DIY: Dispensa per l'autoproduzione di una borsa della spesa in stile giapponese.

 


Le borse per la spesa sono ecologiche e pratiche ma solitamente hanno la stessa forma, cioè la famosa shopper,  ma se vogliamo avere un look più originale anche quando facciamo la spesa possiamo realizzare una borsa sempre molto pratica ma con di un tocco di originalità che la contraddistinguerà dalle altre. Per realizzarla possiamo utilizzare avanzi di tessuto, riciclare vecchi capi di abbigliamento oppure acquistare una o più  stoffe che ci piacciono. 

Oggi parleremo della Knot Bag cioè una borsa di ispirazione Giapponese e normalmente è utilizzata come una borsa da tenere ai polsi, ne nostro caso realizzeremo una tracolla per rendere il trasporto più agevole. Questa borsa può essere ideale per una passeggiata al mare.



il manico grande passa attraverso il manico piccolo chiudendo la borsa


Queste sono avanzi di stoffa non utilizzabili per la realizzazione di capi di abbigliamento anche se molto belli. 


Il vantaggio di questa borsa è che si chiude bene nonostante non siano previsti bottini, lampo o velcro ed è anche molto facile da realizzare utilizzando una semplice macchina domestica.

In questa pagina è possibile scaricare la dispensa elaborata per aiutarvi nel processo di autoproduzione e riporta due tipi di borsa Knot Bag: semplice e double face e prevede soltanto l'uso del tessuto, in ogni modo se volete una borsa più rigida potete utilizzare un tessuto pesante nel caso delle borse semplici, eppure una fliselina o imbottitura (merceria o negozi di tessuti) leggera tra i tessuti.

Occorrono:

  • tessuto
  • filo
  • forbice (meglio se a zig zag) o rotella taglia tessuto
  • forbicette
  • righello per definire il bordo di cucitura (se non è inserito nel cartamodello)
  • ferro da stiro per stirare le cuciture
  • penna da sartoria o gessetto per disegnare i bordi di cucitura
  • macchina da cucire. 
Le rifiniture possono essere realizzate con la tagliacuci ma siccome molte persone non ne hanno una a casa tutte le rifiniture sono state pensate per chi possiede soltanto la macchina da cucire casalinga. 

Se non siete ancora pratiche con il cucito ma avete deciso di realizzare oggetti per la vostra casa oppure pezzi di abbigliamento ma non sapete bene cosa acquistare io consiglierei questi istrumenti:



Dalla sinistra verso destra: 

  • Forbicetta molto pratica per tagliare i fili e piccoli pezzi di tessuto, molto precisa e pratica.
  • Forbice a zig zag: riesce a dare una prima rifinitura e impedisce lo sfilacciamento dei bordi del tessuto
  • Righello con distanziale mobile utilissimo per definire velocemente orli, bordi di cucitura, spazi, realizzare i nastri a sbieco, i cerchi  ecc., davvero utilissimo.
  • Punteruolo: aiuta a posizionare i tessuti sotto il piedino della macchina e tirare il filo che proviene dal crochet.
  • Taglia asole ma utilissimo anche per tagliare i punti.
  • Penna da sartoria: non è indelebile, alcune si cancellano con acqua e altre con il calore del ferro da stiro. 

La dispensa è in pdf è si trova anche sulla nostra pagina dedicata alla modellistica nel nostro Menù, abbiamo anche altre dispense di modellistica per l'abbigliamento che appartengono al nostro corso di base dedicato all'autoproduzione.


-----------------------------
La dispensa in pdf è gratuita e di proprietà intellettuale di www.vivereverde.blogspot.com
Dubbi e domande sul tema modellistica e cucito: modellisticavivereverde@gmail.com

Post popolari in questo blog

Come togliere le macchie di prodotti acidi e/o aggressivi dai pavimenti.

Come togliere la polvere di calce e/o cemento attaccata al pavimento

Come risaltare l'odore del detersivo in lavatrice e come avere un bucato più profumato