Vivere Verde: un blog dedicato alle soluzioni ecologiche: casa, persona, animali, giardino, salute, benessere, cucina vegana e vegetariana, alimentazione

30 novembre 2009

Come pulire il porta sapone dai ristagni e dal calcare.

Per liberare il porta sapone di plastica (e anche altri materiali) dai ristagni di sapone e calcare, spruzzatelo con acqua, aceto e poco detersivo per piatti (in pratica sarebbe il detersivo fai da anticalcare per il bagno).

Lasciate in posa per 5 minuti e risciacquate. Vedrete che usando sempre questo procedimento la plastica sarà sempre splendente e libera di ristagni.

Se il pezzo è in pietra, granito o marmo, usate al posto dell'aceto bicarbonato e aggiungete 50 ml d'alcol.

6 commenti:

Leilaluna ha detto...

bene ora so come procedere con il mio futuro portasapone!!! scusa se nn sono passata spesso ma non sto bene e non avevo internet.
2 giorni fa ho comprato un sapone di aleppo con poco alloro.. per via dei costi e per vedere come mi ci trovavo.
la pelle cavolo... me l'ha lasciata in un modo che stento a descrivere..in pratica io ho una pelle tendente al secco.. e mi ha idratato ma ha anche tolto tutto l'unto della pelle... insomma passavo una mano sul braccio che era morbido ma non era olioso come ti lascia un qualsiasi sapone..
L'unico problema è che mi ci sono lavata anche i capelli.. ma me li ha rinseccoliti tantissimo!!!
sai per caso darmi qualche dritta per idratarli di più?
Quando me li asciugavo erano talmente secchi che non riuscivo a pettinarli senza strapparmi il cuoio capelluto... mi chiedo se è dovuto dal fatto che il mio sapone di aleppo è di scarsa qualità.. cioè con poco alloro!
in caso cosa potrei mettere come balsamo?? può andare bene olio ai semi di lino dei provenzali?

Vivere Verde ha detto...

non stai bene? Hai i raffreddore? Sono in tanti che non stano bene in questo periodo.... guarda Leila non è che il sapone non sia buono, ma in verità è che non si può usare nessun sapone per lavare i capelli perché diventano stoppa.

Se si è creata la patina, l'unico modo di levarla via è passando dell'aceto in testa e risciacquare dopo 5 minuti di posa.

Comunque per i capelli secchi la ricetta è idratare e idratare e si possono usare gli oli (germe di grano, semi di lino, avocado, mandorle ecc) e i burri (karitè, avocado, cacao ecc.)

la provenzali ha una linea di shampoo, balsamo e maschera ai semi di lino meravigliosa. Ma ci sono anche alcune altre linee molto buone in vendita nelle erboristeria. Io ad esempio uso lo shampoo e il balsamo ai semi di lino, poi uso un pochino di olio ai semi di lino, specialmente sulle punte. E spesso unto bene i capelli con l'olio di semi prima di fare lo shampoo.

esiste anche una crema senza risciacquo della fitocose che si chiama Silimarianum, ed è molto buona.

Dai un'occhiata alla sezione "cosmetici naturali" del blog, ci sono alcune ricette per impacco.

Anonimo ha detto...

vedi... ho usato il sapone di aleppo per i capelli perchè c'era scritto che andata anche bene per i capelli sulla confezione.. ma sicuramente hai ragione tu :P
leilaluna

Vivere Verde ha detto...

ah si??? ma pensa te!!!! Diciamo che se la nostr'acqua non fosse dura, e lo è in gran parte d'Italia, magari potrebbe andare bene, però avendo l'acqua dura il sapone spesso danneggia i capelli per una serie di ragioni.....

So che molte donne nell'Oriente usano il sapone anche per lavare i capelli, ma l'acqua loro è diversa dalla nostra....

Leilaluna ha detto...

(ingnorante!!!!) NON LO SAPEVO :|

Vivere Verde ha detto...

ma dai, ma mica lo sanno tutti quanti!!! :), io so perché una volta ho lavato i capelli con sapone di marsiglia e non te dico che cosa ho combinato!!!! Sembravo Bob marley.

Powered By Blogger | Template Created By Lord HTML