AGGIORNAMENTO PAGINE: 17/11 Adozione; 17/11 Appuntamenti; 17/11 Solidarietà a 6 zampe; 15/11 BAUMIAO Anziani; 15/11 SOS Adozione Urgente; 13/10 Macchie; 15/09 Stampabili; 15/08 FAQ.

.


Trova quello che ti serve...

Caricamento in corso...

28 febbraio 2013

Raccolta alimentare: gatti di Torino



Un invito agli amici di Torino

RACCOLTA ALIMENTARE SABATO 2 MARZO 2013
CORSO SVIZZERA 155 TORINO (orario 10-19)

Le parole delle Sfigatte:

Carissimi amici, abbiamo bisogno del vostro aiuto e del vostro supporto. Oltre alle emergenze di cui vi abbiamo parlato e vi teniamo informati di volta in volta, ci sono tutti i gatti di cui ci occupiamo dislocati nelle varie colonie tra Torino e prov.

Gli animali che aiutiamo sono tanti e mantenerli tutti i giorni non è un impegno da poco conto. Pensate a questi mici che sono per strada, alcuni senza riparo si arrangiano dove possono. Fornirgli cibo (possibilmente di buona qualità!) è l'unico mezzo che abbiamo per aiutarli.

Per questo vi chiediamo di non farci mancare il vostro supporto.

Potete passare quando volete e troverete i nostri volontari che saranno lieti di spiegarvi cosa acquistare, darvi informazioni sul nostro operato. Vi aspettiamo a braccia aperte!
Segue ►

Cani e gatti usati come esca per squali all'Isola Francese di Réunion


Un'altra brutta notizia che ha a che fare sul maltrattamento degli animali e questa volta in Francia

Organizzazioni che difendono i diritti degli animali in Francia hanno rivelato che cani e gatti vengono utilizzati come esca dai pescatori dilettanti squali sull'isola francese di Réunion.

La piccola isola vulcanica situata al largo della costa orientale del continente africano è piena di cani randagi, più di 150.000.

Un veterinario ha curato per fortuna con successo uno dei cani, un cucciolo di sei mesi di età del cane, trovato con un gancio sul muso. Il cane era evidentemente sfuggito ed è stato portato al centro benessere da un cittadino preoccupato.

L'animale è ora a casa e dei suoi proprietari che avevano denunciato la sua scomparsa. Tanti cani e gatti si vengono trovati con ganci nel corpo (muso e zampe) sulle spiagge e in parte mangiati dagli squali.

I pescatori intrappolano gli animali e li mettono i ganci un giorno prima per sanguinare molto. Alcuni fuggono prima di essere gettato in mare, altri non sono così fortunati.

Con ganci posti sulle zampe e / o musi, gli animali sono attaccati tubi gonfiabili per farli cadere in mare. Per evitare di essere visti i pescatori mettono l'esca (cuccioli) nel bel mezzo della notte per tornare la mattina per vedere se qualche squalo è stato catturato.

La Fondazione Bridgit Bardot si impegna  a contrastare questa pratica barbara e terribile ed ha avuto importanti risposte dalle autorità locali per sapere di più potete accedere al sito della fondazione, se non capite il francese potete utilizzare il traduttore del vostro navigatore.
Segue ►

25 febbraio 2013

Barbara uccisione dei cani in Romania e giochi olimpici giovanili.


Paesi diversi e casi simili... tempo fa in Ucraina molti cani randagi hanno pagato con la vita la decisione del mondo dello sport di realizzare li gli Europei di Calcio. Ricordiamo tutti il massacro e le torture che quei cani hanno e ancora oggi subiscono dopo che il governo ha incentivato l'uccisione cruenta di tutti gli animali. Purtroppo la situazione anche se migliorata non è che è risolta, purtroppo i torturatori hanno preso gusto e uccidono ancora.

Però in un altro paese: La Romania, nello specifico Brasov si realizzeranno i Giochi Olimpici Giovanili e sta accadendo la stessa cosa: tanti cani vengono avvelenati, uccisi a botte, insomma un nuovo massacro. Tanto che l'OIPA sta chiedendo a tutti i cittadini di inviare una mail contro questa situazione tremenda.

Il testo per la mail+indirizzi e informazioni potete trovare qui, io ho già inviato la mail
Segue ►

23 febbraio 2013

Lotteria per pagare le spese veterinarie dei cuccioli e per dare supporto alle colonie feline tra Foligno e Perugia



Amici un invito a partecipare ad una lotteria per aiutare a pagare le spese veterinarie di diversi cuccioli salvati dalla strada e per dare supporto alle colonie feline tra Foligno e Perugia. Da Zampette Cerca Famiglia Umbria

Ecco il loro appello:

Anno nuovo,Emergenze nuove! In cambio di un piccolo contributo,potrete vincere 3 bellissimi premi!

Ogni biglietto si puo' avere con un'offerta minima di 7 euro,in palio:

1 PREMIO:LETTORE MP3 MORELLATO ORIGINALE
2° PREMIO:BRACCIALE IN ARGENTO CON FANTASIA A SCELTA CANE O GATTO 3°PREMIO:TROVACHIAVI KEYBOB ORIGINALE ANIMALE A SCELTA

 L'estrazione sarà il primo sabato dopo l'acquisto ed il saldo di tutti i biglietti.

La donazione per il biglietto potete farla su:

POSTE-PAY NUM 4023600629114663,
GIULIA MORETTI... COD.FISCALE:MRTGLI87D43D653L..

oppure, PAYPALL:morettigiulia3@alice.it SU IBAN A RICHIESTA IN PVT.

 Se non potete partecipare,ma volete mandare un contributo in coperte,pappa,medicine o altro,contattare Chiara Costantini o Marzia Bellon in privato.

Quindi per partecipare dovete accedere alla pagina dell'evento:

Lotteria clikka qui



Segue ►

20 febbraio 2013

Macchie di pomodoro: diverse soluzioni


Bagnate la macchia con acqua fredda e quindi strofinatela con una fetta di limone. Copritela con del sale fino e lasciatela in ammollo per 30 minuti. Quindi lavare con sapone di marsiglia.

Per le macchie più difficili o estese: Trattate le macchie con limone* e sale e quindi lavate il tessuto in lavatrice a 50 o 60 gradi con detersivo e percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo).

Chi lavora in ristorante o pizzeria ha spesso a che fare con le macchie di pomodoro. Potete trattarle facilmente con uno smacchiatore fatto a posta per questo tipo di macchia:

500ml di acqua
400ml di alcol rosa o bianco
2 limoni

Bollite il succo dei limoni nell'acqua e anche le bucce
Filtrate, lasciate raffreddare e aggiungete l'alcol

Spruzzate le macchie con questa soluzione e lasciate in ammollo per minimo 30 minuti.

Lavaggio in lavatrice: a 50 gradi con detersivo+percarbonato

A mano: lavaggio con abbondante sapone di marsiglia, ammollo 20 minuti e quindi in lavatrice a 50 gradi con percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo)
Segue ►

Macchia di ruggine e terriccio sul pavimento


Succo di 2 limoni
1 bicchiere di aceto
2 cucchiai di sale fino
2 bicchiere di acqua

Bollite l'acqua, il succo di limone e le bucce di limone. Filtrare e aggiungere l'aceto bianco. Aggiungete il sale, mischiate.

Versate un po' di soluzione in una spugna da cucina e strofinate la superficie. Se necessario strofinate ancora con una spazzola dura. Aspettate 15 minuti e risciacquate bene.

Se necessario potete aggiungere un po' di detersivo per piatti ecologico alla soluzione.

Attenzione (Achtung!!) La soluzione non va usata sul marmo!!
Segue ►

19 febbraio 2013

Cane in situazione disperata cerca casa


Ciao amici, questo è Bambi un povero cane abbandonato per strada. I volontari hanno trovato Bambi che girovagava denutrito e ammalato. 

Un veterinario si è preso cura di Bambi però i volontari stanno cercando disperatamente una casa per questo cagnolino.

Lui sta rispondendo bene alle cure

Se volete aiutare i volontari e dare una casa a Bambi contattateli 


Animalisti Troiani
 Maria 3921529184.
Comune di Troia-Foggia

Segue ►

Serpente fatto con due cravatte


Un modo per riciclare le cravatte da buttare: potete fare un serpente molto simpatico per i vostri bambini


Avete bisogno di due cravatte, dell'imbottitura, dei bottoni per gli occhi e un pezzettino di feltro o tessuto rosso per la lingua.


Segue ►

Sgrassare, pulire e lucidare il piano cottura/fornelli in acciaio con sapone di marsiglia


Per pulire e lucidare il piano cottura in acciaio non bisogna usare i classici prodotti per l'acciaio. Questi oltre ad essere inquinanti a lungo andare opacizzando la superficie.

Potete usare i nostri ormai conosciuti spruzzino (detersivi per piatti/superfici) all'aceto e potete usate anche il classico sapone di marsiglia.

Però è necessario saper utilizzarlo perché con l'acqua calcarea questo tende a rilasciare una patina bianco sull'acciaio.

Quindi:

a) Insaponate una spugna inumidita con appunto sapone di marsiglia e quindi metteteci su la spugna circa 1 cucchiaino di bicarbonato.
b) Strofinate bene la superficie e risciacquatela con panno umido
c) Spruzzate la superficie con aceto, strofinate un po' con una spugna, risciacquate con panno umido e asciugate bene. A volte non bisogna risciacquare ma semplicemente passarci l'aceto e asciugare direttamente.
d) Potete lucidare ulteriormente con dei panni specifici per lucidare l'inox come questo ad esempio
e) Per le parti in vetro: passate del sapone di marsiglia senza bicarbonato, risciacquate, quindi spruzzate il vetro con alcol e asciugatelo.
Segue ►

18 febbraio 2013

Pupazzi carini fatto con dei calzini usati


Questi pupazzi sono stati realizzati con dei calzini usati. 
Segue ►

Patina grassa, impronte e macchie sul cotto.


La patina normalmente si forma per colpa dell'eccesso di detersivi schiumosi e cere, se questa patina è molto spessa è facile vedere impronte, macchie grasse e appunto un velo di patina bianca sul pavimento.

Una soluzione per sgrassare questo tipo di pavimento sarebbe una soluzione concentrata dia acqua molto calda e aceto bianco (1/2 bicchiere per ogni litro d'acqua).

Se la patina rimane trattate il pavimento con aceto bianco puro. Prendete un po' dia aceto bianco e bagnate uno straccio asciutto, passate su un pezzo di pavimento alla volta (tipo un quadrato di 10X10) e subito dopo aver strofinato per 1 minuto asciugatelo.

Quindi lavatelo con acqua pura e asciugate.

I detersivi ideali per la pulizia del cotto sarebbero:

a) Acqua e aceto: 1/4 di secchio con acqua calda ma non bollente e 1/4 di bicchiere di aceto, ogni tanto potete aggiungerci 1 goccia di detersivo per piatti a mano ecologico/bio o 1 cucchiaino di detersivo per pavimenti ecologico/bio

b) Acqua calda (1/4 di secchio)+4 cucchiai di alcol rosa o bianco e sapone di marsiglia sciolto nell'acqua i.q.b per farla diventare biancastra
Segue ►

Un aiuto agli animali di Zampette Cerca Famiglia Umbria: mancano soldi per il cibo e spese veterinarie



Ciao amici oggi porterò un appello degli amici di Zampette Cerca Famiglia Umbria. Questi volontari si occupano di tantissimi animali e oltre alle spese con il cibo sono al limite anche con le spese veterinarie.

EMERGENZA CIBO GATTI:SIAMO ALLO STREMO ECONOMICO,SOLO DI STERILIZZAZIONI QUESTO MESE SIAMO A DEBITO MAGGIORE DI 1500 EURO,SIAMO PIENI DI COLONIE,NON ABBIAMO SOLDI X COMPRARE CIBO

QUALCUNO DI BUON CUORE HA DA DONARCI SCATOLETTE GATTO E CROCCHETTE GATTO? ABBIAMO UN CENTINAIO DI GATTI TRA SPELLO,FOLIGNO E PERUGIA,LA SITUAZIONE è INSOSTENIBILE,VI PREGO AIUTATECI.... 

SE AVETE QUALCOSA DA PORTARCI O DA SPEDIRCI SCRIVETECI QUI OPPURE ALLA MAIL: 

bandaa4zampe@gmail.com 

Pagina Facebook


Se siete in zona Perugia o Foligno o Spello vi diamo il contatto della volontaria più vicina a voi o qualche negozio in cui poterci lasciare qualcosa oppure se siete lontani vi diamo l'indirizzo di una volontara al quale spedire ..grazie a tutti di cuore
Segue ►

16 febbraio 2013

Chiazze bianche e sbiadimento sul gress


Le cause delle chiazze bianche e sbiadimento possono essere diverse: la caduta di acidi, anticalcare, detersivi, il tempo, la luce quando il pavimento è esposto al sole ecc.

Spesso questo sbiadimento/chiazze sono frutto di un inaridimento e quindi bisogna idratare la parte da trattare.

Premesso che per averci un pavimento perfettamente uniforme come quando posato è necessario ricorrere alle ditte che lavorano con i pavimenti, però per una soluzione più tranquilla potete ricorrere a dei rimedi più fai da te.

Quindi per trattare la zona macchiata avete bisogno di:

Segue ►

Pulire e Sgrassare i piani in marmo: Cucina e Bagno


Per sgrassare, lucidare ed evitare il calcare sulle superfici (non pavimento) in marmo dovete usare del bicarbonato, del sapone di marsiglia e dell'aceto.

Comunque la miscela va fatta bene e in questo modo:

in una ciotola mettete 2 cucchiai di bicarbonato, quindi mettete dell'aceto i.q.b per sciogliere il bicarbonato. La miscela si "friggerà" e poi si formerà una sostanza viscosa. Quindi metteteci un cucchiaino di bicarbonato (nella soluzione è meglio averci un eccesso di bicarbonato).

Quindi insaponate una spugna da cucina inumidita con del sapone di marsiglia e metteteci un po' di miscela bicarbonato e aceto sulla spugna e strofinate la superficie. Quindi prendete un panno umido e risciacquate bene.
Segue ►

15 febbraio 2013

Tavolino fatto con cassette VHS



Questo tavolino è fatto con delle vecchie cassette VHS.



Per primo dovete fare la base del tavolino in questo modo fissando il tutto con del nastro adesivo.
Segue ►

14 febbraio 2013

Segugio incatenato cerca casa e libertà


Appello per questa povera segugio trovato dalla ENPA di Bari in una situazione non proprio ottimale:

Claretta, segugio, taglia media, 2 anni circa, molto timorosa, si adotta in tutta Italia microchippata e vaccinata, previ controlli e firma moduli di adozione. Siamo intervenuti per sistemare la situazione , allungando la catena che vedete e creandogli una cuccia piu' confortevole ma è necessario darle una casa e la libertà dalla catena. Contattare Enpa Bari sul 3284774297 oppure su bari@enpa.org


Segue ►

Eliminare le macchie di olio/grasso dai pavimenti, scarpe e vestiti con del gessetto scolastico


Il gessetto scolastico è costituito da carbonato di calcio: un elemento con alto potere grassante e dunque perfetto capace di assorbire l'olio dalle superfici.

Quindi se è caduto dell'olio/grasso sul pavimento, scarpe e vestiti prendete un gessetto e strofinatelo sulla superficie ricoprendola bene.

Sul pavimento e tessuto potete metterci un foglio o panno assorbente sulla superficie e metteteci un peso sopra. Dopo circa 30 minuti spazzolate la superficie e se necessario lavatela con sapone di marsiglia
Segue ►

Macchia di prodotti chimici grassi e oleosi sulle mani. Come eliminarle senza aggredire la pelle.


Per eliminare le macchie derivate da prodotti grassi e oli utilizzati di solito nelle officine meccaniche, manutenzione delle auto, lavori artigianali e manuali fidatevi del limone.

Il limone ha un'azione sgrassante e smacchiante e allo stesso tempo abbellisce e ammorbidisce le mani.

Per pulire le mani mischiate 1 cucchiaio di succo di limone+zucchero i.q.b per preparare una "crema" umida e abrasiva (non dovete diluire tutto lo zucchero). Quindi prendete questa miscela mettetela sulle mani e strofinate bene. Quindi lavare bene (importante perché il succo di limone a contatto con la luce macchia la pelle).

Se necessario potete fare un ulteriore lavaggio con del sapone per le mani bio e delicato.
Segue ►

12 febbraio 2013

Lavaggio e Conservazione del vestito da sposa


Per conservare nel tempo il vestito da sposa evitando l'ingiallimento e la deteriorazione si devono osservare certe regole.

Il lavaggio:

Di solito va fatto in tintoria per non danneggiare il vestito, però c'è chi preferisce lavarlo a casa un po' per risparmiare, un po' perché a volte le tintorie non riescono a lavarlo bene. Valutate voi. Io ho aiutato mia cugina a lavare il suo enorme vestito e devo dire che nonostante la fatica è venuto bene. Però se siete timorose cercate una tintoria che abbia esperienza nel lavaggio dei vestiti da sposa.

Passa Passo

Segue ►

10 febbraio 2013

Lavare, sgrassare e pulire le pareti (soprattutto quelle bianche) con bicarbonato


A secco: a volte il bicarbonato può essere un ottimo sgrassante e per le pareti è un vantaggio utilizzarlo cosi visto che non porta via il colore o la vernice. Metteteci un po' su una spazzola morbida e spazzolate la parete. Cosi potete levare via polvere, incrostazioni più secche e alcuni tipi di muffa (in questo caso sarebbe meglio usare una mascherina).

A umido: Sporco più tenace. Metteteci un po' di bicarbonato su una spugna inumidita e strofinate la parete, aspettate un po' e risciacquate con panno umido. Se la parete è grassa potete insaponare la spugna con sapone di marsiglia prima di cospargerla con bicarbonato.

Muffa: Prendete una spugna insaponata con sapone di marsiglia, cospargetela con bicarbonato e quindi strofinate delicatamente la parete. Quindi spruzzatela con della candeggina delicata o tamponatela con dell'acqua ossigenata da 40 volumi (negozio di cosmetici). Ammollo: 1 ora e risciacquo con panno umido. Usate i guanti e se la muffa è tanta anche la maschetina.

Scritte: Prendete una spugna insaponata con sapone di marsiglia, cospargetela con bicarbonato e strofinate delicatamente la parete. Quindi prendete la spugna, bagnatela bene con alcol rosa e tamponate la parete. Ammollo: 1 ora e risciacquo con panno umido.


Segue ►

08 febbraio 2013

Il toro bruciato vivo: succede in Spagna e la gente si diverte. Una petizione per salvare Jubilo, il prossimo toro


Maltrattamento contro gli animali: bruciato vivo e bastonato... in questo caso non parlo di nessun paese dell'Est ma della europeissima Spagna.

Certo che la Spagna è di coccio su quello che si riferisce alle loro maledette tradizioni contro i tori. Ma nel 2013 ci sono ancora tante pratiche medievali che non sono né in cielo né i Terra.....

Oggi non parlerò delle Toradas ma di una festa non lo so... magari ancora più assurda che ha luogo a Medinaceli un Comune a 150 km di Madrid. Li fanno un festival in cui la gente si diverte in questo modo: prendono un toro, gli danno fuoco e questo animale vieni bruciato vivo, disperato.... mentre la gente sta in torno a tormentarlo, ecco... nel mondo c'è chi si diverte cosi...

Segue ►

Salvo, una storia a lieto fine




Vi ricordate di Salvo, il cane per dirla tutta "torturato" da una tizia a Palermo che lo faceva  mangiare pane ammuffito e bere acqua del WC?

Abbiamo parlato qui

La bella notizia è che Salvo ora vive a Livorno e ha una casa e una famiglia

Bello che tra tutte le nefandezze che fanno contro gli animali sia possibile leggere qualche notizia a lieto fine.

Tanti auguri a Salvo e alla sua famiglia e tanti complimenti ai nuovi padroni

Per saperne di più: qui



Segue ►

Hanno trovato il mostro che ha buttato il cane vivo nella spazzatura a Firenze



Vi ricordate quella terribile vicenda del povero cane cocker chiuso vivo in un sacco della immondizia e gettato nella spazzatura tra l'altro con ferita sul collo visto che il suo padrone (o aguzzino) si è preoccupato di  fare sparire il microchip? Abbiamo parlato qui: cane buttato nella spazzatura

Ecco hanno trovato il mostro attraverso un'indagine fatta anche dalla collaborazione di tante persone (bravi!! Vale la pena denunciare!!). Le guardie zoofile dell'ENPA hanno identificato l'uomo ed è un ex appartenente alle forze dell'ordine.

Come in altri casi di persone che hanno gettato gli animali nella spazzatura, questo uomo si è giustificato dicendo che pensava che il cane fosse già morto. Balle (scusate il termine), visto che l'uomo lo ha tagliato lungo tutta la schiena per trovare il microchip. E questo cane non è deceduto per miracolo perché una signora sentendo i suoi latrati ha dato l'allarme.

Segue ►

Puzza di umido e asciugamani


Se gli asciugamani puzzano di umido il problema può essere: sporco attaccato tra le fibre, eccesso di ammorbidente per chi lo usa (intrappola lo sporco).

A questo punto il semplice lavaggio in lavatrice può non bastare e serve un trattamento.

Riempite una bacinella con acqua abbastanza calda
Metteteci 1/4 di bicchiere di aceto bianco per ogni litro d'acqua
Metteteci 1 cucchiaio di sale grosso per ogni 2 litri d'acqua
Metteteci gli asciugamani in ammollo per 1 giornata.

Lavaggio: Mettete gli  asciugamani in lavatrice e lavateli con il vostro classico o fai da te detersivo + 1 cucchiaio di bicarbonato. Oppure a mano con sapone di marsiglia e bicarbonato. Se gli asciugamani sono bianchi usate 1 cucchiaio di percarbonato (sbiancante all'ossigeno attivo) al posto del bicarbonato

Usate dell'aceto al porto dell'ammorbidente. Per profumarli potete aggiungere alcune gocce di olio essenziale di lavanda insieme all'aceto.
Asciugare all'aria o vicino a fonte di calore
Segue ►

07 febbraio 2013

Odori di fritto e di cibo in cucina. Ma perché non si riesce ad eliminare gli odori?


A volte si pulisce, si strofina, si lava ecc e nulla: la cucina comunque puzza e non si capisce il perché....

L'origine degli odori spesso è il filtro della cappa. Questo assorbe tutto il grasso e tutti gli odori che rimangono li impregnati e si sentono anche a distanza di giorni.

Quindi se avete fritto o preparato degli alimenti più puzzolenti vale la pena lavare anche il filtro della cappa perché cambiarlo ogni volta è un spreco di soldi oltre alla creazione di rifiuti inutili.

Come va pulita e sgrassata: con sapone di marsiglia e bicarbonato. Per primo strofinatela con abbondante sapone, metteteci un po' di bicarbonato, strofinatela un'altra volta e quindi risciacquatela. Se necessario ripetete l'operazione. Lasciatela asciugare all'aria.

Potete lasciarla in ammollo in sapone e bicarbonato per 20 minuti se necessario.
Segue ►

06 febbraio 2013

Bioedilizia: mattoni e leganti ecologici made in Italy



Oggi c'è una grossa ricerca sullo sviluppo di materiali per l'edilizia più rispettosi dell'ambiente, ovvero che rilascino minori quantità di CO2 nella atmosfera e danneggino di meno i terreni.

Anche in Italia esiste un'alternativa molto valida: i mattoni e leganti realizzati con materiali più naturali ma comunque resistenti.

L'azienda "Equilibrium" ha scelto la canapa e la calce come materie prime principali per la realizzazione dei suoi prodotti.

Segue ►

05 febbraio 2013

Un bel posticino a Roma dove andare a mangiare e fare una buona azione



Amici di Roma, se volete mangiare una bella pizza o qualcos'altro andate alla Locanda dei Girasoli. 
Questo locale non è soltanto una pizzeria-ristorante ma fa parte di un progetto per dare una mano a dei ragazzi affetti da sindrome di down e appunto il ristorante è nato dall'iniziativa dei genitori di alcuni ragazzi che oggi lavorano come camerieri

Il problema è che la via dov'è localizzato il ristorante è poco frequentata e quindi loro stano avendo non poche difficoltà economiche e sarebbe un peccato se dovessero chiudere questo posto.

Quindi se volete andare a mangiare e allo stesso tempo fare una buona azione andate alla Locanda dei Girasoli

Via dei Sulpici 117/h- 00174 Roma
Martedì a Domenica dalle 19:00 alle 23:00
Tel: 067610194
Segue ►

Vuoi diventare un rospista?


Segue ►

04 febbraio 2013

Quaderno originale e molto trend: la copertina in jeans....



Questo quaderno molto carino è stato realizzato con dei vecchi jeans

Segue ►

Un mega aiuto a Athos: un piccolo contributo per i costi della sua operazione a carico del rifugio Cuori con la Coda



Aggiornamenti:

Purtroppo Athos non è più tra noi ma è nel paradiso dei cani.....


Grazie a tutti che hanno cercato di dare una mano....

Lui é Athos,mezzo pastore e mezzo spinone di 7 anni.

E' arrivato da poco in rifugio Cuori con la Coda a San Giuliano Milanese ma la sua storia e la sua sfortuna sono degne di nota.

Abbandonato ad Opera é stato immediatamente operato al canile sanitario di ernia perineale(come le persone anche i cani soffrono di queste patologie) e probabilmente é stato questo il motivo del suo abbandono.

Si tratta di un operazione abbastanza impegnativa per il cane ma anche per il proprietario che deve far fronte a una bella spesa.Trasferito al rifugio é stato bene il primo mese e poi...ci risiamo,l'operazione non ha avuto l'esito sperato,la muscolatura ha ceduto e l'ernia é ricomparsa ma stavolta,non solo da una parte,ma da entrambe.In più a complicare le cose ci si é messa una brutta prostata un pò troppo ingrossata che rende un pò più complicata l'operazione.

Athos sarà operato in settimana di ernia perineale bilaterale anche perché altrimenti sarebbe condannato per sempre ad una vita di dolore e sarebbe soggetto a continue infezioni prostatiche.L'intervento sarà a totale carico di CUORI CON LA CODA e quindi i volontari del rifugio hanno lanciato un appello di solidarietà.

ATHOS HA BISOGNO ANCHE DI VOI. Nei mesi passati il rifugio ha fronteggiato molte emergenze e sostenuto spese incredibili per operazioni e cure ai pelosi senza chiedere aiuto,cercando fondi e autotassandoci.Ma per questo intervento LORO HANNO DAVVERO BISOGNO DI TUTTI VOI!!!

Per aiutare ATHOS potete fare anche una piccolissima donazione presso BANCA ETICA filialedi Milano IBAM IT06U0501801600000000141967 con la causale intervento e cure athos.

Comunque è stato creato anche un evento-appello su facebook:

https://www.facebook.com/events/415029188586067/

Sito del rifugio: http://www.cuoriconlacoda.org/

Indirizzo: Centro cinofilo Santa Brera, via Cascina Piccola- San Giuliano Milanese (MI), 20098 Milano

Informazioni di contatto Telefono +39392 34 29 829 e 392 33 88758 e 333 83 79 768

E-mail cuoriconlacoda@libero.it
Segue ►

11° Comandamento: Non mischierai mai insieme bicarbonato e aceto: quando va bene infrangerlo.


Scherzi a parte anche la miscela bicarbonato più aceto può essere utile per alcune pulizie. Il bicarbonato e l'aceto insieme non crea una cosa inutile ma invece crea acetato di sodio, una specie di "crema" viscosa ma anche abbastanza sgrassante.

Certo se avete la necessità delle proprietà acide o basiche di un prodotto la miscela non andrebbe bene, ma se volete una cremina sgrassante per certi tipi di pulizie direi che va bene e il segreto è il modo in cui vieni utilizzato l'acetato. Anche perché normalmente la miscela bicarbonato+aceto non è neutra al 100% nel senso che può rimanere un po' abrasiva e quindi ancora più pulente...

Segue ►

01 febbraio 2013

Un mostro a Firenze: ha buttato un cane vivo nel cassonetto dell'immondizia chiuso in un sacco della spazzatura. Se conosci questo cane contatta l'ENPA


FIRENZE - Una donna di Firenze ieri mattina 31 gennaio 2013 ha ritrovato nel cassonetto di fronte alla sua abitazione un cane di razza cocker spaniel chiuso in un sacchetto di plastica, ancora vivo. Ad attirare la sua attenzione dei guaiti provenienti dai rifiuti.

Quando ha aperto il sacchetto ha trovato l'animale, di circa 13 anni, in fin di vita e con un taglio al collo causato dall'asportazione del microchip di identificazione.

A causa dell'età e del pessimo stato di salute, la prognosi resta riservata. Intanto le guardie zoofile dell'Enpa hanno lanciato un appello per ritrovare il proprietario del cane, responsabile di «un ennesimo atto di crudeltà».

Segue ►

Pulire, curare e lucidare il granito


Tra il marmo e il granito io sinceramente preferisco il granito. La differenza tra loro è che il granito è più resistente, la sua manutenzione è più semplice ed è ugualmente bello.

Mentre il marmo teme gli acidi e altre sostanze meno neutre, il granito invece non si intacca con uguale facilità e questo perché le due pietre hanno origini diverse: mentre il marmo è composto soprattutto da carbonato di calcio e per questo non può può essere pulito con gli acidi o sostanze aggressive, il granito invece è fatto fondamentalmente di silice (quarzo, miche, feldspato). 

Quindi se avete i piani o i pavimenti in granito e non in marmo la pulizia risulterà più semplice, però nonostante la sua resistenza il granito va comunque curato per conservare la sua lucentezza.

Piani in bagno e cucina: potete lavare i piani in tanti modi:

a) bicarbonato+sapone di marsiglia o detersivo per piatti: prendete una spugna insaponata con sapone di marsiglia o poco detersivo per piatti a mano ecologico, quindi cospargete la spugna con bicarbonato, strofinate la superficie, aspettate alcuni minuti e risciacquate. Potete usare la soda solvay al posto del bicarbonato.

b) Aceto: preparate uno spruzzino con 80% di acqua e 20% di aceto bianco e 1 cucchiaino di detersivo per piatti per circa 1 litro di soluzione. Spruzzare, strofinare (opzionale però ogni tanto va fatto) e risciacquare.

c) Succo di limone: per 1 litro: riempire uno spruzzino con il succo di 2 limoni, 1 cucchiaino di detersivo per piatti a mano ecologico e acqua i.q.b per riempire lo spruzzino. Spruzzare, strofinare (opzionale però ogni tanto va fatto) e risciacquare.

Per lucidare: per mantenere lucide le superfici potete strofinarle con un panno giallo in cui avete messo un po' di olio di lino cotto. Passare il panno leggermente oliato e lucidare con la parte asciutta.

Granito Opaco: Sgrassate la superficie con sapone di marsiglia, quindi prendete del cemento bianco o gesso di bologna+polvere di pomice in proporzione (2:1), quindi prendete una spugna da cucina umida e usando la sua parte ruvida strofinate il marmo. Aspettate una ventina di minuti e risciacquate bene il granito rimuovendo bene le tracce di cemento. Lavate il marmo con acqua e aceto (3:1) e risciacquate con panno umido.
Quindi strofinate il piano con un panno giallo in cui avete messo un po' di olio di lino cotto. Passare il panno leggermente oliato e lucidare con la parte asciutta.

Granito intaccato dal calcare: prendete una spugna umida e insaponata con sapone di marsiglia. quindi strofinate la superficie con abbondante bicarbonato+soda solvay in parti uguali. Aspettate 20 minuti e risciacquate bene. Quindi prendete una spugna imbevuta con aceto e insaponata con poco detersivo per piatti a mano ecologico, quindi strofinate la superficie, aspettate 5 minuti e risciacquate bene. Nel caso dei pavimenti trattate un pezzo di pavimento alla volta.

Pavimenti: la pulizia dei pavimenti andrebbe fatta con acqua + alcol + poco sapone di marsiglia sciolto nell'acqua oppure 1 goccia di detersivo per piatti a mano ecologico oppure 1 cucchiaino di detersivo per pavimenti ecologico. Ogni tanto aggiungete 1/2 bicchiere da caffè di aceto per evitare le incrostazioni di calcare..

Attenzione (Achtung!!!): il granito è si resistente agli acidi però non esageriamo altrimenti con il tempo questo potrebbe sbiadirsi un po'. Quindi sarebbe da evitare il contatto prolungato con sostanze acide e gli acidi poco diluiti. 
Potete usare dell'aceto bianco puro per pulirlo e per sciogliere il calcare più duro, però va passato e risciacquato dopo alcuni pochi minuti (5 a 10). Per le pulizie del pavimento l'acido va usato solo diluito e per i piani in generale va risciacquato dopo le pulizie.


Segue ►