Avviso

Blog in manutenzione, ci sarà un piccolo ma necessario rallentamento delle pubblicazioni.

Calathea Makoyana la pianta che purifica l'aria e abbellisce gli ambienti: cura e caratteristiche botaniche.

Calathea Makoyana la pianta che purifica l'aria e abbellisce gli ambienti: cura e caratteristiche botaniche

Le piante ornamentali sono un elemento essenziale dei giardini e degli spazi verdi situati anche negli ambienti indoor tanto che la loro bellezza unita alla loro capacità di creare atmosfere piacevoli, spensierate e rilassanti hanno convinto tante persone a coltivarle già da tanti secoli, oltretutto molte specie hanno la capacità di migliorare la qualità dell'aria rimuovendo anidride carbonica e producendo ossigeno, ridurre i livelli di rumore e a mantenere la temperatura più fresca durante le stagioni calde e la Calathea makoyana è una pianta tropicale che riunisce molte di queste caratteristiche e questo post è il frutto di una "felice convivenza" di due anni con questa pianta. 

Carateristiche botaniche.

Calathea Makoyana (syn. Goeppertia makoyana)  nota anche come pianta di pavone o finestre della cattedrale, trattasi di una pianta appartenente alla famiglia delle Marantaceae che raggruppa diverse piante erbacee o rampicanti, rizomatose e a volte epifitiche conosciute anche come "zebra plants" originarie dagli ambienti subtropicali e tropicali. La Calathea è originaria delle foreste pluviali del Brasile e fiorisce durante la primavera e l'estate arricchendosi di fiori piccoli e di colore bianco-rosato molto fragranti però viene coltivata soprattutto per la bellezza delle sue foglie.

Trattasi di una pianta perenne, sempreverde che cresce fino a 50 cm, le foglie sono rotonde, lucide e presentano delle venature bianche e verdi che creano un motivo simile ad un pavone da qui il nome "pianta di pavone", molto diversa la superficie inferiore colorata di viola intenso. Le nuove foglie crescono arrotolate mostrando solo la parte inferiore rosso-rosata, questo meccanismo biologico (foglie giovani arrotolate) è presente in diverse altre piante tropicali e serve per proteggere il punto di crescita e il meristema apicale all'interno della foglia dai danni causati dal sole, dal vento e dai predatori visto che in questa fase la foglia è molto tenera e vulnerabile, quando la foglia sarà più sviluppata e indurita si srotolerà e raggiunge la sua forma finale. 

Ha ha un fusto orizzontale rispetto al suolo, e anche un rizoma da cui crescono le piante e si sviluppano le radici, tra l'altro sono conosciute anche come "pianta di preghiera" perché chiude le foglie di notte per  riaprirle all'alba. 


Calathea Makoyana la pianta che purifica l'aria e abbellisce gli ambienti: cura e caratteristiche botaniche2

I lapilli ricoprono il substrato e proteggono la pianta dagli insetti


Consigli per la coltivazione.

Coltivazione: Trattasi di una pianta facile da coltivare ed è adatta agli ambienti interni come gli appartamenti e gli studi.

Luce: La Calathea makoyana richiede luce indiretta cioè un ambiente molto luminoso ma non il sole diretti nemmeno dal davanzale della finestra (benissimo un mobile posizionato vicino ma non attaccato alla finestra e che riceva qualche ora di luce diurna) anche perché in natura questa pianta sopravvive sotto la chioma di quelle più alte che filtrano i raggi di sole prima che arrivino alle foglie della Calathea. Non tollera l'ombra totale.

Terreno: Nel suo habitat nativo la Calathea makyana cresce in un suolo umido e le foglie delle piante più alte una volta che cadono e si decompongono arricchiscono il terreno quindi una parte ritorna alla pianta stessa come concime e il restante nutre le pianta posizionate più vicino al terreno, tra l'altro questo equilibrio è fondamentale per la manutenzione dell'intera foresta tanto che il disboscamento non interessa soltanto l'albero che è stato stirpato ma un intero sistema molto complesso che era collegato ad esso. Dunque per quanto riguarda la coltivazione in vaso sarebbe indicato utilizzare un substrato organico ricco di materia organica decomposta come ad esempio la torba. 

La torba viene estratta dai depositi naturali che si sono formati nel corso di molti secoli a partire da accumuli di materiale organico in ambienti umidi e poco ossigenati, trattasi di un materiale adatto per la coltivazione delle piante in quanto trattiene l'acqua e i nutrienti e promuove un ambiente favorevole per la crescita delle radici e la torba irlandesi (vivai e negozi di bricolage) è perfetta per una crescita sana e rigogliosa, in alternativa il terriccio per piante verdi oppure un terriccio universale di buona qualità (alcuni contengono una buona percentuale di torba) misto ad un po' di sabbia (80% terriccio e 20% sabbia) o lapilli non macinati per garantire un buon drenaggio soprattutto perché le piante d'appartamento hanno più difficoltà per liberarsi dall'eccesso di acqua o umidità.

Le piante d'appartamento sono soggette alla presenza di fungo gnat (Fungus Gnat) un tipo di insetto che può causare problemi alle piante da interno o coltivate in serra. Questi insetti sono molto piccoli (solitamente 2-3 mm di lunghezza) e sottili e noti per causare danni alle piante sia in fase adulta che in fase larvale. Le larve vivono nel terreno e si nutrono delle radici delle piante compromettendo la loro salute, gli adulti depongono le uova nel terreno da dove le larve si sviluppano fino alla fasi adulta e ciclo si ripete. Per evitare le infestazioni è importante mantenere un substrato ben drenato e pulito e ricoprire il substrato con lapilli (non macinati) o sassolini.

Irrigazione: La Calathea makoyana richiede un'umidità costante perciò è importante che il terreno non si asciughi completamente tra un'irrigazione e l'altra, in ogni modo non bisogna esagerare con l'acqua visto che un substrato troppo intriso porta al marciume delle radici. Un buon metodo per valutare la necessità delle innaffiature è quello di inserire una stecca di legno nel vaso e se risulterà un po' troppo umida o con tracce di terriccio bagnato sulla superficie sarà meglio aspettare alcuni giorni. Innaffiare con acqua in abbondanza quando sarà necessario.

Così come altre piante tropicali come ad esempio la Monstera anche la Calathea ha bisogno di ricevere acqua direttamente sulle foglie quindi una volta a settimana e soprattutto durante l'estate (o in ambienti molto asciutti) sarebbe indicato spruzzare le foglie con acqua demineralizzata o acqua piovana. 

Temperatura: sono piante di clima tropicale quindi l'intervallo di temperatura ottimale è tra i 18 e i 28 gradi Celsius, possono sopportare temperature più alte però bisogna spruzzare le foglie con acqua demineralizzata o piovana almeno tre volte a settimana, le correnti d'aria calda o fredda provocano problemi alle foglie.

Concimazione: richiede una fertilizzazione regolare solo durante l'estate (fase di crescita), utilizzando un fertilizzante liquido ben diluito ogni due settimane.

Attenzione al pH: acidulo da 5 a 6 ed è meglio evitare l'acqua del rubinetto sia per il pH alcalino dovuto alla presenza del calcare che per il cloro. Da preferire acqua piovana poiché leggermente acida o demineralizzata e una volte al mese si può utilizzate acqua acidula preparata in casa (aggiungendo 5 gocce di aceto o un pizzico di acido citrico a 100 ml di acqua demineralizzata). 

Propagazione: la pianta è relativamente facile da coltivare e si adatta bene ai vasi di ceramica, cemento o pietra. Può essere propagata per divisione dei rizomi (metodologia più comune) o per seme. La pianta madre deve essere estratta delicatamente dal suo contenitore in modo da non provocare danni alla radice e rizoma, le piante figlie non devono essere piantate all'interno di cavità troppo profonde altrimenti subiscono stress. Periodi ideali per la propagazione: primavera e inizio estate.

Proprietà: la Calathea Makoyana è una pianta d'appartamento molto popolare poiché contribuisce a creare un'atmosfera tropicale e artistica negli ambienti, inoltre ha la capacità di filtrare l'anidride carbonica e altre sostanze tossiche dall'aria aiutando a mantenere gli ambienti interni più sani e questa caratteristica la rende un'ottima scelta per le persone che vivono in città e che sono esposte a elevati livelli di inquinamento.

Malattie: questa pianta necessita di suolo umido ma non saturo di acqua altrimenti le radici marciscono, i bordi delle foglie anneriscono e la parte inferiore diventa molliccia. Acari, cocciniglie e afidi possono parassitare la pianta soprattutto quando sono indebolite dall'eccesso irrigazione o dal pH alcalino visto che il suo intervallo ideale è tra 5 e 6 dunque acido. Applicare una soluzione fatta con acqua e sapone allo zolfo (o sapone di marsiglia) per debellare i parassiti. In caso di muffa sulle foglie spruzzarle con una miscela di acqua e sapone o in alternativa acqua + acqua ossigenata 10 volumi* (non di più) nella proporzione di circa 1 cucchiaino per 100 ml di acqua. Le larve di fungo gnat (già spiegato prima 🔝) possono essere eliminate con una miscela di con acqua + acqua ossigenata (4 cucchiai di acqua ossigenata per litro d'acqua).


Calathea Makoyana la pianta che purifica l'aria e abbellisce gli ambienti: cura e caratteristiche botaniche1
"Pianta in preghiera" con le foglie verso l'alto.


Riassunto delle proprietà.

La Calathea è una pianta appartenente alla famiglia delle Marantaceae, nota per la bellezza delle sue foglie ornate e colorate. Ecco alcune delle sue proprietà:

Decorazione: è una pianta molto popolare per la sua bellezza ornamentale. Le sue foglie grandi ricca di motivi intricati e colori vivaci.

Purificazione dell'aria: aiuta a purificare l'aria, rimuovendo tossine e migliorando la qualità dell'aria nell'ambiente in cui viene coltivata.

Facilità di coltivazione: relativamente facile da coltivare e richiede solo una certa attenzione alla manutenzione dell'umidità e luce.

E per questi motivi questa bellissima pianta tropicale non dovrebbe mai mancare nelle nostre Urban Jungle.


Per vedere le piante di Vivere Verde sia quelle del progetto orto in piccoli spazi che quelle ornamentali seguite il profilo instagram @VivereVerdeBotanik

________________


Canali social:

Pinterest

Post popolari in questo blog

Come togliere le macchie di prodotti acidi e/o aggressivi dai pavimenti.

Come togliere la polvere di calce e/o cemento attaccata al pavimento

Come risaltare l'odore del detersivo in lavatrice e come avere un bucato più profumato