita, altezza del bacino e del livello bacino e quindi ho tagliato uno dei lati del tessuto lasciando senza toccare la cucitura originale presente nell'altro lato. Dovete lasciare 2 cm circa di margine di cucitura.

Ho usato il righello curvo da sarta per fare appunto una curva dalla cintura fino all'orlo, bisogna fare attenzione alla misura del livello bacino. Il righello va messo sulle misure dalla cintura e del livello bacino, e quindi la curvatura finale potrà essere più aperta o chiusa secondo il gusto personale.

Ho scelto di inserire di fare una cintura con elastico con la classica tecnica dei quarti.

Ho scelto di fare uno spacco in uno dei lati. Misurate bene l'altezza per non dover correggere dopo. 


La parte esattamente sopra lo spacco è stata chiusa con una cucitura detta "cucitura francese, cioè bisogna fare una cucitura sul dritto come vedete in foto, anche se lì vedete soltanto l'imbastitura, refilare vicino alla cucitura, quindi girare il capo e fare un'ulteriore cucitura nascondendo quella fatta anteriormente, in questo modo la parte interna sarà ben rifinita, ovviamente parliamo di macchine da cucire casalinghe classiche, se avete una overlock potete fare le cuciture di tipo "industriale" senza problemi.

L'orlo della maglietta l'ho fatto in un passaggio, quello della gonna in due passaggi, anche se devo ancora fare il secondo se devo essere sincera.


E questo è il risultato finale, manca ancora l'ultimo passaggio per quanto riguarda l'orlo della gonna ma posso già farvi vedere com'è venuto, alla fine ho un due pezzi molto più leggero rispetto al vestito di prima, e in realtà è avanzato un bel pezzo di tessuto. Se siete delle sarte più pratiche potete avere risultati ancora più soddisfacenti, pensare a dei modelli più carini, insomma potete usare la vostra creatività per riciclare gli abiti un po' dimenticati nell'armadio, e soprattutto sarà più semplice se avete una overlock,  poiché cucire i tessuti elasticizzati usando la macchina da cucire non è proprio facile, specialmente per un modello più semplice come la mia.


Post popolari in questo blog

Come togliere le macchie di prodotti acidi e/o aggressivi dai pavimenti.

Come togliere la polvere di calce e/o cemento attaccata al pavimento

Come risaltare l'odore del detersivo in lavatrice e come avere un bucato più profumato